ABRUZZO
VIGNETI CONTROGUERRA SAN GIOVANNI PRIMO
VIGNETI CONTROGUERRA SAN GIOVANNI PRIMO
ABRUZZO
ZONA VITICOLA COMUNITARIA C2

La Superficie dei vigneti nella regione Abruzzo (dati CE inventario viticolo 2004) è di 36.567 ettari di cui:
DOP: 17.730 ettari;
IGT e vini da tavola: 18.867 ettari.
La superficie nel 2006 (dati ISTAT) è di 31.371 ettari suddivisi per provincia:
L’Aquila: 737 ettari,
Chieti: 25.611 ettari,
Pescara: 3.157 ettari,
Teramo: 1.866 ettari.
La produzione nel 2006 è stata di 3.376.000 quintali di uva con una resa media regionale di 154 quintali (tra le più alte a livello nazionale) suddivisa in: 168 quintali per Teramo, 161 quintali per Pescara, 154 per Chieti e 89 per L’Aquila.

La produzione vinicola della regione (Dati ISTAT 2006) è di:
DOP: 1.096.210 ettolitri di vino;
IGP: 167.150 ettolitri di vino:
Vini da tavola: 1.877.934 ettolitri di vino;
totale 3.141.294 ettolitri di vino.
La resa media delle DOP nel 2004 (dati ISMEA) è stata di 121 quintali/ettaro partendo dai 130 quintali per il Montepulciano d’Abruzzo ai 55 quintali per la DOCG Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane.

Nella regione Abruzzo ci sono::
1 DOCG;
7 DOC
La DOC Montepulciano d’Abruzzo ha 5 sottozone geografiche
8 IGT tutte zonali.

La situazione delle DOP (dati ISMEA 2004) è la seguente:
Controguerra: 24 produttori, 87 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 3.010 ettolitri di vino;
Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane: 99 produttori, 260 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 6.558 ettolitri di vino;
Montepulciano d’Abruzzo: 10.482 produttori, 14,002 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 853.160 ettolitri di vino;
Trebbiano d’Abruzzo: 4.112 produttori, 4.654 ettari iscritti all’Albo dei vigneti, prodotto 196.936 ettolitri di vino;
La situazione della DOC Montepulciano d’Abruzzo Cerasuolo è compresa in quella della DOC Montepulciano d’Abruzzo rosso;
La DOC Cerasuolo d’Abruzzo è stata scorporata dal Montepulciano d’Abruzzo nel 2011.
La nuova DOC Terre Tollesi o Tullum è stata riconosciuta nel 2008.
Le nuove DOC Ortona e Villanagna sono state riconosciute nel 2011.
Le due IGT Terre dei Peligni e Alto Tirino sono state accorpate nelle sottozone del Montepulciano d’Abruzzo nel 2011

Varietà idonee alla coltivazione regione Abruzzo:

Bianche:

Biancame
Bombino bianco
Chardonnay
Cococciola
Falanghina
Garganega
Grechetto
Greco
Malvasia bianca lunga
Malvasia del Chianti
Malvasia del Lazio
Manzoni bianco
Montonico bianco
Moscato bianco
Mostosa
Passerina
Pecorino
Pinot bianco
Pinot grigio
Regina
Regina dei vigneti
Riesling italico
Riesling renano
Sauvignon
Sylvaner verde
Tocai Fiulano
Traminer aromatico
Trebbiano toscano
Veltliner
Verdicchio

Rosse:

Aglianico
Barbera
Cabernet Franc
Cabernet Sauvignon
Canaiolo nero
Ciliegiolo
Dolcetto
Gaglioppo
Maiolica
Malbech
Merlot
Montepulciano
Pinot nero
Sangiovese
Syrah

I vitigni più diffusi sono:
Montepulciano con 17.000 ettari;
Trebbiano toscano con 14.000 ettari;
seguiti da Passerina, Pecorino, Cococciola, Sangiovese, Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Merlot.

Menzioni tradizionali
Cerasuolo: indica il vino rosato della DOC Montepulciano d’Abruzzo;
Tullum: sinonimo della DOC Terre Tollesi;
Histonium: sinonimo della IGT Del Vastese;
VIGNETI TERRE TOLLESI
VIGNETI TERRE TOLLESI
DISCIPLINARI DI PRODUZIONE
DOCG
Colline Teramane Montepulciano d'Abruzzo
DOC
Abruzzo
Cerasuolo d'Abruzzo
Controguerra
Montepulciano d'Abruzzo
Ortona
Terre Tollesi o Tullum
Trebbiano d'Abruzzo
Villamagna
-5100
IGT
Colli Aprutini
Colli del Sangro
Colline Frentane
Colline Pescaresi
Colline Teatine
Del Vastese o Histonium
Terre Aquilane
Terre di Chieti
-5100
WORLD WINES' GEOGRAPHICAL INDICATIONS
IL SITO CONTINUA CON LA SECONDA PARTE -SEQUEL-
CLICCARE QUI