CASTILLA Y LEON
VIGNETI ARGANZA BIERZO
VIGNETI ARGANZA BIERZO
CASTILLA Y LEON
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C2

La Castilla y León è una zona molto prolifica a livello vitivinicolo; vi si trova una ampia gamma di vini di ottima qualità a partire dai bianchi di Rueda ai rossi di Toro e Ribera del Duero, tre denominazioni di origine che trascinano tutta la regione innalzando il livello qualitativo dei loro vini.
Questa regione è nata dalla fusione di due antichi regni spagnoli, La Castilla e il León, oggi è rappresentata dalle provincie di Avila, Burgos, León, Palencia, Salamanca, Segovia, Soria, Valladolid e Zamora.
Si trova a nord – ovest della Spagna al confine con il Portogallo (ovest) e circondata (da ovest a sud) dalla Galizia, Asturias, Cantabria, Pais Vasco Rioja, Aragon, Castilla la Mancha, Comunidad de Madrid ed Estremadura.
La superficie viticola della regione, secondo l’inventario comunitario 2005 è la seguente:
superficie totale: 73.646 ettari (2.698 irrigabili) di cui:
DOP: 46.236 ettari,
IGP e vini da tavola: 28.893 ettari.

Suddivisa per province (dati MARM 2005):
Avila: 3.650 ettari,
Burgos: 17.665 ettari,
León: 12.500 ettari,
Palencia: 609 ettari,
Salamanca: 2.715 ettari,
Segovia: 2.131 ettari,
Soria: 1.417 ettari,
Valladolid: 18.515 ettari,
Zamora: 14.444 ettari.
Nelle province di Avila e Salamanca vi sono 180 ettari di vigneto per uva da tavola.

Nelle province di Avila, Salamanca e Segovia (dati 2005) non vi sono vini a DOP, mentre nelle altre vi è la seguente produzione:
Burgos: 462.420 ettolitri di vino rosso e rosato, nessuna produzione di bianco;
León: 9.131 ettolitri di vino bianco, 71.699 ettolitri di vino rosso e rosato;
Palencia: 2.835 ettolitri di vino rosso e rosato;
Soria: 42.875 ettolitri di vino rosso e rosato;
Valladolid: 277.300 ettolitri di vino bianco, 207.925 ettolitri di vino rosso e rosato, 1.500 ettolitri di vino spumante;
Zamora: 11.750 ettolitri di vino bianco, 135.588 ettolitri di vino rosso e rosato.

In questa zona abbiamo 11 DOP e 1 IGP suddivise in:
9 D.O.
2 V.C.
1 Vdlt.
così distribuite:
Arlanza (DO): situata essenzialmente nella provincia di Burgos ed alcuni comuni limitrofi della provincia di Palencia; lungo le sponde della media e bassa valle del rio Arlanza, partendo da Covarrubias, con Lerma come centro principale; Il vitigno più diffuso è il Tinto del Pais seguito dal Garnacha e dal Mencia, mentre i pochi bianchi sono da Albillo.

Arribes (DO): distribuita nelle province di Zamora e Salamanca lungo la vallata del fiume Duero sulla sua riva sinistra, al confine con il Portogallo; zona impervia e difficile con lunghi orridi (cañones) che rendono difficile la coltivazione; la vite è situata sulle coste accessibili ma molto ripide, comunque il tutto crea un microclima umido che va a calmare la calura estiva favorendo un ideale habitat per l’uva.
Predomina, nei vini rossi,la varietà autoctona Juan Garcia che si abbina con Il Rufete, la Tintas del Pais e la Garnacha; per i bianchi la varietà principale è la Malvasia.

Bierzo (DO): situato a nord ovest della provincia di León sul limite con la Galicia e Asturias lungo la vallata del rio Sil protetto a nord dalla Cordillera Cantabrica, ad ovest dalla Sierra de Ancares e ad est dai Montes de León; l’unica apertura è la bassa valle del Sil a sud – ovest confinando con la zona della DO Valdeorras (Galizia).
Protagonista del territorio è la varietà Mencia, oggi accompagnata dalle varietà alloctone come Cabernet Sauvignon, Merlot e Chardonnay.
Cigales (DO): la zona si estende nel settore nord della depressione del fiume Duero, sulle rive del rio Pisquerga a nord della provincia di Valladolid e in un comune della provincia di Palencia.
La zona ha rilievi dolci quasi pianeggianti ad un altimetria di 750 m. slm, clima continentale con una certa influenza atlantica con poche precipitazioni.
Zona caratterizzata dall’ottima produzione di vino rosato e dall’emergente tipologia rossa, entrambe con base Tinta del Pais.

Ribera del Duero (DO), la perla della Castilla y León, i suoi rossi rivaleggiano con quelli del Rioja, sia per qualità che per diffusione e notorietà, anche al di fuori della Spagna.
La varietà dominante è il Tinta del Pais o Tinto Fino che è la base dei rossi con un 75%.
La zona di produzione è molto ampia, comprende ben 104 comuni nelle province di Burgos (la maggioranza), Soria, Segovia e Valladolid.
La zona viticola è distribuita ad un altezza di 700 – 800 metri slm. su dolci pendii che seguono le sponde del fiume Duero e dei suoi affluenti partendo da Olivares del Duero (Valladolid) ad occidente sino a San Esteban de Gormaz ad oriente (Segovia).

Rueda (DO): è la denominazione di origine più rappresentativa per i suoi vini bianchi della Catilla y León; la qualità di questi vini è dovuta alla varietà Verdejo che occupa oltre la metà del vigneto a uve bianche, seguita dal Sauvignon blanc e dalla Viura; i vini rossi (recentemente riconosciuti) sono a base di Tempranillo con Cabernet Sauvignon, Garnacha e Merlot.
Il territorio della DO si trova tra le province di Valladolid (la zona più ampia, 53 comuni), Segovia (17 comuni) e Avila (la più piccola solo 2 comuni);
Situata su l’altopiano Castellano, a sud di Valladolid, su un territorio dolcemente ondulato ad un altezza di 700 – 800 metri slm. sulla sponda sinistra del fiume Duero e lungo le dolci vallate degli affluenti: rio Zapardiel, rio Adaja, rio Voltoya e rio Eresma.

Tierra de León (DO): riconosciuta recentemente D.O. dopo un breve passaggio come V.C., copre un vasto territorio della provincia di León e in parte di Valladolid, attorno ai rios Eslas e Cea ex territorio del VdlT Valdevimbre Los Oteros ampliato.
Le varietà più diffuse sono per i vini bianchi Verdejo, Albarin e Godello, per i rossi Pieto Picudo (copre il 70%) e Mencia.

Tierra del Vino de Zamora (DO):
Anche questa DO è stata riconosciuta recentemente dopo un passaggio come V.C., essa ricopre il territorio sulla sponda sinistra del fiume Duero nella provincia di Zamora tra le DO Arribes e Toro a sud di Zamora e a nord di Salamanca nella zona omonima (Tierra del vino).
Le varietà dominanti sono il Tempranillo per i rossi, la Malvasia, il Verdejo e il Moscatel grano menudo tra i bianchi.

Toro (DO): zona situata a sud est di Zamora con una piccola penetrazione nella provincia di Valladolid (due comuni).
Altra DO influenzata dal fiume Duero che dalla frontiera portoghese sino all’altopiano castigliano delimitata le zone migliori dei vini della Castilla y León (Arribes, Tierra del vino di Zamora, Toro, Rueda, Ribera del Dueroe in parte Cigales).
L’orografia è poco accentuata con un livello medio di 600-750 metri slm.
La varietà dominante è la Tinta de Toro (70%) seguita dalla Malvasia (21%) e dalla Garnacha (7%).

Los Valles de Benavente (VC): vino de calidad, il suo territorio è ubicato a nord di Zamora, ripartito nelle valli dei rios Tera, Orbigo e Esla su 44 comuni della provincia di Zamora; recentemente riconosciuta in attesa di passare a DO.
Le varietà dominanti sono per il vino rosso: Tempranillo, Mencia e Prieto Picudo, per i vini bianchi Malvasia e Verdejo.

Valtiendas(VC): vino de calidad, la zona si trova a sud della DO Ribera del Duero nello stesso altipiano Castigliano in provincia di Segovia completando la gamma delle DO o VC influenzate dal bacino del fiume Duero.
Le varietà principali sono: Albillo per i vini bianchi e Tempranillo per i vini rossi.

Castilla y León (VdlT): Vino de la Tierra: unico in tutta la regione, copre tutto il territorio della Comunidad de Castilla y León compreso tutte le zone delle DO e VC.

La situazione delle DOP (dati MARM e CRDO 2007) è la seguente:
DO:
Arlanza: 407 ettari iscritti, prodotto 542 ettolitri di vino rosato, 2.984 ettolitri di vino rosso, 291 viticoltori, 11 bodegas;
Arribes: 724 ettari iscritti, prodotto 352 ettolitri di vino bianco, 386 ettolitri di vino rosato, 5.896 ettolitri di vino rosso, 634 viticoltori, 14 bodegas;
Bierzo: 3.980 ettari iscritti, prodotto 3.864 ettolitri di vino bianco, 1.600 ettolitri di vino rosato, 53.268 ettolitri di vino rosso, 4.161 viticoltori, 56 bodegas;
Cigales: 2.559 ettari iscritti, prodotto 20.707 ettolitri di vino rosato, 17.167 ettolitri di vino rosso, 593 viticoltori, 37 bodegas;
Ribera del Duero: 20.173 ettari iscritti, prodotto 1.144 ettolitri di vino bianco, 47.856 ettolitri di vino rosato, 297.087 ettolitri di vino rosso, 8.266 viticoltori, 256 bodegas;
Rueda: 8.075 ettari iscritti, prodotto 323.066 ettolitri di vino bianco, 691 ettolitri di vino rosato, 6.308 ettolitri di vino rosso, 203 ettolitri di vino liquoroso, 5.357 ettolitri di vino spumante, 1.270 viticoltori, 47 bodegas;
Tierra de León: 465 ettari iscritti, prodotto 176 ettolitri di vino bianco, 1.592 ettolitri di vino rosato, 989 ettolitri di vino rosso, 36 bodegas;
Tierra del Vino de Zamora: 802 ettari iscritti, prodotto 1.618 ettolitri di vino bianco, 959 ettolitri di vino rosato, 5.347 ettolitri di vino rosso, 8 bodegas;
Toro: 5.989 ettari iscritti, prodotto 2.045 ettolitri di vino bianco, 2.208 ettolitri di vino rosato, 75.833 ettolitri di vino rosso, 1.269 viticoltori, 45 bodegas;

VC:
Valles de Benavente: 415 ettari iscritti, prodotto 168 ettolitri di vino bianco, 1.249 ettolitri di vino rosato, 690 ettolitri di vino rosso, 191 viticoltori, 6 bodegas:
Valtiendas: 86 ettari iscritti, prodotto 67 ettolitri di vino rosato, 515 ettolitri di vino rosso, 10 viticoltori, 5 bodegas.

Varietà di vite idonee alla coltivazione in Castilla y León:
raccomandate bianche: Albillo, Malvasia (Rojal), Moscatel de grano menudo, Verdejo, Viura (Macabeo);
raccomandate rosse: Garnacha tinta, Mencia, Prieto Picudo, Tempranillo, Tinto fino, Tinta del Pais, Tinto de Toro;
autorizzate bianche: Chelva, Doña blanca, Godello, Palomino, Sauvignon blanco;
autorizzate rosse: Cabernet Sauvignon, Garnacha roja, Garnacha Tintorera, Juan García, Malbec, Merlot, Negral, Pinot noir, Rufete;

Menzioni tradizionali:
Fermentación en barrica (Rueda - Arribes) vini bianchi fermentati in botti di legno (contenuto massimo 600 litri) con permanenza di almeno tre mesi;
Dorado: (Rueda) vino de licor bianco, con fermentazione ossidativa,prodotto con uva appassita e con aggiunta di alcol vinico a 96%, gradazione minima effettiva 15,00% vol., secco;
Roble: (VdlT Castilla y León): vino che ha subito un passaggio minimo di tre mesi in “barrica” di rovere;
Nuevo: (Cigales): dedicato ai vini rosati d’annata, devono portare obbligatoriamente la data di vendemmia in etichetta;
Clarete: (Tierra del Vino de Zamora) vino rosso con colorazione più tenue, equivale al nostro chiaretto;
VIGNETI VILLAFRANCA DE DUERO TORO
VIGNETI VILLAFRANCA DE DUERO TORO
DECRETI DI RICONOSCIMENTO
DO
Arlanza
Arribes
Bierzo
Cigales
Ribera del Duero
Rueda
Tierra de Leòn
Tierra del Vino de Zamora
Toro
Vino de Calidad
Sierra de Salamanca
Valles de Benavente
Valtiendas
VDLT
Vdlt Castilla y Leòn
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
SITO PARTE SECONDA
VISITATELO CLICCANDO QUI!