GERMANIA
KLOSTER EBERBACH
KLOSTER EBERBACH
GERMANIA
GERMANIA
ZONE VITICOLE COMUNITARIE “A e B”

La Germania è il settimo Paese dell’Unione Europea per estensione dei vigneti ma il quarto per produzione, infatti è il secondo Paese dell’Unione, con la resa produttiva per ettaro di poco meno di 100,00 hl/ha, più elevata (è preceduta dal Lussemburgo con circa 110,00 hl/ha).
Quindi la sua produzione si allinea dopo Italia, Francia e Spagna, superando Romania, Bulgaria e il Portogallo che pur avendo una superficie maggiore vitata (anche doppia come il Portogallo) hanno rese per ettaro nettamente inferiori (meno di 50,00 hl/ha).
La notorietà dei vini tedeschi è storica, per secoli, è stata indicata come la seconda al Mondo come livello qualitativo (dopo la Francia), i suoi vini bianchi hanno avuto una elevata popolarità presso tutte le famiglie nobili europee; gli inglesi hanno da sempre avuto una famigliarità con questi vini a tal punto da definirne alcuni termini, oggi molto conosciuti e sinonimo di vini di qualità tedeschi,
Hoch per identificare i vini a base Riesling migliori del Reno e della Mosella,
Sekt per indicare i vini spumanti tedeschi ottenuti da rifermentazione in bottiglia.
Purtroppo questa notorietà era legata soprattutto per il sapore amabile se non dolce della maggioranza dei vini tedeschi, sapore molto gradito dalle popolazioni anglo-sassoni russe e scandinave, ma non a quelle latine; oggi anche questi popoli hanno raffinato i loro gusti e i vini tendenzialmente più morbidi vengono progressivamente esclusi dal mercato creando non pochi problemi ai produttori di questi vini.
La Germania oltre ad una stretta elite qualitativa ha per parecchi anni dal secondo dopoguerra sino alla fine del XX° secolo prodotto ed esportato una grande quantità di vini amabili, a poco prezzo definiti “Liebfraumilch” scimmiottando un nome ben più prestigioso “Liebfraustift Kirchenstück” (vedi Rheinhessen).
Questi vini sono arrivati a rappresentare oltre la metà dei vini esportati, il tutto ha messo in guardia i migliori produttori, i quali hanno provveduto attraverso la normativa di mettere un freno a quelle produzioni creando menzioni tradizionali come ”Classic, Selection” per individuare vini dal gusto esclusivamente secco.
La stessa legge (1971 prima e 1994 poi) hanno creato non poche difficoltà ai consumatori nell’interpretazione delle etichette tedesche (vedi più avanti), creando un molteplicità di nomi a volte perfettamente simili che spesso impediscono l’individuazione dei vini migliori.
Oggi la situazione sta cambiando lentamente ma con l’obiettivo primario di produrre e salvaguardare vini di qualità dal gusto secco e dall’origine maggiormente specificata, con classificazioni in tre livelli qualitativi, al top dei tre la menzione “Erstes Gewächs”, anche se oggi ancora limitata al solo Anbaugebiet “Rheingau” ma seguita anche se al momento solo a livello privato, imposto ai propri associati dalla VDP, dai marchi “Erste Lage e Grosses Gewächs”.
Fuori da sempre da questi problemi qualitativi troviamo le specialità tipiche della Germania viticola, i “Prädikatswein”
Tra cui i “Trockenbeerenauslese e Eiswein”, vini unici e di altissimo livello qualitativo (anche se dolci) che hanno fatto da sempre da bandiera della viticoltura tedesca.
La normativa tedesca ha creato un sistema di classificazioni vinicole che portano alla filosofia della qualità legata al livello definito dal superamento di un esame analitico organolettico che tutti i vini tedeschi devono affrontare.
Al contrario della filosofia del “terroir” tipica francese, seguita da un folto gruppo di altri Paesi viticoli europei, la Germania, anche lei in buona compagnia (Austria, Slovenia, Repubblica Ceca e Slovacchia) ha scelto quella che ogni vino tedesco a prescindere dalla sua origine geografica abbia i medesimi diritti dei vini più prestigiosi, salvo che dimostrino il loro livello attraverso il superamento del “Prüfung”.
Questo esame (analitico organolettico) valuta, secondo la richiesta del produttore, il raggiungimento dei valori minimi richiesti per la categoria specifica; questo significa che le variabili per definire la qualità è data dalle caratteristiche analitiche del vino prodotto e dal superamento in punti (su cinque, vedi Weingesetz) dell’esame organolettico.
Quindi il medesimo vigneto può, a seconda del clima, tecniche di coltivazione, rese per ettaro e tecniche di cantina produrre di anno in anno vini a partire dai semplici vini base (Grundwein) per la produzione di vini spumanti, aromatizzati, distillati, succhi di frutta e altri prodotti industriali (aceti ecc.) e salendo nella scala dei valori qualitativi ai vini da tavola con o senza il riferimento dell’annata di produzione e/o nome della varietà utilizzata, ai vini locali (Landwein), il livello più basso dei vini con origine geografica, dalle caratteristiche collettive provenienti da regioni molto ampie e da varietà di vite raccomandate e/o autorizzate per la zona definita.
Si passa poi al livello delle denominazione di origine protette “Qualitätswein” con la definizione di regioni determinate (13 in tutto) con requisiti e disposizioni limitative imposte da uno specifico “Verordnung”, stabilito dai singoli “Länder”; questi vini possono essere arricchiti e dolcificati con i limiti disposti dalla normativa comunitaria.
Al top di questi livelli troviamo i “Prädikatswein” prodotti nelle medesime regioni determinate con il divieto dell’arricchimento, e suddivisi in classi specifiche:
Kabinett: per i vini di qualità non arricchiti;
Spätlese: come sopra ma provenienti da uve da “vendemmia tardiva”;
Auslese: da vendemmia tardiva e con uve selezionate;
Beerenauslese: da uve selezionate attaccate da muffa nobile;
Trockenbeerenauslese: da uve da vendemmia tardiva, selezionate, attaccate da muffa nobile e utilizzando solo gli acini più avvizziti e secchi.
Eiswein: da uve congelate, vendemmiate solo dopo che hanno subito un abbassamento del clima locale al di sotto di -7°.
Oltre a queste definizioni (quelle geografiche sinonimi dei vini GGA e GU) in etichetta si possono trovare anche altre menzioni come Classic, Selection, Hochgewächs, Liebfraumilch (vedi definizioni).
Naturalmente si troverà il riferimento alla varietà e/o alle varietà di vite utilizzata/e (limitate a poche per i vini da tavola).
Infine il nome geografico, la modalità tedesca nell’indicare l’origine geografica è unica e complessa, dal 1971 si sono create delle divisioni territoriali chiamate:
Anbaugebiet: regione determinata (tredici)
Bereich: per indicare un settore molto ampio, a volte unico in una regione determinata come Ahr, Rheingau sino ad un massimo di nove per il Baden.
Großlage: sono posizioni collettive (minimo 50,00 ettari), date da un’insieme di singole posizioni definite dalla legge 1971 all’interno di un Bereich, sono qualche decina (vedere i numeri), solo l’Anbaugebiet Ahr, vista la sua ridotta superficie viticola ha un solo Großlage.
Einzellage: posizione singola con una superficie minima di 5,00 ettari (salvo qualche rara eccezione storica), erano quasi 30.000 prima della Legge 1971 oggi poco più di 2.600.
Tutti questi nomi, anche se abbondantemente ridotti, creano un qualche disorientamento (anche perché molti sono simili), sono utilizzati secondo alla classe di appartenenza (vedi sopra), alcune categorie impongono l’utilizzo del solo nome dell’Anbaugebiet, altri, i “Prädikattswein” permettono l’ampio utilizzo a scelta del produttore e della loro origine geografica.
Il nome dell’Einzellage è utilizzabile solo per i “Prädikattswein” ottenuti con uve prodotte in una specifica posizione (vigneto); quando il vino proviene dalla miscela di uve vendemmiate in due vigneti diversi si utilizza il nome del Großlage comune.
Quando il vino è ottenuto da uve prodotte in posizioni singole ma appartenenti a posizioni comuni diverse, deve essere commercializzato con il nome del Bereich.
Solo la tipologia “Classic” utilizza il nome dell’Anbaugebiet.
I Landwein hanno un proprio nome e non possono utilizzare altre definizioni geografiche.
I vini da tavola al contrario del passato che avevano un proprio riferimento geografico “Weibaugebiet o Unterweinbaugebiet” dal 2011 è proibito ogni riferimento geografico salvo quello della nazione “Deutschland o Deutscher”, oppure con il riferimento della nazione/i (limitate alla Comunità Europea) produttrici delle uve.
Alcune delle menzioni riferite ai vini da tavola con la modifica del 2010 sono utilizzate per indicare alcuni Landwein prodotti all’interno dell’intero Land o in più Länder (vedi Rhein, in Pfalz, Hessen, Nordrhein-Westfalen, Saarland), altre sono state abrogate (Donau-Lindau ecc.).
La differenza tra i Landwein settoriali (in genere coprono una parte o tutto l’Anbaugebiet di riferimento)e questi ultimi Landwein, Rhein (vedi sopra), Oberrhein (tutto il Baden), Neckar (tutto il Würtemberg), e il Rhein-Neckar (tutto il Land Baden-Würtemberg) sta nella gamma dei sapori, i primi possono essere commercializzati solo nelle tipologie Trocken e Halbtrocken, i secondi possono essere commercializzati anche nella tipologia “Lieblich”.

Definizioni:
Geschützte Urnsprungsbezeichnung (g.U.):
Denominazione di origine protetta;
Geschützte Geografische Angabe (g.g.A.)
Indicazione geografica protetta;
Qualitätswein bestimmter Anbaugebiet (Q.b.A.):
Vini di qualità prodotte in regione determinata sinonimo di g.U.;
Prädikattswein bestimmter Anbaugebiet (P.b. A.):
vini di qualità con predicato prodotti in regioni determinate, sinonimo di g. U.;
Landwein: vini locali sinonimo di g.g.A.;
Tafelwein: vini da tavola
Grundwein: vino base;
Süßreserve: mosto muto utilizzato per la dolcificazione;
Weißwein: vino bianco;
Rotwein: vino rosso;
Roséwein, Weißherbst: vino rosato;
Rotling: vino chiaretto tranquillo o spumante prodotto con una miscela di uve bianche (minimo 51%) e uve rosse;
Badisch Rotgold: come sopra prodotto in Baden (vedi);
Schillerwein: come sopra prodotto in Würtemberg (vedi)
Schielerwein: come sopra Sachsen, großlage Lößnitz (vedi);
Rebsorten: vitigno
Klassifiziert rebsorten: vitigni classificati;
Klassifizierter Lage: posizione classificata (vedi Erste Lage VDP);
Hektarertrag: resa per ettaro
Jahrgang: vendemmia
Handlese: raccolto a mano
Hoch: termine inglese per indicare genericamente vini del Reno da Hochheim in Rheingau;
Perlwein: vino frizzante;
Qualitätsperlwein b. A.: vino frizzante di qualità (g.U.);
Schaumwein: vino spumante;
Qualitätsschaumwein o Sekt b. A.: vino spumante di qualità (g.U.) può portare in etichetta il nome dell’Anbaugebiet;
Crémant: vino spumante con una minor presenza di anidride carbonica, prodotto con uve specifiche (vedi pagine regionali) con il liqueur de tirage con un massimo di 20 g di zucchero, (15 grammi in Pfalz) prodotto in tutte le tipologie eccetto il mild (doux, dolce).
Likörwein: vino liquoroso;
Quakitätslikörswein b. A.: vino liquoroso di qualità (g.U.);
Messwein, Abendmahlswein, Koschererwein: vino con caratteristiche rispettose di norme religiose;
Federweißer: mosto bianco parzialmente fermentato minimo 4,00% vol., commercializzato sui lieviti, lievemente frizzante, di difficile confezionamento e trasporto (è in continua lenta fermentazione può raggiungere nel tempo anche i 10,00% vol.), si produce anche la versione rossa con il nome di Federrote, si possono definire anche: Süßer, Neuer Süßer, Bremser, Suser, Sauser, Neuer, Raischer accompagnate dalla voce Weißer o Roter.
Per i prodotti negli Anbaugebiet Framken e Rheinhessen si utilizza il riferimento geografico rispettivamente con Fränkischer e Rheinhessischen.
Traubensaft: succo d’uva;
Weinhaltige Getränke: bevande vinose;
Aromatisierter wein: vino aromatizzato (vermouth);
Aromatisiertes weinhaltiges Getränke: bevanda vinosa aromatizzata (Bitter, Americano)
Nurnberger Glühwein: specialità di Norimberga (vino brulé);
Prüfung: esame per la classificazione dei vini;
Amtliche Prüfungsnummer (A.P.Nr.): numero di riferimento (da dichiarare in etichetta) per i vini di qualità (g.U.) rilasciato dopo il superamento dell’esame analitico organolettico; consiste in una serie di gruppi di numeri, il primo identifica il numero dell’Anbaugebiet sede dell’esame (da 1 a 13), il secondo il numero di riferimento della località sede dell’azienda vitivinicola, il terzo il numero riferito al produttore, il quarto il numero del lotto esaminato e l’ultimo il numero dell’anno dell’esame (non della vendemmia);
Alkoholgehalt: titolo alcolometrico volumico;
Natürlichen Alkoholgehalt: titolo alcolometrico volumico naturale;
Gesamtalkoholgehalt: titolo alcolometrico volumico totale;
Mindesmostgewicht: peso mosto minimo (gradi Öchsle);
Gradi Öchsle: scala gradazione alcolica riferita al peso specifico di un litro di mosto, si esprime con i primi tre decimali superiori al kg.
Flüchtige Säure: acidità volatile
Gesamtsäure: acidità totale;
Kohlensäure: anidride carbonica;
Enthält Sulfite, Enthält Schwefeldioxyd: contiene solfiti (anidride solforosa);
Süßung: dolcificazione permessa per Landwein, Q.b.A. e P.b.A. Kabinett con un massimo di 8,00 g/l equivalente ad 1% vol.;
Anreicherung: arricchimento zona “A” 3,00% vol., zona “B” 2,50% vol., proibita per i P.b.A.;
Trocken: secco, asciutto (solo vini tranquilli massimo 4,00 g/l oppure acidità totale più 2,00 g/l sino ad un massimo di 9,00 g/l)*;
Habtrocken: abboccato (solo vini tranquilli massimo 10,00 g/l, oppure acidità totale più 2,00 g/l sino ad un massimo di 18,00 g/l)*;
Lieblich: amabile (solo vini tranquilli da 10,00/18,00 g/l a 45, 00 g/l) *;
Süß: dolce (solo vini tranquilli minimo 45,00 g/l) *:
Naturherb: spumate dosaggio zero, massimo 3,00 g/l *;
Extra Herb: spumante Extra Brut, massimo 6,00 g/l *;
Herb: spumante Brut massimo 12,00 g/l *;
Extra Trocken: spumante Extra dry o Extrasec, da 12,00 a 20,00 g/l *;
Trocken: spumate dry o sec, da 17,00 a 35 g/l *;
Halbtrocken: spumante demisec o semisecco, da 32,00 a 50.00 g/l *;
mild (Süß): spumante dolce minimo 50,00 g/l *;
Trocken: vino frizzante secco massimo 35,00 g/l *;
Halbtrocken: vino frizzante amabile, da 33,00 a 50,00 g/l *;
Mild: vino frizzante dolce, superiore ai 50,00 g/l *;
*Restzucker: residuo zuccherino;
Feinherb: sinonimo di Halbtrocken
Weinbau: viticoltura;
Lage: posizione viticola;
Weinbergsrolle: schedario viticolo;
Rebfläche: vigneto;
Steillage: vigneto su terreno con pendenza superiore al 30%;
Steillagenwein: vino prodotto con uve da vigneto Steillage;
Terrassenlage: vigneto terrazzato;
Terrassenlagenwein: vino prodotto con uve provenienti da vigneti terrazzati;
Alte Rebe: menzione per indicare un vino ottenuto da viti con almeno 25 anni di età;
Scloß: castello
Burg: borgo, località;
Kloster: convento, abbazia;
Domäne: tenuta agricola;
Bockbeutel: tipica bottiglia del Franken a forma piatta e ovalizzata (tipo boraccia);
Bestes Fass: miglior botte;
Spitzenwein: il miglior vino di un produttore;
Weigut: azienda viticola;
Winzer: produttore vini;
Winzersekt: spumante di qualità, imbottigliato all’origine con il metodo della rifermentazione in bottiglia;
Weinkellerei: cantina (azienda) vinicola;
Sektkellerei: cantina (azienda vinicola) per spumanti;
Staatweingut: azienda viticola statale;
Erzeugerabfüllung, Gutabfüllung, Svhloßabfüllung: imbottigliato all’origine;
Abfüller: imbottigliatore;
Abgefült durch, Abgefült für: imbottigliato da..., imbottigliato per…;

Auszeichung: premi, concorsi vinicoli;
Deutsches Weinsiegel: sigillo di qualità federale,
Gütezeichen für Wein: sigillo per vini di qualità:
sono una serie di concorsi sia federale che di ogni Land, tutti sono menzionabili in etichetta con lo specifico logo e con la differenziazione in: oro, argento e bronzo secondo il livello raggiunto, essi sono:
Deutsches Landwirtschaft-Gesellschaft e. V. di Frankfurt am Main
rilascia i:
Deutsches Weinsigel DLG,
Selection Rheihessen,
Deutsches Güteband Wein (vini biologici);

Badischer Weinbauverband e. V. di Freyburg im Breisgau
rilascia i:
Gütezeichen für Badische Qualitätswein,
Baden Selection,
Wein oder Sektprämierung im Baden b.A.;

Weinbauverband Württemberg e. V. di Weinsberg
rilascia il:
Wein oder Sektprämierung im Württemberg b.A.

Fränkischer Weinbauverband e. V. di Würzburg;
rilascia il
Fränkische Weinprämierung;

Regierungspräsidium Darmstadt Dezemat Weinbauamt mit Weinbauschule di Eltville
rilascia il
Landesweinprämierung in Hessen;

Rheingauer Weinbauverband e. V. di Oestrich-Winkel
rilascia il
Güteszeichen Erstes Gewächs;

Landeswirtschaftskammer in Nordrhein-Wesrfaklen di Bonn
rilascia il
Weinprämierung in Nordrhein-Westfalen;

Landeswirtschaftskammer in Rheinland-Pfalz di Bad Kreuznach
rilascia i
Landesprämierung für Q.b.A:

Kammerwein des Jahres (der Industrie und Handelskammer zu Koblenz)
Der Beste Schoppen
Grosser Wein des Plälzer (der Barrique Forum e. V.)
Grosser Barrique Wein

Ministerium Wirtschaft Verkehr, Landwirtschaft und Weinbau des Landes Rheinland-Pfalz in Mainz
rilascia il
Best of Riesling (internazionale)

Pfalzwein e. V.
rilascia il
Districtus Controllatus Pfalz (DC Pfalz);

Landwirtschaftskammer für das Saarland di Lebach
rilascia il
Weinprämierung für das Saarland;

Weinbauverband Sachsen e. V. di Meißen
rilascia il
Wein und Sektprämierung im Sachsen b.A.;

Weinbauverband Saale-Unstrut e. V. di Meißen di Gleina
rilascia il
Wein und Sektprämierung im Saale-Unstrut b.A.;
Inoltre vi sono altre sei associazioni private che rilasciano altrettanti riconoscimenti.

Menzioni tradizionali:
Jungerwein: vino giovane;
Neuer Wein, “Der Neue”: vino novello;
Riesling-Hochgewäche: per vini a base Riesling prodotti negli Anbaugebiete del Reno (Mittelrhein, Ahr, Mosel, Nahe, Rheinhessen, Pfalz, Rheingau e Hessische Bergstrasse), con requisiti più severi (vedi Landesweinverordnung);
Im Barrique gereift: vini di qualità (Q.b.A. e P.b. A.) con un passaggio in barrique di capacità massima di 350 litri e A.P.Nr. non prima del 1° Settembre dell’anno seguente alla vendemmia e con evidenti sentori di legno al gusto e profumo;
Im Holzfass gereift: vino (minimo 75%) con un passaggio in botti di legno di rovere, di qualsiasi dimensione, per almeno 6 mesi per i vini rossi, quattro mesi per i vini bianchi;
Classic: menzione usata per i Q.b.A. prodotti con vitigni selezionati, con norme più restrittive, per sapore, gradazione alcolica naturale minima, gradazione alcolica totale alla commercializzazione, A.P.Nr. minimo e non prima del 01 Luglio dell’anno successivo alla vendemmia (vedi Landesweinverordnung);
Selection: come sopra ma per i P.b.A. prodotti con una gamma di vitigni selezionati e ridotto, con la possibilità della menzione dell’Einzellage in etichetta, A.P.Nr. non prima del 01 Settembre dell’anno seguente la vendemmia, resa per ettaro inferiore, gradazione alcolica naturale minima più elevata e residuo zuccherino limitato a 12,00 g/l, e per il Riesling solo Trocken.
Liebfraumilch: menzione disciplinata per vini bianchi della categoria Q.b.A. a base di una ristretta gamma di vitigni (vedi Landesweinverordnung) nata inizialmente per vini del Rheinhessen (Worms) in seguito allargata a tutti i vini del Nahe, Rheingau, Pfalz e Rheinhessen.
Vini amabili con un residuo zuccherino minimo di 18,00 g/l massimo 45,00 g/l.
Moseltaler: era la menzione usata in Mosel-Saar-Rüwer per vini simili ai Liebfraumilch renani:
Prodotti con una gamma precisa di vitigni, e di sapore amabile (vedi Mosel-Saar-Rüwer), oggi proibita.
Affentaler Spätburgunder Rotwein: vino rosso prodotto nella valle omonima dell’Anbaugebiet Baden con il vitigno Spätburgunder;
Ehrentrudis Spätburgunder Weißherbst: prodotto nei Bereiche Kaiserstuhl e Tüniberg con il vitigno Spätburgunder vinificato in rosato;
D.C. Districtus Controllatus: marchio riservato ai vini del “Pfalz” prodotti con vitigni selezionati, con il limite di sapore Trocken, con un minimo di 12,00% vol. di alcol totale, secondo A.P.Nr. eseguito da una commissione specifica per questo marchio (vedi Pfalz);


I numeri della Germania:
13 Anbaugebiete (in ordine geografico)
Mittelrhein
Ahr
Mosel-Saar-Rüwer
Nahe
Rheinhessen
Pfalz
Rheingau
Hessische Bergstrasse
Baden
Württemberg
Franken
Sachsen
Saale-Unstrut
26 Landweine di cui:
1 pluriländer
Landwein Rhein in Mittelrhein, Ahr, Mosel-Saar-Rüwer, Nahe, Rheinhessen, Pfalz, Rhengau e Hessische Bergstrasse;
1 tutto il Land
Landwein Rhein-Neckar in Baden-Württenberg;
2 coprono gli Anbaugebiete suddivisi in Ladwein settoriali
Landwein Oberrhein in Baden,
Landwein Neckar in Württemberg)
8 settoriali (parte di Anbaugebiet)
Mosel:
Saarländischer Landwein
Landwein der Mosel
Landwein der Saar
Landwein der Rüwer
Baden:
Badischer Landwein
Taubertäler landwein
Württemberg:
Schwäbischer Landwein
Bayerische Bodensee Landwein
10 coprono la superficie totale dell’Anbaugebiet
Rheinburgen Landwein (Mittelrhein)
Ahrtaler Landwein (Ahr)
Nahegauer Landwein (Nahe)
Rheinischer Landwein (Rheinhessen)
Pfälzer Landwein (Pfalz)
Rheingauer Landwein: (Rheingau)
Starkenburger Landwein (Hessische Bergstrasse)
Landwein Main (Franken)
Sächsischer Landwein (Sachsen)
Mitteldeutscher Landwein (Saale-Unstrut)
4 dedicati a territori vitati senza Anbaugebiet
Regensburger Landwein (Bayern)
Brandenburger Landwein (Brandenburg)
Mecklenburger Landwein (Mecklenburg-Vorpommern)
Schleswig-Holsteinischer Landwein (Schleswig-Holstein).

I tredici Anbaugebiete si suddividono in:
42 Bereich
169 Großlagen
2.813 Einzellagen
1.088 comuni
I quattro Landweine esclusi dai territori delimitati degli Anbaugebiete hanno:
2 comuni in Mecklenburg-Vorpommern
8 comuni in Schleswig-Holstein
4 comuni in Brandenburg
8 Comuni in Bayern
Sono riportate nelle pagine specifiche alcuni nomi di vigneti.

La superficie vitata della Germania ha secondo l’inventario delle superfici viticole comunitarie del 2005,
102.478,94 ettari.
La viticoltura è distribuita maggiormente nella parte occidentale del Paese, in genere segue i percorsi dei grandi fiumi
Rhein, Mosel, Saar, Rüwer, Main, Nahe, Ahr, Neckar, Elbe, Saale, Unstrut, Havel, persino il Donau ha un suo seppur minuscolo vigneto nei pressi di Regensburg nel Bayern.
La quasi totalità dei Länder tedeschi ha dei vigneti, solo il Land Niedersachsen e i territori delle tre Freienstädte Länder Berlin, Hamburg e Breme non hanno vigneti ufficialmente iscritti nel Weinbergsrolle, tutti gli altri Länder sono più o meno vitati, si va dal massimo di oltre 64.141 ettari del Rheinland-Pfalz ai 3,70 ettari del Mecklenburg-Vorpommern.
La suddivisione per Land è la seguente:
Baden-Württemberg: 27.499 ettari;tutti DOP, IGP per declassamento;
Brandenburg: 10,50 ettari dedicati a DOP, 10,70 ettari solo IGP;
Bayern: 6.101 ettari dedicati ai DOP, 4,20 ettari per IGP;
Hessen: 3.541 ettari dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Mecklenburg-Vorpommern: 3,70 ettari solo IGP
Nordrhein-Westfalen: 19,00 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Rheinland-Pfalz: 64.141 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Saarland: 111,02 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Sachsen: 387,49 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Sachsen-Anhalt: 621,99 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento;
Schleswig-Holstein: 10,20 ettari solo IGP;
Thüringen: 66,00 ettari, tutti dedicati a DOP, IGP per declassamento:

I dati del 2008 (BMELV) suddivisi per Anbaugebiet:
Rheinhessen: 26.334 ettari di cui 67,90% vitigni bianchi, 32,10% vitigni rossi;
Pfalz: 23.389 ettari di cui 60,20% vitigni bianchi, 39,80% vitigni rossi;
Baden: 15.892 ettari di cui 55,40% vitigni bianchi, 44,60% vitigni rossi;
Württemberg: 11.526 ettari di cui 28,50% vitigni bianchi, 71,50% vitigni rossi;
Mosel: 8.981 ettari di cui 90,60% vitigni bianchi, 9,40% vitigni rossi;
Franken: 6.081 ettari di cui 80,40% vitigni bianchi, 19,60% vitigni rossi;
Nahe: 4.135 ettari di cui 74,40% vitigni bianchi, 25,60% vitigni rossi;
Rheingau: 3.097 ettari di cui 84,70% vitigni bianchi, 15,30% vitigni rossi;
Saale-Unstrut: 665 ettari di cui 73,60% vitigni bianchi, 26,40% vitigni rossi;
Ahr: 552 ettari di cui 13,10% vitigni bianchi, 86,90% vitigni rossi;
Mittelrhein: 457 ettari di cui 85,20% vitigni bianchi, 14,80% vitigni rossi;
Hessische Bergstrasse: 436 ettari di cui 79,30% vitigni bianchi, 20,70% vitigni rossi;
Sachsen: 441 ettari di cui 81,20% vitigni bianchi, 18,80% vitigni rossi
Stargarder (solo Landwein): 3,70 ettari di cui 52,40% vitigni bianchi, 47,60 vitigni rossi.

Le superfici distribuite per vitigno sono le seguenti:
varietà bianche, grigie e rosate:
Albalonga: 14 ettari
Arnsburger: 1 ettaro
Auxerrois: 177 ettari
Bacchus: 2.061
Bronner: 3 ettari
Weißer Burgunder: 3.589 ettari
Chardonnay: 1.120 ettari
Ehrenbreitsteiner: 10 ettari
Ehrenfelser: 100 ettari
Elbling Roter:
Elbling Weißer: 5.580 ettari
Faberrebe: 1.632 ettari
Findling: 31 ettari
Fontanara: 1 ettaro
Freisamer: 4 ettari
Goldriesling: 16 ettari
Gutedel Roter: 6 ettari
Gutedel Weißer: 1.129 ettari
Hibernal: 1 ettaro
Hölder: 6 ettari
Huxelrebe: 656 ettari
Johanniter: 59 ettari
Juwel: 26 ettari
Kanzler: 34 ettari
Kerner: 3.848 ettari
Kernling: 18 ettari
Malvasier Früher Roter: 4 ettari
Mariensteiner: 4 ettari
Merzling: 5 ettari
Morio Muskat: 517 ettari
Müller Thurgau: 13.824 ettari
Muskateller Gelber: 156 ettari
Muskateller Roter: 2 ettari
Muskat Ottonel: 11 ettari
Nobling: 65 ettari
Optima: 175 ettari
Orion: 4 ettari
Ortega: 653 ettari
Osteiner: 1 ettaro
Perle: 41 ettari
Perle von Zala: 1 ettaro
Phoenix: 46 ettari
Prinzipal: 3 ettari
Regner: 51 ettari
Reichensteiner: 113 ettari
Rieslaner: 85 ettari
Riesling Weißer: 21.722 ettari
Ruländer (Grauburgunder): 4.413 ettari
Sauvignon Blanc: 336 ettari
Scheurebe: 1.702 ettari
Schönburger: 21 ettari
Septimer: 3 ettari
Siegerrebe: 108 ettari
Silcher 3 ettari
Silvaner Blauer: 11 ettari
Silvaner Grüner: 5.281 ettari
Sirius: 1 ettaro
Solaris: 54 ettari
Staufer: 2 ettari
Traminer Roter: 831 ettari
Veltliner Grüner: 4 ettari
Würzer: 67 ettari
Altri vitigni: 145 ettari
Totale varietà bianche, grigie e rosate: 64.466 ettari

Varietà rosse:
Acolon: 473 ettari
André: 2 ettari
Blauburger: 3 ettari
Cabernet Dorio: 37 ettari
Cabernet Dorsa: 222 ettari
Cabernet Mitos: 320 ettari
Cabernet Sauvignon: 278 ettari
Dakapo: 59 ettari
Deckrot: 22 ettari
Domina: 404 ettari
Dornfelder: 8.185 ettari
Dunkelfelder: 362 ettari
Fäbertraube: 1 ettaro
Frühburgunder Blauer: 251 ettari
Hegel: 10 ettari
Helfensteiner: 20 ettari
Heroldrebe: 163 ettari
Limberger Blauer: 1.702 ettari
Merlot: 431 ettari
Muskat Trollinger: 54 ettari
Müllerrebe: 2.397 ettari
Palas: 8 ettari
Portugieser Blauer: 4.551 ettari
Regent: 2.182 ettari
Rondo: 10 ettari
Rotberger: 18 ettari
Saint Laurent: 675 ettari
Spätburgunder: 11.820 ettari
Tauberschwarz: 14 ettari
Trollinger Blauer: 2.504 ettari
Zweigelt Blauer: 98 ettari
Altri vitigni: 281 ettari
Totali varietà rosse: 37.560 ettari

La produzione vinicola della Germania è così distribuita (dati 2009 BMEVL)
Baden Württemberg:
2.306.137 ettolitri, resa media 86,00 hl/ha, media/gradi Öchsle 88°,
Landwein nessuno,
Q.b.A.: 337.718 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 1.968.420 ettolitri, media/gradi Öchsle 91°,
Baden:
1.204.421 ettolitri, resa media 77,80 hl/ha, media/gradi Öchsle 92°,
Landwein: nessuno,
Q.b.A.: 86.608 ettolitri, media/gradi Öchsle 75°,
P.b.A.: 1.117.812 ettolitri, media/gradi Öchsle 93°,
Württemberg:
1.101.717 ettolitri, resa media 97,20 hl/ha, media/gradi Öchsle 84°,
Landwein: nessuno,
Q.b.A.: 251.109 ettolitri, media/gradi Öchsle 70°,
P.b.A.: 850.608 ettolitri, media/gradi Öchsle 88°,

Bayern:
451.557 ettolitri, resa media 75,80 hl/ha, media/gradi Öchsle 88°,
Landwein: 2.075 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
Q.b.A.: 56.938 ettolitri, media/gradi Öchsle 80°,
P.b.A.: 392.543 ettolitri, media/gradi Öchsle 89°,
Franken:
448.458 ettolitri, resa media 75,70 hl/ha, media/gradi Öchsle 88°,
Landwein: 1.743 ettolitri, media/gradi Öchsle 70°,
Q.b.A.: 54.942 ettolitri, media/gradi Öchsle 80°,
P.b.A.: 391.774 ettolitri, media/gradi Öchsle 89°,
Bayerischer Bodensee (Württemberg) e Regensburg:
3.099 ettolitri, resa media 82,50 hl/ha, media/gradi Öchsle 82°,
Landwein: 333 ettolitri, media/gradi Öchsle 81°,
Q.b.A.: 1.997 ettolitri, media/gradi Öchsle 79°,
P.b.A.: 770 ettolitri, media/gradi Öchsle 90°,

Brandenburg (Sachsen, Saale-Unstrut)
263 ettolitri, resa media 36,00 hl/ha, media/gradi Öchsle 86°,
Landwein: 29 ettolitri, media/gradi Öchsle 88°,
Q.b.A.: 234 ettolitri, media/gradi Öchsle 85°,
P.b.A.: nessuno,

Hessen:
246.887 ettolitri, resa media 70,60 hl/ha, media/gradi Öchsle 90°,
Landwein: nessuno,
Q.b.A.: 9.409 ettolitri, media/gradi Öchsle 71°,
P.b.A.: 237.478 ettolitri, media/gradi Öchsle 91°,
Rheingau:
216.124 ettolitri, resa media 70,30 hl/ha, media/gradi Öchsle 90°,
Landwein: nessuno,
Q.b.A.: 7.329 ettolitri, media/gradi Öchsle 71°,
P.b.A.: 208.795 ettolitri, media/gradi Öchsle 91°,
Hessische Bergstrasse:
30.763 ettolitri, resa media 72,40 hl/ha, media/gradi Öchsle 90°,
Landwein: nessuno,
Q.b.A.: 2.080 ettolitri, media/gradi Öchsle 73°,
P.b.A.: 28.683 ettolitri, media/gradi Öchsle 91°,

Mecklenburg-Vorpommern:
106 ettolitri, resa media 36,60 hl/ha, media/gradi Öchsle 79°,
Landwein: 106 ettolitri, media/gradi Öchsle 79°,
Q.b.A.: nessuno
P.b.A.: nessuno

Nordrhein-Westfalen (Mittelrhein):
1.358 ettolitri, resa media 67,30 hl/ha, media/gradi Öchsle 86°,
Landwein: 86 ettolitri, media/gradi Öchsle 74°,
Q.b.A.: 569 ettolitri, media/gradi Öchsle 74°,
P.b.A.: 703 ettolitri, media/gradi Öchsle 88°,

Rheinland-Pfalz:
6.088.367 ettolitri, resa media 97,30 hl/ha, media/gradi Öchsle 84°,
Landwein: 315.988 ettolitri, media/gradi Öchsle 59°,
Q.b.A.: 3.530.336 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 2.242.044 ettolitri, media/gradi Öchsle 87°,
Ahr:
32.967 ettolitri, resa media 60,50 hl/ha, media/gradi Öchsle 86°,
Landwein: 178 ettolitri, media/gradi Öchsle 59°,
Q.b.A.: 31.191 ettolitri, media/gradi Öchsle 74°,
P.b.A.: 1.598 ettolitri, media/gradi Öchsle 89°,
Mittelrhein:
27.079 ettolitri, resa media 62,80 hl/ha, media/gradi Öchsle 86°,
Landwein: 200 ettolitri, media/gradi Öchsle 62°,
Q.b.A.: 15.563 ettolitri, media/gradi Öchsle 74°,
P.b.A.: 11.316 ettolitri, media/gradi Öchsle 89°,
Mosel-Saar-Rüwer:
804.793 ettolitri, resa media 92,30 hl/ha, media/gradi Öchsle 82°,
Landwein: 2.861 ettolitri, media/gradi Öchsle 66°,
Q.b.A.: 476.925 ettolitri, media/gradi Öchsle 70°,
P.b.A.: 325.007 ettolitri, media/gradi Öchsle 85°,
Nahe:
313.160 ettolitri, resa media 76,80 hl/ha, media/gradi Öchsle 85°,
Landwein: 5.820 ettolitri, media/gradi Öchsle 66°,
Q.b.A.: 155.626 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 151.715 ettolitri, media/gradi Öchsle 87°,
Rheinhessen:
2.557.252 ettolitri, resa media 99,00 hl/ha, media/gradi Öchsle 85°,
Landwein: 134.203 ettolitri, media/gradi Öchsle 61°,
Q.b.A.: 1.352.932 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 1.070.118 ettolitri, media/gradi Öchsle 88°,
Pfalz:
2.353.116 ettolitri, resa media 102,40 hl/ha, media/gradi Öchsle 83°,
Landwein: 172.726 ettolitri, media/gradi Öchsle 57°,
Q.b.A.: 1.498.099 ettolitri, media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 682.291 ettolitri, media/gradi Öchsle 88°,

Saarland (Mosel-Saar-Rüwer):
9.615 ettolitri, resa media 93,30 hl/ha, media/gradi Öchsle 79°,
Landwein: 44 ettolitri, media/gradi Öchsle 53°,
Q.b.A.: 7.691 ettolitri, media/gradi Öchsle 76°,
P.b.A.: 1.880 ettolitri, media/gradi Öchsle 92°,

Sachsen:
9.855 ettolitri, resa media 24,20 hl/ha, media/gradi Öchsle 89°,
Landwein: 260 ettolitri, media/gradi Öchsle 81°,
Q.b.A.: 1.789 ettolitri, media/gradi Öchsle 76°,
P.b.A.: 7.806 ettolitri, media/gradi Öchsle 91°,

Sachsen-Anhalt e Thüringen (Saale-Unstrut):
25.315 ettolitri, resa media 36,90 hl/ha, media/gradi Öchsle 89°,
Landwein: 40 ettolitri, media/gradi Öchsle 79°,
Q.b.A.: 20.604 ettolitri, media/gradi Öchsle 79°,
P.b.A.: 4.671 ettolitri, media/gradi Öchsle 92°,

Schleswig-Holstein:
solo Landwein, zona recentemente istituita, al momento non in produzione

totale Germania:
superficie totale: 102.101 ettari
9.139.461 ettolitri, di cui 5.463.840 ettolitri di vini bianchi, 3.675.621 ettolitri di vini rossi e rosati,
resa media 91,30 hl/ha,
media/gradi Öchsle 85°,
Landwein: 318.628 ettolitri, di cui 231.256 ettolitri di vini bianchi, 87.372 ettolitri di vini rossi e rosati,
media/gradi Öchsle 59°,
Q.b.A.: 3.965.289 ettolitri, di cui 2.171.774 ettolitri di vini bianchi, 1.791.515 ettolitri di vini rossi e rosati,
di cui media/gradi Öchsle 72°,
P.b.A.: 4.855.544 ettolitri, di cui 2.845.104 ettolitri di vini bianchi, 2.010.440 ettolitri di vini rossi e rosati,
media/gradi Öchsle 89°,
NORMATIVA
Weingesetz
Weinverordnung
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
IL SITO CONTINUA CON LA SECONDA PARTE -SEQUEL-
CLICCARE QUI