La Chiropratica

Home Chiropractic Links Curriculum EMail

La chiropratica è una scienza nata negli Stati Uniti nel 1895 e Daniel David Palmer ne è il fondatore.
Fin dall’origine la chiropratica ha avuto un notevole sviluppo; negli Stati Uniti, da tempo, esiste una laurea specifica per questa materia (Doctor of Chiropractic) che può essere conseguita dopo sette anni di studi universitari, ripartiti in un triennio di medicina e quattro anni di chiropratica.

L’ipotesi fondamentale su cui si basa la chiropratica afferma che molte malattie sono causate dal cattivo funzionamento del sistema nervoso, il quale può provocare alterazioni alla struttura scheletro-muscolare.
Le cause che generano problemi fisici possono essere diverse e in base alle loro origini possiamo distinguere tre aspetti (strutturale, biochimico ed emozionale) strettamente collegati tra loro, che costituiscono la triade della salute.
I difetti strutturali, infatti, provocano inizialmente problemi funzionali che sfociano poi nei disturbi neurochimici e neuroemozionali. E’ importante seguire un metodo alimentare corretto che permetta di ottenere un benessere totale sia della condizione strutturale che emozionale. Dal lato emozionale, gli squilibri emotivi sono spesso la causa primaria del malessere e provocano in un secondo tempo problemi alimentari e strutturali.

Nasce quindi l’esigenza di una collaborazione interprofessionale tra il chiropratico ed altri specialisti quali odontoiatra, ortodonzista, psicologo, neurochirurgo, omeopata e di paramedici quali podologo, fisioterapista, psicoanalista e riflessulogo, per cercare di risolvere in modo completo il problema della salute.

La scienza chiropratica non fa uso di medicinali, né ricorre ad interventi chirurgici. Il chiropratico, con trattamenti specifici, può correggere la posizione scorretta dell'articolazione e nello stesso tempo può ristabilire la normale comunicazione fra il sistema nervoso centrale e quello periferico.

Mal di testa, dolori al collo, alle spalle, vertigini, perdita di equilibrio, cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, sciatalgia, ernia del disco incompleta o completa, nevrite intecostale, contusioni al bacino, alle ginocchia, ai gomiti, al polso, alle caviglie, scoliosi e tutti i disturbi scheletro-muscolari: sono alcuni dei problemi che vengono trattati normalmente dagli specialisti chiropratici.

Frequenti raffreddori, fatica cronica, depressione, malattie autoimmunologiche ed immunologiche, allergie, diarrea o stitichezza, disfunzioni della tiroide, irregolarità e dolore mestruale, infezioni ginecologiche, obesità, artriti e disturbi cardiovascolari sono altri disturbi che possono essere guariti affrontandoli con un approccio diretto della triade della salute.

© Dr.Antonio Gil D.C. CCSP