pagina iniziale
Giù le mani dalla INNSE
Notizie e immagini sulla
INNSE in lotta,
successive allo sgombero
del 2 agosto 2009



NOTA:
Le notizie sono via via inserite in testa alla pagina; pertanto le date che compaiono a fianco e che si riferiscono all'apparizione della notizia possono non essere in ordine.

venerdì 7 agosto 2009
Immagini di oggi pomeriggio dal presidio
Attestazioni di solidarietà pervenute al presidio.
Attestazioni di solidarietà pervenute al presidio.
Di ritorno dalla manifestazione spontanea alla Prefettura.

19:13 Cambio della guardia.
Cambio della guardia.
Cambio della guardia.

Gino riferisce sulla situazione e delle decisioni dei lavoratori della INNSE.
19:21 Varca i cancelli la cena per i 5 sulla gru.
Angela, della INNSE, che si preoccupa del vettovagliamento.

giovedì 6 agosto 2009
Immagini di oggi pomeriggio dal presidio
La "rassegna stampa" - a cura dei “corsari” di Milano.
Li trovate sul sito:
corsari-milano.noblogs.org
Aumentano gli striscioni di solidarietà: questo è dalla Erse (ex Cesi Ricerca) che è qui a fianco.

17:31 Fa veramente caldo: alle forze dell'ordine al cancello si concede di togliere i caschi.
17:41 A quest'ora sono più quelli sotto le tende che quelli al sole.
Anche i “corsari” cercano riparo dal sole.

18:20 Collegamento via cellulare con i lavoratori sulla gru.
Da oggi è anche possibile fare un caffè sul posto.
Il fornellino per il caffè è stato fornito dai “corsari”.

19:06 Preparativi per il collegamento col telegiornale della sera

mercoledì 5 agosto 2009
Immagini di oggi pomeriggio dal presidio
E' inquadrato il cellulare con cui si sta comunicando con i lavoratori sulla gru.
Anche gli operatori TV si sono organizzati con un gazebo per resistere al gran caldo.
Dalla Svizzera sono arrivati (e resteranno al presidio) alcuni lavoratori delle Officine Bellinzona.

Giorgio Cremaschi illustra la situazione e ribadisce la richiesta di poter contattare i lavoratori.
Le comunicazioni sono interrotte da un'improvvisa e spontanea pressione del presidio sul cordone di polizia.
Cambio della guardia sottotono.
Grazie al cavolo! Ci sono gli “ostaggi” dentro, che può succedere?.

martedì 4 agosto 2009
Immagini di oggi pomeriggio dal presidio
Notate la differenza rispetto a ieri?
C'è molta più gente, la RAI …
… SKY e Telespazio

I tecnici predispongono le apparecchiature
17:33 Un giornalista intervista Gianni Rinaldini
Marco Ferrando parla con dei lavoratori della INNSE

17:51 Un'altra intervista a Gianni Rinaldini
Si studia l'inquadratura per il servizio

Cavolo!  Non sono bastati 15 mesi di presidio della fabbrica.

Per richiamare l'attenzione occorreva salire su una torre e minacciare gesti estremi.

In basso a destra: notare che dallo zaino sporge una bandiera di partito che i lavoratori della INNSE non consentono di mostrare
18:25 Nell'attesa i fotografi fanno le parole crociate
Fortunatamente dell'ambulanza non c'è bisogno e all'interno ci si può rilassare

C'è anche un bambino bellissimo e sorridente col papà
19:25 cambio turno della Polizia: oltre quaranta agenti arrivano su 6 furgoni
Un'operazione che richiede coordinamento …

… anche interforze
Che richiama infatti l'attenzione della stampa
Sempre scrupolosa nell'informare

martedì 4 agosto 2009
Il giovane Sergio che creda ancora nella sua tuta blu
Manuela Cartosio intervista Sergio GuidiCito a parte l'intervista apparsa sul Manifesto di oggi, perché ero lì a fianco ieri quando - poco prima delle 13 - ha iniziato l'intervista (la foto a fianco è mia).
Ho ascoltato la prima domanda - formulata un po' diversamente da come sintetizzata nell'intervista - e mi è sembrata, fatta a freddo e senza preamboli, addirittura tendente a mettere in imbarazzo l'intervistato se non addirittura un invito a giustificare la sua “diversità”.
E d'altra parte anche dopo essere arrivati in fondo all'intervista restano le perplessità che già l'ambivalente titolo fa nascere. Per dirla in maniera eufemistica: dal 'quotidiano comunista' ci si sarebbe aspettati una dose di empatia molto maggiore.
No, non è un'intervista in cui si chiede quello che «direbbe un cinico».
E' proprio un'intervista da disfattista.
Ottime le risposte di Sergio che al 'quotidiano comunista' dà un ripasso di comunismo.
martedì 4 agosto 2009
gruArticoli apparsi oggi. Sulla vicenda INNSE Liberazione e Manifesto hanno titolo e foto di prima pagina:
22 giugno 2009

La INNSE di Lambrate. Appunti di una storia di lotta video di 10'01".
Per chi non conoscesse tutta la storia o non avesse colto la specificità della lotta dei 49 della INNSE si consiglia di vedere questo video., estratto da un eccezionale documentario di più di un'ora di Silvia Tagliabue.

Un'altra testimonianza con audio e immagini è nel video di 4'28" del 10 febbraio 2009: INNSE cariche polizia: intervista ad operaio, in cui si accenna anche alla storia della fabbrica e si può scoprire l'origine del nome INNSE: nasce dalla fusione di INNOCENTI e Sant'Eustacchio.

Sul fatto più recente dell'occupazione della tangenziale a seguito del blitz di domenica 2 delle forze dell'ordine c'è il video di 3'48":
INNSE: blocco della tangenziale.

martedì 4 agosto 2009 12:20
OPERAI DELLA INNSE SU UNA GRU, TAFFERUGLI
La breve dell'ANSA riferisce che: « … Quattro operai, infatti, sono riusciti ad entrare all' interno dello stabilimento, aggirando il presidio delle forze dell'ordine che si trova davanti ai cancelli d'ingresso. … ».
Sul posto ci sono già Carabinieri, Polizia, Digos e ieri mi dicevano che si era vista anche la Guardia di Finanza.
Forse bisognerebbe richiedere l'assistenza dei satelliti-spia USA …
martedì 4 agosto 2009
Presidio Innse, due operai su una gru Minacciano di lanciarsi nel vuoto
MILANO - Situazione ancora incandescente davanti alla Innse di via Rubattino. Due operai sono saliti su una gru, dentro lo stabilimento, e minacciano di lanciarsi nel vuoto se non verrà fermato lo smantellamento dei macchinari. Il presidio dei lavoratori è andato avanti tutta la notte e martedì mattina ci sono stati nuovi tafferugli tra i manifestanti, i giovani dei centri sociali e le forze dell'ordine. Quattro dipendenti sono riusciti a entrare nello stabilimento, aggirando il presidio schierato davanti ai cancelli d'ingresso. Quelli rimasti fuori dalla fabbrica si sono scontrati con le forze dell'ordine in tenuta antisommossa e ci sarebbero dei contusi. I sindacalisti della Fiom-Cgil hanno chiesto di poter entrare nell'azienda per verificare quanto sta accadendo e parlare con gli operai che si trovano all'interno dell'edificio.
lunedì 3 agosto 2009 22:09
Innse/ Nulla di fatto in Prefettura, situazione non si sblocca
Presidio lavoratori prosegue, così come smontaggio dei macchinari
Milano, 3 ago. (Apcom) - Nulla di fatto nell'incontro di questa sera in Prefettura a Milano tra i rappresentanti sindacali della Innse Presse e i rappresentanti del Prefetto e della Regione Lombardia. Secondo quanto riferito dal Prc, i cui rappresentanti stanno affiancando la protesta dei lavoratori della fabbrica in liquidazione di via Rubattino a Milano, al tavolo si è verificato un "rimpallo" di responsabilità e né il governatore Formigoni, né il prefetto Lombardi hanno preso parte all'incontro, al quale era invece il segretario nazionale della Fiom-Cgil Rinaldini. I rappresentanti sindacali hanno presentato la proposta della convocazione di un tavolo a cui invitare tutti i soggetti istituzionali coinvolti nella vicenda, ma anche su questo fronte non si è trovato un punto d'incontro. "A nessuno a parole - spiegano dal Prc - sta bene quello che sta succedendo, ma la cosa va avanti". Domattina pertanto alle 8 gli operai che devono smontare i macchinari della Innse si ripresenteranno in via Rubattino, dove prosegue il presidio permanente dei lavoratori.
lunedì 3 agosto 2009 12:33
INNSE: Attaccato il consolato italiano di Basilea (Svizzera)
Su Indymedia viene inserita questa notizia:
In reazione allo sgombero della fabbrica occupata abbiamo attaccato con vernice il consolato italiano sulla pittoresca riva del reno a Basilea. Per di più abbiamo lasciato due messaggi sulle mura ed anche distrutto le telecamere di sorveglianza.
Giù le mani dalla INNSE Viva la solidarietà internazionale

L'originale è su 'aufbau '
Inoltre su Indymedia della Svizzera sono riprese le foto degli scontri del 2 agosto:
INNSE: Fotos von brutaler Räumung der Autobahnblockade
lunedì 3 agosto 2009
Verso sera arriva del materiale per potenziare le strutture del presidio
Si monta qualche altro gazebo
Qualche problema tecnico viene
risolto con il nastro adesivo

lunedì 3 agosto 2009
INNSE: FIOM ATTACCA MARONI, CRISI NON SI RISOLVE CON POLIZIA
Nel pezzo si riporta: "I problemi del lavoro si risolvono con la polizia", ha sottolineato Cremaschi e con le mie orecchie ho sentito più volte sottolineare la 'vergogna' del dispiegamento militare messo in atto, inserendo anche l'ovvia domanda: "Quanto costa questo al cittadini?". Al presidio dei lavoratori mi parlavano di alcune centinaia, considerato che ve ne erano anche altri in altri punti del perimetro della fabbrica.
Di seguito alcune foto fatte stamattina e oggi pomeriggio che comprovano che non era affatto un'esagerazione (cliccare per ingrandire).
Come si presentava via Rubattino verso le 11
L'ingresso della INNSE, strettamente controllato
In fondo ci sono anche due autoambulanze

A metà giornata arriva un cambio
Nel pomeriggio forze fresche della Polizia rilevano parte dei Carabinieri
Se ai vostri bimbi piacciono le vetture della Polizia portateli a via Rubattino

 
lunedì 3 agosto 2009
Nel servizio di AffarItaliani: “Innse/ Ancora tensione davanti ai cancelli. Presidio delle forze dell'ordine” si riferisce ampiamente della conferenza stampa di Cremaschi (ma non dell'art. 41 della Costituzione …) citando anche che:
Da ieri, all'interno dello stabilimento sono presenti operai al servizio della proprieta' che, scortati dalle forze dell'ordine, sono entrati per smontare i macchinari venduti da Silvano Genta. "Abbiamo presentato una denuncia all'ispettorato del lavoro - ha detto Cremaschi - perche' non sappiamo chi sono quei lavoratori ne' con quale contratto e a quali condizioni stanno lavorando".
lunedì 3 agosto 2009
Cremaschi, nel ricordare che tutto questo nasce dall'ingente speculazione immobiliare sull'area e che ha provocato progressivamente l'espulsione delle attività produttive, ha citato - e chissà se lo leggeremo o lo vedremo mai sui mezzi di informazione - l'articolo 41 della Costituzione vigente.
E' il caso di ricordarlo:
Art. 41.

L'iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali.

lunedì 3 agosto 2009 13:05
Alcune foto della conferenza-stampa tenuta da Giorgio Cremaschi, Maria Sciancati e altre rappresentanti della CGIL.
Giorgio Cremaschi e Maria Sciancati iniziano la conferenza-stampa.
Come si vede giornalisti, operatori e fotografi non mancavano
... qualcuno anche letteralmente "in ginocchio"

La conferenza stampa è durata oltre un'ora
E' stata seguita con molta attenzione dai giornalisti
e dagli operatori