La Coroncina alla Divina Misericordia

NUova edizione (si recita usando la corona del Rosario)


All’inizio:

Recita di 1 Pater, Ave e Gloria

Padre Nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, venga il Tuo regno, sia fatta la Tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore é con Te. Tu sei benedetta fra le donne, e benedetto é il frutto del Tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era in principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.

Recita del Credo Istituzionale o formula breve

Credo in Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di la verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

Sui grani del Padre nostro si recitano le parole seguenti:

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani della prima decina dell’Ave Maria si recitano le parole seguenti:

Per l’amarezza infinita del cuore di Gesù nell’orto degli Ulivi, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la tristezza della Sua anima nella visione di tutti i peccati passati, presenti e futuri, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il dolore che provò sapendo che il Suo sangue innocente sarebbe stato sparso invano per molti, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le tentazioni da Lui subite nella passione dell’Orto, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per l’abbandono degli Apostoli, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per l’angoscia mortale da cui fu pervasa la sua anima, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la paura, il terrore e la tensione che gli fecero sudare sangue, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il tradimento dell’Iscariota, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per tutte le offese recate a Colui che passò nel mondo beneficandoci, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per tutti coloro che ancora oggi continuano a crocifiggere il Figlio di Dio con ingratitudini e disgusti al Suo Cuore trafitto, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani della seconda decina dell’Ave Maria si recitano le parole seguenti:

Per le umiliazioni inflitte a Gesù davanti al Sinedrio, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le ingiurie e le offese di coloro che lo condannarono, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il rinnegamento di Pietro, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la Sua infinita umiltà nel sopportare i dolori della passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per l’indulgenza e il perdono verso i suoi persecutori, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i colpi di flagello che squartarono le Sue carni immacolate, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la durezza dei cuori dei soldati romani che lo schernivano e lo beffeggiavano, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le dolorose ferite provocate dalla coronazione di spine, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il Sacrificio infinito di Gesù – Uomo Dio e nostro Salvatore, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il rinnovarsi delle ferite nel Suo Sacratissimo Cuore a causa di coloro che lo rinnegano e lo disconoscono, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani della terza decina dell’Ave Maria si recitano le parole seguenti:

Per l’umiliante processo davanti a Pilato e ad Erode, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le percosse, i pugni e gli schiaffi che ricevette durante la Sua passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la sua condanna a morte, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolori strazianti provocati dal palo della croce che portò fino al Calvario, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le cadute di Gesù lungo la via del Golgota, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la febbre alta e la sete che lo afflissero dopo la flagellazione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le frustate e le bastonate che ricevette sulla via del Calvario abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolori terribili che provò a causa delle ferite aperte e sanguinanti nel momento in cui gli strapparono le vesti di dosso per crocifiggerlo, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per l’umiliazione che ricevette il Suo spirito eletto nel vedersi denudato di fronte alla folla, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolori strazianti provocati dai chiodi conficcati nelle mani e nei piedi, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani della quarta decina dell’Ave Maria si recitano le parole seguenti:

Per i terribili spasmi del corpo sussultante durante le tre ore di agonia, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolorosissimi crampi che colpirono tutte le Sue membra sulla croce, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il sudore, il caldo, il freddo, la spossatezza, la febbre, la sete, le molestie degli insetti e di tutti gli agenti atmosferici avversi che lo martoriarono sulla croce, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il senso di abbandono di Dio che provò nella Sua agonia, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolori spirituali che lo afflissero nel vedere le sofferenze dei suoi amici e parenti nel luogo del supplizio, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i dolori e le angosce della Sua Santissima Madre, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per le ultime tentazioni che sopportò durante la Sua crocifissione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la continua e sfibrante sofferenza provocata dai chiodi che martoriavano le Sue carni, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la sensazione di soffocamento che provò durante la Sua agonia, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la sensazione di solitudine e di abbandono da parte dei Suoi amici, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani della quinta decina dell’Ave Maria si recitano le parole seguenti:

Per le ferite sanguinanti del Suo corpo martoriato che procuravano alle membra dolori lancinanti, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la debolezza fisica che provò durante la Sua agonia, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il Suo Sangue sparso con tanto fuoco d’amore, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per lo strazio del cuore di Maria nel vedere il Suo Figliolo così torturato, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per la ferita del costato che venne trafitto dalla lancia, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i meriti della Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i meriti di tutti coloro che si conformano al Cristo sofferente, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i meriti di tutti i sofferenti nel corpo e nello spirito, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per i meriti di tutti coloro che completano ciò che manca alla Passione di Gesù, Nostro Salvatore, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per il martirio nella storia cristiana di tutti i santi che hanno difeso e continueranno a difendere la causa di Dio, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Per finire si ripete per tre volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.