Perché leggere i gialli dell'investigatore Tombolo?

May 15th, 2017 | Author: admin

I gialli dell'investigatore Tombolo hanno per protagonista un ruvido e solitario investigatore privato toscano che insieme a un ex cuoco, Prospero Buontempo, indaga su certi strani casi di delitti che accadono in un piccolo paese della costa della Toscana del sud chiamato Spaccabellezze. Marino Tombolo fa l'investigatore privato a Spaccabellezze, dove ha un'agenzia investigativa: la "TOMBOLO INVESTIGAZIONI" in via 25 aprile al numero 37. Nella stessa strada ha la sua casa: una comoda e accogliente mansardina vista mare. Si muove sempre sul suo apone. È un uomo poco più che quarantenne con pochi capelli brizzolati, è grassoccio ma robusto, di statura media, buona forchetta e cattiva palestra. Tombolo si rilassa ciucciando i chupa chups gusto melon soda. È un grande lettore dei fumetti di Tex Willer e dei libri gialli di Nero Wolfe. Nero Wolfe è il suo investigatore preferito perché risolve tutti i casi standosene seduto comodamente nel suo studio, senza muoversi di un millimetro ma facendo muovere il suo fido collaboratore. Dice sempre: Calma e gesso! La sua pistola è una BERETTA COUGAR calibro 9. Tombolo si era diplomato al liceo classico e voleva fare il maestro alle scuole elementari del paese, però non aveva trovato lavoro nel settore scolastico. Quindi aveva aperto a Spaccabellezze l’agenzia investigativa “Tombolo Investigazioni” per inventarsi un lavoro che gli facesse sbarcare il lunario con uno stipendio decente a fine mese. Non è un investigatore per scelta ma per necessità, col passare degli anni aveva scoperto di essere un investigatore in gamba e se risolveva certi casi intricati, si stupiva lui stesso. Gli piaceva essere chiamato “detective”. Col passare del tempo si era reso conto di avere un vero e proprio fiuto innato per stanare i colpevoli e gli assassini, in questi casi la famiglia della persona uccisa lo incaricava di indagare privatamente sui fatti accaduti per scoprire il colpevole dopo che i Carabinieri non erano riusciti a scoprire nulla. Vive da solo in un piccolo appartamentino, "la mansardina" come dice lui, del centro storico con vista sul porto e sul mare di Spaccabellezze. Spaccabellezze è un piccolo paese costiero della Toscana meridionale. Questa cittadina turistica si affaccia sul mare in una stretta insenatura che si prolunga dalla costa e che a questa è collegata da una larga laguna da dove si possono ammirare le bellezze della Punta Cala Nera “Calimera”, ricca di minerali ferrosi scuri da cui il nome, a nord e della Punta Cala Rossa “Calante”, dai versanti scavati nelle arenarie che al tramonto si tingono di rosso, a sud. A Marino Tombolo piace molto Rossella Sirena, la sua amica-fidanzata che fa la guardia medica al Poliambulatorio del porto di Spaccabellezze. Tombolo è innamorato perso di Rossella Sirena ma lui non vuole dirglielo per non farla soffrire perché è convinto che gli orari strani del suo lavoro potrebbero fare fallire l’eventuale matrimonio con Rossella. Marino Tombolo è un uomo ruvido e solitario, scapolo non per scelta ma per necessità. Gradisce poco la confusione ma sa essere cordiale e compagnone, soprattutto quando la sua amica-fidanzata Rossella riesce a strapparlo dall'agenzia per portarlo da qualche parte a divertirsi oppure a vedere il tramonto sul mare. Si era dovuto inventare quel mestiere di detective privato per mandare avanti la “Tombolo Investigazioni” e portare a casa uno stipendio decente a fine mese. È un tipo poco loquace e molto riservato, non gli piace perdere tempo perché il tempo è denaro. Non è granché ordinato ma tiene in perfetto ordine, o quasi, gli onorari che deve riscuotere dai clienti della sua agenzia. Non è un fulmine di guerra ma da quando ha aperto la sua agenzia non ha mai fallito un caso. I casi da risolvere gli piombano sul tavolo direttamente nella sua agenzia investigativa ma l'investigatore Marino Tombolo non si affanna perché sa che riuscirà e venirne a capo prima o poi. Ci ragionerà sopra con calma mentre si ciuccia un bel chupa chups al gusto melon soda. Calma e gesso sono la sua regola. Ragionamento e tattica sono la sua forza. Questi sono i collaudatissimi metodi dell'investigatore Tombolo per risolvere certi strani casi che accadono a Spaccabellezze, un pittoresco paesino di pescatori della Toscana del sud. Agisce sempre in coppia col suo aiutante e cuoco a domicilio Prospero Buontempo che lo segue ovunque sul suo Apone carrozzato “Shanghai Cuki Express. Ti cucino per le feste!”. Pedinamenti notturni di mariti in odore di corna, sorveglianza di ragazzi frequentatori di cattive compagnie fino a tarda ora, ricerche di anziani scomparsi o di minori scappati di casa, sono le sue normali pratiche d’ufficio a Spaccabellezze. Tombolo abita da solo in un piccolo appartamentino (la “mansardina” come la definisce lui) confortevole con una terrazza affacciata sul porto di Spaccabellezze. La terrazza, non molto grande, ma abbastanza per contenere un tavolo bianco di plastica per due persone, due sedie pieghevoli e un ombrellone Algida del tipo da spiaggia, si apre in cima al tetto di una vecchia palazzina a tre piani insinuata fra le stradine del centro storico che conduce al porto di Spaccabellezze. Dorme sempre sopra il tavolo, Casimiro, un gatto soriano arrivato sulla sua terrazza da chissà dove e che gli fa compagnia da alcuni anni. Infatti Tombolo è molto ospitale e divide il suo appartamentino confortevole con Casimiro, un placido gatto soriano, scapolo e grassoccio come lui, migrante da chissà quale tetto e ormai da qualche mese nell’organico della casa o “mansardina”, come la definisce lo stesso Tombolo. Acqua e croccantini non mancano mai e così Casimiro da migrante si era accasato in quel piccolo angolo di mondo. Il giorno Tombolo mangia insieme a Rossella alla trattoria “Il palombaro”, un posticino incantevole sul porto di Spaccabellezze. La sera torna a casa e cena col gatto Casimiro oppure in compagnia di Rossella e della sua gatta Berenice ma sempre nella “mansardina” a casa di Tombolo, la mansardina al terzo piano di Tombolo è in via 25 Aprile al numero 11 dove si trova un bel portoncino in ferro battuto bianco sbiadito dal tempo e dalla salsedine, in una stradina lunga e stretta del centro storico che costeggia il Lungomare Magellano vicino alla Fortezza Spagnola. Proseguendo la via 25 Aprile, passa quasi accanto alla famosa Fortezza Spagnola, e poi si prolunga allargandosi di molto in via Umberto II, per poi sfociare dopo un breve tratto nel Lungomare Magellano. La casa di Rossella si trova a circa cinquecento metri dalla casa di Tombolo in direzione di piazzetta dell’Appetito dove c’è il ristorante “Il palombaro”. Rossella, anche se ha una grande confusione in casa, invita sempre Tombolo a cena nel suo appartamentino, una vera chicca dice lei, ma Tombolo non c’è mai stato, Rossella voleva sempre portarlo a casa sua con una scusa per farlo entrare nella sua “bomboniera” affacciata sui vicoli del paese, la “bomboniera” di Rossella è in via Umberto II al numero 9, al terzo piano con grande terrazza abitabile, il portone si apre in uno slargo alla fine di una viuzza stretta, corta e ampia vicino al Lungomare Magellano, la via prosegue all’indietro in via 25 Aprile dove ha la casa Tombolo, Tombolo non si fidava di andare a casa di Rossella perché pensava che volesse attirarlo lì con un tranello, spogliarlo nudo, farci l’amore e poi sul più bello di fronte al fatto compiuto gli avrebbe chiesto e ottenuto di sposarla.

Leggi le notizie dei miei libri e guarda le novità sul Blog di Tombolo oppure scrivimi per chiedermi informazioni sui miei romanzi. Puoi segnalarmi errori e miglioramenti da fare, di cui ne terrò conto nelle stesure dei prossimi libri gialli. Puoi chiedermi anche di essere tenuto al corrente sulle uscite dei prossimi romanzi dell'investigatore Tombolo. Scrivimi o contattami con Facebook per invitare i tuoi amici a fare lo stesso. Ti risponderò il prima possibile.

Guarda il trailer dei casi Tombolo.


Se vuoi puoi unirti alle mie amicizie su Facebook e su Twitter, cliccare “mi piace” e lasciare commenti sulla pagina Facebook dell'investigatore Tombolo e recensire i gialli sul sito della libreria HOEPLI online o della casa editrice Cavinato Editore International.

Ti ringrazio per aver visitato la mia pagina.

Un cordiale saluto per un arrivederci a presto.

Fabio Marazzoli

Posted in Home | Comments » | Home