I mulinelli:

------------------------------------------------------------------

©  Copyright by "A pesca in barca sul lago di Como"

www.webalice.it/p.gianpaolo ---- Realizzazione by Pedro
..........................................................

Proprietà di "A pesca in barca sul lago di Como". Tutti i contenuti sono d'esclusiva proprietà di "A pesca in barca sul lago di Como" o di coloro che li hanno forniti
e sono protetti dalle leggi vigenti sul copyright. E' vietata la riproduzione degli stessi con qualsiasi mezzo senza specifica autorizzazione.
"A pesca in barca sul lago di Como" propone un servizio senza fini commerciali, esente da scopo di lucro, pertanto,
eventuali contenuti inerenti a persone, cose, attività commerciali o altro, vanno considerati puramente di carattere informativo e non
pubblicitario, è pertanto assolutamente vietato un qualsiasi altro utilizzo non autorizzato per uso commerciale. Le normative riportate in questo sito,
sono solo di carattere informativo, quindi, si esclude qualsiasi responsabilità per eventuali inesattezze a riguardo o variazioni non aggiornate.

 

Eventuali immagini o descrizioni dei materiali pubblicati sono solo a titolo informativo e non pubblicitario, essendo questo sito privo di ogni interesse commerciale.

Mulinello a bobina fissa con frizione posteriore e leva di combattimento

Mulinello a bobina fissa con frizione anteriore

Come per le canne, di mulinelli in commercio c'è solo l'imbarazzo della scelta, anche se, in questo settore, vige il detto "chi più spende meno spende", in effetti un buon mulinello avrà un vita molto più lunga rispetto ad uno mediocre. Personalmente preferisco i classici con bobina fissa e frizione posteriore, meglio se hanno la cosiddetta leva da combattimento, con la quale possiamo intervenire tempestivamente in caso di necessità. Per quanto riguarda le dimensioni, vanno rapportati alla canna, alla tecnica di pesca effettuata e alla disponibilità necessaria di filo in bobina. Per fare alcuni esempi di abbinamento potrei dire che per pescare con la tecnica alla sonda, il mulinello più è leggero meglio è, quindi possiamo scegliere un modello abbastanza piccolo, ma senza esagerare, possibilmente con la bobina abbastanza larga, altrimenti avremo problemi con le spire del monofilo in fase di pesca. Generalmente utilizzo dei mulinelli di misura 2000, ma anche da 1500 vanno bene. Per pescare a tirette utilizzo canne da ledgering di 300 cm. alle quali ho abbinato dei mulinelli di misura 2500 e 3000, mentre se devo pescare a morto manovrato o tentare la traina a qualche pesce di taglia, uso mulinelli di misura 3500 o 4000, a bassa velocità di rapporto e con frizione anteriore (sulla bobina). Come per la canna, anche il mulinello deve avere certe caratteristiche, per chi si accontenta, in linea di massima tutti possono andare bene, ma a volte piccoli particolari fanno la differenza.
Molti mulinelli sono pubblicizzati per il numero dei cuscinetti che hanno, a volte però tutto ciò non corrisponde alla realtà, infatti un mulinello può avere molti cuscinetti (certamente di bassa qualità) solo per ovviare a difetti di costruzione o eliminare eventuali giochi degli ingranaggi. Ovviamente vi sono anche i "signori "mulinelli di marche molto conosciute leader nel settore che …….costo elevato a parte offrono anche delle garanzie sulla qualità dei materiali impiegati.

Un altro mulinello utilizzato sul lago è il "ritma72" si tratta di un piccolo recupero generalmente montato su canne tipo "barbara", ma nel nostro caso, è l'ideale come abbinamento su corti cannini alla francese, per la pesca del coregone alla sonda, grazie alla particolare leggerezza e maneggevolezza dell'attrezzo.

Mulinello "RITMA 72"
ideale per cannini

Per concludere, non va dimenticato il classico mulinello denominato "ruota" per la sua forma, viene utilizzato anch'esso per la pesca alla sonda del coregone con la tecnica svizzera, abbinato alla canna da spalla. Questi mulinelli sono prodotti artigianalmente, i primi vennero realizzati in alluminio, poi con l'evoluzione dei materiali s'incominciò a produrli anche in carbonio per ridurrne il peso, ma purtroppo con un costo molto elevato. Questo mulinello è stato appositamente studiato con determinate misure, lo standard ha l'interno della ruota dove viene avvolto il filo di 16 cm. di diametro, misura con la quale si ottiene un recupero di 50 cm. precisi di filo ad ogni giro, consentendo con precisione di calcolare la profondità di pesca ad ogni calata. Queso attrezzo non è indispensabile per la pesca con la canna da spalla, si può utilizzare benissimo anche un mulinello classico, rendendo l'azione di pesca meno complicata, ma per coloro che sono amanti delle tradizioni, è un attrezzo che non deve mancare.

Sopra : classica ruota da coregoni

Qui sotto sono evidenziati alcuni particolari che un buon mulinello deve possedere

 

Per concludere aggiungo, che il numero dei cuscinetti influsce molto sulla fluidità di movimento del mulinello, a patto che come detto in precedenza siano di buona qualità, del tipo sigillato a sfere o a rulli e resistenti alla corrosione.

A lato da sinistra:
- spaccato di cuscinetto a rulli
- cuscinetto a sfere sigillate
- cuscinetto a sfere scoperte

Home page   Attrezzatura e accessori   Contatti - mail