Sindacato UGL Sanità Area Riabilitazione e Prevenzione Pubblica e Privata


Vai ai contenuti

Cassa integrazione per i centri accreditati

data base

Cassa integrazione per i centri accreditati
Possono usufruire del sostegno i lavoratori che hanno firmato il contratto Aspat


Misure di sostegno al reddito e fruizione della disoccupazione momentanea per il personale sanitario impiegato nel settore privato convenzionato. La Campania è la prima regione in Italia a registrare l'utilizzo della cassa integrazione in ossequio alle nuove previsioni disposte in tal senso dal decreto anticrisi varato dal Governo nella primavera scorsa. La cassa integrazione in deroga avviene in applicazione del nuovo contratto di lavoro siglato da Aspat (associazione di categoria della sanità privata convenzionata in Campania) con Confedia (Confederazione nazionale datoriale imprese autonome). La fruizione della disoccupazione momentanea per sospensione del rapporto di lavoro, è consentita per un massimo di 90 giorni ed è condizionata dall'applicazione, da parte delle aziende, del contratto di lavoro Aspat, Confedia (confederazione nazionale datoriale delle imprese autonome).


La Confedia, (Confederazione nazionale datoriale delle imprese autonome) dà il via libera alla applicazione delle norme contenute nel decreto interministeriale che disciplina l'accesso all'indennità di disoccupazione per sospensione dell'attività lavorativa anche per il settore sanitario. In Campania Aspat e Federlab, che hanno firmato il contratto con Confedia e Confsal-Fesica, sono pronte a ricorrere a quesato strumento per almeno 100 lavoratori di vari profili sanitari in vista dello stop alle attività in convenzione che scatta da fine mese per molti centri provvisoriamente accreditati con le Asl in relazione all'esaurimento del budget e dei volumi di prestazioni contrattualizzati per il 2009 dalle Asl e la conseguente sospensione delle attività in convenzionbe fino a fine anno.
Una situazione che condurrà ad un'inevitabile contrazione delle attività e dunque ad esuberi di personale che, come è noto, nel privato è correlato al volume di attività svolto. La fruizione della disoccupazione è consentita per un massimo di novanta giorni.
"La nostra associazione - sottolinea Pier Paolo Polizzi, presidente regionale di Aspat - insieme a Federlab Itaslia per la macroarea della specialistica ambulatoriale, è l'unica in Italia e l'unica in ambito regionale per le aree della riabilitazione e del socioassistenziale, ad essere riuscita ad approntare per l'intero comparto questo strumento, l'unico in grado di fronteggiare nel corrente mese di settembre, gli annunciati cali di produzione, relativi al raggiungimento dei volumi di prestazioni programmati e dei correlati limiti di spesa che comporteranno nuovamente l'imminente sospensione dell'attività erogativa da parte dei centri provvisoriamente accreditati".




Fonte: Il denaro

Home Page | ARCHIVIO | ARTICOLI RECENTI | CURRICULUM VITAE | IL MIO LAVORO | CONTATTAMI | ADESIONE UGL SANITA' | Statuto UGL | UGL PRO TERREMOTO ABRUZZO | ECM | UGL link utili | Legge 1 febbraio 2006, n. 43 | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu