Il palazzo del disincanto

PRIMA CAMPAGNA DEL BOLLINO BLU A BOLOGNA
MAGGIO 1996/APRILE 1997



IN UN ANNO 144.000 AUTOMOBILISTI
DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA
HANNO SPESO TRE MILIARDI E 168 MILIONI
PER UN MERO ADEMPIMENTO BUROCRATICO.
ALTRI 56.000
HANNO SPESO UN MILIARDO E 232 MILIONI PER OTTENERE
-AI FINI DEL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELL'ARIA-
UN RISULTATO SCIENTIFICAMENTE INSIGNIFICANTE.

Questo è il succo che si estrae dai dati resi pubblici il 31 luglio 1997.
Gli automobilisti hanno fatto la loro parte, ma gli altri?
A garanzia del conseguimento degli obiettivi, l'ordinanza comunale del '96 prevedeva anche delle sanzioni sia per gli automobilisti inadempienti o fuori regola,
sia per le autofficine che avessero utilizzato strumenti di controllo non tarati.
I vigili hanno controllato? Le officine hanno lavorato sempre bene?
PERCHE' FRA I DATI NON ERA COMPRESO IL NUMERO DELLE CONTRAVVENZIONI
ELEVATE DURANTE LA CAMPAGNA A ENTRAMBE LE CATEGORIE?
Ma che domande sciocche: l'importante è che il cittadino venga educato
e tiri fuori i soldi. Col tempo smetterà di lamentarsi.

Dopo la prima è iniziata la seconda campagna, poi la terza e così via, ma dopo
quelli resi pubblici il 31 luglio '97,
NESSUN ALTRO DATO E' STATO PIU' DIFFUSO -NEGLI ANNI SEGUENTI-
DA PALAZZO D'ACCURSIO.
Possiamo solo sperare che i risultati siano migliorati. Ma se non fosse?
Conoscere ed analizzare i dati è importante.
Se infatti lo strumento si rivelasse inadeguato allo scopo
(per il miglioramento della qualità dell'aria "il Bollino Blu non è sufficiente"
ha affermato l'autorevole responsabile dell'Ufficio d'igiene del Comune di Bologna)
un Sindaco dovrebbe coinvolgere il Ministero dell'Ambiente e questo, a sua volta,
sensibilizzare gli organi competenti della Comunità europea (tuttora privi di
legittimità popolare) affinchè rivedano quelle norme che, spesso,
si rivelano cervellottiche, inutili ed onerose per i cittadini.

Nelle pagine seguenti la storia del Bollino Blu a Bologna.

Next: Lettera al Sindaco di Bologna

Anno di pubblicazione: 2000
[ Home | Cerca con Google ]

Il palazzo del disincanto