Nicola Bruni - Continuazione delle pagine "Mi presento e vi racconto..."
Immagini, personaggi, notizie, battute e commenti dal piccolo mondo di Nicolaus
3 luglio 2015: Elina e Nicola sposi... da 41 anni
La love story di un felice matrimonio
Elina e Nicola Bruni
Il 3 luglio 2015, Elina e io abbiamo festeggiato il 41° compleanno del nostro felice matrimonio, innanzi tutto ringraziando il Signore. Al mare tra Cinisi e Terrasini,
nel Golfo di Palermo, con l’allegra Compagnia dei Birbaccioni della quale facciamo parte, riunita al Florio Park Hotel per il suo XIV Raduno nazionale.
*
Abbiamo raccontato la nostra “love story” cominciata nel 1973 a Loreto, in un articolo di testimonianza su” Il bello della famiglia”,
pubblicato in questo sito (clicca qui sotto per il link).
Link con l'articolo IL BELLO DELLA FAMIGLIA
Serata di festa a Cinisi Marina
con la Compagnia dei Birbaccioni
La basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, foto di Nicola Bruni
Così Elina e io siamo stati festeggiati, la sera
del 3 luglio 2015, in un ristorante vicino al mare
di Cinisi (Palermo) da 50 amici e amiche
partecipanti al XIV Raduno nazionale
della Compagnia dei Birbaccioni,
nel 41° anniversario del nostro matrimonio:
un mazzo di rose e una torta a forma di cuore
con la scritta "Auguri agli sposi".
La torta del XIV Raduno della Compagnia dei Birbaccioni, a Cinisi - 3 luglio 2015
L'inaugurazione della torta (con lo stemma
dei carristi) del XIV Raduno nazionale
della Compagnia dei Birbaccioni, al termine
di una "cena di gala" nel ristorante "Alfredo
il Pirata" di Cinisi, la sera del 3 luglio 2015.
Nella foto, da sinistra i Birbaccioni (ex ufficiali
dei carristi) Enzo Intili, Franco Morichi,
Leonello Soavi, Nicola Bruni, Lucio Lombardo,
Orazio Azzarito, Peppino Fortunato.

La Compagnia dei Birbaccioni è un’associazione fondata nel 2002 come goliardica
continuazione della Compagnia allievi ufficiali
carristi “Bir Hacheim”, da una sessantina
di ex commilitoni, me compreso, sparsi
in tutta Italia, che nel 1968 avevano vissuto
in comune sei mesi di servizio militare di leva
nella caserma “Ferrari Orsi” di Caserta.
Ne fanno parte anche le mogli “Birbaccione”,
i figli “Birbaccini”, i nipoti “Birbaccettini”
e alcuni amici “Birbacciofili”. Ogni anno,
d’estate, la Compagnia, che ha un suo blog
riservato, organizza un “raduno” vacanziero
in una diversa località balneare, al quale
partecipano gli amici di volta in volta
disponibili. L’anno scorso ci incontrammo
a Santa Maria di Leuca (Lecce).
La spiaggia Magaggiari di Cinisi, foto di Nicola Bruni
La spiaggia Magaggiari di Cinisi Marina, dove
dal 2 al 6 luglio 2015 si è svolto il XIV Raduno
nazionale della Compagnia dei Birbaccioni.
Bambini e ragazzi in vacanza
educativa all'oratorio
L'Oratorio estivo 2015 della parrocchia San Giuda Taddeo a  Roma - foto di Nicola Bruni
Una delle due piscine dell'Oratorio estivo 2015 della parrocchia di San Giuda Taddeo a Roma
L'Oratorio estivo 2015 della parrocchia San Giuda Taddeo a  Roma - foto di Nicola Bruni
E’ in corso dal 9 giugno e si concluderà
il 31 luglio l’Oratorio estivo (in gergo “Grest”)
2015 della parrocchia San Giuda Taddeo
Apostolo. Vi partecipano 180 bambini
e ragazzi, maschi e femmine, dai 6 ai 13 anni
di età, che, divisi per gruppi, svolgono attività
ricreative, educative e di preghiera sotto
la guida del parroco don Marco, del viceparroco
don Francesco e di una trentina di giovani
educatori volontari. Il Grest, in funzione
per cinque giorni la settimana - da lunedì
a venerdì - dalle ore 8 alle 16,30, dispone
di due piscine, un campo di calcetto,
due campi attrezzati per giochi vari, ping pong,
biliardini, sale di riunione e un refettorio,
dove a metà giornata si pranza tutti insieme.
C’è anche un piccolo bar, a prezzi modici.

Come testo di riferimento per le riflessioni
degli incontri educativi è stato adottato
il volumetto “Tutti a tavola - Non di solo pane
vivrà l’uomo” (pubblicato dal coordinamento
degli Oratori delle Diocesi Lombarde), che
per le prime quattro settimane propone i seguenti temi, uno per ogni giorno (v. foto in basso):
1 - Preparare, Invitare, Avvicinarsi,
Rinsaldare, Gioire;
2 - Accogliere, Ringraziare, Stupirsi,
Ricambiare, Relazionarsi;
3 - Desiderare, Prendere parte, Condividere,
Ricordare, Accontentarsi;
4 - Salutare, Gustare, Interiorizzare,
Progettare, Riconoscere.

Iniziative analoghe, chiamate in gergo Grest
(Gruppo estivo) o Cre (Centro ricreativo
estivo), sono state adottate dalla maggior
parte delle parrocchie in tutte le diocesi
d’Italia, con il coinvolgimento di circa due
milioni di bambini e ragazzi e di decine
di migliaia di educatori volontari.
Grest 2015 - Accogliere
Due nuovi incontri con ex alunne "margheritine" dopo oltre 40 anni
Nicola Bruni a cena con alcune ex alunne dell'ITF Margherita di Savoia, di Roma, il 29 maggio 2015.
Una pizza Margherita, addolcita da un sorbetto
al limone, mi ha fatto incontrare la sera
del 29 maggio 2015 in un ristorante di Roma
con quattro mie ex alunne “margheritine” che
coltivai per un biennio (1971-72 e 1972-73),
come professore di lettere, all’Istituto tecnico
femminile Margherita di Savoia.

Ida Cattani, Rosaria Pistella, Lucia Speca
e Pina Vitale nel frattempo sono cresciute,
si sono sposate, sono diventate mamme,
ma hanno continuato a ricordarsi di me
con affetto, così come io non mi ero
dimenticato di loro. Avevo conservato le loro
foto, le cartoline che mi avevano inviato
e persino le trascrizioni di alcuni loro
componimenti, e gliele ho mostrate.
Quella sera ci siamo riconosciuti e riabbracciati
con emozione, abbiamo ricordato quei due anni
bellissimi trascorsi insieme al Margherita
di Savoia e ci siamo raccontati come vecchi
compagni di scuola.

All’incontro avevano aderito anche altre
cinque Margheritine della stessa classe
(I e II G), che poi non sono potute venire:
Emma Ciceroni, Augusta De Rossi,
Oriana Fiaschi, Stefania Scalbi, Anna Silvestri.
Per loro ci sarà un’altra occasione.

Nicola Bruni
Nella foto in alto: Lucia Speca, Ida Cattani,
Nicola Bruni, Rosaria Pistella e Pina Vitale.
*************************************
Nicola Bruni a cena con un gruppo di ex alunne dell'ITF Margherita di Savoia, di Roma, il 29 maggio 2015
E’ stato un incontro emozionante, affettuoso
e gioioso, quello che ho avuto la sera del 5
giugno 2015 con un gruppo di mie ex alunne
“margheritine” (del ”Margherita di Savoia”)
del 1970-71, che mi hanno invitato
a una cena di “fine anno post-scolastico”
al ristorante “Cento Lab” di Roma.
Abbiamo rivisto le nostre foto d’epoca
e ricordato come siamo stati bene insieme,
io (allora prof ventinovenne di italiano
e storia) e le 33 ragazze della Prima F,
proprio mentre nell’istituto tecnico femminile
di Via Panisperna soffiava il vento
di rivolta del Sessantotto.

L’anno successivo, io fui trasferito
a un’altra sezione, e quella classe, che non
voleva perdermi come insegnante, protestò
vivacemente con la preside e mise in atto
per alcune settimane uno “sciopero
del silenzio” contro la docente malcapitata
che aveva preso il mio posto.

E’ stata questa la terza cena
con le mie ex alunne “margheritine”
dei primi anni ’70 a cui sono stato invitato
nel giro di un mese, tra maggio e giugno 2015.


Nicola Bruni
Nella foto in alto: Piera Aricò, Nadia Franzese,
Gabriella Angelini, Cinzia Bocchini, Donatella
Fantuzzi, Nicola Bruni, Stefania Promutico,
Giuliana Stilli, Floriana Fasciani, Gabriella
De Angelis, Anna Maria Di Millo.
Link con CINQUE ANNI DA GIOVANE PROFESSORE CON LE RAGAZZE DEL MARGHERITA
Nel fondo pagina:
sole al tramonto sul mare
del Golfo di Palermo,
visto dal Florio Park Hotel
di Cinisi Marina
(foto di Nicola Bruni)
.
















.
Link con la pagina iniziale del Belsito
IL PEDAGOGISTA LUCIANO CORRADINI PER IL DECENNALE DEL BELSITO

Tra i messaggi ricevuti per il decennale di "Belsito con vista",
che si è compiuto il 14 marzo 2015,
spicca quello di un illustre pedagogista, Luciano Corradini, che ha scritto:

"Caro Nicola, ho fatto una navigazione un po’ affannosa e un po’ divertita
e ammirata nel tuo Belsito, edizione del decennale. E’ una miniera,
o meglio un balcone di montagna che consente di contemplare un mondo
che cresce e si dilata a ciò sei stato, hai vissuto, testimoniato, imparato,
insegnato nei sette decenni che ci stanno alle spalle, a partire dalla tua
infanzia e dalla tua famiglia. Hai messo a disposizione del fortunato lettore
una serie di immagini, di ipertesti, di pillole di realtà, di bellezza, di saggezza,
di ricordi e di testimonianze che si visitano come un’enciclopedia, a partire
dall’esplorazione di una tua stanza di casa, che si dilata come un museo.
Un saluto affettuoso. Luciano Corradini".
VISITATORI: