1947: Mamma e PapÓ il giorno del loro matrimonio
Mummy and Daddy's wedding day.
Palermo July 31 1947
Non ho conosciuto i miei nonni, ne paterni ne materni: in tutti questi anni ho cercato di raccogliere pi¨ informazioni possibili sulla loro vita per sapere tutto ci˛ che loro non mi hanno potuto raccontare....
Palermo: my Grandparents Carlo and Martina Genualdi with My Aunt Concetta
Palermo 1908 : i miei nonni con mia zia Concetta
Carlo Genualdi Ŕ nato a Nicosia nel 1879. Spos˛ Martina Vite a Palermo nel 1903. Ebbero tre figli : zia Concetta (1906), zio Vincenzo(1912) e papÓ Riccardo(1915). Fu' l'unico figlio maschio di Vincenzo e Concetta a rimanere in Sicilia. Simone gli invierÓ una sua foto da Chicago.
Parte Prima
Quando ho cominciato ad interessarmi alle origini del mio cognome e della mia famiglia? Penso che tutto sia iniziato quando a scuola il mio inusuale cognome veniva maldestramente storpiato da insegnanti e compagni. Spesso suscitava la loro curiositÓ tanto da chiedermi dov'ero nato o dov'erano nati i miei genitori o se le mie origini non fossero palermitane....
Parte Seconda
Fu la straordinaria memoria della zia Ina, sorella di papÓ a mettermi sulla strada giusta per ricostruire l'albero genealogico della famiglia. E pensare che quando iniziai a disegnarlo avevo pochissime informazioni: fra queste quella pi¨ interessante, per me, fu sapere che portavo il nome del mio bisnonno e che era padre di ben 10 figli !!! La zia non sapeva il nome di tutti e 10 figli (i suoi zii paterni) ma soltanto di sette anche perchŔ suo padre, mio nonno Carlo, le aveva raccontato che alcuni di loro emigrarono negli Stati Uniti prima che lei nascesse, nel 1906...
Parte Terza
La maggior parte delle informazioni e dei dati raccolti per ricostruire la storia dei miei avi avvengono nel periodo 1988-1996. Grazie soprattutto alla disponibilitÓ economica derivata da un impiego stabile ho potuto ricercare a Palermo, in Sicilia e nel resto d'Italia tracce della vita della mia famiglia. Dal 1999 al 2007 si apre un altro periodo di ricerche grazie, soprattutto, all'ausilio di Internet e di servizi di ricerca a pagamento americani che mi hanno permesso di ricostruire in parte il ramo americano della mia famiglia.
Ho trascritto tutti gli appunti che ho raccolto in 25 anni di ricerche: un giorno forse ne far˛ un libro.
Nelle altre pagine ho inserito foto e documenti ritrovati nelle mie ricerche.
{TESTO}
{CGI}