MADEIRA
VIGNETI CAMARA DE LOBOS
VIGNETI CAMARA DE LOBOS
MADEIRA
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C3B

La regione viticola “Madeira” comprende il territorio delle isole di Madeira e Porto Santo, fa parte della “Região Autónoma da Madeira”, l’arcipelago omonimo nell’Oceano Atlantico formato dalle due isole e da altre 6 disabitate (3 ilhas desertas e 3 ilhas selvagens).
Madeira è un’isola vulcanica con un’orografia molto accidentata, formata dai monti Pico Ruivo, Pico das Torres e Pico do Arieiro, tutti oltre i 1.800 metri slm., le zone pianeggianti costiere (sud-est) sono poche e tutte urbanizzate (Funchal), altre zone pianeggianti sono ad un’altitudine di 1.300/1.500 metri il “Pau da Serra” (ad ovest), non idonee alla coltivazione della vite.
I vigneti sono sistemati sui pendii dei rilievi con pendenze minime del 15% sino al 27% ed oltre, con difficoltà di coltivazione e obbligo di terrazzamenti “socalcos, poios” con le pietre basaltiche, dove la vite è coltivata a pergola “latada”, solo dove le pendenze sono più dolci si coltiva con il sistema a spalliera “espaldera”.
I vigneti hanno densità: ridotte con il sistema a pergola (2.500/4.000 ceppi/ettaro), intensive a spalliera (4.000/5.000 ceppi/ettaro), le pergole sono alte al massimo 2 metri, lo spazio giusto per la loro coltivazione.
Il suolo vulcanico, in maggioranza basaltico, argilloso con ph acido, ricco di materia organica, ferro e magnesio, povero in potassio; i vigneti si trovano sia nella costa meridionale più arida, sia sulla costa settentrionale, tutti circoscritti sino ad un’altitudine di 150 metri slm.
La zona di Madeira è molto piovosa (sino a 3.000 mm. anno), soprattutto il lato settentrionale e sulle parti elevate dell’isola, mentre il clima è più secco (500 mm anno) sulla costa meridionale, l’acqua necessaria per la coltivazione viene raccolta nelle zone più piovose e canalizzata (levadas) per distribuirla nelle zone più secche con oltre 2.150 km di canali di cui 40 situati in tunnel.
L’area viticola occupa circa 500 ettari di vigneti con poco più di 400 destinati alle DOP, pochissimi ettari sono dedicati a IGP (Terras Madeiriense) e qualche decina a vihnos de mesa.
I comuni più vitati sono Câmara de Lobos (costa sud) con 125 ettari, São Vincente con 122 ettari e Santana con 82 ettari (entrambi sulla costa nord).
In questa regione abbiamo:
1 DOP vino tranquillo
1 DOP vino liquoroso
1 IGP vinho regional

La produzione della regione viticola Madeira (dati IVV 2008) è così distribuita:
Vinho de mesa:
4.712 ettolitri di vino rosso e rosato;
vinho regional:
170 ettolitri di vino rosso e rosato;
DOC:
Madeira:
32.635 ettolitri di vino liquoroso;
Madeirense:
1.180 ettolitri di vino rosso e rosato.

La produzione del vino liquoroso Madeira (dati IVBAM 2009) è così suddivisa:
Vino con uvaggio:
Doce: 11.390 ettolitri;
Meio Doce: 8.181 ettolitri;
Meio Seco: 9.299 ettolitri;
Seco: 1.990 ettolitri;
Vino con indicazione del vitigno:
Malvasia: 752 ettolitri,
Boal: 460 ettolitri;
Verdelho: 269 ettolitri;
Sercial: 294 ettolitri,
totale: 32.635 ettolitri.

Commercializzazione per vitigno e tipologia d’età (dati IVBAM 2009):
vino con uvaggio:
Madeira senza menzioni: 177.480 litri
Madeira Modificado: 681.880 litri,
Madeira corrente: 2.068.244 litri,
Madeira 5 anos: 144.461 litri
Madeira 10 anos: 8.762 litri,
Madeira 15 anos: 354 litri,
Madeira 20 anos: 54 litri
Madeira 40 anos: 47 litri,
Madeira Colheita e Vintage: 5.471 litri,
Malvasia:
Madeira corrente: 5.400 litri,
Madeira 5 anos: 30.906 litri
Madeira 10 anos: 19.298 litri,
Madeira 15 anos: 5.735 litri,
Madeira 20 anos: 204 litri,
Madeira 30 anos: 42 litri,
Madeira Colheita e Vintage: 13.668 litri,
Boal:
Madeira 5 anos: 22.676 litri
Madeira 10 anos: 14.537 litri,
Madeira 15 anos: 3.450 litri,
Madeira Colheita e Vintage: 5.341 litri,
Verdelho:
Madeira corrente: 9 litri,
Madeira 5 anos: 15.173 litri
Madeira 10 anos: 7.954 litri,
Madeira 15 anos: 2.325 litri,
Madeira Colheita e Vintage: 1.440 litri,
Sercial:
Madeira 5 anos: 21.612 litri
Madeira 10 anos: 13.452 litri,
Madeira 15 anos: 726 litri,
Madeira Colheita e Vintage: 2.680 litri,

Metodologia:
Le vinificazioni per il vino generoso “Madeira” sono due:
“bica aberta” (vinificazione in bianco), utilizzato per vini secchi o semisecchi, di colore pallido,
“curtimenta” o “maceração pelicular” (vinificazione con macerazione, corta o lunga), arrestandola al grado di dolcezza desiderato, utilizzata per i vini dolci o semidolci di colore scuro.
Durante la fermentazione alcoolica si interviene con l’aggiunta di distillato di vino (52,00%-86,00% vol.) o alcol vinico (96,00% vol.), l’aggiunta di alcol determina la fine della fermentazione e la tipologia di dolcezza desiderata; essa viene eseguita approssimativamente due giorni dopo l’inizio della fermentazione per i vini dolci, al terzo giorno per i vini semidolci con base il vitigno Boal, 4 giorni dopo per i vini semidolci a base Verdelho, per il Sercial e altri vini secchi, l’alcolizzazione viene fatta quasi al termine della fermentazione o al termine della stessa, arrivando ad avere vini che dopo l’aggiunta di alcol abbiano una gradazione effettiva dai 17,00 ai 18,00% vol.
Dopo la fermentazione e l’alcolizzazione il vino viene chiarificato e filtrato e dopo un esame chimico organolettico, viene classificato e diviso in lotti secondo la qualità voluta ed ottenuta ed inviato alla maturazione/invecchiamento.
Ci sono due tipologie tecniche di invecchiamento:
“Estufagem”:
il vino è collocato in “estufa”, vasche di acciaio inox termoregolate (45°-50°) per un periodo minimo di tre mesi, seguono altri 3 mesi di invecchiamento a temperatura ambiente, segue un periodo di affinamento sia in acciaio inox che in botti di legno sino al suo confezionamento in bottiglia (fase decisa dall’enologo secondo la qualità organolettica ottenuta).
La sua commercializzazione in bottiglia non può avvenire prima del 31 di Ottobre del secondo anno seguente la vendemmia:
Canteiro:
il nome deriva da “Canteiros”, le travi di legno che sorreggono le botti (Pipas), si tratta di mettere il vino in botti e collocate in locali i più elevati dell’azienda, che abbiano una temperatura ambiente piuttosto elevata,, per un periodo minimo di due anni; si tratta di invecchiamento ossidativo, la commercializzazione può avvenire tre anni dopo il 1° Gennaio dell’anno seguente la vendemmia.
Tipologia:
Il vino di Madeira contempla una serie di tipologie secondo la durata dell’invecchiamento e il suo sistema:
Seleccionado:
menzione riservata a vino con età di invecchiamento uguale o superiore a 3 anni ma inferiore a 5;
Rainwater:
menzione riservata al vino con invecchiamento uguale o superiore a 5 anni, con una colorazione dorata o medio dorata e abbia un peso specifico inferiore a 1.015 gr/litro;
Reserva o 5 anos de Idade:
menzione riservata al vino che abbia un invecchiamento uguale o superiore ai 5 anni, ma inferiore ai 10, può essere accompagnata anche dal nome del vitigno;
Reserva Velha, Reserva Especial 10 anos de idade:
menzione riservata la vino che ha un invecchiamento uguale o superiore ai 10 anni ma inferiore ai 15, può essere accompagnata dal nome del vitigno;
Reserva Extra, 15 anos de idade:
menzione riservata al vino che abbia un invecchiamento uguale o superiore ai 15 anni, ma inferiore ai 20, può essere accompagnata dal nome del vitigno;
20 anos de idade:
menzione riservata al vino che abbia un invecchiamento uguale o superiore a 20 anni ma inferiore a 30, può essere accompagnata dal nome del vitigno;
30 anos de idade:
menzione riservata al vino che abbia un invecchiamento uguale o superiore a 30 anni ma inferiore a 40, può essere accompagnata dal nome del vitigno;
40 anos de idade:
menzione riservata al vino che abbia un invecchiamento uguale o superiore a 40 anni, può essere accompagnata dal nome del vitigno;
Solera:
menzione riservata al vino che abbia subito un invecchiamento particolare (metodo solera y criaderas), con la differenza dalla Spagna che può portare la data di inizio della solera (massimo dieci anni); il sistema consiste di mettere il vino in una serie di “pipas” sistemate a cono (massimo tre/quattro file), partendo dall’alto (criadera) verso il basso (solera) spostando annualmente non più del 10% del volume della botte, anche il prelievo destinato alla commercializzazione deve essere della medesima quantità, solo al termine del decimo anno si può chiudere la solera ed imbottigliare tutta la partita.
Colheita:
menzione riservata al vino con un minimo dell’85% proveniente dalla medesima vendemmia, di un solo vitigno o dalla miscela di più vitigni e che abbia subito un invecchiamento minimo di cinque anni, porta in etichetta l’indicazione dell’annata della vendemmia e la data dell’imbottigliamento.
Vintage o Frasqueira:
menzione riservata al vino prodotto con un minimo dell’85% di uva proveniente dalla medesima vendemmia di un sol vitigno o dalla miscela di più vitigni e che abbia subito un invecchiamento minimo di 20 anni, porta in etichetta l’annata della vendemmia e la data dell’imbottigliamento.
Canteiro:
menzione riservata al vino che abbia subito un invecchiamento minimo i due anni in botti di legno, che non abbia subito il metodo “estufagem” e sia commercializzato solo dopo 3 anni.

Limite del tenore zuccherino dei vini Madeira:
Extra seco:
peso specifico massimo di 1.002,9 gr/l., zuccheri residui massimo 49,10 gr/l.
Seco:
peso specifico da 1.002,90 a 1.007 gr/l., zuccheri residui minimo 49,10 gr/l. massimo 64,80 gr/l.;
Meio seco:
peso specifico da 1,007 gr/l. a 1.015 gr/l. zuccheri residui minimo 64,80 gr/l., massimo 80,40 gr/l.;
Meio doce:
peso specifico da 1.015 gr/l. a 1.024 gr/l., zuccheri residui minimo 80,40 gr/l. massimo 96,10 gr/l.;
Doce:
peso specifico superiore a 1.024 gr/l., zuccheri residui superiori a 96,10 gr/l.

Le tinte del Madeira:
Muito Pálido: colore citrino, molto pallido tipico dei vini secchi e giovani;
Pálido: giallo paglierino chiaro, tipico dei Madeira seco e meio seco che hanno subito una macerazione brevissima, una leggera fermentazione ossidativa ed invecchiamento in legno;
Dourado: densità cromatica abbastanza carica, color giallo pallido con riflessi dorati sino a leggermente ambrati;
Meio escuro: tonalità carica, ambrato scuro con riflessi castani, dovuta al prolungato invecchiamento ossidativo e alla “estufagem”;
Escuro: è la tonalità più carica dal castano al mogano scuro, vini molto vecchi, ossidati e con lunga permanenza in legno.

La struttura del Madeira:
Leve: menzione destinata ai vini giovani, chiari con poco corpo ma equilibrati;
Fino: destinata a vini di qualità, invecchiati in legno, con struttura equilibrata ed elegante e con aromi evoluti;
Macio: riservata a vini potenti, di corpo ed evoluti nel bouquet;
Aveludado: riservata ai vini “Macio” con buona dose di alcol glicerico dal corpo vellutato e tannini nobili, invecchiati a lungo in legno;
Amadurecido: è il massimo dell’armonia tra alcol, acidità e tannini, dovuto a lunghi invecchiamenti in legno e dalla complessa ricchezza organolettica.

Varietà di vite idonee alla coltivazione:
castas brancas:
Amsburger, Arinto, Boal (Malvasia fina), Carão de Moça, Chardonnay, Chenin Blanc, Folgasão (Terrantez), Lilás (Alvarinho), Malvasia branca, Malvasia branca de São Jorge, Malvasia Candida, Rio Grande, Sauvignon blanc, Sercial, Tália (Ugni Blanc), Verdelho;
castas tintas:
Aragonês, Bastardo, Cabernet Sauvignon, Complexa, Deliciosa, Maria Feld, Merlot, Tinta Barroca, Tinta Negra Mole, Tinta roriz, Touriga Franca (Touriga Francesa) Touriga Nacional, Syrah;
casta Roxa:
Malvasia Roxa;
VIGNETI SAO VINCENTE
VIGNETI SAO VINCENTE
Doc
Madeira
Madeirense
Vinho Regional
Terras Madeirenses
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
SITO PARTE SECONDA
VISITATELO CLICCANDO QUI!