Compressore

forum

foto




Manometro :
by SvL
E-MAIL


Ogni produttore di fucili oleo-pneumatici fornisce nel libretto delle istruzioni , una tabella
tramite la quale è possibile risalire alla pressione del fucile in base al numero di pompate date.
Tuttavia questo metodo non solo è impreciso (a volte anche di 4-5 bar) ma è soprattutto assai
noioso visto che se vogliamo controllare la pressione del fucile ci tocca ogni volta sgonfiarlo
e rigonfiarlo daccapo contando le pompate date.
Basterebbe invece avere un manometro adatto per sapere la pressione in maniera precisa e veloce.

Un manometro si compone essenzialmente di 3 parti: uno spingivalvola, un raccordo e il manometro
vero e proprio... di seguito vi fornisco alcune immagini e informazioni circa le mie realizzazzioni
da prendere come spunto qualora voleste cimentarvi nella costruzione di uno di questi utili strumenti.





Il raccordo con Spingivalvola:
Lo spingivalvola è un pernetto rigido che sporgendo dal manometro di qualche millimetro
permette di premere la valvola del fucile rendendo l' aria libera di uscire per incamerarsi nel manometro .
Da quando ho iniziato a costruire manometri questo componente ha subito diverse evoluzioni :
creato a partire da filo di acciaio spiralizzato ( 1°tipo) ,
lavorando un bulloncino lasciato fisso in sede (2° tipo)
lavorando un bulloncino ma permettendogli di variare in lunghezza (3°tipo)
lavorando un bulloncino permettendogli di variare la lunghezza anche durante una rilevazione (4° tipo)





**Raccordo tipo ( lunghezza fissa )
compatibilita: con valvole Mares come: Sten/Cyrano/Stealth/Spark)
note: difficilotto da realizzare e senza possibilita di regolazione









**Raccordo Tipo (spingivalvola regolabile):
C
ompatibilita: con valvole a filetto Mares come: Sten/Cyrano/Stealth/Spark/Asso/Tempest e similari)

Descrizione:Per ampliare la compatibilita del manometro a tutte quelle valvole che presentano lievi differenze
costruttive in una stessa marca , o a valvole simili di marche diverse
ho creato uno spingivalvola regolabile in lunghezza .
La regolazione in lunghezza avviene afferrando il pernetto con una pinza e ruotandolo
in senso orario o antiorario..oppure con un cacciacite agendo internamente al raccordo.
Per esempio passando da una valvola mares a una SeacAsso
bisogna allungarla di circa 2 giri.




Raccordo tipo 3 ( SE )

YOUTUBE: http://www.youtube.com/watch?v=5wARH7wBFiw






**Raccordo Tipo ( spingivalvola regolabile rapidamente) :
28/maggio/2008
compatibilita: con valvole a filetto Mares come: Sten/Cyrano/Stealth/Spark/Asso e similari)
Note: molto difficile da realizzare , la regolazione rapida non è un esigenza.. quindi
adatto solo per chi volesse qualcosa di specifico

Descrizione:Questo creato oggi è senza dubbio il piu dispendioso (sia per tempo che denaro) tra quelli fatti
fin' ora.Possiede pero la caratteristica di avere uno spingivalvola regolabile ma stavolta è possibile
farlo “al volo” , cioè mentre stiamo rilevando la pressione .

YOUYUBE: Manometro in azione ( http://it.youtube.com/watch?v=05CS1HYp96Q )






**Raccordo Tipo ( spingivalvola regolabile + doppio innesto ) :
3/ott/2008
compatibilita: con valvole a filetto Mares come: Sten/Cyrano/Stealth/Spark/Asso e similari
+Valvole CressiSub
Note: difficolta di realizzazione alta , la vastissima compatibilita pero
lo rendono a mio avviso molto appetibile

Descrizione:Questo modello oltre allo spingivalvola regolabile terzo tipo, ha
un secondo cilindro filettato per valvole Cressi Sub .
Con questo accorgimento il manometro amplia la sua compatibilita
oltre che a tutta la serie di fucili che montano le valvole con filetto mares, anche tutti i fucili
che montano valvole con filetto CressiSub.
Per vedere come funziona potete guardare il video su youtube cliccando sull' immagine sotto.






**Raccordo Tipo ( spingivalvola regolabile “one-touch” ) :
4/ottobre/2008
C
ompatibilita: con valvole a filetto Mares come: Sten/Cyrano/Stealth/Spark/Asso e similari
Note: estremamente difficile da costruire , la regolazione dello spingivalvola pero
è una cosa veramente piacevole ed allettante

Descrizione:In questo modello lo spingivalvola si allunga premendo il pulsante dopo che il manometro
è stato avvitato al fucile ...la regolazione piu rapida mai creata prima.
Youtube: http://it.youtube.com/watch?v=ncMGxwLMAhw




Il Manometro:
Si dovra scegliere ora il manometro piu adatto da unire al raccordo creato.
In base al poco di esperienza che ho acquisito in merito vi diro cosa guardare in un manometro:
A) LA SCALA: preferisco una 0-40 bar in quanto abbastanza prossima alle pressioni a cui lavorano i nostri fucili .
B) A Secco o con Glicerina: La glicerina non influenza la precisione , il suo scopo principale è di smorzare le
vibrazioni della lancetta in caso si usi su strutture vibranti .. ma i nostri fucili non hanno vibrazioni quindi non è indispensabile.
C) La CASSA: la cassa puo essere in ABS, Metallo o Inox : quest' ultimo è sicuramente il piu pregiato e serve quando
il manometro è sottoposto ad agenti atmosferici/chimici/meccanici gravosi .. nel nostro caso dunque non è indispensabile.
D) ATTACCO: L' attacco del raccordo puo essere posteriore o laterale , la scelta è indifferente .

Concludo dicendo che tutti i manometri che ho provato, dal piu costoso al piu economico si sono sempre rivelati molto precisi .




Considerazioni Finali: i vantaggi del manometro
Per un pescasub che utilizza fucili pneumatici , il manometro è sicuramente un opzional assai gradito in quanto:

1.la tabella delle pompate/pressione in linea teorica è precisa, ma in pratica le pompe in dotazione
spece se con qualche anno alle spalle, quando si arriva a pressioni elevate tendono a sfiatare leggermente
cosi che non tutte le pompate vanno a segno al 100% e alla fine la pressione potrebbe essere assai inferiore di quella prevista.
2. Capita che riprendendo a pescare dopo una pausa di qualche mese ci sorga il dubbio che il fucile abbia ancora
la stessa pressione a cui lo avevamo lasciato , con il manometro basta un attimo per verificarlo, senza dobbiamo sgonfiare
totalmente il fucile e perdere tempo e fatica per rigonfiarlo daccapo in base alla tabella pompate/pressione .
3. Alle volte capita di avere dei piccoli sbuffi di aria dal fucile, alle volte sono puramente casuali , altre volte sono dovuti
a lievi perdite per usura guarnizioni o lievi rigature della canna , con un manometro ci togliamo il dubbio facendo rilevazioni
a intervalli di tempo regolari , senza manometro un monitoraggio è improponibile .
4. Quando mettiamo in pressione un fucile capita di dover dare dalle 200 fino anche oltre 1000 pompate , è facile perdere
il conto .. nel dubbio dovremmo sgonfiare e ricominciare daccapo.. con un manometro invece non c'è neanche
bisogno di tener conto delle pompate date.



Note:

Il raccordo ha la filettatura per le valvole Mares in quanto sono le piu diffuse e adottate anche da tante altre
case costruttrici. Fa eccezione sicuramente la Cressi che sulla sua serie SL adotta una valvola con filettatura
incompatibile . Tuttavia il problema è facilmente aggirabile in quanto basta sostituire la valvola Cressi
con una valvola Mares per i modelli Sten .