pagina iniziale

Milano, City Angels e Krav Maga




Mario Furlan

Si è parlato molto di ronde, anche a Milano, nell'estate 2009 e da parte del Comune si è anche deciso: prima i "Blue Berets" e poi i "City Angels" sono stati, a quanto dicono i giornali, licenziati: “Ronde, licenziati i City Angels arrivano i carabinieri in pensione”.

Su questo tema rimando alle segnalazioni di luglio (cercare anche quelle in cui è citato Carmine Abagnale) e a questa di agosto .
In quest'ultima segnalavo qualche riferimento in rete al “poliedrico Mario Furlan : laureato in scienze politiche, PhD in Psicologia, Trainer in PNL, fondatore e presidente dei "City Angels", istruttore di Krav Maga e Jeet Kune Do, fondatore della  "Associazione Rom per la legalità e contro il razzismo", fondatore dell'Osservatorio Giornalistico Mediawatch, collaboratore di testate giornalistiche e dal prossimo settembre conduttore televisivo…”.
Questo il sito ufficiale di Mario Furlan («formatore giornalista scrittore angelo»).

Tralasciavo di esaminare il filone Krav Maga.
Che invece merita attenzione, specie in relazione al Comune di Milano, come credo appaia dal seguito.

Krav Maga

La Wikipedia in italiano, a cui si rimanda anche per la storia del suo fondatore Imi Lichtenfeld, così definisce il Krav Maga e ne ricorda le origini (le sottolineature sono mie):

Il Krav Maga è un metodo di combattimento nato in ambienti ebraici dell'Europa centro-orientale nella prima metà del XX secolo La parola Krav Maga, in ebraico moderno, significa letteralmente "combattimento con contatto". La traduzione più utilizzata è comunque "combattimento corpo a corpo". Anche se viene spesso indicata come stile di combattimento finalizzato alla difesa personale, in realtà il Krav Maga ha una componente offensiva che spesso prevede di attaccare l' avversario prima di essere attaccati, di conseguenza non è puramente difesa personale intesa come reazione ad un'aggressione.

Il Krav Maga nasce dall'opera di sintesi di Imi Lichtenfeld su indicazione dell'esercito israeliano. Agli inizi degli anni '50, parallelamente alla nascita dello stato di Israele, a Lichtenfeld venne richiesto di sviluppare un sistema di combattimento efficace ma rapido da apprendere, al fine di addestrare le neonate forze armate israeliane, subito impegnate in una durissima lotta.
L'esperienza di Lichtenfeld influenzò pesantemente lo stile e la filosofia del Krav Maga. Grande ginnasta, pugile e campione di lotta libera, alla base teorica aggiunse una grande esperienza di lotta di strada, maturata in una gioventù in parte passata a lottare per la vita nei vicoli della Bratislava occupata dai Tedeschi. »

Da notare che la Wikipedia in inglese relativa al fondatore Imi Lichtenfeld contiene un passaggio molto esplicito (assente in quella italiana) che ha al primo posto il principio «Fai il maggior danno possibile nel minor tempo possibile» :

Combat techniques
Krav Maga is known for its main principles:
  1. Do as much damage in as little time as possible.
  2. Change from defending to attacking as quickly as possible (including simultaneously).
  3. Use items around you as weapons.
  4. Be aware of everything that is happening around you.

In Italia i siti di Krav Maga abbondano e non è immediato capire quali siano i più qualificati e accreditati.
Di seguito un elenco parziale, l'ultimo è quello citato sulla pagina iniziale del sito dei "City Angels" (da non confondere col penultimo):

Segnalo alcuni video, tra gli innumerevoli che ci sono in rete, tutti molti ripetitivi: l'aggressore o gli aggressori sono sempre neutralizzati, in genere non si capisce come (a meno che la scena non venga ripetuta al rallentatore) ma a volte è chiaro in quanto l'aggredito è ancora più grosso dell'aggressore e/o l'aggressore commette ingenuità come avvicinare l'arma a portata dell'aggredito:

Guardandoli ho avuto l'impressione che anche i “cattivi” dei film di James Bond siano più delicati.

Nell'articolo del maggio 2007 del controverso ma ben informato Maurizio Blondet: “C’è uno squadrismo kosher” è riportata una citazione di prima mano sul Krav Maga:

Praticano intensamente una sorta di lotta, detta Krav Maga, elaborata nell'esercito israeliano per i suoi commandos.
Leggo da alcune note tecniche: «Se altre arti marziali tradizionali, soprattutto di matrice orientale, tendono ad associare oltre all'insegnamento delle tecniche un sistema filosofico e spirituale, il Krav Maga risponde a criteri di tipo militare quali l'efficacia e la rapidità con cui si arriva al risultato desiderato, che è la neutralizzazione dell'avversario. Dove spesso molte arti marziali (tra le quali anche quelle da cui il Krav Maga ha attinto, come Judo, Ju-Jitsu, kung fu, ecc...) prediligono una impostazione attendista che lascia all'avversario la prima mossa, il Krav Maga punta a una rapida neutralizzazione dell'avversario prima che questi possa diventare una minaccia, con un mix di colpi a mano aperta diretti a punti sensibili come naso e gola, calci e ginocchiate tipici della Thai Boxe. Questa impostazione, adatta ad ambienti ad alto rischio come i teatri operativi mediorientali, potrebbe essere fonte di problemi in situazioni di vita quotidiana: infatti l'approccio aggressivo e anticipatorio potrebbero portare a complicazioni di natura penale. […] Puntando soprattutto a zone del corpo (genitali, carotide, occhi, etc.), ritenute normalmente intoccabili per altri sport di contatto, il Krav Maga difficilmente può essere praticato in forma sportiva».
E' il meno che si possa dire.

Peraltro, sulla pagina iniziale dell' ACCADEMIA KRAV MAGA MILANO c'è nella colonna di sinistra l'invito a leggere il libro "Ho dovuto uccidere" di Nima Zamar (un nome di fantasia per un'agente del Mossad infiltrata tra i palestinesi; nel libro, che non è un romanzo racconta della propria esperienza professionale e cita in diverse occasioni il KRAV MAGA).
Mentre a centro pagina c'è questa frase, seguita dalla firma del fondatore Imi Lichtenfeld:

"Cercherò di essere così buono,
che non avrò bisogno di uccidere"


Rassegna stampa (non benevola) sul Krav Maga in Italia

Alcuni riferimenti ad articoli non lusinghieri per il Krav Maga (in ordine cronologico crescente):


Comune di Milano e Krav Maga


Dal sito: Milano News (Non Remare Contro ABAGNALE)

Rassegna stampa di articoli e comunicati, in ordine cronologico crescente:





Dimenticavo: c'è anche questa voce su Kravmaga in lenga piemontèisa.
Vorrà dire qualcosa …?


17 settembre 2009

Url: http://www.webalice.it/raffaele.simonetti/archives/Milano_City_Angels_e_Krav_Maga.html
Ultimo aggiornamento: 2009-09-20