Samuele Fanetti 2.0

Installazione di Debian Etch 4.0 su

Geo Eon 410

TuxMobil - Linux on Laptops, Notebooks, PDAs and Mobile Phones Linux On Laptops

Geo che??!

Il Geo Eon 410 è un notebook prodotto a fine del millennio scorso...(suona strano ma è vero!!). Qui possiamo vedere il mio esemlare, reduce da quasi dieci anni di duro lavoro è recuperato da una azienda chiusa per fallimento.

I graffi e i segni del tempo sono riusciti a intaccare la sua dura scocca in lega di magnesio ultraleggera, ma non il suo cuore un processore Intel Pentium III SpeedStep da 850 MHz su chipset Intel 440BX-100 che ancora oggi riesce a dare delle belle soddisfazioni!

Il display XGA da 13,3 pollici offre ancora immagini eccellenti considerando l'età e la scheda video ATI Rage Mobility M1, con 8MB di SGRAM, in grado comunque di supportare sulla porta SVGA anche un monitor esterno da max 1600x1200 pixel in dual view.

Il floppy e DVD-ROM 8x che un tempo condivisero la scatola con l'Eon, erano esterni e collegabili uno alla volta sull'apposito connettore che riporto qui in foto, con il cavo proprietario a corredo. Sottolineerei proprietario! Questi si inventarono un bus proprietario per appiccicarci il dvd-rom!! Sfortunatamente sia cavo che periferiche sono state smarrite e non ho potuto provarle...

Le unità esterne sarebbero state installabili nei due appositi alloggiamenti della docking station. Un marchingegno detto Mobile DeskDock che faceva diventare questo potente notebook un potentissimo desktop, a cui si collegava tramite il connettore proprietario a scomparsa situato sotto al notebook che per onor di foto ho violentato con una bic.

Ulteriori informazioni: 320 MB di SDRAM e un hard disk Hitachi da 20 GB U-DMA/33. Per i dettagli posto l'output di lspci -v.

Problemi iniziali...

Ho avuto a volte problemi di installazione in altri computer... ma mai così gravi!!! Quando ho preso in mano questo notebook mi sono trovato davanti Windows Millenium Edition... che non prometteva niente di buono escluso forse la shell nativa di DOS!! Ma soprattutto non avevo a disposizione nè floppy nè unita ottiche collegabili da cui far partire l'installazione!!

Che io sappia quindi esistono altre due possibilità per far bootare il sistema: net-boot e boot da supporto USB. Sia una presa eternet che una usb sono presenti sul notebook! Ma ovviamente il BIOS non permette neanche per idea il boot da questi!!!

Maledizione!!

Ci dormo su una notte. Evidentemente mi rifiuto di usare Millenuim Edition... quasi sto per mollare il computer.

Poi l'illuminazione!! GRUB4DOS!!! Scoperta l'esistenza del magnifico grand unified boot loader in versione per DOS la installo immediatamente sull'MBR impostandolo per lo più a caso, tanto non era una soluzione definitiva. Salvo l'immagine debian-40r2-i386-netinst.iso su una chiavina usb e copio il file su una partizione fat che era presente nell'hard disk dell'Eon! Poi decomprimo sulla stessa partizione un'immagine di boot e ci salvo l'initrd e il vmlinuz adatti per far partire una installazione da supporto rigido prelevati da qui

Quindi al successivo riavvio del sistema operativo mi ritrovo davanti la shell minimale (ma molto potente!!!!!) di grub4dos del tutto identica alla nostra familiare che troviamo in grub.

Non resta quindi che avviare a mano da grub l'immagine di boot che avevo messo nella seconda partizione e caricare il l'initrd e il vmlinuz.

grub> root (hd0,2)

grub> boot /boot.img

grub> kernel /vmlinuz

grub> initrd /initrd.gz

Non potete immaginare la gioia quando ho visto questa schermata!!!!

Installazione

L'installazione netinst è andata abbastanza bene... Al terzo tentativo!!! Quando ho scoperto necessario caricare il modulo del kernel "tulip" per far andare la scheda di rete.

Fatto questo ho effettuato una normale installazione leggendo i dati dalla seconda partizione e installando sulla prima che ho formattato. I canonici 640 MB di swap li ho piazzati in una terza partizione tra le prime due. Arrivato in fondo mi sono ritrovato con la mia ennesima Debian-box perfettamente funzionante.

Set-UP

Il bello di Linux è che supporta ancora (dove per ancora intendo il kernel 2.6.18) e perfettamente l'hardware vecchio. Tutto l'hardware è stato riconosciuto.

Come ho già detto la scheda di rete funziona con il modulo "tulip" la scheda video con i driver open source "ati" (per questo è necessario impostare xorg, perchè vesa sono di default) ecc ecc, ho postato lspci -v apposta.

Xorg

Il touchpad è Synaptics e va configurato. Niente di più semplice!! Si installa via apt il pacchetto

xserver-xorg-input-synaptics

e il gioco è fatto. Poi si imposta a piacimento, come esempio posto il mio xorg.conf

Compilazione del kernel

Trovo che la compilazione personalizzata del kernel e successiva ricompilazione sia una delle cose più importanti da fare una volta terminata l'installazione. Se in tutto il mondo esiste un altra persona che possiede questo computer e caso ancora più raro lo voglia convertire a Linux (che detto fra noi รจ l'unico modo per poterlo ancora utlilizzare!) posto il mio .config già bello e ottimizzato! Buona compilazione!!

APPELLO

A chiunque abbia questo computer, sarei grato se mi dicesse come è fatta la Mobile DeskDock e le unità esterne, che non ho mai visto.... La mia e-mail è samuelefanetti (chiocciola) yahoo (punto) it . Grazie!!

Conclusioni

Il notebook ovviamente non è una scheggia ma considerando l'età non è niente male!! Non si può richiedere troppo, ma il suo lavoro lo fa egregiamente specie da quando macina solo ed esclusivamente codice gpl! Quelli che me l'hanno dato (regalato!) lo hanno scartato per la tristezza che metteva l'esecuzione di millenium edition, dando la colpa all'hardware e non al software... se lo vedessero ora che è debianizzato se lo riprenderebbero indietro!!!!

Ulteriore dimostrazione della potenza dell'accoppiata GNU/LINUX!

Mi scuso in anticipo per errori e sfondoni che ho scritto, ma sono le 3 e mezzo di notte sono 20 ore che non dormo e passranno dei giorni prima che mi decida a correggere ciò che ho scritto.

Mi scuso anche per il fatto che il sito è ottimizzato per Epiphany e per Iceweasel, se lo visualizzate male pensate a passare a un browser migliore e che sia free software!! ;-)