DUNAVSKA RAVNINA
DUNAVSKA RAVNINA
DUNAVSKA RAVNINA

DATI REGIONALI
DUNAVSKA RAVNINA
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C2

Questa regione vitivinicola si trova a nord-ovest della Bulgaria lungo il confine con la Romania delimitato dal Danubio; confina ad ovest con la Serbia attraverso i Carpazi Serbo-Bulgari, ad est con le province di Razgrad, Silistra e Targovishte (zona vitivinicola Chernomorie), a sud con i rilievi della “Stara Planina” (Carpazi o Balcani Bulgari)che la separano dai distretti meridionali di Plovdiv, Stara Zagora e Sliven (zona vitivinicola Rosova Dolina).
Comprende i distretti di Vidin, Montana e Vratsa oltre a due comuni della Municipalità di Sofia (settore vitivinicolo di Montana), i distretti di Pleven, Lovech e Garbovo (settore vitivinicolo di Pleven) ed infine i distretti di Veliko Tarnovo e Ruse (settore vitivinicolo di Ruse).
Territorio formato da un altipiano (200/300 m.)che segue la riva destra del Danubio innalzandosi verso sud sino alle zone montane della “Stara Planina” con colline dai pendii dolci e con altimetrie con punte di 750/900 metri,
La parte meridionale (meno vitata) è formata dalla catena della “Stara Planina, con monti che mediamente superano di poco i 2.000 metri; la Stara Planina ha origine bella valle di Timok in Serbia, si dirige verso sud per entrare in Bulgaria e dividere il bacino di Sofia formato dal fiume “Izkur” dai distretti di Vidin e Montana.
Numerosi fiumi nascono nella “Stara Planina e con un percorso sud-nord concludono la loro corsa immettendosi nel Danubio, tra i più importanti troviamo (da ovest ad est): Archar, Lom ed Ogosta che nascono al confine Serbo Bulgaro dei Monti “Chiprovska” nella Stara Planina Serba; L’Izkur (nasce ad ovest dei Rodopi, bagna Sofia, attraversa la Stara Planina formando un ampio bacino e con un percorso sud-ovest, nord-est, arriva al Danubio nei pressi di Baikal nella provincia (o distretto) di Pleven.
Troviamo quindi il “Vit”, nasce nella Zlatishko Tevenska Planina dal Monte Vezhen (2198 m.) che raggiunge il Danubio a Somovit; Osum, nasce presso il Monte Botev (2376 m.) nella Kaloferska Planina nel Parco nazionale “Balkan” e raggiunge il Danubio presso Nikopol; Yantra, nasce poco più ad est dell’ Osum e finisce nel Danubio presso Novgrad ed infine l’ultimo nella provincia di Ruse il Rusenski Lom che raggruppa il Baniski Lom, il Cherni Lom e il Beli Lom.
A livello amministrativo la regione comprende i distretti (o province) di Vidim, Montana, Vratsa, Pleven Lovech, Gabrovo, Veliko Tarnovo e Ruse.
I confini della regione Dunavska Ravnina non corrispondono ai confini della IGP omonima, la quale si allarga a comprendere anche il settore nord-est della costa del Mar nero, sono compresi altresì due comuni (Botevgrad e Pravets) siti all’estremità nord orientale del territorio della Municipalità di Sofia nel bacino del fiume Izkur, tra la Golema Planina e Zlatishko Tetevenska Planina.
Questa zona ha un clima continentale, con estati abbastanza calde ma con inverni rigidi, si può raggiungere i -15/20. e rischi reali di gelate distruttive specie per le viti giovani, le quali devono essere abbondantemente protette.
Si producono vini bianchi secchi molto freschi e fruttati, vini spumanti con il metodo classico di elevata eleganza e vini rossi vellutati, fruttati, non troppo alcolici.

In questa regione abbiamo:
6 VGKNP (denominazione di origine controllata e garantita)
8 VGNP (denominazione di origine garantita)
1 RVGU (vino regionale ad indicazione geografica).
I dati statistici non tengono conto delle 3 nuove DOP riconosciute nel 2008: Lom, Montana e Vratsa.

Le loro posizioni geografiche e caratteristiche sono (partendo da Ovest ad Est):
VGKNP:
NOVO SELO:
All’estremità nord-occidentale della Bulgaria, lungo la sponda destra del Danubio in tre villaggi nel comune omonimo in provincia di Vidin; solo vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Gamza.
VARBITSA:
Nel comune di Pleven, nella provincia omonima a pochi chilometri nord-est del capoluogo;solo vini rossi a base Cabernet Sauvignon, fini ed eleganti.
LOZITSA:
Villaggio omonimo in comune di Nikopol nella provincia di Pleven; al limite sud-est del comune sulle pendici di un sistema collinare a nord-ovest del villaggio; solo vini rossi da Cabernet Sauvignon, i vini da Merlot e Gamza appartengono alla VGKNP Suhindol.
SVISHTOV:
Nel comune omonimo sulla riva destra del Danubio al limite nord-ovest della provincia di Veliko Tarnovo, nel villaggio di Sovata ad ovest di Svishtov e nel comune limitrofo di Belene in provincia di Pleven nel villaggio di Byala Voda ad ovest del comune sulla riva destra del Danubio; solo vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Gamza, quest’ultimo di gran classe.
SUHINDOL:
Nella parte orientale del comune omonimo, partendo dal bacino artificiale del fiume Byala a Corsko Kosovo, lungo il fiume sino a Pavlikeni nei villaggi di Dimča e Byala Cherkva, in provincia di Veliko Tarnovo.
Una parte del vigneto si trova in compagnia della VGKNP Lozitsa nella provincia di Pleven.
Solo vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Gamza, (Lozitsa solo Melot e Gamza, per il villaggio di Dimča nel comune di Pavlikeni solo Cabernet e Merlot) di buon livello e molto apprezzati.
PAVLIKENI:
vicino di Suhindol con il quale si divide il territorio del villaggio di Dimča (per il Cabernet Sauvignon e il Merlot) mentre la VGKNP è dedicata al vitigno rosso Gamza.
Comprende, oltre Dimča, anche i villaggi di Batak e Karaisen sempre nel comune omonimo in provincia di Veliko Tarnovo.
Solo vini rossi da Gamza tra i migliori della Bulgaria per questo vitigno.

VGNP:
VIDIN:
Villaggi dei comuni di Vidin, Novo Selo e Belogradčik nella provincia omonima, all’estremità nord-occidentale della Bulgaria lungo la sponda destra del Danubio, con eccezione i vigneti iscritti alla VGKNP “Novo Selo”.
Vini bianchi con predominanza di Rkatsiteli, Riesling italiano, Aligoté e Chardonnay.
Vini rossi in maggioranza a base di Cabernet Sauvignon seguito dal Merlot e dal Gamza.
LOM:
Di recente riconoscimento (21/01/2008) si produce in quattro villaggi del comune omonimo in provincia di Montana, sul bordo destro del Danubio alla confluenza del fiume omonimo.
Vini bianchi da Chardonnay, Riesling italiano, Traminer e Tamianka.
Vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot Pinot noir, Gamay e Syrah.
MONTANA:
Di recente riconoscimento 21/01/2008, prodotto in sette comuni della provincia omonima; Valčedram sulla riva del Danubio ad est di Lom, Georgi Damyanovo, Berkovitsa, Boyčinovtsi, Varshets e Brusartsi che circondano il comune di Montana al centro della provincia a sud di Lom, lungo il fiume Ogosta.
Vini bianchi da Misket Vračanski, Riesling italiano e Chardonnay.
Vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot noir.
VRATSA:
Di recente riconoscimento (21/01/2008), è l’unica denominazione di origine della provincia omonima ad est di Montana, delimitata ad otto comuni.
Tre sulla sponda destra del Danubio: Kozlodui, Oryakhovo e Mizija , quattro nella parte settentrionale del comune di Vratsa, sul limite meridionale della provincia di cui Mezdra e Roman lungo le sponde del fiume Izkur., Byala Slatina sulle sponde del fiume Skut a nord-est di Vratsa, Krivodol sul confine occidentale della provincia con quella di Montana a nord-ovest di Vratsa ed infine il territorio comunale omonimo.
Vini bianchi da Riesling italiano e Mosket Vračanski:
Vini rossi da Cabernet Sauvignon e Merlot.
PLEVEN:
Prodotto in due zone distinte: la prima sulla riva destra del Danubio a Nikopol, villaggio di Vabel, la seconda comprende il comune capoluogo di provincia con i territori dei due comuni limitrofi ad ovest Dolni Dabnik, a nord-ovest Dolna Mitropoliya.
Vini bianchi da Chardonnay secchi, fruttati e freschi.
Vini rossi da Cabernet Sauvignon Merlot e Gamza di buon livello.
La regione produce anche vini spumanti da Chardonnay e Pinot noir ma senza denominazione di origine.
LOVECH:
Unica denominazione della provincia omonima, concentrata nel territorio comunale del capoluogo in sette villaggi a trenta chilometri a sud di Pleven lungo le sponde del fiume Osum.
Solo vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot noir.
LYASKOVETS:
Nel comune omonimo al limite nord-est del capoluogo della provincia Veliko Tarnovo sulla destra del fiume Yantra.
Vini bianchi da Chardonnay, Aligoté e Dimyat.
Vini rossi da Cabernet Sauvignon, Merlot e Gamza.
RUSE:
Unica denominazione della provincia omonima ma di gran classe, i vigneti si trovano in sei comuni: Ruse sulla sponda destra del Danubio alla confluenza del Rusenski Lom, i restanti tra la sponda sinistra del Baniski Lom, la sponda destra dello Yantra (confine occidentale della provincia) e la sponda destra del Danubio, nella parte nord-ovest della provincia.
Vini bianchi da Rkatsiteli, Chardonnay, Muscat Ottonel, Dimyat, Riesling italiano, Sauvignon blanc.
Vini rossi da Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Pinot noir.

RVGU:
DUNAVSKA RAVNINA:
E’ l’unica IGP di questa regione che comunque copre anche tutta la parte settentrionale della Costa del Mar Nero e due comuni della Municipalità di Sofia.
In questa regione copre la totalità delle province, compresa quella di Gabrovo che è l’unica priva di DOP, con esclusione dei comuni o dei villaggi inseriti ad altimetrie elevate lungo le vallate settentrionali della “Stara Planina” dalla provincia di Vidin sino a quella di Veliko Tarnovo., le uniche due province di cui il territorio è completamente incluso sono Ruse e Pleven.
Vini rossi e bianchi come da elenco dei vitigni idonei alla coltivazione per questa regione.

Varietà di uve idonee alla coltivazione:
bianche:
Dimyat, Sauvignon blanc, Muscat Ottonel, Chardonnay, Chenin, Colombard, Roussanne, Traminer, Misket rosso, Misket Varnenski, Riesling renano, Tamianka, Pinot gris, Ugni blanc, Riesling italiano, Rkatsiteli, Riesling bulgaro, Aligoté. Fetyaska Alba, Sungurlarski Biser, Pomoriyski Biser, Viognier, Furmint, Harsh Lavelyu, Misket Kaylashki;
rosse:
Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Carmenère, Petit Verdot, Malbech, Grenache, Merlot, Pinot noir, Gamay noir, Gamza, Pamid, Buket, Syrah, Rubin, Trakijstka Slava, Gamay Frèaux, Cinsault, Grand noir, Gamza, Plevenski Kolorit, Dunavska Gamza;

DATI STATISTICI

A livello statistico (dati EAVW 2008) questa regione è suddivisa in due sottozone “nord-ovest e centro-nord”; a loro volta sono divise in:
Nord-Ovest con l’unità territoriale vitivinicola Montana;
Centro-nord con le unità territoriali vitivinicole: Pleven e Ruse.
Le superfici viticole del nord-ovest sono:
15.118 ettari potenziali di cui 8.598 iscritti (57%), suddivisi in:
uve rosse: 7.513 ettari;
uve bianche: 964 ettari;
uve da tavola: 121;
Le superfici viticole del centro-nord sono:
13.027 ettari potenziali di cui 11.337 iscritti (87%) suddivisi in:
uve rosse 7.468:
uve bianche: 3.665;
uve da tavola: 204;
Le superfici totali della regione “Dunavska Ravnina” sono:
28.125 ettari potenziali di cui 19.930 iscritti suddivisi in:
uve rosse: 14.981 ettari;
uve bianche: 4.569 ettari;
uve da tavola: 325 ettari.

Le rese per ettaro nel 2008 sono state:
nord-ovest: 2.310 kg/ettaro;
centro-nord: 3.370 kg/ettaro.

La produzione del 2002 (dati EAVW) suddivisa per unita territoriali è stata la seguente:
Montana (Vidin, Montana, Vratsa, Sofia):
vino da tavola: 42.102 ettolitri;
vino regionale 8.324 ettolitri;
vino VGNP: 2.224 ettolitri;
vino VGKNP: 300 ettolitri;
totale Montana: 52.950 ettolitri;
Pleven (Pleven, Lovech):
vino da tavola 58.458 ettolitri;
vino regionale 29.671 ettolitri;
vino VGNP: 6.735 ettolitri;
vino VGKNP: nessuna produzione
vino spumante: 50 ettolitri
totale Pleven: 94.864 ettolitri.
Ruse ( Ruse, Veliko Tarnovo, Gabrovo):
vino da tavola: 46.392 ettolitri;
vino regionale: 38.757 ettolitri;
vino VGNP: 8.202 ettolitri;
vino VGKNP 1.114 ettolitri.
Totale Ruse: 94.514 ettolitri
Totale Dunavska Ravnina: 242.333 ettolitri (23,30% della produzione nazionale).

Produzione per vitigno in tonnellate 2008 (dati EAVW):
:
Montana:
Chardonnay 157;
Muscat Ottonel: 168;
Rkatsiteli: 242;
Sauvignon blanc: 14;
Misket Vrachanski: 178;
Traminer: 105;
Riesling italiano: 1.615;
Aligoté: 345;
Misket Kaylashki: 42;
Misket Karlovski: 6;
Cabernet Sauvignon: 913;
Cabernet Franc: 22;
Merlot: 572;
Pamid: 0,3;
Pinot noi : 3;
Buket: 5;
Dornfelder: 2;
Saperavi : 0,6
Gamza: 304;
totale bianchi: 1.262;
totale rossi: 1.823;
complessivi: 3.085 tonnellate.

Pleven:
Chardonnay: 1.026;
Muscat Ottonel: 1.489;
Rkatsiteli: 3.961;
Sauvignon blanc: 224;
Misket Varnenski: 56;
Misket Vrachanski: 15;
Dinyat: 2.636;
Traminer 80;
Riesling italiano: 25;
Cherven Misket: 179;
Viognier: 14;
Aligoté: 117;
Kaylashki Misket: 93;
Dunavski Lazur: 287;
Druzhba: 1;
Srebrostruj: 7;
Tamianka: 189;
altri bianchi:1.884.
Cabernet Sauvignon: 7.832;
Merlot: 4.863;
Pamid: 1.900;
Gamza: 2.925;
Storgozia: 2.018;
Mavrud: 399;
Pinot noir: 201;
Buket: 917;
Syrah: 3;
Malbech: 3;
Shevka: 11;
Rubin: 182;
Petit Verdot: 3;
Gamay noir: 18;
Mavrud Nikopolski: 399;
altri rossi: 834:
totale bianchi:12.286;
totale rossi22.109;
complessivi 34.395 tonnellate.

Ruse:
Chardonnay: 3.147;
Muscat ottonel: 1.833;
RKatsiteli: 3.355;
Sauvignon: 537;
Misket Varnenski: 951;
Vrachanski Misket: 9;
Dimyat: 1.890;
Ugni blanc: 18;
Traminer 930;
Riesling italiano: 728;
Cherven Misket: 193;
Viognier: 75;
Karminer: 276;
Pinot gris: 262
Cabernet Sauvignon: 1.936;
Cabernet Franc: 130;
Merlot: 2.190;
Pamid: 2.583;
Gamza: 1.460;
Storgozia: 117;
Mavrud: 54;
Pinot noir: 291;
Chiroka Melniska Loza: 20;
Syrah: 21;
Evmolpiya: 20;
Malbech: 117.
Sangiovese: 30;
Totale bianchi: 14.209;
Totale rossi:8.979;
complessivi: 23.188 tonnellate.
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
SITO PARTE SECONDA
VISITATELO CLICCANDO QUI!
VGKNP
Lozitsa
Novo selo
Pavlikeni
Suhindol
Svishtov
Varbitza
VGNP
Lom
Lovech
Lyaskovets
Montana
Pleven
Ruse
Vidin
Vratsa
RVGU
Dunavska Ravnina