DEL PANNONIA
VIGNETI KONKOLY VILLÁNY
VIGNETI KONKOLY VILLÁNY
DÉL PANNONIA
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C1

Questo settore viticolo ungherese si trova nella parte sud-orientale del Transdanubio, racchiuso ad ovest dal corso del fiume, a sud dal confine con la Croazia formato in gran parte dalla Drava, a nord nella pianura Pannonica confina con la provincia di Fejér, ad ovest in zone collinari confina con la provincia di Somogy.
La sua morfologia č costituita da tre pianure situate una a nord sul confine con la provincia di Fejér, la seconda a sud nel bacino Drava/Danubio, la terza lungo la sponda destra del Danubio sul confine orientale del Dél-Pannonia .
Al suo centro si trova un complesso di colline che partono nella provincia di Tolna a simontornya sul confine con la provincia di Fejér e scendono centralmente verso sud sino a Pécs nella provincia di Baranya, dove sono maggiormente concentrate e si allargano partendo ad est a Mohács sulla riva destra de Danubio sino a Szigetvar, ad ovest sul confine con la provincia di Somogy.
Zona dedicata a tre OEM zonali (Tolna, Pécs e Szekszárd) un secondo sistema collinare si trova piů a sud di Pécs e coincide con Villany il solo DHC di questo settore.
Esso č costituito da due province,
Tolna
Baranya,
queste due province con la confinante provincia di Somogy fanno parte della suddivisione geografica “Dél Dunántúl”.
La prima, la piů coltivata , con una certa parte di vigneti su terreni pianeggianti (nella parte settentrionale, anche se minoritaria) dove prevalgono complessivamente le varietŕ rosse (caso raro in Ungheria), Patria del famoso Bikavér, vino rosso a base Gamay e Kadarka con altri vitigni rossi secondo la formulare del singolo produttore, la seconda quasi totalmente collinare č sicuramente la provincia dove si producono i migliori vini rossi di tutta l’Ungheria, ottimi Merlot (il migliore di tutta l’Ungheria), Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, i vini bianchi, minoritari sono piů semplici e con un mercato essenzialmente locale.
In questo settore viticolo si producono cinque OEM, di cui uno regionale e due OFJ di cui uno copre tutta la zona del Transdanubio.
L’OEM regionale č “Pannon borrégió”, esso copre tutto il territorio delle quattro OEM di zona “Borvidék”, quindi č utilizzabile dalle stesse anche come ricaduta o riclassificazione.
La OFJ regionale č il “Dunántúl” la quale copre tutta la zona viticola transdanubiana comprendendo i territori delle province di Györ-Moson-Sopron, Komárom-Esztergom, Vas, Veszprém, Fejér, Zala, Somogy, Tolna e Baranya.
Questa OFJ č suddivisa in altre quattro,
Eszak Dunántúli
Nyugat Dunánrúli
Balatonmelléki
Dél Dunántuli
Le altre denominazioni sono:
OEM da MT Tolna (Tolna)
OEM da MT Szekszárd (Tolna)
OEM da Mt Pécs (Baranya)
OEM da VEB o DHC Villány (baranya).
La superficie totale delle 2 province interessate č di 8.706,51 ettari (dati 2009 KSH)
suddivisa in:
Tolna: 5.501,70 ettari,
Baranya: 3.204,81 ettari.

TOLNA
Questa provincia č la piů settentrionale della Dél Pannonia, si trova racchiusa a nord dalla provincia di Fejér, ad est attraverso il Danubio dalla provincia di Bács Kiskun (la grande pianura), ad ovest dalla provincia di Somogy e a sud dalla provincia di Baranya, il suo capoluogo č Szekszárd.
Č la provincia piů pianeggiante, le colline sono in ordine sparso e coincidono essenzialmente nelle zone di produzione viticola, esse partono da Simontornya e seguendo la strada statale n. 61 sul lato meridionale vanno in direzione sud-ovest, superano Pincehely e raggiungono Tanasi , per integrarsi nelle colline della provincia di Somogy a sud del Lago Balaton.
Un secondo sistema collinare confina a sud con la provincia di Baranya, parte da Hogyész e scende da nord-est a sud-ovest sino sul confine provinciale a Dombóvár.
Un terzo gruppo si trova a nord-ovest di Szekszárd e sale sino a Sióagárd, poi scende verso sud sino a Bátaapáti sul confine con Baranya.
Il clima č caldo anche se carico di umiditŕ, le pianure portano facilmente i venti meridionali provenienti dal bacino della Drava e i venti orientali provenienti dalla “grande pianura” Danubio-Tisza, la parte settentrionale della provincia (piů fresca) č dedicata maggiormente alla produzione di vini freschi e fruttati, mentre la parte centrale e meridionale č maggiormente dedicata ai vini rossi corposi dalle tinte cariche, vellutati e longevi, concentrati sopratutto nella zona di Szekszárd.

La sua superficie viticola ha questi dati (2009 KSH):
numero impianti a vite: 15.783;
superficie totale vitata: 5.501,70 ettari;
superficie vitata in produzione: 5.025,50 ettari;
superficie dedicata ad uva per la commercializzazione: 4.905,03 ettari;
superficie non coltivata: 89,82 ettari;
superficie autorizzata per reimpianti: 4,14 ettari;
superficie non ancora in produzione: 476,21 ettari;
superficie per varietŕ:
uva bianca: 1.994,92 ettari;
uva rossa: 2.899,98 ettari;
uva da tavola: 103,41 ettari;
uva per altri usi: 335,10 ettari;
tipologia d’impianto:
con varietŕ in purezza: 2.363,10 ettari;
con varietŕ miste a settori: 2.260,65 ettari;
con varietŕ miste tra di loro: 877,96 ettari;
caratteristiche d’impianto:
coltura specializzata: 4.923,33 ettari;
coltura promiscua: 578,38 ettari;
terreno:
pianeggiante: 522,96 ettari;
collinare: 4.978,75 ettari;
metodo di allevamento:
tradizionale: 343,42 ettari;
alberello alto: 187,25 ettari;
pergola: 1.612,52 ettari
spalliera: 3.144,13 ettari;
altri: 214,39 ettari;
potatura per l’impianto a spalliera:
cordone basso: 65,12 ettari;
cordone medio: 690,08 ettari;
cordone alto: 602,88 ettari;
Guyot singolo: 1.781,73 ettari;
GDC: 4,31 ettari;
posizione dei filari collinari:
a ritocchino: 943,81 ettari
a giropoggio: 1.548,35 ettari;
altri: 1.718,96 ettari.
Resa media uva per ettaro: 5.780 kg/ha.

Le varietŕ di vite idonee alla coltivazione per questa provincia sono:
varietŕ bianche raccomandate:
Chardonnay, Királyleányka, Irsai Olivér, Olasz Rizling (Riesling iraliano), Pinot blanc, Rajnai Rizling (Riesling renano), Sauvignon, Szürkebarát (Grauburgunder), Tramini (Gewürztraminer), Zenit, Zöld Veltelini (Veltliner verde);
varietŕ bianche autorizzate:
Cserszegi fűszeres, Hárslevelű, Leányka, Ottonel Muskotály, Rizlingszilváni (Müller Thurgau);
varietŕ bianche temporaneamente autorizzate:
Bánáti rizling, Bianca, Chasselas, Gyöngyrizling, Goldburger, Kövidinka, Mátrai Muskotály, Mézes, Piros Szlanka, Zalagyönge, Zengő, Zöld Szagos;
varietŕ rosse raccomandate:
Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Kadarka, Kékfrankos (Gamay), Merlot, Pinot noir;
varietŕ rosse autorizzate:
Alibernet, Alicante Bouschet, Bibor Kadarla, Blauer Frühburgunder, Blauburger, Domina, Kékoportó (Portugieser), Syrah, Zweigelt;
varietŕ rosse temporaneamente autorizzate:
Medina, Kurucvér, Magyar Frankos, Hamburgi Muskotály, Turán;

Questa provincia produce tre vini ad OEM (DOP), di cui due Borvidék e una regionale (Pannon):
OEM Tolna: questa OEM prende il nome dalla provincia, č la piů ampia ed ha una produzione maggioritaria di vini bianchi.
La sua zona di produzione č molto frastagliata, segue la disposizione collinare della provincia ed ha tre settori piů ampi disposti all’estremitŕ del territorio delimitato.
Il primo settore si trova a nord-ovest, parte al confine con la provincia di Fejér a Felsönyek, in una zona collinare che scende a sud-ovest sino a Magyarkeszi, continua ancora in pianura attraversando Nagyszokoly e arrivare a Iregszemcse.
Da Iregszemcse seguendo la strada nazionale n. 65 si scende piů a sud sino ad incontrare le colline di Tamási, di qua si risale a nord-est sulla strada nazionale n. 61 attraversando una zona pianeggiante e si raggiunge la collina di Pincehely, altra pianura e si termina nel punto piů settentrionale nelle colline di Simontornya.
Qualche vigneto si trova anche nella provincia di Fejér, alcuni sul confine tra le due province, Igar (Fejér)poco piů a nord di Simontornya (Tolna), mentre Lajoskomárom, Mezőkomárom, e Szabadhidvég (Fejér)sono piů ad occidente sul confine a nord di Felsönyek (Tolna), le ultime due localitŕ Aba e Seregélyes, della provincia di Fejér sono lontane dal confine con Tolna, sono situate nella pianura centrale della provincia poco piů a sud del Lago di Valence zona di produzione del OEM Etyek.-Buda.
Il secondo settore č disposto lungo la sponda destra del Danubio, inizia a nord a Dunaföldvár, poi scende lungo il fiume passando per Bökske, Madocsa, Paks, Dunaszentgyörgy, Fadd e terminare a Tolna.
Il terzo settore č ad ovest di Szekszárd della sua zona delimitata, parte a nord a Högyész e Dúzs sulla parte settentrionale di un sistema collinare, scendendo a sud sul lato meridionale delle colline a Mucsi, Lengyel, Závod, Kisvejke e Tevel.
Si segue il confine con la provincia di Baranya inserendosi nel sistema collinare di Mecsek a Györe, Aparhant, Nagymányok, Bonyhád e Varalja, seguendo sempre il confine scende ancora piů a sud portandosi verso il fiume Danubio a Möcseny, Bátaapáti e finire a Móragi affiancandosi alla zona delimitata del OEM Szekszárd.
Altre piccole zone sono racchiuse in queste tre piů ampie si trovano a nord-ovest di Tolna con le localitŕ di Györköny, Nagydorog, Kölesd, Regöly e Sárszentlőrinc; Györköny č anche famosa per la caratteristica di avere un quartiere dedicato sola a cantine, a suo tempo erano piů di 500, oggi sono rimaste 310, cantine caratteristiche formate da una piccola costruzione in cui si scende in cantina a volte delle grotte vere e proprie, dove si conservano meravigliosamente i vini.
La produzione dei vini a Tolna č maggioritaria nei bianchi freschi, di aciditŕ equilibrata, giovani, non molto corposi, nella sua parte piů meridionale affiancata alla zona dello Szekszárd la zona č dedicata alle varietŕ rosse dove Kadarka, Kékfrankos, Cabernet Sauvignon e Merlot danno il meglio di se stessi.

I numeri del Tolna sono: (dati 2009 SKH):
compreso le localitŕ di Aba, Igar, Lajoskomárom, Mezőkomárom, Szabadhidvég, Seregélyes nella provincia di Fejér:
viticoltori: 3.127;
numero impianti: 7.529;
superficie totale: 3.144,82 ettari;
superficie in produzione: 2.940,49 ettari;
suddivisa per utilizzo:
uva per commercializzazione: 2.873,51 ettari;
non coltivata: 52,68 ettari;
per reimpianti: 1,45 ettari;
non ancora produttiva: 204,33 ettari;
uve bianche da vino : 1.578,58 ettari;
superficie uve rosse da vino: 1.160,09 ettari;
uva da tavola: 92,83 ettari;
altri utilizzi: 211,37 ettari;
per purezza di varietŕ:
varietŕ in purezza: 1.067,49 ettari;
varietŕ miste separate: 1.455,12 ettari;
varietŕ in miscellanea: 622,22 ettari;
superficie specializzata: 2.783,28 ettari;
superficie promiscua: 361,55 ettari;
superficie pianeggiante: 710,08 ettari;
superficie collinare: 2.434,74 ettari;
esposizione maggioritaria sud-ovest, sud, sud-est, ovest, est, nord-est;
superficie terrazzata: 186,53 ettari;
impianto:
giropoggio: 776,70 ettari;
ritocchino: 398,94 ettari;
altri: 1.072,58 ettari;
sistemi di allevamento:
tradizionale: 239,92 ettari;
alberello alto: 135,24 ettari;
spalliera: 1.959,20 ettari;
pergola: 712,31 ettari;
altri: 98,16 ettari;
metodi di potatura:
cordone basso: 37,70 ettari;
cordone medio: 698,39 ettari;
cordone alto: 268,32 ettari;
Guyot semplice: 954,00 ettari;
GDC: 0,79 ettari;
resa uva per ettaro: 5.690 kg/ha;

Resa vino per ettaro: 36,98 hl/ha;
produzione:
vini bianchi: 58.220 ettolitri;
vini rossi: 42.804 ettolitri.

OEM Szekszárd:
Questa OEM č concentrata attorno il capoluogo di provincia Szekszárd, da cui prende il nome.
La zona delimitata parte a nord-ovest della cittŕ a Kéty, Medina e Zomba e scende verso il capoluogo sulla strada nazionale n. 56, occupando i versanti orientali del sistema di colline delle “Mecsekhegy”, nella Szekszárdhegy, attraversa Harc e Sióagard.
Prima di arrivare a Szekszárd si gira a destra sulla strada nazionale n. 6 si costeggiano le colline e si arriva a Kakasd, Si ritorna sulla strada nazionale n. 56 e si raggiunge Szekszárd.
Da Szekszárd spostandosi verso est si raggiunge la strada M6 toccando Öcsény e Decs.
Si ritorna sulla 56 e si scende a Görögszó, si devia a destra e si raggiunge il bacino artificiale di Szálda, da qui si scende verso sud a Alsónána, poi ci si riporta sulla 56 a Várdomb, si continua a Bátaszék, Alsónyék e si termina a Báta sul Danubio.
Č un territorio collinare che dal clima caldo adatto alla produzione di ottimi vini rossi, in alcune annate si possono raggiungere 26/27% di zucchero e produrre vini corposi, vellutati, speziati e longevi.
Questa OEM produce una delle tipologie di vini rossi piů conosciuta in tutta l’Ungheria e apprezzata anche internazionalmente il “Bikavér” da noi conosciuta come “Sangue di Toro”, lo Zsekszárd condivide con Eger questa menzione tradizionale che definisce un taglio tra almeno tre vitigni rossi, tra cui obbligatoriamente il Kadarka e il Kékfrankos, vino dal colore intenso e vivo (di qui il suo nome), profumi di frutti di bosco e speziati, persistenti, sapore asciutto, vellutato, caldo e corposo, sui tredici gradi alcolici.

I numeri del Zsekszárd sono: (dati 2009 SKH):
viticoltori: 3.140;
numero impianti: 5.787;
superficie totale: 2.304,23 ettari;
superficie in produzione: 2.038,28 ettari;
suddivisa per utilizzo:
uva per commercializzazione: 1.996,99 ettari;
non coltivata: 26,29 ettari;
per reimpianti: 2,46 ettari;
non ancora produttiva: 265,95 ettari;
uve bianche da vino : 494,76 ettari;
superficie uve rosse da vino: 1.653,84 ettari;
uva da tavola: 6,38 ettari;
altri utilizzi: 57,19 ettari;
per purezza di varietŕ:
varietŕ in purezza: 1.212,70 ettari;
varietŕ miste separate: 874,54 ettari;
varietŕ in miscellanea: 216,99 ettari;
superficie specializzata: 2.182,13 ettari;
superficie promiscua: 122,10 ettari;
superficie pianeggiante: 39,98 ettari;
superficie collinare: 2.264,25 ettari;
esposizione maggioritaria sud-est, sud, est, sud-ovest, ovest, nord-est;
superficie terrazzata: 574,54 ettari;
impianto:
giropoggio: 653,44 ettari;
ritocchino: 436,05 ettari;
altri: 600,22 ettari;
sistemi di allevamento:
tradizionale: 29,78 ettari;
alberello alto: 47,42 ettari;
spalliera: 1.211,03 ettari;
pergola: 906,53 ettari;
altri: 109,48 ettari;
metodi di potatura:
cordone basso: 12,23 ettari;
cordone medio: 196,28 ettari;
cordone alto: 224,41 ettari;
Guyot semplice: 774,65 ettari;
GDC: 3,46 ettari;
resa uva per ettaro: 5.650 kg/ha;

Resa vino per ettaro: 36,72 hl/ha;
produzione:
vini bianchi: 18.139 ettolitri;
vini rossi: 60.698 ettolitri.

BARANYA
Questa provincia č la piů meridionale di tutta l’Ungheria, si trova sul confine Croato che in parte č disegnato dal fiume Drava, ad est confina attraverso il Danubio con la provincia di Bács-Kiskun, a nord con la provincia di Tolna e ad ovest con la provincia di Somogy, il capoluogo č Pécs.
La sua morfologia consiste in un’ampia zona collinare che copre tutto il settore settentrionale, alle spalle di Pécs dal Danubio al confine con la provincia di Somogy, si tratta del sistema collinare di Mecsek, racchiuso a settentrione dalle localitŕ di Dombóvár e Kaposvár nella provincia di Tolna.
A sud di Pécs si trova l’ampia pianura del bacino Drava-Danubio che copre tutta la parte meridionale della provincia, al centro-sud della stessa si trova un breve e stretto sistema collinare, zona di produzione del Villány, con Feketehegy (341 m. slm), Szársomlyó (442 m. slm) che parte ad est a Villány sino a Túrony ad est.
Il clima di questa zona č il piů caldo di tutto il Transdanubio, questa spiega la grande diffusione delle varietŕ rosse, dove il Merlot arriva a punte di eccellenza ragguardevoli.

La sua superficie viticola ha questi dati (2009 KSH):
numero impianti a vite: 11.817;
superficie totale vitata: 3.204,81 ettari;
superficie vitata in produzione: 2.951,28 ettari;
superficie dedicata ad uva per la commercializzazione:2.761,95 ettari;
superficie non coltivata: 32,01 ettari;
superficie autorizzata per reimpianti: 55,78 ettari;
superficie non ancora in produzione: 253,53 ettari;
superficie per varietŕ:
uva bianca: 1.460,24 ettari;
uva rossa: 1.368,51 ettari;
uva da tavola: 31,41 ettari;
uva per altri usi: 229,02 ettari;
tipologia d’impianto:
con varietŕ in purezza: 1.707,16 ettari;
con varietŕ miste a settori: 886,77 ettari;
con varietŕ miste tra di loro: 610,89 ettari;
caratteristiche d’impianto:
coltura specializzata: 2.853,16 ettari;
coltura promiscua: 351,65 ettari;
terreno:
pianeggiante: 7,28 ettari;
collinare: 3.197,53 ettari;
metodo di allevamento:
tradizionale:151,43 ettari;
alberello alto: 134,42 ettari;
pergola: 1.054,63 ettari
spalliera: 1.816,17 ettari;
altri: 48,16 ettari;
potatura per l’impianto a spalliera:
cordone basso: 168,30 ettari;
cordone medio: 703,71 ettari;
cordone alto: 310,83 ettari;
Guyot singolo: 628,67 ettari;
GDC: 4,66 ettari;
posizione dei filari collinari:
a ritocchino: 717,70 ettari
a giropoggio: 2.041,05 ettari;
altri: 246,44 ettari.
Resa media uva per ettaro: 6.870 kg/ha.

Le varietŕ di vite idonee alla coltivazione per questa provincia sono:
varietŕ bianche raccomandate:
Chardonnay, Cirfandli, Hárslevelű, Olasz Rizling (Riesling iraliano), Ottonel Muskotály, Pinot blanc, Rajnai Rizling (Riesling renano), Sauvignon, Szürkebarát (Grauburgunder), Tramini (Gewürztraminer);
varietŕ bianche autorizzate:
Bacchus, Bianca, Blauer Silvaner, Cserszegi fűszeres, Csomorika, Furmint, Irsai Olivér, Juhfark, Királyleányka, Pölöskei Muskotály, Rizlingszilváni (Müller Thurgau), Sárga Muskotály (Moscato giallo), Zengő, Zenit, Zöld Veltelini (Veltliner verde),
varietŕ bianche temporaneamente autorizzate:
Arany Sárfehér, Bánáti rizling, Chasselas, Karát, Magyar Rizlimg, Perlette, Zöld Szagos;
varietŕ rosse raccomandate:
Blauburger, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Kadarka, Kékfrankos (Gamay), Kékoportó (Portugieser), Merlot, Pinot noir;
varietŕ rosse autorizzate:
Blauer Frühburgunder, Domina, Rubintos, Syrah, Zweigelt;
varietŕ rosse temporaneamente autorizzate:
Bibor Kadarla, Medina;

Questa provincia produce tre vini ad OEM (DOP), di cui due Borvidék e una regionale (Pannon):
OEM Pécs:
Questa OEM č pressoché totalmente situata su posizioni collinari, si trova nel sistema collinare di Mecsek, (sino al 2006 si chiamava Mecsekalja Borvidék) i suoi vigneti sono distribuiti in due settori principali e piccole zone staccate.
Il primo settore corre in parte lungo la sponda destra del Danubio da Dunaszekcső a Mohács, attraversando Bár, portandosi poi verso occidente lungo la strada nazionale 57 verso Pécs, si attraversa Lánycsók, Babarc, Szajk, poco piů a sud Bóly e Nagynyárád, si ritorna sulla 57 per superare Versend e Szederkény ci si allarga sulla destra per comprendere i territori di Monyoród, Máriakéménd, Olasz e terminare a sud-est di Pécs a Hasságy.
Il secondo settore č diviso in tre parti, la prima a nord-ovest di Pécs, la seconda piů ad ovest lungo la strada nazionale n. 6 a Szigetvár, l’ultima a nord-est di Pécs sempre seguendo la strada nazionale n. 6, nei pressi di Pécsvárad.
La zona periferica di Pécs comprende oltre alla propria periferia, ricca di vigneti, le localitŕ di Cserkút, Kövágószőlős, Kővágótöttös, Boda e poco piů a sud-ovest si trova Keszu.
La zona di Szigetvár e in parte disposta sulla strada nazionale n. 6 che giunge da Pécs, partendo da est a Nagypeterd, allargandosi sulla destra sino a Helesfa, e poco piů a nord a Kispeterd, e Nyugotszenterzsébet, sino a giungere a Szigetvár, da qui si sale a nord lungo la strada nazionale n. 67 per Kaposvár, raggiungendo Mozsgó.
La zona di Pécsvárad a nord-est di Pécs, sulla strada nazionale n. 6 nel cuore delle colline di Mecsek troviamo la terza parte del vigneto di queste colline con le localitŕ di Hosszúhetény e Mecseknádads.
Piů staccate, verso sud, troviamo un paio di piccole zone staccate dal grosso dei vigneti, la prima a Szemely e poi scendendo ancor piů a sud, quasi a lambire la zona delimitata del DHC Villány a Kiskassa, Ivánbattyán e Kisjakabfalva.
Questa OEM č dedicata in maggioranza alle varietŕ bianche tra cui spicca nella zona di Pécs il Cirfandli, buono giovane e fresco ma raggiunge la sua massima qualitŕ sui cinque anni dove sviluppa profumi intensi e persistenti di frutta gialla, altra zona dedicata alle varietŕ bianche č quella di Bóly e Mohács dove primeggia il Juhfark, mentre nel settore di Szigetvár, una zona piů pianeggiante prevalgono le varietŕ rosse, soprattutto il Kékfrankos.

I numeri del Pécs sono: (dati 2009 SKH):
viticoltori: 2.860;
numero impianti: 4.712;
superficie totale: 936,18 ettari;
superficie in produzione: 922,65 ettari;
suddivisa per utilizzo:
uva per commercializzazione: 855,30 ettari;
non coltivata: 16,25 ettari;
per reimpianti: 0,14 ettari;
non ancora produttiva: 13,53 ettari;
uve bianche da vino : 658,50 ettari;
superficie uve rosse da vino: 115,03 ettari;
uva da tavola: 15,19 ettari;
altri utilizzi: 102,24 ettari;
per purezza di varietŕ:
varietŕ in purezza: 357,35 ettari;
varietŕ miste separate: 310,61 ettari;
varietŕ in miscellanea: 268,22 ettari;
superficie specializzata: 781,87 ettari;
superficie promiscua: 154,31 ettari;
superficie pianeggiante: 0 ettari;
superficie collinare: 936,18 ettari;
esposizione maggioritaria sud, sud-ovest, est, sud-est;
superficie terrazzata: 163,47 ettari;
impianto:
giropoggio: 391,01 ettari;
ritocchino: 277,94 ettari;
altri: 103,87 ettari;
sistemi di allevamento:
tradizionale: 58,27 ettari;
alberello alto: 84,52 ettari;
spalliera: 704,75 ettari;
pergola: 86,05 ettari;
altri: 2,59 ettari;
metodi di potatura:
cordone basso: 61,43 ettari;
cordone medio: 259,25 ettari;
cordone alto: 156,53 ettari;
Guyot semplice: 226,24 ettari;
GDC: 1,30 ettari;
resa uva per ettaro: 6.900 kg/ha;

Resa vino per ettaro: 44,85 hl/ha;
produzione:
vini bianchi: 29.513 ettolitri;
vini rossi: 5.157 ettolitri.

VEB o DHC (OEM) Villány:
Questo Borvidék č il secondo dopo il Tokay ad aver ottenuto il riconoscimento di “védett eredetű borról”, qualifica data solo a vini prodotti in zone delimitate ristrette all’interno di zone delimitate piů ampie come i Borvidékek, mentre per il Villŕny come per il Tokaj tutto il Borvidék č stato riconosciuto VEB; inoltre con la creazione del marchio DHC „Districtus Hungaricus Controllatus” il Villány č stato tra i primi ad ottenerlo.
La sua zona di produzione ŕ all’estremitŕ meridionale della provincia di Baranya, quasi al confine con la Croazia, essa č situata su una linea di colline abbastanza stretta e lunga circa 15 km. la Villányihegy che parte ad oriente a Villány e portandosi verso ovest si conclude a Túrony.
I vigneti migliori ( ne sono stati classificati globalmente 96) sono concentrati nel triangolo orientale tra Siklos a sud, Vokány a nord e Villány ad est, comprendendo le localitŕ di Nagytótfalu, Kisharsány, Nagyharsány e quasi la totalitŕ sono situati sui pendii collinari rivolti a sud.
Altri vigneti sono situati ad ovest dell’asse Siklós, Vókany in un triangolo con punta estrema Hegyszentmáron, nelle localitŕ di Harkány, Márfa, Diósviszló, Szava, Csarnóta
La zona settentrionale delle Villányihegy č poco vitata e si snoda da est ad ovest da Villánykövesd, Palkonya, Vokány, Kistótfalu, Bisse e termina a Túrony.
Questo territorio produce i piů apprezzati vini rossi di tutta l’Ungheria, notevole č il Merlot, ottimi Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, seguiti da Kékfrankos, Kadarka e Kékoportó; tra i bianchi le specialitŕ locali sono il Juhkark, Furmint e Kéknyelű.

I numeri del Villány sono: (dati 2009 SKH):
viticoltori: 2.797;
numero impianti: 3.725;
superficie totale: 1.891,83 ettari;
superficie in produzione: 1.652,80 ettari;
suddivisa per utilizzo:
uva per commercializzazione: 1.558,53 ettari;
non coltivata: 10,74 ettari;
per reimpianti: 54,71 ettari;
non ancora produttiva: 239,03 ettari;
uve bianche da vino : 651.04 ettari;
superficie uve rosse da vino: 1.150,21 ettari;
uva da tavola: 3.33 ettari;
altri utilizzi: 35,76 ettari;
per purezza di varietŕ:
varietŕ in purezza: 1.330,64 ettari;
varietŕ miste separate: 471,94 ettari;
varietŕ in miscellanea: 89,25 ettari;
superficie specializzata: 1.794,04 ettari;
superficie promiscua: 97,80 ettari;
superficie pianeggiante: 0 ettari;
superficie collinare: 1.891,83 ettari;
esposizione maggioritaria sud, sud-ovest, sud-est;
superficie terrazzata: 11,08 ettari;
impianto:
giropoggio: 1.423,36 ettari;
ritocchino: 394,36 ettari;
altri: 63,02 ettari;
sistemi di allevamento:
tradizionale: 29,79 ettari;
alberello alto: 8,12 ettari;
spalliera: 900,91 ettari;
pergola: 917,01 ettari;
altri: 36,00 ettari;
metodi di potatura:
cordone basso: 72,36 ettari;
cordone medio: 326,72 ettari;
cordone alto: 105,85 ettari;
Guyot semplice: 392,62 ettari;
GDC: 3,36 ettari;
resa uva per ettaro: 6.700 kg/ha;

Resa vino per ettaro: 43,55 hl/ha;
produzione:
vini bianchi: 28.351 ettolitri;
vini rossi: 50.083 ettolitri.

OEM regionale: Pannon
Questa OEM č tra le tre nuove tipologie di classificazione per vini di qualitŕ (MT), lo scopo č di avere una definizione di carattere regionale che raggruppi tutte le altre OEM da borvidék (in questo caso quattro), dedicata ai vini tranquilli e ai vini spumanti prodotti nelle zone delimitate delle MT e VEB o DHC, nelle province di Tolna e Baranya, utilizzabile per ricaduta da queste durante la dichiarazione di vendemmia o per riclassificazione dei vini prima della richiesta della certificazione di origine e di commercializzazione.
Ha limiti e caratteristiche produttive meno selettive e un’ampia gamma di varietŕ utilizzabili su tutto il territorio delimitato.
La superficie dei vigneti č il risultato della somma delle superfici specifiche di ogni OEM o VEB o DHC interessate direttamente, la produzione č legata alla situazione climatica, alle esigenze di mercato e alle scelte dei produttori, quindi molto discontinua e variabile.

Dél Dunántuli
In questa regione viticola abbiamo due OFJ (IGP).
Dél Dunántuli:
questa IGP copre tutti i territori vocati alla viticoltura, iscritti nello schedario viticolo dei HegyKözség stabiliti nelle seguenti province:
Zala, Somogy, Tolna e Baranya.
Dunántúli:
Č l’ IGP regionale, la piů vasta, copre tutti i territori vitati, iscritti nello schedario viticolo dei Hegyközség di tutte le province che si trovano nel Transdanubio (la parte occidentale dell’Ungheria racchiusa dal Danubio):
Györ-Moson-Soprom, Komáron-Esztergom, Vas, Vesprém, Fejér, Zala, Somogy, Tolna e Baranya.
VEB DHC
Villány
OEM
Pannon
Pécs
Szekszárd
Tolna
Dunántúl
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
SITO PARTE SECONDA
VISITATELO CLICCANDO QUI!