Maschere

       

 Cortometraggio realizzato da Salvatore Arimatea, col patrocinio del Comune di Montalbano Elicona, col la collaborazione  dell'AIPD di Milazzo, associazione Persone Down

Montalbano Elicona, panorama, Messina Sicilia

21 aprile 2007, Montalbano Elicona, roccaforte medievale

nel silenzio della natura.

La produzione ha voluto sfruttare per “Maschere” una Locations straordinaria qual è quella che offre Montalbano Elicona, paese arroccato a 900 mt d’altitudine nel cuore dei Nebrodi, annoverato tra i 94 borghi più belli d’Italia, allo scopo di impreziosire il progetto artistico con una cornice meravigliosa e poter al contempo immortalare le meraviglie paesaggistiche naturali  e architetture che il paese offre. L’avv. Carmelo Mobilia ha curato la presentazione della serata, profondo conoscitore del posto, con la preziosa collaborazione di Basilio Maniaci, storico illustre della Sicilia, che ha ripercorso le tappe fondamentali della storia di Montalbano, la cui etimologia vuol dire appunto il Monte Albo, cioè bianco, oppure  "la montagna più importante", Al Bana, a seconda che la lettura sia data in lingua Araba o Latina.

*********************************************

Comunque sia, la serata è stata ideata per presentare in anteprima  il cortometraggio del regista Salvatore Arimatea, “Maschere”, Da sinistra, soci AIPD Milazzo: la sig.na Alessandra Colosi , Katia Zappia, il prof. Vittorio Cannata e l'attore Mario Opinatoche ha lo scopo di sviluppare il concetto dell’inserimento sociale delle persone con Sindrome di Down, persone diversamente abili. E proprio la futilità e la caducità di tutto ciò che è apparente da risalto a quelli che sono i veri e incorruttibili valori umani che vanno oltre la fisicità e la normalità da noi presunta. L’inserimento nel cast di alcuni ragazzi provenienti dall’associazione Italiana Onlus Persone Down , sezione di Milazzo, serve a dimostrare quanto in talune circostanze, la loro umanità la loro dignità ed il loro senso della vita sia, non soltanto pari al nostro di persone “regolarmente abili”, ma decisamente superiore.  Nel corso della serata ha presentato il progetto il sindaco di Montalbano, il dott. Pino Simone ed ha proseguito i lavori il prof. Vittorio Cannata, mentre alle sue spalle scorrevano le immagini girate la scorsa estate dal dott. Claudio Italiano, che ha realizzato con grande perizia un DVD amatoriale che illustrava il percorso riabilitativo dei ragazzi dell’AIPD nostrano, intitolato “ Up & Down”. Tra gli ospiti d'onore della manifestazione non potevano mancare la farmacista, dott.ssa Caldarera, che ha prtecipato ai percorsi riabilitativi dei ragazzi a Montalbano Elicona, al progetto "Casa, dolce Casa" e la dott.ssa Margherita Manfrè, direttore dell'U.O. Complessa di Medicina Interma del P.O. di Patti, che si dedica da molti anni al progetto "Salute delle Persone con S.D., seguendo le patologie di tali soggetti nell'ambito della struttura ospedaliera di Patti che dirige. Per info tel +39941 244228 - medicinapatti@genie.it  oppure margherita.manfre@tiscali.it

****************************************************

Ospiti d'onore, da destra la dott.ssa Caldarera ed il Primario dell'U.O. Complessa di Medicina del P.O. di Patti, Antonietta Margerita Manfrè

*************************************************

“Maschere” è un cortometraggio di 15 minuti della DINO s.r.l, patrocinato dal Comune di Montalbano, interpretato da un attore nei panni di uno psicologo, il grande Mario Opinato, che si sofferma a guradare al di là della realtà sociale, a contatto con il mondo ravvicinato della gente e le loro realtà più nascoste. Nel più caratteristico stile Pirandelliano: nessuno è come appare, ognuno sembra interpretare un ruolo presentabile ed uno anonimo. Cos’ scorrono i vari personaggi: Tano Cimarosa che interpreta un vecchio alcolista con le sue turbe allucinatorie che porta in giro un fantoccio in carrozzina, il vigle urbano, Tommy Maugeri, cordiale e gentile, sulla strada ma perverso e violento con la giovane moglie a casa, che picchia selvaggiamente con la cinghia dei pantaloni, in preda alla furia della sua gelosia morbosa. Così Carolina Marconi, quella del “Grande Fratello”, qui interpreta il ruolo dell’assistente dei ragazzi diversamente abili. All’immagine di grande umanità dei ragazzi, interpretati dalla nostra brava Giovanna Cannata e da Daniela De Salvo, si contrappongono le figure delle donne ai falò, nella notte e, dulcis in fundo, quella del nostro primo attore, che si traveste di notte per essere una persona rispettabile di girono! A curare le riprese del backstage, il grande Francesco Lama, che ha voluto dare un tono scherzoso e simpatico ai retroscena delle riprese. Così ha colto al volo le lamentele delle attrici che si lagnano per la veridicità delle scene erotiche, ai truccatori, ai parrucchieri ed alla gente comune di Montalbano. Che dire? Bravi tutti e bravo al nostro grande prof. Cannata!

 di Claudio Italiano per AIPD Milazzo

 

 

Al centro il regista di Maschere, Salvatore Arimatea, con la brava Giovanna Cannata a sinistra e Daniela De Salvo a destra

 
 

Daniela De Salvo con la moglie di Opinato

<<< GO BACK