TRENTINO ALTO ADIGE
CAMPO ROTALIANO TEROLDEGO
VIGNETI CAMPO ROTALIANO TEROLDEGO
TRENTINO ALTO ADIGE
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C1

La superficie dei vigneti nelle provincie autonome di Trento e Bolzano (dati inventario viticolo CE 2004) è la seguente:

Provincia Autonoma di Bolzano:
5.224 ettari totali di vigneti di cui:
DOP: 5.112 ettari
IGP e vini da tavola: 107 ettari;

Provincia Autonoma di Trento:
9.680 ettari totali di vigneti di cui:
DOP 8.342 ettari
IGP e vini da tavola 1.338 ettari.

La produzione vinicola delle provincie (Dati ISMEA 2004) è la seguente:
DOP 969.000 ettolitri di vino,
IGP 260.000 ettolitri di vino,
Vini da tavola 40 ettolitri di vino
Per un totale di 1.269.000 ettolitri di vino.
Come si può notare le province autonome di Trento e Bolzano hanno una percentuale altissima di produzione di vini a DOP e IGP sul totale della produzione, superando per i DOP l’80% stabilendosi al primo posto assoluto nel panorama produttivo italiano.
La resa media delle DOC (Dati ISMEA 2004) è stata di 121 quintali/ettaro con un massimo di 154 quintali per il Teroldego, di 132 quintali per il Valdadige, sino a 104 quintali per l’Alto Adige.

Nelle provincie autonome di Trento e Bolzano abbiamo:

Bolzano:
nessuna DOCG
3 DOC
La DOC Valdadige è interregionale (BZ,TN,VR)
La DOC Lago di Caldaro può aggiungere la menzione Alto Adige
Le DOC Lago di Caldaro ha la sottozona classico.
La DOC Alto Adige oltre avere una sottozona geografica per il Lagrein, ha 7 sottoregioni le quali a loro volta hanno:
La DOC Santa Maddalena ha la sottozona classico e 7 menzioni di località
La DOC Meranese di Collina ha 1 sottozona geografica e 5 menzioni di località
La DOC Terlano ha la sottozona classico
La DOC Valle Isarco ha 2 sottozone geografiche
2 IGT di cui 1 interregionale (Bz, Tn, Bl)

Trento:
nessuna DOCG
5 DOC
La DOC Trentino è suddivisa in 2 menzioni (Trentino e Trentino superiore), ha una sottozona per vitigno (Marzemino), ha 3 sottozone geografiche.
La DOC Valle d’Adige comprende anche una parte del territorio della provincia di Trento.
La DOC Terre dei Forti è Veronese ma una piccola parte è anche sul territorio della provincia di Trento
4 IGT (ne condivide una con le provincie di Bolzano e Belluno (vigneti delle Dolomiti) e una con le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia.

La situazione delle DOP (dati ISMEA 2004) è la seguente:
Alto Adige: 11.591 produttori, 4.075 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 299.000 ettolitri di vino;
Casteller: 347 produttori, 150 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 10.478 ettolitri di vino;
Lago di Caldaro: 2.571 produttori, 907 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 77.537 ettolitri di vino;
Teroldego Rotaliano: 561 produttori, 484 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 49.769 ettolitri di vino;
Trentino: 12.112 produttori, 6.561 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 560.000 ettolitri di vino;
Trento: 431 produttori, 414 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 71.000 ettolitri di vino;
Valdadige: 1.823 produttori, 939 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 60.754 ettolitri di vino.

Varietà idonee alla coltivazione nella provincia autonoma di Bolzano:
Bianche:

Chardonnay
Golden
Kerner
Malvasia
Moscato Giallo
Müller Thurgau
Pinot bianco
Pinot grigio
Riesling renano
Riesling italico
Sauvignon
Sylvaner verde
Traminer
Traminer aromatico
Veltliner

Rosse:

Cabernet Franc
Cabernet Sauvignon
Carmenère
Lagrein
Malvasia nera
Merlot
Moscato rosa
Petit Verdot
Pinot nero
Portoghese
Regent
Schiava gentile
Schiava grigia
Schiava grossa
Syrah
Teroldego
Tempranillo
Zweigelt

Provincia di Trento:

Bianche:

Bianchella trevigiana
Chardonnay
Goldtraminer
Lagarino
Kerner
Manzoni bianco
Moscato giallo
Müller Thurgau
Nosiola
Pinot bianco
Pinot grigio
Riesling renano
Riesling italico
Sauvignon
Sylvaner verde
Traminer aromatico
Trebbiano toscano
Veltliner
Verdealbara

Rosse:

Cabernet Franc
Cabernet Sauvignon
Casetta
Franconia
Gosen
Groppello gentile
Groppello di Revò
Lagrein
Lambrusco foglia frastagliata
Marzemino
Merlot
Meunier
Moscato rosa
Negrara
Pavana
Petit Verdot
Pinot nero
Rebo
Rossara
Schiava gentile
Schiava grigia
Schiava grossa
Sennen
Syrah
Teroldego

Menzioni tradizionali:

Klassisch: classico in tedesco, zona più antica ed originale;
Del burgraviato – Burggräfler: indica la sottozona del Meranese di Collina, ex contea di Tirolo;
Ursprungsgebiet: letteralmente denominazione di origine
Kretzer: menzione tedesca per il Lagrein rosato ed altri vini rosati dell’Alto Adige e il Teroldego Rotaliano
Dunkel: menzione tedesca per il Lagrein rosso
Gewächs o Wachstum: equivale a vigna
Scelto o Auslese: menzione per la DOC Lago di Caldaro per il vino prodotto dopo accurata scelta e limiti più severi
Rubino: indica il Teroldego Rotaliano rosso
Bocksbeutel : bottiglia classica ad anforetta shiacciata, usata per il Moscato giallo e il Moscato rosa Trentini
Vin Santo: menzione usata dalla DOC Trentino per vini prodotti con uve appassite.
Tutti i vini DOC e IGP della provincia di Bolzano possono essere designati, presentati ed etichettati nella versione in lingua tedesca (vedi disciplinare).
VIGNETI LAGO DI CALDARO
VIGNETI LAGO DI CALDARO
DISCIPLINARI DI PRODUZIONE
denominazioni di origine controllate
Alto Adige
Lago di Caldaro
Valdadige
Casteller
Teroldego Rotaliano
Trentino
Trento
DOC interregionale BZ-TN-VR
Terradeiforti Valdadige
Indicazioni geografiche tipiche
Mitterberg
Vallagarina
IGT interregionale
BZ-TN-BL
Vigneti delle Dolomiti
IGT interregionale
Trento-Veneto-Friuli Venezia Giulia
Delle Venezie
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
IL SITO CONTINUA CON LA SECONDA PARTE -SEQUEL-
CLICCARE QUI