EDIZIONE DELLE ORE 08.00 - Venerdì 19 Settembre 2014 - Aggiornate Home,Cronaca 1-2
di MARIO SCOTTI
***********************************
- Assessore Emanuele Granziero,come la mettiamo con la carenza di impianti sportivi in città e col degrado che sta usurando irrimediabilmente quelli esistenti?
"Effettivamente Abbiategrasso necessita di nuove strutture.Quando ho preso in mano la situazione ho notato che negli anni precedenti si è investito poco,pochissimo negli impianti sportivi cittadini.Avevamo le convenzioni dello stadio e della piscina scadute da anni,e strutture fatiscenti.Stiamo mettendo mano alla situazione".
- Ristrutturazioni in vista?
"Lo stadio "Maracanà" sarà prossimo ad una manifestazione di interesse per una gestione pluriennale allo scopo di rimetterlo in sesto.Per quanto riguarda la piscina comunale,stiamo resuscitando la vecchia "Anna Frank" tramite una convenzione nella quale l'attuale gestore eseguirà dei lavori per consentirne l'apertura fino a quando sarà pronta quella nuova.E sulla nuova stiamo lavorando.Abbiamo poi abbattuti 20mila euro di costi annui derivanti dal "Campo 5": lo abbiamo dato in gestione ad una nuova disciplina,il rugby.Questa società si è accollata tutte le spese e non solo: paga un canone annuo di 6.000 euro al Comune.Prima perdavamo 20mila euro,adesso ne guadagniamo addirittura 6.000...portando in città un'ottima disciplina sportiva di successo che attira i giovani.Abbiamo inoltre anticipato la consegna degli impianti sportivi alle società da settembre a giugno allo scopo di permetter loro di organizzare meglio la loro attività agonistica.Infine,la Consulta Sportiva è stata aperta a tutte le società abbiatensi che vantano così un loro rappresentante".
- Com'è andata la recente "Abbiategrasso Sport Show?"
"E' stata una manifestazione fantastica.La nostra città vanta innumerevoli società sportive animate da una gran voglia di fare.Realtà che si sono messe in gioco con grande passione.Un capitale sociale,come lo chiamo io,davvero forte".
- Ma da fare c'è ancora molto...
"Vero,i soldi per costruire una nuova palestra non li abbiamo.Una nuova struttura sarebbe l'ossigeno per le numerose società.Vedremo".
- Il basket ha superato il tanto osannato calcio: dopo 25 anni abbiamo una nostra compagine in serie D...
"L'Unione Sportiva San Giovanni Bosco è una società che sta andando forte,ha tanti giovani ed è gemellata con una società di serie B.Se avessimo avuto una palestra più grossa e capiente,il Mortara sarebbe venuto volentieri a giocare ad Abbiategrasso".
- Voltiamo pagina,lasciamo lo sport ed occupiamoci di parcheggi.Come sta andando quello a pagamento in Piazza Vittorio Veneto?
"L'obiettivo è quello della rotazione dei parcheggi che prima del provvedimento non si riuscivano a trovare.Adesso invece si trovano.Qualcuno ha invitato i cittadini abbiatensi a boicottare tutti i parcheggi a pagamento: penso che sia un'opposizione abbastanza sterile quella utilizzata dalla Lega Nord.Una forza politica deve guardare al governo ed essere costruttiva.Mi hanno inviato una foto del parcheggio a pagamento di Piazza Vittorio Veneto pieno zeppo di auto (vedere immagine in alto,ndr); non si tratta quindi di un fallimento come qualcuno vuol far credere,perchè i dati dicono il contrario.Vogliamo disincentivare l'utilizzo dell'auto soprattutto da parte di chi l'auto può benissimo lasciarla in garage,a tutto vantaggio di chi arriva da fuori città".
A proposito di Lega Nord,giorni fa il noto esponente locale del Carroccio Marco Tagliabue aveva inviato una lettera al nostro giornale nella quale diceva la sua in merito alla parziale chiusura al traffico di Piazza Castello,criticando l'operato dello stesso assessore allo Sport e alla Viabilità.A tale riguardo Emanuele Granziero ha scritto di suo pugno una lettera in risposta a Tagliabue che pubblichiamo integralmente."Carissimo Marco,ho letto con attenzione la tua lettera pubblicata da Habiate Web Quotidiano e naturalmente utilizzo lo stesso mezzo per risponderti,anche se avrei preferito vederti partecipare a diversi incontri tenutisi in questi mesi in cui hanno partecipato diversi tuoi colleghi commercianti.Ciò che scrivi è corretto,ma impreciso.Conosco molto bene il programma del sindaco,ho partecipato alla sua stesura consultandolo periodicamente per attuarlo.La ciclopedonalizzazione di Piazza Castello è sì una prova,una sorta di processo graduale che porterà alla chiusura completa del centro storico che tu stesso auspichi.Vero,Vigevano è un esempio negativo,di contro potrei portarti diversi esempi positivi di realtà simili alla nostra in cui la chiusura del centro è stato un successo anche per i commercianti:Cernusco sul Naviglio,Sondrio,Reggio Emilia,Lodi e all'estero la nostra gemellata Ellwangen.E potrei andare avanti.Cito queste perchè sono quelle che conosco meglio.La chiusura totale al traffico comporterebbe degli inpegni di spesa che ora come ora non possiamo permetterci,nonostante stiamo studiando bandi regionali,europeri e di fondazioni private nell'ambito della mobilità sostenibile,la strada che sto perseguendo da quando sono stato nominato assessore.Poi,giustamente,tu dici: cosa ne può capire un amministratore di condominio del mondo dei commercianti e della viabilità? Caro Marco,in questi anni ho imparato,sia sul lavoro che in politica,che lo studio,il continuo aggiornamento ed il crescente confronto con gli altri amministratori comunali di realtà più o meno vicine a quella abbiatense sono la base fondamentale per portare avanti il proprio impegno politico.Porterò avanti il programma del sindaco,appoggiato anche dalla maggioranza.Tale percorso è stato inoltre arricchito da un ascolto di quella parte della cittadinanza che ha voluto partecipare agli incontri promossi dall'amministrazione Arrara.Sarò pronto ad assumermi ogni responsabilità come ho fatto dal mese di maggio del 2012 ad oggi,e come continuerò a fare.Grazie per il tuo contributo che rispetto.Con affetto".
______________________________________________________________________
(M.Sc.) - Non poche perplessità ha destato la costruzione di una nuova rotatoria in via Dante (nella seconda foto in alto),a pochi metri dall'incrocio tra via Galilei e la strada per Morimondo."Giudicatela al termine dei lavori - afferma l'assessore alle Opere Pubbliche Giovanni Brusati - .La rotonda non crea nessuna coda di automobili,le auto arrivano e si limitano a percorrere un pezzetto di curva.Il nuovo manufatto servirà soprattutto per creare un passaggio ciclopedonale che i residenti del quartiere Ertos hanno chiesto per attraversare in sicurezza la via Dante".
- Di chi è stata l'idea?
"Di chi vuole costruire il supermercato.Noi ci siamo trovati d'accordo ed abbiamo chiesto dei correttivi.Ma non ci saranno oneri a carico del Comune".
- Sappiamo che però l'amministrazione sta sviluppando un'altra idea.Ne vuoi parlare?
"La realizzazione di una rotonda al semaforo successivo,andando verso Milano,dove si formano tutte le code di auto.Abbiamo acquisito in proprietà tutta l'area con annesso un grande parcheggio grazie ad una vecchia convenzione con una società privata.C'è l'interesse del benzinaio nello spostarsi sull'altro lato della strada creando così i presupposti per la realizzazione della rotatoria che,a mio avviso,risolverebbe i problemi di traffico".
- Altro che la superstrada...
"Sulla superstrada ho la mia idea.Ma finchè non sarà presentato il nuovo progetto,parliamo del nulla".
- Quindi avremo in città un altro supermercato?
"Sì,ma si tratterà di un piccolo esercizio di circa mille metri quadrati della catena Eurospin.Del resto,non possiamo mica impedirne l'apertura".
- Quali novità al quartiere Ertos?
"Nessuna.Chi doveva fare non ha fatto e noi stiamo procedendo con l'escussione della fidejussione.I tempi non sono brevissimi.Dobbiamo sostituirci al Consorzio inadempiente".
- E una volta preso il posto del Consorzio da dove arriveranno i quattrini per la realizzazione delle opere urgenti in quel disastrato quartiere?
"Arriveranno tramite l'incasso della fidejussione".
- Assessore Brusati,il tuo commento sul possibile sforamento del Patto di Stabilità?
"Stiamo facendo tutto il possibile per evitarlo.Occorre accelerare alcuni processi sugli incassi già preventivati e dovuti.Bisogna sbrigarsi,da qui al 31 dicembre mancano pochi mesi.Penso che ce la faremo,sono fiducioso.Diversamente,come ho già avuto modo di dire,sarebbe una tragedia".
- Gli abbiatensi diranno bye bye nuova piscina?
"Una delle punizioni previste dalla normativa per chi sfora il Patto di Stabilità è l'impossibilità di fare investimenti.Bisogna capire se quello fatto con una operazione di leasing rientra in questi investimenti.Siccome siamo in Italia,esistono diverse interpretazioni in materia.Io,per prudenza,dico: cerchiamo di rimanere nel Patto,altrimenti...".
______________________________________________________________________
BIGGYM S.S.D. per l’inizio della stagione sportiva 2014/15 ha fatto il salto di qualità che si meritava il territorio abbiatense.Che questo cambio sia di immagine così come nella struttura, lo si può notare a partire dall’ingresso. Un vialetto incorniciato dal bambù ci accompagna nella nuova imponente e spaziosa reception.Subito si notano tutto il nuovo piano ridisegnato sulle necessità degli sportivi, quello che prima era uno spazio adibito a negozio ora è una lussuosa palestra che comprende sale corsi di cui la più grande! Grazie a questo ampliamento BIGGYM può ora vantare un’offerta di oltre 60h settimanali di corsi, tutti studiati in base alle esigenze della clientela. Tra i corsi offerti ci sono : Zumba, Cross Fit, Hula Hoop, Jump Training, Insane Training, Pilates, Bruciagrassi, BodyRock, Cygling, G.A.G., Power Yoga, e tanti altri. Non ultimi una soluzione di corsi per bambini così che i genitori che vogliono allenarsi, possono far praticare anche i propri figli con corsi divertenti e coreografici di ballo.Le sale corsi sono ben 4, questo dà la possibilità di avere attività differenti nella stessa fascia oraria, per poter accontentare tutti, dagli sportivi più accaniti, a chi invece vuole un’attività fisica più delicata e di rilassamento sia del corpo che della mente.Il cambiamento lo può notare anche dall’impostazione che è stata data ai collaboratori della società sportiva. Alla reception tutti saranno accolti dai consulenti pronti a rispondere ad ogni necessità. Alessandra, Annalisa, Barbara, Deborah, Elena e Lorella saranno a disposizione sia per chi varca per la prima volta la soglia di un centro sportivo, sia per chi già ha esperienza nel campo del fitness. Per chi accede per la prima volta si troverà comunque a proprio agio, in quanto verrà accompagnato nel trovare una soluzione ideale per le proprie esigenze, a chi desidera un trattamento che vada più nello specifico o per chi si allena già, le consulenti del centro sapranno rispondere in modo esaustivo per trovare l’offerta che più si addice a queste richieste.Il piano terra non solo ha le nuovissime sale corsi, ma anche nuovi spogliatoi che permettono di avere ancora più agilità a chi si allena nel centro.Al primo piano è rimasta la sala pesi, che è diventata di ben 800 mq. Con nuove macchine isotoniche, più spazio, una nuova sala cardio con più tappeti e cyclette, un’area stretching, ed un’intera sala dedicata all’allenamento addominale.Anche in sala pesi i personal trainers hanno come missione il trovare la via migliore per far raggiungere a chiunque i propri obiettivi. Non importa se siano di tonificazione, perdita peso, aumento della massa muscolare o riabilitativo, il personale di sala è stato scelto per le proprie qualifiche nel mondo del fitness, questa preparazione dà loro le capacità tecniche di seguire ogni persona nel perseguimento dei propri obiettivi.In BIGGYM non esiste la possibilità che un tesserato non si senta seguito, che non abbia una pronta riposta sia dagli istruttori di sala pesi, sia da quelli delle sale corsi, prima, durante e dopo una sessione di allenamento.La filosofia di BIGGYM è all’antitesi di quella che c’è dietro le palestra “low cost” dove basta dare l’accesso ad una sala con qualche attrezzo, per poterlo vendere come abbonamento fitness. BIGGYM mette a disposizione molto di più, non solo attrezzatura in costante aggiornamento, ma anche personale qualificato che è sempre presente per rispondere prontamente ad ogni necessità. È proprio per questo che Daniel, Lorenzo e Luigi saranno compagni di allenamento in ogni sessione al nostro centro.All’ultimo piano c’è il centro relax provvisto di sauna, bagno turco, doccia emozionale ed idromassaggio. Area a cui si può accedere sempre in quanto attiva e funzionante durante tutto l’arco della giornata. Questo colloca l’offerta ad un’ampiezza enorme, in quanto sia lo sportivo sia chi vuole qualche momento di relax fisico e mentale, può trovare ciò che più gli è necessario.Per chi volesse approfittare di trattamenti estetici è anche presente “Armonia” il centro estetico che dispone di un’ampia offerta per gli intenditori di massaggi, cura del corpo e con prodotti di ultima generazione per la cura del corpo.Durante le opere di ampliamento è stato tenuto presente anche l’impatto ambientale che le attività di una tale struttura ha sul territorio in cui è ubicata. Per questo è stata ferma volontà il trovare le soluzioni più ecologiche possibile. Per far in modo che Abbiategrasso posso trarre tutti i benefici da un complesso di questa importanza, avendo allo stesso tempo il minor costo in termini ambientali. Proprio seguendo questa motivazione è stato completamente sostituito l’impianto idrico precedente ed installata una caldaia a condensazione che permette la produzione di acqua calda anche tramite l’utilizzo di pannelli solari, nonché l’installazione di una centrale termica a pellet per il riscaldamento degli ambienti.Si potrebbe asserire che allenarsi in BIGGYM fa bene anche all’ambiente.Il territorio abbiatense meritava un proposta come quella che dà BIGGYM con i suoi 2.000 mq rinnovati, ampliati e studiati per ogni richiesta. BIGGYM è qui per rispondere a questa esigenza.Tutto il personale è pronto ad accogliere chiunque decida di iniziare un nuovo percorso, o semplicemente affidarsi a BIGGYM per continuarne uno già intrapreso. Per ogni curiosità, dubbio o richiesta la struttura in Via Ada Negri, 2 ad Abbiategrasso è aperta tutti i giorni, anche sabato e domenica. Potete visitarla per vedere con i vostri occhi com’è veramente, oppure chiamate per un appuntamento allo 02 9496 3842 o tramite email all’indirizzo info@biggymfitness.it
BIGGYM ti aspetta!
______________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
Gruppo La Cappelletta,ultimo atto e calata del sipario.Con l'andata in scena della tradizionale "Festa Rionale",una tre giorni di ottimo cibo,spettacoli,buona musica e tanta allegria,si è così conclusa l'attività nell'area ricreativa di via Stignani dell'encomiabile gruppo biancoazzurro della Cappelletta.A far visita al gruppo di volontari in occasione di questa loro ultima fatica per quanto riguarda l'anno 2014,nientemeno che l'intera giunta comunale,sindaco Pierluigi Arrara in testa.Fatta eccezione per l'assessore Daniela Colla,impegnata all'estero per lavoro,nella serata di lunedì 15 settembre hanno accolto l'invito del presidente Porrati il vicesindaco Graziella Cameroni,gli assessori Giovanni Brusati,Mauro Squeo ed Emanuele Granziero,il presidente del consiglio comunale Adriano Matarazzo,il direttore di Amaga Elio Carini accompagnato da Romina Riboni,dipendente della stessa società municipalizzata.A far visita alla Cappelletta,anche l'ex sindaco Roberto Albetti e consorte.Per il presidente Giancarlo Porrati la presenza dei vertici politici nostrani ha rappresentato l'occasione per confrontarsi con il sindaco Arrara relativamente ad alcuni problemi che da tempo sono emersi nell'area ricreativa.L'incontro è andato a buon fine.Il primo cittadino ha promesso ai volontari che la tassa-rifiuti attualmente a carico della Cappelletta (una cifra non indifferente che grava sul bilancio del gruppo) sarà ridotta.Per quanto riguarda invece il verde presente nell'area di via Stignani,il Comune provvederà al più presto alla potatura degli alberi e ad alcuni lavori di manutenzione.Si provvederà inoltre alla rimozione delle lastre di amianto attualmente presenti sul tetto della struttura con l'installazione di una nuova copertura e di pannelli fotovoltaici.Tornando alla "Festa Rionale",sulla falsariga dell' "Agosto in città" e di tutte le altre feste organizzate nei mesi di giugno e luglio è stata,manco a dirlo,un successo di partecipazione di pubblico.Ad allietare le tre serate,le bande "Garibaldi" e "Filarmonica",l'esibizione di gruppi di ballo,dimostrazioni di karate,ballo liscio a tutto spiano e il grande spettacolo pirotecnico di lunedì sera.Esausto ma soddisfatto il presidentissimo biancoazzurro Giancarlo Porrati:"Finalmente riposiamo un pò! - afferma ad Habiate Web Quotidiano - .Non so se essere contento o deluso per questa nostra fine attività.E' andato tutto bene,molte persone ci hanno ringraziati e ci hanno fatto i complimenti per la nostra cucina,il nostro punto forte.Sono stanco,ma felice,anche i miei colleghi volontari sono un pò esauriti...perchè è stata una bella maratona.La gente che ha affollato le nostre serate ci mancherà.Smettere di colpo e ritornare al solito tran-tran non è facile,immalinconisce".In realtà non finisce qui:i volontari abbiatensi forniranno pasti a volontà in occasione del prossimo "Abbiategusto" e si riproporranno alla cittadinanza nel Falò di Sant'Antonio.Rimane da vedere se in queste due prossime occasioni Giancarlo Porrati terminerà il suo periodo di "traghettatore" passando il testimone ad un nuovo presidente."La persona che arriverà dopo di me è molto brava - rivela il presidente -. E' entrata nel nostro sodalizio da qualche anno ed è giovane.Avrà bisogno del mio appoggio,ed io rimarrò nel gruppo finchè le forze mi sorreggeranno".Ma comunque andrà,sarà un successo.L'ennesimo.

ALTRE FOTO DELLA FESTA RIONALE IN CRONACA 1
______________________________________________________________________
(M.S.) - Dura reazione,quella di Frank Ranzani,capogruppo in consiglio comunale,relativamente all'inqualificabile gesto compiuto da ignoti giovedì della scorsa settimana: la bacheca ubicata nella sede della Cooperativa Rinascita e del Partito Democratico di Abbiategrasso,in via Novara,è stata imbrattata da simboli nazisti (vedi foto)."Quello che è successo nella nostra sede e in quella della Cooperativa Rinascita è un fatto ignobile - commenta Ranzani - .Un atto irrispettoso nei confronti della democrazia partecipata e del vivere civile.Se gli ignoti volevano lanciare una sorta di "avvertimento",hanno ottenuto l'effetto contrario,nel senso che il Partito Democratico continuerà a lavorare con più vigore perchè è un atteggiamento democraticamente importante.E se qualcuno intende fermarci,mettere un freno alla nostra attività o,peggio ancora, metterci paura con questi atti a dir poco vili,non otterrà l'effetto voluto.E' un atto che non fa paura a nessuno,anzi,fa paura solo a chi l'ha compiuto"."Quello che più dispiace è che l'autore,o gli autori,del gesto non ha il coraggio di proporsi,si nasconde e di notte compie atti che lo rendono piccolo,piccolissimo - prosegue il capogruppo del PD - . E a chi mi chiede cosa provo personalmente,rispondo che provo un senso di pietà nei confronti di questa gente,persone che non hanno nelle proprie corde il saper vivere civile in una comunità.Spero vivamente che le nostre forze dell'ordine riescano nell'intento di andare a fondo e di individuare i colpevoli.Ovviamente è stata fatta una denuncia,qualche piccolo particolare per risalire ai colpevoli c'è"."Si è voluta colpire una sede di un partito che sta profondendo tutte le sue forze in un lavoro importante in città - conclude Ranzani - .Si è colpito soprattutto un ambito che ci ospita,quello della Cooperativa Rinascita,con la quale condividiamo,dialoghiamo e viviamo attività di ogni genere.Si è colpita una forma di socialità.Gli autori del gesto non hanno minimamente a cuore queste situazioni,sono persone indegne di vivere in una comunità civile.Mi auguro che i colpevoli vengano individuati,fermati e che soprattutto si ricredano e si pentiano del loro atto di immaturità e di inciviltà.In qualità di rappresentante del Partito Democratico non posso che esprimere solidarietà al mio segretario,alla mia direzione e a tutti gli iscritti,unitamente al presidente della Cooperativa Rinascita e a tutti coloro che in essa operano".
______________________________________________________________________
di IRENE MOGNAGA
*******************************************
Lo sport abbiatense protagonista in piazza Castello e dintorni sabato 13 settembre grazie allo Sport show, giunto quest'anno alla sua quinta edizione. Un bellissimo pomeriggio durante il quale circa 30 società sportive dell'Abbiatense hanno fatto conoscere il proprio lavoro e le loro proposte per la nuova stagione ormai in partenza. Dimostrazioni pratiche, stand informativi e davvero l'imbarazzo della scelta: danza,ginnastica artistica, arti marziali, atletica, calcio, pallavolo,ciclismo, basket, rugby, equitazione e molto altro ancora. L'assessore allo sport, Emanuele Granziero, intervenuto alla manifestazione ha voluto per prima cosa ringraziare la Consulta sportiva, guidata da Andrea Ruboni,per l'organizzazione della manifestazione e tutte le società sportive che con grande passione e impegno hanno lavorato per organizzare al meglio la giornata: "Da oggi inauguriamo la nuova stagione sportiva. Abbiamo una grandissima offerta. Le novità per lo sport show di quest'anno sono il rugby, con il grande gonfiabile allestito qui in piazza, il calcio all'interno del cortile del castello, il basket in piazza Garibaldi e l'atletica con la pista di prova. Un grazie a tutti e evviva lo sport". Una giornata non solo di promozione e presentazione, ma un'occasione per vivere la città e conoscere tante realtà cittadine, a volte ai più sconosciute. Piazza Castello, in un pomeriggio caldo e soleggiato, è stata letteralmente invasa da tantissime persone, molti di questi bambini curiosi di conoscere i diversi sport per scegliere quello più adatto da praticare per il nuovo anno. Anche il sindaco Arrara ha portato il suo saluto: "Io sono uno sportivo e credo che per Abbiategrasso sia una scommessa continuare ad essere una città di sport.Con l'introduzione del Rugby, possiamo dire che abbiamo ormai tutto.Il mio augurio per le società è quello di riuscire ad educare allo sport e se poi si riesce anche a vincere è ancora meglio". Per l'intero pomeriggio, sul palco allestito al centro di piazza Castello, le diverse società sportive, presentate da Claudio Guzzi, si sono alternate con esibizioni e dimostrazioni.
______________________________________________________________________
Striscioni pro superstrada Vigevano-Malpensa esposti dai cittadini vigevanesi venerdì della scorsa settimana al termine dell'assemblea pubblica che si è svolta nella città ducale nella quale si è discusso della nuova arteria stradale.
______________________________________________________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Non è la prima volta che mani ignote colpiscono con simboli di chiara matrice nazista la sede della Coop.Rinascita, che ospita nei propri locali associazioni democratiche, un partito politico, il P.D., a sua volta obiettivo del vile gesto, e ANPI. Anche questa volta prendiamo atto di quanto successo, denunciamo la gravità del fatto, esprimiamo solidarietà ai soggetti colpiti. Facciamo appello a tutte le forze democratiche, e a quelle di pubblica sicurezza, a vigilare e ad adoperarsi affinché gli ignoti autori vengano identificati e isolati.

ANPI Abbiategrasso Sez. “G. Pesce”
______________________________________________________________________
Nato circa un mese fa grazie all'intraprendenza di un paio di milanisti doc quali Alessandro Bianchi e Mario Scotti (figlio di Marco,titolare dell'Albergo Italia) per sopperire alla mancanza,in città,di un club che raggruppasse di aficionados rossoneri,il neonato "Milan Club Abbiategrasso" adesso ha la propria sede.E' ubicata in via Cantù,ospitata dal bar "La Fundeghera".E' stata inaugurata con una cerimonia ed un rinfresco nel tardo pomeriggio di venerdì 12 settembre alla presenza degli assessori comunali Mauro Squeo ed Emanuele Granziero,entrambi tifosi rossoneri.Il presidente del Milan Club Alessandro Bianchi non ha mancato di ringraziare tutti i partecipanti che hanno preso parte all'aperitivo e i titolari del bar che hanno permesso di effettuare la cerimonia.Un grazie di Bianchi anche alla cuoca Federica che ha fatto gustare la sua buona cucina a tutti i convenuti,davvero numerosi."Adesso speriamo nel prosieguo nel nostro Milan Club,auguro tutti a tutti i tifosi un buon campionato.Arrivederci al prossimo evento e forza Milan!" - ha concluso il presidente.La nuova sede del Milan Club consentirà a tutti i tifosi rossoneri di avere un punto di riferimento nel quale assistere alle partite,organizzare le trasferte,confrontarsi e quant'altro ancora.Per gli appassionati sono già state messe in vendita le maglie da gara e le felpe targate Milan.
______________________________________________________________________
Quattro liste in corsa per il nuovo consiglio metropolitano,che sarà presieduto dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia e composto da 24 membri.Tutti i candidati sono consiglieri comunali e sindaci dei Comuni della provincia di Milano.Si sfideranno il centrosinistra (favorito),il centrodestra raggruppato nella lista «Insieme per la Città Metropolitana»,la Lega Nord e la lista civica «Costituente per la partecipazione».E’ rimasto fuori il MoVimento 5 Stelle,che non ha il numero di consiglieri necessario per sottoscrivere la lista (ne servivano più di 100, i grillini ne hanno solo una cinquantina).Domenica 28 settembre a palazzo Isimbardi,sede della defunta Provincia di Milano,voteranno solo sindaci e consiglieri comunali (poco più di 2000).Ogni elettore avrà un peso politico differente in base al comune dal quale proviene: più è popoloso il comune,più conterà il suo voto.Si può esprimere la preferenza per una lista e per un candidato ad essa collegato.Coloro che saranno eletti,non percepiranno alcun compenso in quanto rivestono già una carica politica.E,nel momento in cui decadranno da tale carica,dovranno lasciare anche il consiglio metropolitano.Anche i territori del Magentino e dell’Abbiatense sono rappresentati.Nel centrosinistra spicca il sindaco di Abbiategrasso
Pierluigi Arrara,sponsorizzato dal Partito Democratico,che è forse quello con più possibilità di farcela in quanto unico candidato del territorio nella lista.
CENTROSINISTRA PER LA CITTA' METROPOLITANA
Pierluigi Arrara, Giuseppina Auteri, Veronica Banfi, Filippo Barberis, Marta Battioni, Lamberto Bertolè, Pietro Bussolati, Arianna Censi, Alberto Centinaio, Andrea Checchi, Monica Chittò, Eugenio Comincini, Natale Comotti, Rosaria Iardino, Roberto Masiero, Roberto Maviglia, Pietro Mezzi, Simone Negri, Michela Palestra, Rita Parozzi, Patrizia Quartieri, Pietro Romano, Ilaria Scaccabarozzi e Anna Scavuzzo.
INSIEME PER LA CITTA' METROPOLITANA
Marco Alparone, Marcovalerio Bove, Vera Cocucci, Massimo Colombo, Giovanni Ferretti, Antonio Florio, Ermes Garavaglia, Luciano Guidi, Giovanni Lami, Roberto Modini, Letterio Munafò, Graziano Musella, Marco Osnato, Alberto Pozzoli, Marina Roberta Raimondi, Giuseppe Russomanno, Pietro Tatarella, Edmiro Toniolo, Armando Vagliati e Alberto Villa.
LISTA CIVICA COSTITUENTE PER LA PARTECIPAZIONE-LA CITTA' DEI COMUNI
Maria Grazia Acernese, Roberto Biscardini, Michele Bona, Lorella Borghetti, Yuri Broccoli, Ivana Broi, Marco Cappato, Fiorello Cortiana, Giacomo Dicapua, Giandomenico Ferrari, Francesco Forenza, Sara Gambini, Luca Maggioni, Laura Maiocchi, Rino Nigrelli, Pierluca Oldani, Roberto Pacchioni, Rita Rigitano, Giulio Sancini, Andrea Savino, Francesco Sottile, Antonella Violi ed Enrico Zonca.
LEGA NORD
Luca Lepore, Massimo Olivares, Ettore Fusco, Riccardo Grittini, Danilo Villa, Vittorio Turconi, Valerio Mantovani, Elisa Lonati, Sergio Ghisellini, Luca Sala, Renato Pignarca, Francesco Matera e Roberto Sigotti.
______________________________________________________________________
Il Comune di Abbiategrasso indice il bando pubblico per la formazione della graduatoria per l’assegnazione in locazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) ai sensi della Legge Regionale 04/12/2009 n°27 e del Regolamento Regionale 10/02/2004 n°1 e successive modifiche e integrazioni.Le domande devono essere presentate dal 21 ottobre 2014 al 15 dicembre 2014, presso lo Sportello del Servizio ERP sito in Villa Sanchioli – Viale Cattaneo n. 2 - piano terra, previo appuntamento contattando il n. verde 800 587 397. Al numero verde risponde un servizio di call-center che fisserà un appuntamento presso la sede del Comune nel giorno e orario disponibile. Il giorno dell’appuntamento deve essere presente solo il richiedente.Può partecipare al bando per l'assegnazione di un alloggio ERP una persona in possesso dei requisiti di cui all'art 8 del Regolamento Regionale 10/02/2004, n. 1 e s.m.i.La modulistica è disponibile anche in formato cartaceo:
- presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico – piazza Marconi 3 - aperto al mattino nelle giornate di lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.15 alle 12.45 e il martedì dalle 9.15 alle 13.45 al pomeriggio il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00
- presso il Servizio ERP – Villa Sanchioli- nei seguenti giorni ed orari: lunedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.15 alle ore 12.45; il martedì dalle 9.15 alle 13.45 ed il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.
CHE REQUISITI BISOGNA AVERE PER PRESENTARE LA DOMANDA
Il richiedente e i componenti del nucleo familiare, devono possedere i requisiti al momento della presentazione della domanda e dell’eventuale assegnazione.
Per il solo richiedente:
- cittadinanza italiana o di un altro Stato aderente all’Unione Europea oppure cittadinanza di un altro Stato purchè il richiedente sia in possesso di un regolare permesso di soggiorno con validità almeno biennale e di un'attività lavorativa regolare o di una carta di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanati di lungo periodo;
- essere residente anagraficamente e/o svolgere attività lavorativa sul territorio della Regione Lombardia (per gli iscritti all'AIRE il periodo da prendere in considerazione è quello immediatamente precedente all'iscrizione) da almenocinque anni consecutivi nel periodo immediatamente precedente alla data di presentazione della domanda;
- essere residente anagraficamente o lavorare sul territorio del Comune di Abbiategrasso alla data di presentazione della domanda di assegnazione, oppure risiedere e lavorare in Comuni che non abbiano indetto alcun bando nell'anno precedente all'indizione del presente bando.
Per il richiedente e per ciascuno dei componenti del suo nucleo familiare:
- non essere mai stati proprietari di altri alloggi costruiti con agevolazioni o contributi pubblici;
- non aver perso il diritto a una precedente assegnazione di un alloggio ERP per averlo usato per attività illecite, per averlo ceduto in tutto o in parte a terzi non aventi diritto;
- non essere stati sfrattati da un alloggio ERP per morosità e non aver occupato abusivamente un alloggio ERP nei 5 anni precedenti la domanda;
- non essere proprietari e non aver altri diritti di godimentosu un immobile sul territorio nazionale e/o all'estero adeguato alle esigenze del nucleo familiare.
N.B. i familiari non cittadini dell'Unione Europea devono essere in possesso di un regolare permesso di soggiorno o di una carta di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
Per l'intero nucleo familiare:
- per gli alloggi a canone sopportabile: avere un situazione economica equivalente ISEE-ERP non superiore a € 16.000,00 (stabilito dalla Regione, al netto delle voci detraibili indicate dal Regolamento Regionale), purchè l’ISE-erp non sia superiore ai 17.000,00 euro;
- per per gli alloggi a canone moderato: avere un situazione economica equivalente ISEE–erp compreso fra 14.000 euro e 40.000,00 euro.
______________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
ALBAIRATE - L'Antica Riseria Tarantola si trova in località Bruciata,nel territorio di Albairate ed è sicuramente un'azienda fiore all'occhiello dell'Abbiatense.Ad accoglierci,uno dei titolari,l'ex sindaco di Albairate Luigi,che ci illustra in ogni dettaglio le diverse fasi della produzione dell’importante cereale,ricco di proteine e amidi.Diciamo subito che l’azienda si dedica esclusivamente al riso con l’introduzione di macchinari basati sulle più moderne tecnologie ed in grado di fornire prodotti di assoluta qualità,riconosciuti a livello internazionale.La storia dell'azienda recita che durante l’assedio di Milano del 1160,il Barbarossa mise a ferro e fuoco l’Abbiatense,distruggendo il paese di Ravello ubicato nell’attuale località Bruciata di Albairate.A quella devastazione resistette solo il vecchio mulino perché circondato da un corso d’acqua che fermò l’avanzata delle fiamme.Dal 1910 quel mulino è di proprietà della famiglia Tarantola che vi ha impiantato la riseria che oggi,come dicevamo,è una delle più note aziende del territorio.Il mulino ha sempre macinato il grano e usato i “pestoni”,azionati dall’acqua,per la lavorazione del riso."Siamo operativi da più di cento anni - racconta Luigi -.Ha iniziato mio nonno,poi è subentrato mio padre e infine siamo arrivati noi.A mandare avanti l'azienda siamo in tre: il sottoscritto e i miei fratelli Giovanni e Cesare.Io mi occupo della produzione e del confezionamento,Giovanni dell'amministrazione e Cesare dei clienti.Abbiamo attualmente in forza un autista e due operai".Quando c'era il loro papà l'azienda si occupava anche di attività produttive legate al bestiame."Ma dal 1970 fino al 2000 c'è stato un radicale cambiamento - sottolinea Luigi Tarantola - ;abbiamo così deciso di aggiornare l'intera riseria.Nel 1995 abbiamo costruito i nuovi capannoni trasferendoci dalla vecchia sede e iniziando a produrre il riso in atmosfera protettiva,leggasi sottovuoto.Ci siamo insomma adeguati alle esigenze dei nostri clienti e fornitori".I principali clienti della Riseria Tarantola sono prevalentemente esteri,ad essi vanno aggiunti i grossisti ed i riconfezionatori italiani.I prodotti dell'azienda di Albairate non si possono acquistare nei supermercati."Il nostro riso è in vendita nei negozi comuni,nei negozietti - spiega ancora Luigi - .Quella di non fornire i supermercati è stata una nostra scelta ben precisa;è vero che avremmo potuto vender loro grandi quantitativi di prodotto,ma è altrettanto vero che saremmo stati vincolati dai prezzi,dalle offerte tre per due,dalle offerte speciali...pensa che alcuni supermercati fanno addirittura pagare lo spazio espositivo al cliente,e qualcuno pretende anche l'operatore che va a posizionare il riso sullo scaffale.E' assurdo".I fornitori di riso dell'azienda "sono tutti agricoltori della nostra zona,poichè i migliori tipi di riso che lavoriamo sono coltivati e provengono dal Pavese e dall'Abbiatense.Il nostro è un riso a chilometri zero".Relativamente allo stato di salute della riseria e all'orario di lavoro,Luigi Tarantola spiega: "All'interno dell'azienda c'è una certa flessibilità che ci consente di far fronte ai periodi di punta massima del lavoro che solitamente si manifestano dal momento del raccolto del riso,a settembre,fino a gennaio.Certo,anche noi abbiamo conosciuto momenti di crisi,ma abbiamo sempre cercato di pensare positivo e di fare investimenti.Quest'anno,di investimenti ne abbiamo fatti,acquistando nuovi macchinari aggiornati.E ad agosto non siamo andati in vacanza,siamo rimasti qui a lavorare".L'azienda produce i risi Arborio,Carnaroli,Roma,Sant'Andrea e Baldo.Il "riso nero" viene prodotto solo in alcuni periodi dell'anno.C'è poi la produzione di riso biologico: integrale,semilavorato e bianco.Il prezzo di quest'ultimo tipo di riso è ovviamente maggiore rispetto a quello tradizionale.Che altro dire? Che l'Antica Riseria Tarantola è un'azienda tutta abbiatense che produce riso dall'elevata qualità.Ma non solo: nel corso degli anni la riseria “Tarantola della Bruciata” ha sviluppato la commercializzazione di altri prodotti di cui garantisce: provenienza, genuinità, bontà.Come ad esempio la cialda di riso “Nonna Cesira” (da un antica ricetta di famiglia),la farina di mais macinata a pietra (antica varietà “8 file”),lo zafferano in pistilli (prima categoria - intensa fragranza)... e molti altri prodotti che si possono acquistare direttamente nell'ampio spaccio aziendale aperto dal lunedì al sabato.
______________________________________________________________________
di KATYA CHIEREGATO
****************************************
Le notizie arrivate dalla convocazione in seduta congiunta – lunedì 8 settembre 2014 presso la ex sala Consigliare di Piazza Marconi - delle Commissioni Consiliari I e II, non sono buone per il futuro economico-gestionale del Comune di Abbiategrasso.Tra i punti all'ordine del giorno,infatti, figurava il Bilancio di Previsione dell'esercizio 2014 e l'intervento argomentato dall'assessore al Bilancio Squeo,nonostante il tono propositivo di quest'ultimo,non Ha potuto che confermare la situazione pesante delle finanze comunali; situazione cui si è arrivati per una concomitanza di fattori.Se,ad esempio,dallo Stato nel 2010 arrivavano ad Abbiategrasso 6 milioni di Euro per il 2014 sono previsti trecentomila euro:se resta difficile,per i cittadini,orientarsi tra Tasi,Tari,IUC,è stata sottolineata la volontà dell'amministrazione di non gravare ancora di più sugli abbiatensi mantenendo invariate le aliquote rispetto e per quanto già c'era nel 2013 cercando di preservare alle medesime condizioni ambiti quali i servizi alla persona.Ma i costi ci sono e sono alti.per questo si è cercato di pensare ad un ventaglio di strategie che possano portare ossigeno all'economia comunale; vedasi a tal proposito il punto uno delle seduta consigliare,ovvero l'approvazione del Regolamento Comunale sulle alienazioni immobiliari.Rendere appetibili e di conseguenza alienabili beni patrimoniali come la scuola elementare di via Stampa a Castelletto può essere,per un Comune come il nostro che in passato si è dimostrato incapace di cedere beni suoi per destinare fondi alla gestione della cosa pubblica,una mossa strategica.Tra gli altri obiettivi della giunta Arrara illustrati da Squeo,c'è la volontà di ridurre le sedi comunali ad un massimo di tre: Pretura, Villa Sanchioli e Piazza Marconi; quindi,non un incremento,ma un contenimento della spese ed una,contestuale,ottimizzazione della macchina comunale che comprenderà anche una sorta di censimento su quello che è il personale e le sue competenze.Ma per arrivare a questo accorpamento servono fondi,che al momento non sono disponibili e questo porta ad un altra questione apertissima.Il problema patto di stabilità arriva da lontano,ha tenuto a sottolineare Squeo,e si nutre di quel differenziale tra residui passivi del titolo investimenti e le entrate che si prevedono ogni anno.Un differenziale che,oggi,conti alla mano,potrebbe far sforare ad Abbiategrasso il Patto di Stabilità per ben 2 milioni di euro,bloccando di fatto per almeno un paio d'anni la 'vita' del
Comune.Tutto questo tenendo conto del fatto che,oltre alle 'normali' incombenze economiche,gravano sulle casse del Comune le fatture di stato di avanzamento lavori di Annunciata e Palazzo Stampa.Il consigliere Lovotti nel suo intervento ha sollevato il problema delle spese fuori bilancio che incidono in maniera consistente sulle casse comunali.Se le sentenze non sono una variabile prevedibile (il Comune è stato condannato a risarcire 176mila euro ad un coltivatore) altro discorso sono,ed è solo un esempio,i 39.000, 00 euro di servizi cimiteriali non previsti.Di abitudine,dell'attuale amministrazione,alle spese non a bilancio ha parlato il consigliere Finiguerra.Un'abitudine 'pericolosa' per una situazione economica che verte al rosso.Precisa l'analisi del consigliere PdL Gornati: ci sarebbe l'escussione di una fideiussione da 1 milione e 800mila euro,una boccata d'ossigeno,ma in tanti anni di tentativi la cifra non è mai arrivata alle casse del Comune,in più parte delle opere che la riguardano sono state realizzate ed è,quindi,probabile un contenzioso: difficile contarci.Quindi,se questa strada appare tortuosa e altre vie anche peggio,Gornati si chiede se ci siano altri modi per arrivare alla meta,ovvero avere disponibilità.Ma più di così pare impossibile:del resto lo sforamento del patto impedirà al Comune di assumere personale,ma assunzioni non ne sono previste precisa Squeo,una possibile riduzione del 30% di spese e compensi,proposta già fatta dallo stesso Assessore al Bilancio; ma come giustamente ha fatto notare da Lovotti,come la mettiamo con gli investimenti (la nuova piscina data per realizzata nel 2015?); basterà un anno per uscire dalla empasse,si chiede il consigliere Gioiosano? Non resta che aspettare e sperare e,purtroppo,non è di grande consolazione pensare che a vivere una situazione come quella abbiatense sono,di fatto,la maggior parte dei Comuni italiani.
______________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
All’appuntamento delle elezioni per la nuova Città Metropolitana,che si svolgeranno domenica 28 settembre,il centrosinistra milanese si presenta unito con un’unica lista,che raccoglie sindaci e consiglieri del PD,dei Movimenti Civici,di SeL e Rifondazione Comunista.Il centrosinistra ha deciso di sviluppare nei prossimi giorni azioni di comunicazione e iniziative rivolte ai cittadini,sebbene l'elezione sia di “secondo livello”,cioè dedicata ai soli Sindaci e consiglieri (sono poco più di 2.000 in totale a copertura dei 134 Comuni,Milano compresa,che compongono la Città Metropolitana).Tale decisione è stata adottata sia per la centralità che il centrosinistra riconosce al coinvolgimento dei cittadini nelle scelte politiche,sia per sottolineare l’importanza della nuova istituzione e il peso che la stessa avrà nella vita di tutti i giorni.Primo compito dei consiglieri metropolitani che verranno eletti il 28 settembre,la stesura dello Statuto,da cui partiranno le attività e la struttura dell’ istituzione.Obiettivo del centrosinistra,l’elezione diretta e la massima partecipazione democratica e la massima rappresentatività di tutti i territori e le realtà comunali.Non a caso i 24 candidati della lista del Centrosinistra,sono stati individuati attraverso un bilanciato equilibrio tra i Comuni,i generi e le provenienze politiche,così come il programma è il frutto di mesi di confronto e ascolto tra le forze politiche e sociali del territorio.Alla conferenza stampa che si è svolta nella mattinata di lunedì 8 settembre a Palazzo Isimbardi,sono intervenuti anche i segretari politici e i coordinatori delle forze che compongono la lista.Presente,ovviamente,il sindaco di Abbiategrasso Pierluigi Arrara,candidato a rappresentare i territori dell'Abbiatense e del Magentino nella futura CM."Sono capolista,ma in ordine alfabetico - dice - ,però è importante,io ci sarò" ."Inizia questa nuova avventura amministrativa nel corso della quale,se eletto,cercherò di portare una nuova consapevolezza,ossia quella che Città Metropolitana deve rappresentare un modo nuovo di amministrare,imparando a guardare un'area molto ampia in termini di servizi e risorse - spiega ancora Pierluigi Arrara ad Habiate Web Quotidiano - .Quante chanches ho per essere eletto? Difficile dirlo.Il problema dell'Abbiatense è quello di essere una zona molto vasta con pochi abitanti.E il voto,essendo ponderato in base alla quantità di abitanti,favorisce le grandi città come Milano.In ogni caso cercherò di recuperare sul nostro territorio i voti necessari.Adesso mi darò da fare per ascoltare le istanze che poi trasmetterò all'interno del nuovo statuto della CM"."Cosa mi ha spinto a candidarmi? - conclude il primo cittadino di Abbiategrasso - A dire il vero,mi hanno spinto.Nel senso che ho avuto il pieno sostegno del territorio,una soddisfazione personale non indifferente.E' importante esserci,Abbiategrasso è la città più importante dell'Abbiatense e del Magentino e nella futura Cm si prenderanno decisioni che incideranno parecchio sulla nostra città e sui paesi limitrofi in termini di sociale,trasporti e municipalizzate.Ebbene,se si è nel consiglio della CM si è protagonisti,se invece si è fuori ci si limita a fare da spettatori".
______________________________________________________________________
RugBio è sempre più bio - inteso come abitudini salutari - e sempre più all'insegna del minirugby - inteso come sport, divertimento e soprattutto come opportunità di crescita per bambini e ragazzi.Nel pomeriggio di domenica 7 settembre, l'Oratorio del Sacro Cuore di Abbiategrasso ha ospitato l'Open day dell'ASD RugBio, accogliendo bambini e genitori in una manifestazione all'insegna dello stare insieme, della formazione genuina, dello sviluppo atletico bilanciato e dell'alimentazione sana. Ad avviare il pomeriggio, percorsi a slalom e prove di gruppo per gli aspiranti campioni del minirugby, con entusiasmi ed energie che alla fine sono confluiti nel torneo “Harry Potter”: decine e decine di piccoli rugbisti in erba hanno estratto a sorte da un cappello magico la formazione in cui giocare... Per poi cimentarsi in partite leali e vitali, al fianco di nuovi amici come compagni di squadra. Il tutto sulle note della fisarmonica suonata da Matteo Curatella, artista cantastorie, che ha allietato e dato lezioni di musica ai presenti, in diretta.Guide insostituibili, gli allenatori-formatori di RugBio, animati dalla passione di coltivare i valori autentici del rugby, in sintonia con una libera sviluppo integrale delle capacità del bambino: una crescita umana prima ancora che sportiva, che motivi i piccoli atleti a raggiungere mete sempre all'insegna della sostenibilità.La costante compartecipazione di genitori e figli all'evento ha evidenziato un altro obiettivo strategico di RugBio: la collaborazione e il sostegno reciproco tra la società sportiva e la famiglia. In sintonia con la radicale sostenibilità d'approccio, a fine torneo a tutti è stato offerto un terzo tempo a misura di salute: macedonia di frutta, succhi per dissetarsi e un dolce a base di prodotti sani offerto dalla pasticceria Sorrenti di Albairate (storico sponsor di RugBio).Gli abbiatensi si sono mostrati straordinariamente ricettivi verso questa questa proposta di crescita sana per i loro figli: decine e decine di famiglie, con i piccoli atleti pronti a provare, entusiasti di partecipare. Non a caso, a sostenere la manifestazione c'erano sponsorizzazioni speciali come la Scuola Ubuntu con il suo modello di educazione libertaria (http://scuolaubuntu.com/) e Matrimoni Solidali con il suo circuito di soluzioni nuziali a impatto zero e ad alta sostenibilità (www.matrimonisolidali.org). L'Open Day di RugBio ha segnato l'ennesima giornata di condivisione di giovani entusiasmi, con l'opportunità di giocare per imparare a fare sul serio. Eccellente inaugurazione della stagione 2014-15 dell'ASD RugBio, che prevede sia allenamenti regolari, sia tornei e appuntamenti speciali.Per i campioni in erba, i corsi di minirugby iniziano martedì 9 settembre 2014, con tariffe volutamente molto contenute, per garantire a tutti la possibilità di aderire, a prescindere dalle severità della crisi in corso. ASD RugBio sta inoltre predisponendo – grazie alla generosità dei suoi sponsor – alcune borse a favore dei meno abbienti. L'appuntamento agli allenamenti è fissato ogni martedì e giovedì presso l'Oratorio del Sacro Cuore, in Viale Mazzini 83 ad Abbiategrasso: per gli Under 6 l'appuntamento è alle 17:30, mentre le altre categorie (Under8, Under10, Under 12) cominciano alle 18:00.
______________________________________________________________________
Ecco l'elenco dei cognomi "normali",divertenti,bizzarri e strampalati dei cittadini abbiatensi,fornitoci dall'Ufficio Anagrafe del Comune di Abbiategrasso che ringraziamo per la collaborazione.L'elenco è aggiornato al mese di dicembre 2013.I cognomi sono suddivisi in categorie.
**********************************************************
PERSONAGGI STORICI
Abramo - Adamo - Annibale - Antenore - Apollonio - Barnaba - Bartolomeo - Bartolone - Bertoldo - Brancaleone - Dante - D'Aragona - Davide - Ercole - Fantozzi - Faraone - Fusar Imperatore - Giacobbe - Mameli - Montalbano - Romeo - Sansone - Turati - Valpreda
CHIESA & DINTORNI
Abate - Abbatangelo - Basilica - Beato - Bonafede - Campana - Cardinale - Cardinali - Cattolico - Candela - Celeste - Chierichetti - Chiesa - Cristiani - Cristiano - Croci - Crocetta - Dalla Pellegrina - D'Angelo - De Angeli - De Benedictis - De Benedetto - Del Prete - Dell'Arciprete - Di Dio - Di Santo - Frati - Fratini - Incarnato - Ingannamorte - La Monaca - Maddalena - Madonna - Madonnini - Messa - Monaco - Papa - Pellegrini - Pellegrino - Pietrasanta - Rota - Sangiacomo - Sangiovanni - Santagostino - Santamaria - Santarelli - Santi - Santin - Vescovi
ORIGINI
Abruzzese - Albanese - Bergamaschi - Bulgari - Calabrese - Cremonese - Ferrarese - Fiorentino - Gaggianesi - Inglesi - Lodigiani - Lombardi - Longobardo - Lucchese - Mantovani - Milanesi - Napoletano - Novaresi - Padovani - Parmigiani - Pavese - Piacentini - Piemontesi - Pugliesi - Romagnolo - Romano - Russo - Sardi - Siciliano - Tedesco - Turchi - Turco
ANZIANI
Abelardo - Antichi - Antico - Centenari - D'Antico - De Vecchi - De Vecchio - Del Vecchio - Tavecchio - Vecchio
FRUTTA,VERDURA & LEGUMI
Acerbi - Bacca - Basilico - Belgrano - Bellavite - Borlotti - Bruschi - Cannella - Cedrati - Cipolla - Cipollone - Cocozza - Dall'Aglio - Del Pero - Della Foglia - Della Pera - Delle Fave - Delle Noci - Dell'Orto - Farro - Fico - Finocchio - Guastamiglio - Le Noci - Meloni - Nespoli - Noce - Oliva - Olivo - Porro - Verdura - Verza - Zucca
SORGENTI
Acquafredda - Acquaviva - Bevilacqua - D'Acquarica - Dell'Acqua - Fontana - Fontanella - Fonti - Passalacqua
SHOPPING
Acquisti - Mercanti
LAVORARE STANCA
Affaticati - Afflitto - Lazzaroni - Stanco
ANIMALI VARI & PESCI
Agnelli - Agnello - Asinelli - Bove - Cagnetta - Cagnoni - Cani - Caprino - Caprotti - Cavallo - Cavalli - Cavallini - Cavallone - Cervi - Cervini - Ciuccio - Coniglio - Delfini - Della Gatta - Di Tonno - Gatto - Gatti - Leone - Leopardi - Lupi - Lupo - Manzo - Migliavacca - Pecora - Pecorella - Pesce - Pinna - Puma - Rana - Ratti - Renna - Riccio - Tagliabue - Tassi - Torelli - Vacca - Migliavacca - Vitellini - Volpe - Volpini - Zampino
EDIFICI,LOCALI & URBANISTICA
Albergo - Baita - Balcone - Camera - Camerini - Cameroni - Camino - Cancelli - Castelli - Cella - Colonna - Cuccia - Della Corte - Della Porta - Della Torre - Fabbrica - Molino - Palazzo - Palazzotto - Palestra - Ponti - Ponticello - Porta - Piazza - Piazzolla - Pozzi - Sala - Strada - Torre - Torretta - Villa
CITTA' E STATI
Alcamo - Algeri - Ancona - Ascoli - Avellino - Avezzano - Baggio - Binasco - Bolivia - Bologna - Bombai - Brescia - Brianza - Caltagirone - Cantù - Catania - Cavenago - Corsico - Cremona - Cuneo - Bergamo - De Salvador - Di Pisa - Di Prato - Di Roma - D'Italia - Etiopia - Ferrara - Francia - Gaeta - Lecce - Lucca - Messina - Milano - Militello - Modena - Monza - Napoli - Paesotto - Parma - Piacenza - Ragusa - Roma - Salerno - Sicilia - Vienna
SU DI GIRI
Allegro - Allegri - Arzillo - Burlone - Bizzarro - De Felice - De Furia
VINI & LIQUORI
Amabile - Barbera - Baroli - Bonvini - Campari - Cogliati - La Barbera - Marsala - Molinari
COLORI
Amaranto - Bianchi - Biondo - Bruno - Bruni - Giallo - Mora - Mori - Neri - Nera - Rosa - Rossetto - Rosso - Rossi - Verde - Verdastro - Verdini - Viola
AUTO & MOTORI
Ammiraglia - Ferrari - Pistone
COMBUSTIBILI,METALLI & PREZIOSI
Argento - Carati - Carboni - Ferro - Fiammanti - Mercurio - Rubino
CHI OFFRE DI PIU'?
Asta
INDIANA JONES
Avventurato
ABBIGLIAMENTO
Calza - Calzone - Cappellini - Coppola - Corazza - Giaccone - Mantello - Pizzo - Scarpa
OGGETTI VARI
Bacchetta - Biga - Borraccia - Borsetto - Balocchi - Brocchetta - Cartelli - Catena - Catenacci - Drappo - Falce - Maniglia - Pala - Panno - Piccone - Raspa - Sacchi - Sacchetto - Sacco - Tavola - Tegami - Trombetta - Zappa
IGIENE E DECORO PERSONALE
Baffi - Bagnato - Bagni - Barba - Barbetta - Barbetti - Barbieri - Barbuto - Bolla - Brilla - Calvo - Calvone - Canfora - Capelli - Capello - Ceroni - Ciocca - Del Sozzo - Malabarba - Pelosi - Pettinato - Puliti - Sbarbata
MERCATINO
Baratto
CLOCHARD
Barboni
PETROLIO
Barili
MALORI
Bava - Bua - Piva
VOLATILI & INSETTI
Beccacece - Beccato - Cardellini - Cardillo - Cicala - Cigna - Civettini - Colomba - Colombi - Colombini - Colombo - Cornacchione - Corvini - Cova - Falco - Falcone - Formica - Gabbiani - Galletti - Galli - Gallina - Gallo - Gallone - Gallotti - Gallucci - La Rana - Lapalombella - Merlo - Moschino - Moscone - Mosconi - Occhetta - Pavone - Pellicani - Pernice - Piccioni - Piccione - Pollastri - Polli - Quaglia - Ragno - Tacchini - Tacchino - Tarantola - Tortora - Uccelli
FA BALA' L'OEUCC
Bellavista - Quattrocchi
DUE IN UNO
Bellobuono
ARMI & CONFLITTI
Battaglia - Beretta - Caporale - Finiguerra - Dall'Armi - Del Soldato - Del Carro - Del Fanti - Della Pace - Ermetici - Fanti - Fantini - Frassoldati - Fucili - Granata - Guerra - Guerrieri - Impiombato - Marafante - Pace - Pallini - Scaramuccia - Spada
INSULTI
Bifulco - Pacchiani - Padula
GENERI ALIMENTARI
Biscotti - Boeri - Cassata - Castagna - Crescenzio - Crusco - Del Latte - Dolce - Farina - Farinato - Farinelli - Friggi - Galbani - Gnocchi - Invernizzi - Maccarone - Malafarina - Malmerenda - Mangia - Mangione - Miele - Novellini - Panebianco - Pannocchia - Pecorino - Pepe - Ravioli - Ricotta - Salamina - Salamone - Sale - Saporito - Sazio - Scaglia - Scorza - Sorbetto - Spezia
POSTE ITALIANE
Bollettin - Cassiere - Contestabile - Dupplicato - Pappalettera
PARCO DEL TICINO
Boscaglia - Boschetti - Bosco - Boscariol - Campagna - Campo - Camponero - Canale - Casotto - Cipressi - Conca - Erba - Fieni - Fiore - Fiorito - Foglia - Foresti - Frasca - Gelsomino - Giglio - Gigliobianco - Millefiori - Palma - Pianta - Prati - Quercia - Radice - Ristagno - Sabbioni - Sasso - Terreni - Tiraboschi - Tronconi - Valle
DESIGNER
Bozza - Bozzetti - Carta - Cartasegna - Dipinto
FERRAMENTA
Brugola - Chiodi - Chiodini - Chiodoni - Colla - Martello - Mola - Molla - Scala - Scaletta - Tondi
CORPO UMANO
Calcagno - Calli - Calloni - Chiappa - Chiappalone - Chiapponi - Denti - Dentello - Gamba - Gambalunga - Gobbo - Malafronte - Mento - Naso - Pugno - Ruga - Testa - Testone
UGOLE D'ORO
Califano - Cantatore - Cantera - Caruso - Casadei - Celentano - Morandi - Ruggeri - Sinatra - Stona
AZZ...
Cazzalini - Cazzamalli - Cazzani - Cazzini - Cazzola - Cazzoli - Cazzulani
PARTO
Cesareo
SESSO & DINTORNI
Chiaveri - Corna - Della Schiava - Durè - Fallace - Fava - Favagrossa - Ficara - Ficarella - Foti - Malacarne - Mansueto - Marchetti - Nudi - Omobono - Passera - Perversi - Porcari - Porcelli - Rizzo - Rotta - Schiavi - Schiavetta - Scopinaro
NOBILI
Barone - Baroni - Conti - Conte - Della Marchesina - Duca - Marchese - Nobili - Nobile - Nobiltà - Patriarca - Re - Reali
MARI,MONTI,COLLINE & LAGHI
Dal Lago - Dalla Riva - Dalla Costa - Lo Monte - Marinaro - Marino - Marmonti - Montagna - Montanara - Montanaro - Montano - Monte - Monteduro - Monteleone - Monteverde - Monticelli - Parasole - Promontorio - Riva - Riviera - Vulcano
PIANETI
De Marte
CIRCO
De Togni
LAUREE
Dell'Università
SOLDI
Denaro - Denari - Lo Presti - Moneta - Pecunia - Ricco - Sterlina - Tresoldi
MOVIMENTO 5 STELLE
Di Grillo - Grillo
FESTIVITA'
Di Natale - Natale
PRONTO SOCCORSO
Dottore - Dottori - Febbroni - Filipazzi - Garzetti - Peretta - Taglietti
MAGHI & SENSITIVI
Indovino - Occulto - Santoni - Segreto
METEO
Maltempo - Malinverni - Nuvolosi - Primavera - Stellato - Tramontano
INCOMPIUTE
Mezzatesta
GIOCHI
Morra
MESTIERI
Fabbro - Mugnaio - Muratore - Narratore - Orefice - Paratore - Pastore - Pastoressa - Pastori - Pecoraro - Pescatore - Pignataro - Priore - Sarto - StagnaroScrocca - Tagliaferri - Vaccari - Vaccaro
NO AL RAZZISMO
Negri - Negretti - Negrini - Negro - Negroni
GRATIS
Omaggio - Regalin
BLA BLA
Parola - Parolaio
VENTICELLI
Peta - Petazzi - Petagna - Peto
LIQUIDO CORPORALE
Pisciotta - Piscitelli
TRENI
Rapido
MEDITAZIONI
Riflettuto
CALCIATORI
Mazzola - Rivera
OLII
Robusto
RUMORI FASTIDIOSI
Botta - Ronzio - Rutter
FUORI CATEGORIA
Scarsciafratte
PENNE
Sfera
GATTI
Silvestro - Soriano
MATERIALE ELETTRICO
Spina - Presa - Vultaggio
MATRIMONIO
Sposini - Stabile - Travagliato
MONOPOLI
Tabachin
ARRESTATI
Tangenti
DIFETTI
Tartaglia - Sordo - Testagrossa - Zoppi
MOLLA
Tira
ENCICLOPEDIE
Treccani
ALTA MODA
Trussardi
GEOGRAFIA
Tuttoilmondo
IMPRECISI
Vaghi
PARENTI
Zia
______________________________________________________________________
-5100 -5100 -5100 -5100 -5100 -5100
VISITATORE:
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gli Attivisti locali del Movimento a 5 Stelle desiderano esprimere parole di solidarietà ai militanti del PD di Abbiategrasso per il vile gesto accaduto presso il loro circolo.Condividiamo diversa passione,ma uguale impegno e sacrificio,nel mettere ogni giorno,tempo e risorse a disposizione dei rispettivi ideali di civiltà e di miglioramento della comunità locale.Ci siamo messi per un attimo nei vostri panni ed abbiamo immaginato come ci saremmo sentiti noi a ricevere un gesto così provocatorio e violento e per questo vi scriviamo questo pensiero di solidarietà.Ci pare anche quasi superfluo condannare il contenuto dei graffiti,di cui aborriamo, il simbolismo e l'ideologia che sottintendono.Come tutta la popolazione civile per cui spendiamo,entrambi,le nostre energie.Proviamo a tirare fuori qualcosa di positivo da questo squallido evento? Questo esempio ci sia indice del fatto che c'è del disagio e del malcontento nella popolazione che non abbiamo saputo intercettare.Come movimento a 5 Stelle abbiamo una storia giovane e raccogliamo molti consensi anche perché canalizziamo la protesta che la popolazione civile vuole esprimere, come nei modi facevate una volta anche voi.Ma,questo,è un tipo di malcontento di cui avrebbero dovuto occuparsi i Partiti con cui siete alle larghe intese.Forse dovreste tornare ad essere un pò più critici verso le ideologie e gli schieramenti con cui andate a braccetto per governare.Perché,mentre i resti di quelli che non vi votano più,ci portano ad essere noi il 2° partito a livello nazionale,i vermi che vi imbrattano i muri,da noi non vengono a bussare. Quindi ad occuparsene dovranno essere,inevitabilmente,i vostri alleati.Sicuri che siete già al lavoro,dopo aver riparato il danno subito,vi facciamo i nostri migliori auguri per una serena ripresa della stagione politica,attivisti o militanti che siate.

Gli attivisti del Movimento a 5 Stelle
Abbiatense
Facebook-M5S.Abbiategrasso
______________________________
(M.S.) - "Per il momento le risorse destinate al mio assessorato non sono state toccate,salvo qualche taglio a livello di servizi a domanda individuale e a livello di scuolabus del quale è stata eliminata una linea.Era necessario fare questa riduzione,spero che tutto vada per il meglio.Per quanto riguarda invece il sociale,nessun taglio:in città il bisogno è forte".Tira un sospiro di sollievo,la vicesindaco nonchè assessore alle politiche sociali,della casa,della famiglia e delle politiche scolastiche ed educative,Graziella Cameroni.Ma la preoccupazione per come stanno andando le cose dal punto di vista economico-gestionale per il Comune di Abbiategrasso c'è,e la signora Graziella non la nasconde."Non posso certo dire di essere serena e tranquilla - afferma - ma stiamo lavorando in modo massiccio anche se non siamo in possesso della sfera di cristallo.Io confido nel lavoro positivo dei nostri assessori,lavoro orientato unicamente verso la risoluzione del non sforamento del Patto di Stabilità.In teoria dovremmo avere delle entrate importanti,diversamente sarà un bel problema.Noi faremo in modo di farle entrare.Il collega Brusati ha un pò enfatizzato le conseguenze circa lo sforamento del Patto,ma in effetti il rischio di andare ad effettuare tagli sull'ordinaria amministrazione esiste.Occorrerà poi svolgere un lavoro di riduzione di certi costi che il Comune non può assolutamente sostenere senza tuttavia alleggerire le tasche dei cittadini già provate da alcuni ritocchi di servizi effettuati lo scorso anno.Questi ritocchi erano già stati introdotti anche in precedenza e nessuno aveva avuto da ridire,erano altri tempi...".Tornando al sociale,a Graziella Cameroni si deve l'ideazione e la realizzazione di un'opera importante e fondamentale: la mensa sociale che ha riaperto i battenti il 1° settembre presso il quartiere fiera di via Ticino."Per il futuro - conclude Graziella - da parte nostra ci sarà un ulteriore impegno sui temi della legalità ed Expo.Quest'ultimo sarà chiaramente il tema dell'anno 2015 e le nostre scuole stanno ideando nuove attività che noi come assessorato cercheremo di raccordare.Ci saranno inoltre opportunità per gli studenti di cimentarsi in alcune attività sportive grazie alla collaborazione delle società locali".
______________________________
Martedì 23 settembre 2014, alle ore 21.00 con proseguimento, in caso di mancato esaurimento dell’esame degli argomenti, mercoledì 24 settembre 2014, alle ore 21.00
ORDINE DEL GIORNO
1) Approvazione verbali sedute del 23.6.2014, 28.7.2014 e 29.7.2014.
2) Approvazione Regolamento comunale sulle alienazioni immobiliari.
3) Bilancio di previsione dell’esercizio 2014 dell’Azienda Speciale Servizi alla Persona.
4) Esame ed approvazione bilancio di previsione dell’esercizio 2014, relazione previsionale e programmatica, bilancio triennale 2014/2016.
5) Riconoscimento debiti fuori bilancio. Debiti diversi.
6) Riconoscimento debiti fuori bilancio. Sentenza Tribunale di Pavia n. 157/2014.
7) Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, verifica degli equilibri del bilancio dell’esercizio finanziario 2014 ai sensi dell’art. 193 D. Lgs. n. 267/2000.
8) Modifica al Regolamento comunale per l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale (IUC) nelle due componenti IMU e TASI.
9) Scioglimento della convenzione tra i Comuni di Abbiategrasso e San Vittore Olona per il servizio in forma associata della segreteria comunale.
10) Convenzione tra i Comuni di Abbiategrasso e Basiglio per il servizio in forma associata della segreteria comunale.
______________________________
(M.S.) - L'amministrazione comunale conferma l'indirizzo agricolo della prossima Fiera di Ottobre che si svolgerà presso il quartiere fieristico di via Ticino il terzo weekend di ottobre.Ma non solo: la kermesse avrà anche una connotazione territoriale.Amaga,la società municipalizzata incaricata dell'organizzazione,sta lavorando a tale scopo con i Comuni agricoli dell'Abbiatense.Il tutto in vista della nascita della Città Metropolitana.Intendimento di Palazzo Marconi è soprattutto quello di riempire la Fiera di contenuti territoriali: si parla della presenza in via Ticino delle cinque aziende abbiatensi che producono cibo biologico,un record per il nostro territorio.Il budget a disposizione per l'allestimento della Fiera di Ottobre è stato ulteriormente ridotto,ma la scommessa dell'amministrazione è quella di fare in modo che la Fiera stessa si automantenga,che si finanzi da sola tramite le varie iniziative.Per quanto riguarda invece "Abbiategusto",anche quest'anno perseguirà l'obiettivo di proporre le eccellenze enogastronomiche non solo dell'Abbiatense,ma anche dell'intero Belpaese.Ad oggi,risultano già 50 adesioni di produttori.L'iniziativa,che già nelle passate edizioni ha saputo valorizzare al meglio la città di Abbiategrasso,nel 2014 presenterà una novità: diventerà itinerante.Gli organizzatori stanno infatti valutando il possibile utilizzo di numerose location cittadine: quartiere fieristico,Castello Visconteo,Annunciata,vie e piazze cittadine.
______________________________
di MARIO SCOTTI
**************************************
Nel contesto di "Abbiategrasso Sport Show",manifestazione sportiva che si è svolta sabato pomeriggio in pieno centro città,incontriamo Andrea Cerri,viceallenatore dell'USSGB Basket (Unione Sportiva San Giovanni Bosco) neopromossa in serie D,nonchè coach della formazione dell'Under 19 della medesima società sportiva.La promozione in serie D che ad Abbiategrasso mancava da tempo immemorabile (25 anni),è arrivata,come si ricorderà,lo scorso mese di giugno con la vittoria dei cestisti abbiatensi nel campionato di Promozione.In città sono pochissime le squadre di altre discipline ad essere arrivate così in alto."Siamo una società satellite di una compagine di serie B,il Team Battaglia Mortara - spiega Cerri - ,che quest'anno giocherà addirittura contro Siena vincitrice di sette campionati consecutivi perdendo poi l'ultimo contro Milano.Seguirono poi il fallimento della società e la conseguente retrocessione".In Piazza Castello,la società sportiva sanpietrina ha allestito uno show per bambini "allo scopo di attirare l'attenzione verso la pallacanestro - prosegue Cerri - .Direi che stiamo facendo un gran lavoro nel contesto del nostro settore giovanile: dagli Aquilotti,i più piccoli,fino all'Under 19.Tutto il settore è proiettato in funzione della serie B".L'avventura dell'USSGB nel torneo di quarta serie inizierà il 28 settembre in trasferta a Sesto San Giovanni.Tra i numerosi stand presenti in Piazza Castello a sostegno di "Abbiategrasso Sport Show",quello dell'Avis abbiatense.A spiegare le motivazioni della presenza dell'associazione locale è il presidente Gianluigi Pozzi:"Abbiamo voluto partecipare a questo evento perchè abbiamo assolutamente bisogno di sangue,che non è fabbricabile.per questo motivo ci rivolgiamo ai giovani atleti delle società sportive allo scopo di sensibilizzarli.Noi come Avis abbiamo donato a tutte le società presenti un gazebo da noi sponsorizzato che tutti gli anni le stesse associazioni sportive allestiranno nel corso delle prossime iniziative.Ad ottobre doneremo sei defribillatori ai sei plessi scolastici cittadini".Pozzi ci mostra poi un depliant illustrato con tanto di lettera del sindaco Arrara e Costituzione Italiana pubblicata rivolta ai giovani abbiatensi allo scopo di far meglio comprendere loro diritti e doveri di ciascun cittadino.
______________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gentile Direttore,Abbiategrasso come la Costa Concordia,stiamo andando a sbattere contro gli scogli,stiamo affondando,chissà se il nostro sindaco lascerà la nave o deciderà di sprofondare assieme alla sua città? Mancano circa 2 milioni di euro nelle casse comunali per il pareggio di bilancio,e dove si recuperano questi quattrini? Inostri amministratori sono fiduciosi dicendo che prossimamente ci saranno entrate in grado di sopperire a questo buco,anzi a questa voragine,noi cittadini non ci crediamo piu.Da qui a dicembre ci saranno anche molte uscite,cito ad esempio la Fiera di Ottobre ed Abbiategusto,ed ormai siamo stufi di sentire solo parole e nessun fatto,che fine ha fatto il" libro delle favole"scritto dal nostro sindaco in campagna elettorale? Possiamo mandarlo a Babbo Natale,visto che oggi crediamo di più a Santa Claus che ai nostri amministratori.Tante,troppe spese inutili fatte,ed ecco la nostra città in ginocchio,ed i suoi abitanti messi in un angolo,perché prima di tutti e tutto ci sono gli extracomunitari,loro pagano le tasse? Pagano la Tasi? L'immondizia? Nei servizi comunali non hanno un occhio di riguardo? Oggi noi non tiriamo fine mese mentre a loro vengono consegnate le case comunali,percepiscono 42euro al giorno (dicasi euro quarantadue) non pagano il servizio sanitario nazionale (noi invece per accedere ad una visita in tempi ragionevoli dobbiamo andarci privatamente).Facile,comodo e falso dire che la Lega sia razzista,ma io credo che,come un buon padre di famiglia,prima sia meglio guardare all'interno della propria casa,poi se avanza qualcosa aiutare gli altri,non credete? Molte associazioni stanno additando il nostro Comune per tante promesse non mantenute (basta leggere i giornali settimanalmente per avere conferma),i servizi vengono eliminati uno dopo l'altro,sciogliendosi come neve al sole,chissà dove andremo a finire....Ultima cosa,che fine ha fatto il progetto di alta cucina presso l'annunciata a cura del maestro Cracco? Costa troppo? Potremmo,in alternativa,optare per una scuola di cucina gestita da nonna Pina,perlomeno avremmo tante gustose tagliatelle......o sbaglio? Cordialmente.

Fabio Pellegatta
(Lega Nord Bià)
______________________________
In vista della prossima scadenza per l’acconto della TASI (Tassa sui servizi indivisibili), prevista per giovedì 16 ottobre, ciascun contribuente dovrà calcolare l’importo dovuto relativo al proprio immobile ed effettuare il pagamento.Sono tenuti al pagamento dell’imposta i possessori della sola abitazione principale e relative pertinenze e dei fabbricati rurali ad uso strumentale.E’ possibile procedere autonomamente al calcolo dell’imposta grazie al servizio internet disponibile sul sito del Comune: è sufficiente collegarsi all’indirizzo www.comune.abbiategrasso.mi.ite cliccare sul banner dedicato al calcolo TASI visibile a sinistra della home page. A questo punto, basterà inserire i dati relativi all’immobile per il quale si deve versare l’imposta e, selezionando il tasto verde “calcola”, si otterrà il totale annuo dovuto: individuata la propria opzione di pagamento, si potrà procedere con la stampa del modello di pagamento F24. Un’operazione molto semplice, che non richiede perdite di tempo né comporta attese agli sportelli del Comune.Le aliquote da applicare sono quelle deliberate dall’Amministrazione Comunale con atto di Consiglio Comunale n.49 del 28 luglio 2014:
- aliquota 2,5 per mille per l’abitazione principale e relative pertinenze (ad esclusione delle abitazioni di lusso accatastate nelle categorie A/1 – A/8 – A/9);
- aliquota 1 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale.
Per coloro che avessero difficoltà nel calcolare direttamente l’imposta e preferissero contare sul supporto di un operatore, si ricorda che è possibile rivolgersi, oltre ai professionisti abilitati e aiCentri di assistenza fiscale (Caf) presenti sul territorio anche all’Ufficio Fiscalità Locale del Comune.L’ufficio è aperto il lunedì, giovedì e venerdì dalle 09.15 alle 12.45; il martedì dalle 9.15 alle 13.45 ed il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.
Per qualsiasi informazione, infine, si ricorda che è possibile contattare l’ufficio Tributi al seguente indirizzo di posta elettronica tributi@comune.abbiategrasso.mi.it oppure telefonando ai seguenti recapiti: 02.94692260/262/263/287 negli orari di chiusura al pubblico.
______________________________
L'Amministrazione Comunale conferma, per il corrente anno scolastico, l'impegno economico destinato all'assistenza agli alunni disabili (400.000 euro per l'anno 2014). Tale supporto sarà assicurato secondo gli accordi presi con le dirigenze scolastiche e con la Coop. ALEMAR che gestisce il servizio. Ai singoli plessi sarà attribuito un monte ore in base al numero degli alunni che necessitano di assistenza educativa certificata.Spetterà alle scuole, in accordo con la Coop. ALEMAR, assegnare tali risorse ai singoli casi in base alla gravità della diagnosi, alla difficoltà di gestione e all'esperienza pregressa. Il Comune presidia quindi solo l'assegnazione iniziale delle risorse, frutto di un confronto allargato con la scuola e gli educatori; non entra invece nel merito delle singole situazioni in quanto la concreta conoscenza dei problemi e dei bisogni appartiene solo al personale con specifiche competenze didattiche e assistenziali. Si segnala che, per ragioni contrattuali e organizzative, non è sempre possibile garantire la continuità dell'educatore, senza con questo minare la continuità del percorso che vede coinvolti soggetti diversi, in primo luogo le famiglie e le scuole, responsabili del progetto educativo di ogni alunno.
*************************
Per il corrente anno scolastico l'Amministrazione ha confermato tutti i servizi a domanda individuale precedentemente in vigore (ristorazione, scuolabus, pre e post orario della scuola primaria, post orario della scuola dell'infanzia, centri estivi), senza alcuna variazione di condizioni e tariffe.In un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando, diversi altri comuni hanno deciso di sopprimere alcuni servizi, primo fra tutti il costosissimo trasporto con lo scuolabus. Il Comune di Abbiategrasso ha scelto invece di mantenerlo ancora in vita, limitandosi a rivedere la sua organizzazione per contenere i costi a carico della collettività, ma senza per questo comportare cambiamenti significativi per l'utenza. Considerato il numero degli iscritti e i mezzi di trasporto disponibili, le precedenti 4 linee saranno ridotte a 3, ma effettueranno i medesimi percorsi e rispetteranno le fermate abituali.Si rende necessario qualche marginale ritocco degli orari, già concordato con le dirigenze scolastiche, per consentire agli autisti di effettuare percorsi diversi, che loro stessi, grazie alla lunga esperienza maturata sul territorio, hanno contribuito a mettere a punto insieme agli uffici.I bambini residenti nelle cascine appartenenti al bacino delle scuole di Viale Papa Giovanni XXIII,Viale S. Dell’Uomo e scuola media Carducci all'andata saranno raccolti con leggero anticipo e sulla strada principale, per evitare percorsi sovente accidentati su strade private che mettono a dura prova i mezzi di trasporto e costringono a frequenti interventi di manutenzione. Al ritorno, invece, in considerazione dell'orario, gli alunni saranno ancora riportati in cascina. Le famiglie interessate saranno informate direttamente dall'assistente al trasporto.In attesa di collaudare questa nuova organizzazione, che è già stata sperimentata, ma in assenza degli alunni, si invita ad essere tolleranti e a confidare che in pochi giorni tutto funzionerà come sempre, con la positività attestata dagli indici di gradimento del servizio (93% ca. sia per il servizio nella sua complessità sia per la professionalità e cortesia degli autisti e degli accompagnatori).E' il caso di segnalare che, nonostante questa riorganizzazione volta all'ottimizzazione delle risorse, il bilancio di previsione 2014 prevede ancora, per il trasporto scolastico, una spesa di 229.820 euro a fronte di una contribuzione, da parte degli utenti, di soli 55.000 euro, pari al 23,93%.Vengono riportate di seguito le variazioni introdotte con la nuova organizzazione sul servizio di TRASPORTO:
- Alunni residenti nelle cascine del bacino delle scuole di Viale Papa Giovanni, V.le S. Dell’Uomo, Scuola media Carducci: partenza dalle loro abitazioni anticipata di mezz’ora sull’orario precedentemente in uso;
- Bambini appartenenti al bacino della scuola dell’infanzia di Via Galimberti: le fermate saranno posticipate di 15 minuti (sia al mattino che al pomeriggio);
- Alunni della scuola primaria di Via F.lli Di Dio: partenza dalla scuola ore 16,15;
- Alunni della scuola primaria di Via Colombo: partenza dalla scuola ore 16,50.
Per i rimanenti utenti vengono riconfermate le modalità già in uso.L'Ufficio Istruzione sarà a disposizione per qualsiasi informazione necessaria al corretto avvio dei servizi: si trova nella sede di piazza Vittorio Veneto ed è aperto al mattino nelle giornate di lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.15 alle 12.45 e il martedì dalle 9.15 alle 13.45 al pomeriggio il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00, tel. 02-94692.371/372/373.
*************************
Riprenderà a breve il servizio di pedibus/bicibus alla scuola Umberto Margherita di Savoia, sono in programma in questi giorni infatti gli incontri con gli accompagnatori volontari delle tre linee/percorsi già collaudati al fine di organizzare la ripresa del servizio e consegnare loro il materiale utile all’effettuazione dello stesso, come pettorine segnaletiche, elenchi alunni ecc.Sarà inviato anche un promemoria alle famiglie che hanno già aderito, tramite sms, per ricordare la data di ripresa del servizio mentre l’Amministrazione ha già preparato il materiale per gli alunni che aderiranno all’iniziativa che sarà poi consegnato a tramite la scuola.La ripresa è dunque programmata per il giorno 22 settembre quando tutte le scuole rientreranno a pieno regime orario e proseguirà fino al 31 ottobre.Infine si informa che è stato programmato un incontro con i rappresentanti dell’associazione delle famiglie della scuola per concordare il “passaggio di consegne” del progetto, affinché lo stesso possa proseguire in autonomia nei prossimi anni scolastici.
*************************
Proseguono gli interventi a cura del Servizio Verde di Amaga in città, è stata infatti avviata una campagna per la disinfestazione delle siepi di bosso aggredite da un parassita orientale, la piralide del bosso, che ha colpito particolarmente anche le fioriere del centro.Sempre in tema di diserbo e disinfestazione da lunedì 15 settembre saranno interessate dal Servizio di Amaga tutte le strade e i parchi cittadini con un’operazione che avrà la durata di circa due o tre settimane compatibilmente con le condizioni metereologiche. Si tratterà di estirpare le erbacce che si insinuano tra i marciapiede e la strada e di vari altri interventi e, a tal scopo, si precisa che il diserbo non è nocivo per i cani.Si invitano infine i cittadini a collaborare all’estirpamento dell’erba nei luoghi di propria competenza come riportato all’art. 13 comma 6 del Regolamento di Polizia Urbana: è fatto obbligo ai proprietari o amministratori di condominio di provvedere all’estirpamento dell’erba lungo tutto il fronte dello stabile e lungo i muri di cinta per tutta la lunghezza ed altezza degli stessi.All’art. 9 comma 6, invece, si stabilisce che i proprietari o amministratori o conduttori di immobili collaborano con il Comune nel mantenimento della pulizia del tratto di marciapiede prospiciente l'immobile stesso.
*************************
La presenza di Ambrosia artemisiifolia rappresenta un fattore di rischio specifico nell’ASL Milano 1, il cui territorio è una delle zone più infestate da Ambrosia in Italia ed in Europa fin dai primi anni ’90, tanto che tale infestante rappresenta la prima causa di pollinosi. Per questo motivo da tempo l’ASLMI1 ha avviato misure di prevenzione per contenere la sua diffusione e limitare la produzione del polline allergenico al fine di tutelare la salute dei cittadini anche in collaborazione con i Comuni il cui territorio rientra nel distretto.Infatti il Comune di Abbiategrasso, con altri Comuni limitrofi, quali Magenta, Bernate Ticino, Buscate, Busto Garolfo, Corbetta, Magnago, Marcallo con Casone, Mesero, Robecchetto con Induno, Robecco Sul Naviglio e Santo Stefano Ticino, ha sottoscritto e rinnova già da diversi anni, la “Carta di Intenti”, avente come finalità quella appunto di condividere e promuovere iniziative per la prevenzione dell'allergia al polline di ambrosia.L’ASL Milano 1 partecipa inoltre al Progetto Europeo Cost Action Smarter (Sustainable Management of Ambrosia artemisiifolia in Europe) coordinando le istituzioni coinvolte nella ricerca sulla gestione dell’Ambrosia, con lo scopo di definire strategie a lungo termine di monitoraggio.Lo studio condotto dal prof. Heinz Müller-Schärer, dell’Università di Fribrurgo (Svizzera) e dalla sua assistente dr.ssa Suzanne Lommen, in collaborazione con la Dott.ssa Maira Bonini ed i suoi collaboratori, dell’UOC Sanità Pubblica - ASL Milano 1, valuterà la dinamica delle popolazioni di piante di ambrosia anche in relazione all’impatto che il coleottero Ophraella communa LeSage, avrà sulla produzione di polline, dato che tale insetto si ciba preferenzialmente delle foglie di piante di Ambrosia, provocandone il disseccamento e l’impollinazione.L’ASL ha coinvolto diversi comuni, e quest’anno anche Abbiategrasso richiedendo la disponibilità di un’area per la sperimentazione e realizzazione del Progetto Europeo Cost Action Smarter, da utilizzare per un periodo di tre anni (2014/2016). La scelta di sperimentare nel nostro territorio è dipesa dal fatto che è stata accertata la presenza del coleottero anche nel nostro territorio. Quindi dopo alcune verifiche in campo, effettuate dai tecnici del Servizio Ecologia e Ambiente congiuntamente con lo staff del prof. H. Müller-Schärer e il personale dell’ASL Milano 1, è stata individuata un’area, all’interno del “Comparto C5” e destinata alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, che per dimensioni e caratteristiche si presta alla realizzazione del progetto suddetto (superficie di circa 800 mq, presenza di ambrosia, individuazione di esemplari del coleottero). L’insetto è altamente efficiente nell’uccidere le piante di Ambrosia e ci si aspetta che questo effetto continui nei prossimi mesi. Quindi raccomandiamo fortemente di lasciare che l’insetto continui ad attaccare le piante di Ambrosia presenti nel terreno individuato e di non gestirle in alcun modo (tagliarle, rimuoverle o diserbare). Questo consentirà di eseguire gli studi e verificare se il coleottero supererà l’inverno con successo, sino al prossimo anno.
*************************
Grazie al perdurare del bel tempo e alla costante presenza della ditta incaricata di svolgere i lavori, durante il mese di agosto, i lavori di rimozione dell’amianto dalle scuole stanno procedendo nel rispetto dei termini programmati e la prima fase dell’intervento, la più importante, è stata ultimata prima dell’avvio delle scuole.Il progetto completo prevede la predisposizione di pannelli fotovoltaici su 23 immobili comunali per produrre oltre 1 MWatt di energia elettrica da fonte rinnovabile, ma la rimozione dell’amianto e la contestuale sostituzione della copertura è stata la prima e più urgente operazione. Gli alunni e i genitori possono così cominciare in tutta tranquillità questo anno scolastico.
______________________________
L’Amministrazione Comunale intende assegnare ad associazioni o società, che abbiano ad oggetto sociale l’educazione ed addestramento cinofilo, un’area di proprietà comunale per destinarla in parte (massimo 70% dell’intera superficie) a campo di educazione e addestramento cani, ed in parte ad area verde pubblica (minimo 30% dell’intera superficie).I plichi contenenti l’offerta e la documentazione, devono pervenire entro le ore 12 del 9 ottobre prossimo, con qualsiasi mezzo che a proprio rischio il concorrente riterrà idoneo, presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Abbiategrasso, Piazza Marconi 1, aperto al pubblico al mattino nelle giornate di lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.15 alle 12.45 e il martedì dalle 9.15 alle 13.45 al pomeriggio il mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.
______________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Caro Direttore.dopo aver letto la risposta dell'assessore Granziero su Habiate Web,sono nati dentro me alcuni interrogativi a cui non riesco dare alcuna risposta.Se davvero non si voleva mettere le mani nelle tasche di noi cittadini,perché al posto delle strisce blu a pagamento non si è pensato di installare il disco orario ad 1 o 2 ore? Anche così la rotazione era garantita,ma soldini nelle casse comunali non ne sarebbero entrati,o sbaglio sig.ass.Granziero? Sul fatto che sia"un esperimento,un periodo di assestamento nel corso del quale verificheremo la riuscita o meno dell'esperimento" penso che sia più facile vedere pronta la nuova piscina tra un anno,che dipingere ancora di bianco i parcheggi di piazza Vittorio Veneto.Credo siano entrambe fantasie per cercare di addolcire la pillola,e chiedo: finito il periodo di sperimentazione,cosa farete? Diventerà l'intera piazza a pagamento? Altra domanda all'assessore: i dipendenti comunali si lamentano? Io penso che per chi lavora in Comune e risiede in città le alternative alla macchina esistano,ci sono le biciclette o,se le distanze non sono proibitive,ci si può recare a piedi oppure ancora usare una macchina per più persone,o forse devono avere privilegi a discapito dei cittadini che in Comune non lavorano? La mia opinione è che dopo il vespaio di polemiche sollevato dai cittadini Abbiatensi (e credo non previsto dal Comune) ci si arrampichi sugli specchi,ma come già detto penso che...le bugie hanno le gambe corte.Cordialmente.

Fabio Pellegatta
(Lega Nord Bià)
______________________________
Un programma che cresce di edizione in edizione. Una serie di proposte che vanno incontro agli hobby, alle passioni e alle tendenze del momento. Un’iniziativa accolta dal territorio con grande favore che mira a essere un’opportunità formativa permanente per tutti i potenziali fruitori. Stiamo parlando dei “Corsi nel Cassetto” di Fondazione Per Leggere. Il “palinsesto” dell’edizione autunnale 2014 è pronto e visibile sul sito dedicato www.corsinelcassetto.net dov’è possibile iscriversi, da martedì 2 settembre, oltre che raccogliere tutte le informazioni su corsi, programma e profili dei docenti.I corsi sono divisi in 8 macroaree (lingue, creatività, scrittura e lettura, cultura e spettacolo, natura e benessere, salute, comunicazione e famiglia) a sottolineare come il “contenitore” dei “Corsi nel Cassetto” si stia allargando sempre di più.“La validità di questa proposta – afferma il Presidente di Fondazione Per Leggere Cesare Nai – è confermata dai numeri in continua crescita. I corsi attivati la scorsa primavera sono 17, con un totale di circa 200 partecipanti. Una parte dell’utile ci permette di realizzare nuove attività e sostenere l’ente. Un percentuale del 20% (1.000 euro nella passata edizione) viene invece destinata alle biblioteche che ospitano il corso e che possono utilizzare questa somma per l’acquisto di nuovi documenti. Il partecipante al corso, indirettamente, contribuisce con la sua quota a incrementare il patrimonio a disposizione di tutti.”Andando sul sito www.corsinelcassetto.net si può scegliere il percorso che più è in linea coi propri interessi. Dai più classici corsi di lingua – dove si guarda sempre più ad est con le lezioni di russo – e di fotografia, alle novità dei corsi di calligrafia - per conoscere le attitudini che si nascondono dietro a un tratto di penna - alimentazione e mangiar sano, management energetico, saper diventare genitori. Infine, per gli amanti del genere, la possibilità di conoscere a fondo il mondo degli omicidi seriali.Questo solo per citare alcuni dei 50 corsi che saranno proposti da ottobre in poi e che si svolgeranno nelle diverse sedi delle biblioteche del circuito di Fondazione Per Leggere.“Il trend crescente della partecipazione ai Corsi nel cassetto – conclude Federico Scarioni, referente del progetto – ci fa ben sperare per il futuro”.
______________________________
Il 14, 18 e 21 settembre alle ore 21 torna il cinema all’aperto nella splendida cornice del cortile del Castello di Abbiategrasso. Un’iniziativa organizzata dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Abbiategrasso su iniziativa e grazie alla collaborazione della Consulta Giovani con il patrocinio di Fondazione per Leggere.La rassegna dal titolo “Cinefuori” propone la visione di tre film scelti in base al filo conduttore del tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, l’alimentazione quindi, nelle diverse aree geografiche del mondo: i film infatti provengono dagli Stati Uniti, India e Italia/Paraguay.Un’iniziativa voluta dalla Consulta Giovani per creare un momento di ritrovo per i cittadini, giovani e non, al fine di condividere momenti culturali e di socializzazione all’aperto, potendo fruire di un contesto, il castello, da sempre connotato come il “cuore culturale” della città vista la presenza della biblioteca civica e le numerose manifestazioni che vi sono organizzate.Il primo film in programma domenica 14 settembre sarà preceduto alle ore 19.30 dalla degustazione di cibo e bevande macrobiotiche il tutto accompagnato da un sottofondo musicale.Ingresso gratuito a tutte le proiezioni che, in caso di maltempo, si terranno all’interno della sala Consiliare del Castello
______________________________
(M.S.) - Il "Tabù Festival" anche quest'anno si farà e si chiamerà "Diverso da chi? Diverso da cosa?".Il suo svolgimento è stato deliberato dalla giunta Arrara riunitasi nei giorni scorsi a Palazzo Marconi.Anche nel 2014 la manifestazione proporrà momenti di riflessione dedicati ai tabù del nostro tempo,la cui prima edizione dal titolo "Chi ha paura della morte?" si svolse nei mesi di ottobre-novembre 2013 con lusinghieri risultati in termini di affluenza di pubblico e di vasta eco sui media.La proposta della realizzazione dell'evento è partita ovviamente dall'assessore alla Cultura,Daniela Colla (nella foto).L'amministrazione comunale ritiene importante continuare il progetto anche nell'anno in corso,dal momento che esso può rappresentare un'importante opportunità anche in termini di flusso turistico culturale e di promozione del territorio.Gli eventi sono stati programmati in collaborazione con il Comune di Cassinetta di Lugagnano e con alcuni enti culturali del territorio.Lo stesso Comune di Cassinetta si è dichiarato disponibile ad erogare un contributo di 500 euro a copertura di un evento programmato proprio in questo Comune.Per la progettazione,organizzazione e promozione dell'iniziativa,il Comune di Abbiategrasso intende avvalersi della collaborazione di operatori e ditte specializzate in tali campi.La direzione artistica sarà affidata a Fabrizio Tassi;la promozione e comunicazione sarà curata dalla ditta Mirò Comunicazione di Milano,coadiuvata da altre ditte di provata competenza.Il programma dettagliato del "Tabù Festival 2014" è in fase di elaborazione.La spesa prevista per la realizzazione dell'evento è di 35.000 euro (17.000 per l'organizzazione,18.000 per i cachet) che sarà imputata sul capitolo 4550 del bilancio di previsione per l'anno corrente.Gli introiti previsti ammontano a 3.500 euro (3.000 euro dai biglietti e 500 euro dal Comune di Cassinetta).
______________________________
-5100
(M.S.) - "Fare un passo indietro rispetto alla costruzione del nuovo centro culturale islamico in via Bollini? Dico che grazie al buon senso degli amministratori che mi hanno preceduto e delle parrocchie si è riusciti a creare un clima sereno e tranquillo fra cattolici e musulmani - risponde il sindaco Pierluigi Arrara alle critiche espresse dalla Lega Nord di Abbiategrasso - .La decisione di concedere agli islamici uno spazio legittimo non farà altro che rinforzare questo clima di buon vivere.Dopodichè se qualcuno,come al solito,vuole strumentalizzare...va bene,ma sta di fatto che finora in città non si sono mai registrati grossi problemi nonostante la presenza di un importante centro di aggregazione islamico".
_____________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
- Allora assessore Squeo,il Patto di Stabilità verrà sforato o rimedierete all'ultimo momento?
"Abbiamo appena costituito una task-force che gestirà la questione del Patto.Stiamo pensando di adottare dei provvedimenti che dovrebbero metterci in tranquillità relativamente allo sforamento.Non posso accennare di quali provvedimenti si tratta;dico solo che saranno manovre particolari che richiederanno passaggi in maggioranza e in consiglio comunale".
- Ulteriori tagli alle spese correnti? Mani nelle tasche dei cittadini abbiatensi?
"Assolutamente no.Saranno provvedimenti che andranno a verificare la spesa e ci daranno la possibilità di ricavare delle risorse da essa.Quest'anno,nel bilancio,abbiamo già tagliato due milioni di euro fra le aspettative e il consuntivo 2013,ragion per cui lo stesso bilancio presenta un saldo negativo di 300mila euro rispetto al 2013.Questo significa che stiamo già cercando,su alcune voci,di effettuare opera di razionalizzazione.Ma non è sufficiente.Questo è solo l'inizio di un percorso che stiamo mettendo in campo come,ad esempio,la questione della sede unica comunale che porterà un risparmio,così come i progetti sul calore e sull'energia".
- Da chi sarà composta la task-force?
"Ho inviato una comunicazione ai dirigenti comunali chiedendo loro di indicare i nominativi di alcune persone.Seguirà poi una riunione.Dopodichè metteremo in atto i provvedimenti".
- Ma come si è potuti arrivare ad una sofferenza di ben due milioni di euro rispetto al Patto di Stabilità?
"Voglio essere chiaro:l'Annunciata è bella,splendida.Abbiamo speso dei soldi.Solo che il denaro destinato a coprire tutti gli interventi sull'ex convento,sono stati utilizzati per altri interventi.E',questa,la normale gestione di tutti i Comuni:ricevi dei soldi per fare una determinata operazione che richiede tempo e nell'attesa quei quattrini li usi per altri scopi.Alla fine di tutto questo,c'è un debito complessivo del Comune che devi comunque pagare.All'inizio dell'anno,a fronte di nostri fornitori che piangevano,chiudevano o fallivano,abbiamo deciso di saldarne alcuni.E' chiaro che poi occorre trovare le entrate atte a coprire la spesa".
- Non è un pò troppo rischioso fare previsioni di entrate basate sulla speranza?
"Si riferisce a quella famosa fidejussione? Riteniamo di avere tutte le credenziali per incassare l'intera somma.Se arriveremo ad una transazione ricaveremo comunque poco più di un milione di euro".
- Però il tempo stringe,le sanzioni sono alle porte...ce la farete?
"Gli interventi che stiamo mettendo in campo dovrebbero risolvere la questione.Io sono fiducioso.D'altro canto,tutto quello che si può fare lo stiamo facendo.Le dico qualcosa sul "Piano B": si tratta di una operazione di riserva che metteremo in campo qualora gli interventi di cui sopra non dovessero andare in porto.Si tratta,insomma,di una seconda opzione".
- Cosa significa il mancato rispetto del Patto?
"Significa che la quota di sforamento dovrà essere scontata nell'anno successivo nella spesa corrente.Non si potrà assumere - ma il Comune di Abbiategrasso non ha nessuna intenzione di assumere,anzi - non si potrà investire e gli amministratori si vedranno ridotti i loro compensi del 30%.Il nocciolo della questione non è il Patto 2014:il problema è che il Comune ha circa 6 milioni di fatture da pagare...a fronte di finanziamenti da parte dello Stato di appena 300mila euro.Siamo oltre il 90% di taglio.Questa condizione sta mettendo in difficoltà tutti i Comuni,compreso il nostro.Dal 2010 l'ente centrale non sta trasferendo risorse allo Stato".
- Le due prossime fiere,quella di Ottobre e Abbiategusto,si svolgeranno regolarmente?
"Sono due eventi importanti per la nostra città.Se le avessi tagliati avrei dovuto cambiare residenza per paura di rimetterci la pelle...Pensiamo di riuscire ad allestire le prossime due fiere a costo zero grazie al trasferimento delle competenze ad Amaga.Insomma,vi posso garantire che le stiamo pensando tutte".
- Una bella gatta da pelare il suo assessorato,ma chi gliel'ha fatto fare?
"Avete una domanda di riserva? Sono davvero preoccupato,non dormo la notte.Da sei mesi mi sono ritrovato in questa specie di incubo.Sono una persona a cui piace raggiungere gli obiettivi che si prefigge,ce la metto tutta.Sono fatto così.Anche nel mio ambiente lavorativo ho sempre raggiunto il massimo sugli obiettivi che avevo.E' una sfida che mi provoca adrenalina.Ma questo mio incarico di assessore mi porta via il tempo che solitamente dedico alla vita famigliare.La mia serenità rischia di essere intaccata.E' sicuramente un lavoro molto impegnativo,tutti i giorni mi reco in Comune.Una volta pensionato,avevo deciso di dedicarmi al volontariato nell'ambito del Patronato Cgil per assistere le persone che hanno difficoltà nell'ambito lavorativo,tipo disoccupazione,mobilità ed invalidità.Adesso,invece,sono totalmente impegnato per il Comune".
- Auguri assessore Mauro Squeo.
"Grazie".
_____________________________________________________________________
Organizzato dall’Assessorato alle Politiche Ambientali e dalla Consulta Ecologica, in collaborazione con Aslmi1, Dipartimento di Prevenzione Medica Parabiago l’incontro pubblico che si terrà giovedì 25 settembrealle ore 21 nella sala consiliare del Castello ha come obiettivo quello di informare e fare chiarezza su una questione che molti hanno a cuore: la presenza e lo smaltimento dell’amianto in città.Molti sono ancora i dubbi,scarsa la conoscenza dei reali pericoli per la salute ed è per questo motivo che la Consulta Ecologica ha realizzato una serie di interviste video “sul campo” nella giornata di venerdì 12 settembre al mercato di Abbiategrasso; un modo concreto per verificare a livello cittadino la conoscenza del problema e le soluzioni possibili.Durante la serata infatti,dopo l’introduzione da parte dell’Assessore alle Politiche ambientali, energetiche e di igiene ambientale,Daniela Colla,verranno presentate le video-interviste con una serie di domande fatte alla gente comune sul tema amianto: che cos'è,dove si trova,perché è pericoloso,cosa fare quando se ne è in possesso.Una volta verificato il grado comune di conoscenza del tema,poi verrà data la parola al referente per l’Aslmi1 Edgardo Valerio che fornirà le indicazioni corrette e le risposte alle domande poste nel video dai cittadini.Infine durante la serata saranno fornite informazioni generali su quali sono gli obblighi di legge,le scadenze e le sanzioni previste e una serie di dati per fare il quadro della situazione nella nostra città e/o nel nostro territorio alla luce dei recenti interventi nelle scuole cittadine, a cura del dirigente del Settore Servizi tecnici e Ambiente del Comune di Abbiategrasso,arch. Giorgio Lazzaro.Da ultimo saranno fatte delle proposte per affrontare il problema in collaborazione tra Amministrazione Comunale e Sportello Infoenergia.

LA LOCANDINA DELL'EVENTO IN CRONACA 1
_____________________________________________________________________
Elena Piccolo è la titolare della Torrefazione Port Moka di Corso Matteotti 11 ad Abbiategrasso.Da un paio di settimane ha messo in atto l'iniziativa "La maglia rosa degli aperitivi" che ogni settimana vuole intrattenere i clienti con aperitivi a tema.Il tutto è nato da un'idea di Chiara Guenzi,chef abbiatense che vive nella nostra città da 6 anni."L'iniziativa è nata in seguito ad una chiacchierata fra la sottoscritta e i ragazzi che lavorano qui,Andrea ed Elena - spiega Chiara - .Dopodichè siamo riusciti a concretizzarla.Volevano proporre un qualcosa di diverso;siamo partiti con un paio di aperitivi-pilota,uno lombardo e uno friulano,per testare i gusti dei clienti.Adesso di aperitivi ne prepariamo 11 e con essi giriamo l'Italia.Ogni mercoledì fino al termine del mese di novembre".Ricordiamo che l'esercizio commerciale Torrefazione Port Moka ha vinto nel 2012 il concorso vetrine quale "miglior messaggio" e nel 2013 si è classificato terzo.Anche quest'anno parteciperà al concorso ottobrino.Il consiglio è quello di recarsi in Corso Matteotti a gustare questi aperitivi tematici,davvero unici.Al prezzo di euro 7,50 cadauno,piatto di cibo regionale e vino compresi.
_____________________________________________________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gentile Direttore,dopo aver letto l'intervista all'ass.Brusati,mi permetto di dare la mia opinione.La nuova rotatoria appena terminata in via Dante non crea intralcio? Forse alle 3 del mattino...provate a passare verso gli orari di punta (provare per credere),inoltre risulta molto piccola creando non poche difficoltà ai mezzi pesanti,adesso ne volete eseguire ancora una in sostituzione del semaforo,ma come? Quella necessaria ass.Brusati era quella davanti alla caserma dei carabinieri,che non avete fatto per mancanza di denaro,ed ora? Avete vinto al gratta e vinci per caso? Altra questione il supermercato,vi opponete con tutte le forze alla realizzazione nei pressi della puciachera" di una zona commerciale,dicendo che nel nostro territorio ne esistono già tanti ed il mercato risulta saturo,ma la zona Ertos mi sembra,fino a prova contraria,che non si trovi a Canicattì,ma nella nostra città,o sbaglio? Come al solito due pesi e due misure.Ultima osservazione per il quartiere Primavera:nell'incontro tenuto a maggio nella ex sala consigliare tra lei,l'ass.Granziero ed i residenti del quartiere aveva promesso che in 40 giorni avrebbe fatto diventare via Menotti e via 11 Febbraio a senso unico e fatto installare in via Minzoni e via S.Antonio i cartelli di divieto di transito per i mezzi pesanti,sbaglio? Abbiamo capito male noi cittadini? Speriamo almeno che ci dia una risposta e che non sia quella economica (il costo di questa opera è di circa 2.000 euro).Sappia che siamo a settembre e le scuole hanno riaperto creando un enorme flusso di studenti in bicicletta su via Menotti,e che siamo in piena stagione di traffico per quanto riguarda trattori e mietitrebbia per via Minzoni/S.Antonio,e noi cittadini non riusciamo più a capire dove inizi la demagogia e finiscano le bugie...Dobbiamo sempre attendere che "ci scappi il morto" prima di intervenire? Prima facciamo scappare i buoi e poi chiudiamo la stalla? Siamo stufi,arrabbiati e profondamente delusi dalle vostre 1.000 promesse e 0 fatti.Cordialmente.

Fabio Pellegatta
_____________________________________________________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Durante l’ultimo consiglio comunale a Milano è stato richiesto tramite mozione che tutti i Consiglieri comunali dei Comuni della Provincia di Milano ricevesserero formale convocazione delle elezioni del 28 settembre con indicazione di luogo e orario dei seggi,modalità di votazione e di propaganda elettorale;
- tutte le liste e i candidati fossero messe nelle condizioni di comunicare il proprio programma e le proprie proposte direttamente a tutti i Consiglieri comunali dei Comuni della Provincia di Milano nel rispetto del diritto fondamentale di informazione dell’elettorato attivo;
- che tutti i cittadini, seppur non direttamente chiamati al voto,fossero informati secondo i principi di correttezza,completezza e pluralità dell'informazione sulle proposte,sul dibattito elettorale,sulle liste e sui candidati.
-che la Provincia di Milano predisponesse seggi elettorali anche decentrati,aggiuntivi al seggio che sarà aperto a Milano in via Vivaio,al fine di favorire la partecipazione al voto dei Consiglieri dei Comuni più lontani da Milano,ma tutto ciò,per convenienza partitica ed una visione politica che continua ad essere Milanocentrica ha fatto sì che la mozione venisse bocciata dalla maggioranza a Milano,quella stessa maggioranza che ad Abbiategrasso sostiene Arrara.Alla faccia della democrazia e trasparenza! La Lista Civica Costituente per la Partcipazione sarà presente con i suoi candidati - Martedì 23 Settembre ad Abbiategrasso ore 20 in Piazza Castello,per incontrare cittadini,consiglieri e giornalisti che vogliano conoscerci e conoscere il nostro programma che vede tra i primi punti l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Metropolitano fin dalla prossima tornata elettorale.

Michele Bona
Vicesindaco Cassinetta di Lugagnano
Candidato al Consiglio Città Metropolitana per la Lista Civica Costituente per la Partecipazione
_____________________________________________________________________
(M.S.) - Si avvicina a grandi passi la data del 28 settembre,una domenica,giorno in cui a Milano si svolgeranno le elezioni per la futura Città Metropolitana.Saranno chiamati a votare i consiglieri comunali e i sindaci dei Comuni della provincia di Milano,poco più di 2.000,per eleggere il nuovo consiglio della CM che sarà formato da 24 elementi.Per il territorio dell'Abbiatense e del Magentino si presenta nella lista "Centrosinistra per la Città Metropolitana" il sindaco di Abbiategrasso Pierluigi Arrara."La scommessa della CM è quella di riuscire a creare una nuova cultura amministrativa - spiega il primo cittadino di Bià - nel contesto della quale ogni Comune non può più pensare solo al proprio confine,ma deve saper guardare oltre".Nei giorni scorsi la candidatura di Arrara è stata oggetto di critiche e considerazioni negative da parte di Claudio Pirola,presidente dell'associazione culturale abbiatense Zyme,nonchè ex segretario del PD di Abbiategrasso e Morimondo.Critiche che non sono certo andate giù al sindaco."Un personaggio abbiatense ha affermato che dovrei fare meglio il sindaco anzichè guardare avanti - è la replica di Arrara - : proprio perchè sono sindaco ed ho una responsabilità,non posso non interessarmi della Città Metropolitana quando essa,un domani,si interesserà di noi.In quel preciso momento,vorrei esserci.Certo,i problemi in città ci sono ed è giusto che il sindaco faccia il sindaco,ma alcune tematiche importanti quali i servizi sociali,i trasporti e le infrastrutture devono essere portate all'attenzione della CM da un rappresentante del nostro territorio.Che sia io o un altro,va bene.Riguardo,poi,alla mia candidatura,quel personaggio ha detto molte inesattezze.La lista del centrosinistra rappresenta sia il Partito Democratico sia le liste civiche,sia SeL e Rifondazione.Ripeto,l'importante è essere un rappresentante del territorio".Una volta eletto,se eletto "ci sarà da preparare lo statuto,la carta costituzionale della Città Metropolitana - aggiunge Arrara - che andrà a determinare quali saranno le vere funzioni della CM,con quali risorse potrà operare e soprattutto come creare un rapporto di democraticità con i vari Comuni.Dovremo fare in modo che la CM non sia un ente comandato da Milano e che ogni territorio rappresentato abbia la propria dignità e la propria forza per incidere sulle future scelte".
_____________________________________________________________________
(M.S.) - "Il sindaco Arrara si sta occupando molto del territorio.Ricordo l'intervento di rimozione dell'amianto dai tetti delle scuole cittadine.Un intervento dal costo di oltre quattro milioni e mezzo di euro in un momento difficile,un intervento importante per l'ambiente e per la salute dei nostri bambini".Francesco Biglieri,segretario cittadino del Partito Democratico,interviene relativamente alle critiche espresse nei confronti del sindaco Arrara da un esponente di Zyme."In merito ad uno dei punti forti di Claudio Pirola,la ferrovia,i nostri amministratori e precisamente il presidente del consiglio comunale Matarazzo e gli assessori Brusati e Granziero hanno avuto una audizione presso la Commissione Trasporti di Regione Lombardia nel corso della quale hanno espresso le motivazioni e le ragioni dei nostri pendolari - prosegue Biglieri - .Credo quindi che l'amministrazione,sindaco in testa,stia facendo molto per la nostra città e per il territorio in cui viviamo.In quanto,poi,alla lista del centrosinistra presentata per l'elezione dei consiglieri della Città Metropolitana,è una lista unitaria che racchiude le liste civiche e quelle del Partito Democratico,SeL e Rifondazione.Non è che Arrara ha scelto una lista piuttosto che un'altra,ha semplicemente scelto di stare in quella del centrosinistra.Per il PD è un onore avere Arrara nel suo schieramento,avere la sua adesione nella nostra lista,non trovo niente di male in tutto questo.Non so per quale motivo Pirola abbia espresso quelle critiche,per quanto mi riguarda sono più che disponibile a confrontarmi con lui,così come mi sono confrontato con altri esponenti di Zyme".
_____________________________________________________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Non è certo la prima volta che vengono fatte “svastiche” o “croci celtiche” ad Abbiategrasso; un’altra volta è capitato alla Cooperativa Rinascita che in molti pensano erroneamente, sia ancora la casa dei “Comunisti”.Questa volta a farne le spese è stato il PD e siamo sicuri che per alcuni “benpensanti”, questo gesto verrà considerato una sorta di “bambinata” perché così è stato anche nel passato quando imbrattarono la Cooperativa in via Magenta e in più occasioni la saracinesca dell’ex sede di Rifondazione Comunista in via Ginibissa oltre diversi muri cittadini.Noi pensiamo invece che sotto sotto, bambinata o no, ci sia da diverso tempo chi pensa che valga sempre la pena far sapere che in città qualche nazifascista mimetizzato vi era e vi è ancora oggi.Certo non siamo a livello di Milano dove non è necessario mimetizzarsi perché militando in un partito o in alcune associazioni di chiara matrice nazifascista ci si può quasi liberamente comportare appunto da nazifascista.Ci riferiamo all’annuale manifestazione in ricordo di Ramelli, dove non solo chi si dichiara apertamente nazifascista, ma anche alcuni rappresentanti del partito “fratelli d’Italia” eletti nelle istituzioni, organizzano e guidano gli squadristi che come dimostrano molte fotografie salutano in massa “romanamente”.Comunque, non sono solo il PRC e gli Antifascisti indignati per questi atteggiamenti e lo dimostra la Corte di Cassazione, che con una Sentenza ha nei giorni scorsi deciso che il saluto “romano” sia ancora oggi REATO appunto per il “rischio di rigurgiti antidemocratici……..”.Quindi mentre va la nostra solidarietà al Pd cittadino ed ai dirigenti della Cooperativa Rinascita, ribadiamo che questi atti e atteggiamenti non devono essere sottovalutati e gli imbrattatori responsabili individuati, perseguiti ed emarginati.Per questo crediamo sia importante che i cittadini e le Istituzioni locali alzino il livello di guardia democratica contro queste provocazioni.E’ il solo ed unico modo per isolare chi pensa sia ancora oggi possibile essere accreditati tra la popolazione democratica con idee che nel passato ventennio fascista portarono lutti e rovine al nostro popolo e tra questi gli operai che ad Abbiategrasso hanno pagato con la vita la deportazione in Germania.

Il Direttivo
Partito della Rifondazione Comunista
Circolo “Rosa Luxemburg”
_____________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
PONTEVECCHIO DI MAGENTA - Si è svolta nella mattinata di domenica 14 settembre la cerimonia di inaugurazione del nuovo ingresso di Villa Castiglioni (Via Galliano 7 a Pontevecchio di Magenta) sede del Parco Lombardo della Valle del Ticino.A fare gli onori di casa,il presidente Gianni Beltrami.Numerose le autorità politiche invitate: il sindaco di Abbiategrasso Pierluigi Arrara (Comune capofila del Piano Integrato d'Area),Frank Ranzani,capogruppo del PD in consiglio comunale a Bià,il vicesindaco di Magenta Paolo Razzano,l'assessore provinciale di Milano Giuseppe Marzullo e il consigliere della Provincia di Pavia Angelo Bosatra,unitamente a rappresentanti di alcuni Comuni del territorio (Gaggiano,Besate e Morimondo).Dopo il saluto alle autorità del presidente Beltrami,è stata illustrata in tutta la sua interezza la realizzazione sia del nuovo ingresso sia di un edificio che contiene diversi uffici,del giardino e del parco interno."Il progetto è stato finanziato con fondi europei,della Regione Lombardia e del Parco del Ticino - ha spiegato ai convenuti il direttore generale del Parco,l'architetto Claudio Peja - .Nella nuova struttura trovano posto la reception, l'Ufficio Protocollo e l'Ufficio di Educazione Ambientale.Quest'ultimo è dotato di tutta una serie di servizi interattivi e tradizionali.Abbiamo compiuto la scelta di coinvolgere i giovani architetti e falegnami nonchè gli studenti; gli arredi sono stati realizzati dall'architetto Uboldi utilizzando materiale legnoso del Parco,il falegname è Daniele Corsi,mentre la ricerca storica è stata effettuata da Mario Comincini.Per la geo-map Stefano Giuliani e per l'intero porgramma T-Jones,Paola Galliani e Giulio Testa.Il tutto coordinato dai nostri uffici".Il sindaco di Abbiategrasso Pierluigi Arrara ha sottolineato l'importanza dell'esistenza dell'Ente Parco del Ticino ringraziando il presidente Beltrami "per essere sempre vicino ai territori"."Le città non sono dei sindaci - ha detto ancora Arrara - ,sono state date loro in prestito per qualche anno.Noi abbiamo il compito di custodirle.Una responsabilità doppia,poichè le città oltre ad essere grandi sono soprattutto belle.Solo mettendoci insieme riusciremo a fare di esse dei punti di attrattiva turistica.Teniamoci sempre in stretta sinergia"."Lo scopo fondamentale del nostro ente è quello di non fare apparire Expo 2015 come una passerella - ha poi affermato il presidente Gianni Beltrami - .Non siamo amanti della moda e dell'infatuazione di un momento.Quello che il Parco sta facendo è un qualcosa che deve rimanere nel tempo e dev'essere utilizzato da tutti,in particolare dalle famiglie e da tutti coloro che amano il nostro territorio e che su di esso vivono,producono e si danno da fare per renderlo sempre migliore.E noi del Parco,senza chiedere un centesimo a nessuno,ci muoviamo in sintonia".Dopo i discorsi di rito è seguita la premiazione del vincitore del concorso partecipativo per l’ideazione di un nuovo logo dedicato alla promozione del territorio nell’ambito del progetto “Il Germoglio del Ticino”. Il premio,un tablet,è stato consegnato a Laura Toffetti 22anni,di Rho,studentessa della facoltà di Design al Politecnico di Milano.Hanno chiuso la mattinata le premiazioni dei vincitori di una gara di Mountain Bike: il 19 °Trofeo Versetti organizzato da A.S.D. Ciclibattistella.Premiazioni effettuate dal consigliere regionale Luca Del Gobbo,ex sindaco di Magenta.Dopodichè tutti al rinfresco per la degustazione di alimenti e vini a marchio Parco.
_____________________________________________________________________
"Grazie Antonia,50 anni di AVIS,ma soprattutto una grande presenza in città,in ospedale,al servizio;in modo silenzioso,sobrio...una grande donna abbiatense!".Con queste poche ma semplici parole il sindaco Pierluigi Arrara ha omaggiato la signora Antonia Ticozzelli,da ben 50 donatrice di sangue Avis.Il primo cittadino si è recato personalmente,domenica 14,presso l'area ricreativa di via Stignani per consegnare un mazzo di fiori ad Antonia.Anche il gruppo La Cappelletta ha consegnato un riconoscimento a Ticozzelli.
_____________________________________________________________________
(M.S.) - Cinque artisti provenienti dal Giappone protagonisti a Palazzo Stampa.Mitsuo Miyahara (pittore),Asako Hishiki (pittrice),Sakutaro Nakagawa (artista di collage),Takayuki Nakatake (fotografo) e Flavio Gallozzi (fotografo,vive in Giappone e a Milano),hanno inaugurato la mostra “Shizenbi: la Mano,il Gesto,il Segno e l’Aria”,ovvero la bellezza naturale attraverso pittura,collage e fotografia.La mostra rimarrà aperta dal 13 al 28 settembre,l’ingresso e la visita sono gratuiti con orario: sabato ore 10-20, domenica 10-19, martedì-venerdì 15-19.L'inaugurazione è avvenuta nel tardo pomeriggio di venerdì 12 settembre alla presenza,tra gli altri,del sindaco Pierluigi Arrara,degli assessori Graziella Cameroni,Mauro Squeo ed Emanuele Granziero e della dott.ssa Paola Bianchi dello staff del sindaco."Allestire una mostra culturale di questi tempi è un'operazione coraggiosa da parte degli organizzatori ma allo stesso tempo è un investimento molto importante - ha sottolineato il sindaco Arrara -.Come sappiamo,in un periodo di crisi a rimetterci è sempre la cultura.Mi piace ricordare che la mostra inaugurata rappresenta la fusione fra tre arti: quella giapponese,quella del karate,disciplina che da oltre trent'anni è presente ad Abbiategrasso dove svolge attività educativa,e quella della bellezza.La location di Palazzo Stampa,poi,ben si addice alle mostre,in particolar modo con i percorsi guidati.Davvero una bella iniziativa,speriamo che i cittadini sappiano assaporarla e apprezzarla come merita".Oltre al sindaco Arrara hanno preso la parola il responsabile della mostra Giancarlo Moscatelli e il presidente della Federazione Karate.La mostra appena inaugurata a Palazzo Cittadini Stampa è nata da un’idea iniziale di Flavio Gallozzi,affidata al curatore Victor De Circasia,una figura di spicco nel mondo artistico,anche a livello internazionale.Venendo alle opere esposte,"La Mano" è presente come soggetto nelle opere dei due fotografi,"Il Gesto" si riscontra particolarmente nell'opera di Gallozzi,mentre "Il Segno" è nelle opere di di Miyahara e di Nakagawa.Infine "L'Aria",con le sue tele appese che si muovono al soffio della più lieve corrente.
_____________________________________________________________________
(M.S.) - I nuovi corsi e le future attività del Centro di Produzione e Formazione Teatrale del "Teatro dei Navigli".Ne parliamo con il direttore artistico nonchè attore Luca Cairati (nella foto),volto noto nel panorama culturale abbiatense."A fine settembre ripartiranno tutti i corsi già esistenti dallo scorso anno - spiega - : quello base di teatro e quelli dedicati ai bambini e agli adolescenti.Da ottobre,poi,saranno attivi nuovi corsi con nuovi allievi.Un episodio molto importante andrà in scena nei giorni 3,4 e 5 ottobre: un seminario teatrale con Fausto Russo Alesi,uno degli artisti di punta del Piccolo Teatro di Milano,ha vinto molti riconoscimenti europei ed è sicuramente uno degli attori più promettenti nel nostro panorama teatrale.Un grande onore,quindi,poter lavorare con lui".Il seminario in questione è aperto a chi ha già maturato esperienze teatrali,con un numero massimo di 15 allievi che dal venerdì alla domenica lavoreranno otto ore al giorno.Laboratori specifici capaci di attirare attori da Milano e da altre zone italiane.Dei veri e propri master di alto livello.Ricordiamo che la sede del "Teatro dei Navigli" è ubicata presso l'Annunciata,così come quelle dell'Accademia della Musica e della scuola di musica "Ubuntu"."Siamo qui da un anno - aggiunge Luca - ,è una sede molto bella e prestigiosa.Quest'anno,per arricchire il tutto potremo usufruire di una nuova sala,restaurata e aperta lo scorso mese di maggio,che ci permetterà di fare le prove,gli spettacoli e i corsi.Possiamo quindi affermare che il nostro teatro è proprio l'Annunciata".Luca Cairati è nell'ambiente dello spettacolo teatrale da quando aveva 19 anni (adesso ne ha 40); ventun anni dedicati al teatro.Prossimi eventi nel corso dei quali il "Teatro dei Navigli" coinvolgerà la cittadinanza:"Ripartirà la rassegna teatrale Incontroscena" in data 10 dicembre - prosegue Luca - .L'esclusiva di questo evento sarà la sua dedica alla poetessa Ada Merini,con la bravissima attrice Rosella Rapisarda.Quest'ultima abbiamo già avuto di ammirarla nel corso del Festival Internazionale Le Strade del Teatro del 2012.Incontroscena si svolgerà nei sotterranei del Castello Visconteo.Stiamo inoltre definendo le date per alcuni spettacoli teatrali dedicati ai più piccoli: si svolgeranno a metà novembre all'Annunciata.Infine,a Natale andrà in scena uno spettacolo dedicato ai bimbi.E' importante avvicinare i ragazzi alla cultura e al teatro".Amico dell'assessore Daniela Colla e dell'operatore culturale abbiatense Fabrizio Tassi,personaggi con i quali il feeling è notevole,Luca Cairati dice la sua sul tanto contestato "Tabù Festival": "E' un evento di grande respiro - conclude - ,sono molto contento che lo si organizzi anche quest'anno.Fabrizio avrà ancora modo di creare nella sua città uno spazio,un cantiere di idee e di cultura da far vivere.La cultura è un diritto e un bisogno fondamentale di ogni persona e della città di Abbiategrasso".

TUTTE LE LOCANDINE DEI NUOVI CORSI CON LE INFORMAZIONI NELLA PAGINA CRONACA 4
_____________________________________________________________________
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Spett.le Redazione Habiate Web,il Comitato "Si alla Strada" informa che ha creato una pagina Ufficiale su Facebook dal titolo: "Comitato Abbiatense: SI alla Strada Ma-Bià-Vi" ,dedicata a tutti gli abbiatensi che vogliono essere sempre informati sull'attività accedendo direttamente dai propri smartphone o androidi.Gli utenti della pagina potranno interagire e far girare alle loro amicizie l'invito ad aderire.E' tempo di crederci,SI alla nuova strada Magenta-Abbiategrasso-Vigevano.Il Comitato vuole essere parte attiva e di supporto verso le istituzioni e la cittadinanza che da tempo stanno lavorando per portare a termine la dorsale insubrica,ricordiamo che l'infrastruttura è di importanza strategica per far ripartire un territorio bloccato da anni nel più totale immobilismo con gravi conseguenze economiche oltre all'isolamento che,per colpa delle non scelte,ci sta portando sempre più lontani da Milano seppur distante di pochi chilometri.Ci impegneremo a contagiare più gente possibile e far capire che il rinnovamento significa miglioramento.Cordiali saluti.

Comitato Abbiatense "Si alla Strada MA-BIA-VI"
_____________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
La sigla completa è PSC,Patto di Stabilità e Crescita.Si tratta dell’accordo europeo che fa disperare i sindaci.Se lo si dovesse allentare,si rimetterebbe in moto tutta una serie di iniziative perché così si farebbe circolare più denaro,si riattiverebbero i consumi e la produzione.Il patto di stabilità è il codice dello sventurato rigore europeo,la fonte dello scontento dei Comuni.Sottoscritto ad Amsterdam nel 1997 tra i Paesi dell’Unione europea,fu di fatto la premessa normativa dell’euro:facciamo una moneta unica ma impegniamoci tutti a rispettare poche,semplici regole di bilancio.Semplice ma rigide:deficit non superiore al 3% del pil, debiti al di sotto del 60%. L’Unione controlla e punisce chi sgarra.Il Patto di stabilità non è mai piaciuto,“inattuabile” per la sua rigidità,anche se necessario.Adesso,con la penuria di liquidità causata dalla crisi,rispettarlo sembra diventato impossibile,anche perché il PSC ha portato a un patto di stabilità interno che sta paralizzando la vita delle amministrazioni pubbliche.L'incubo delle amministazioni locali si chiama dunque PSI e condiziona pesantemente l'attività di Regioni e Comuni,chiamati a comportarsi in modo tale che lo Stato rispetti i vincoli europei.Ma ad accrescere lo stress c'è il fatto che le regole cambiano ogni anno,impedendo soprattutto qualsiasi programmazione.Finisce cosi che le amministrazioni comunali sono costrette a improvvisare e anche quando sono virtuose non possono spendere.Niente investimenti,braccio corto sui pagamenti. Una situazione vicina all'ingestibilità dell'azienda Comune,con sofferenze per i fornitori e per i clienti,che sono poi i cittadini.Ma attenzione a non illudersi che l’allentamento del patto di stabilità (ormai chiesto da più parti),quando ci sarà,possa farci dimenticare tagli e risparmi e via come prima a spendere e spandere.Per crescere bisogna certo liberarsi della palla al piede.Ma non si va lontano se resta sulle spalle il macigno del debito pubblico.Il legislatore prevede pesanti ripercussioni in caso di accertato sforamento del patto di stabilità.Le sanzioni,che devono essere applicate,consistono principalmente nell’impossibilità da parte del Comune di contrarre mutui,nel divieto di assunzione di personale a qualsiasi titolo,nella drastica riduzione delle spese correnti e dei trasferimenti erariali.In poche parole,si andrebbe verso la paralisi totale della città,perchè il Comune dovrà azzerare le spese per le manutenzioni ordinarie (strade,verde pubblico,ecc.) e ridurre drasticamente l'erogazione dei servizi assistenziali o il sostegno a tante iniziative associative.Relativamente al rispetto del PSI,il Comune di Abbiategrasso sta pericolosamente viaggiando sul filo del rasoio.Lo sforamento accertato e preso in esame nella serata di lunedì 9 settembre nel corso della riunione congiunta di due commissioni consiliari,ammonta a circa 2 milioni di euro.Una cifra dalla quale sarà ben difficile rientrare entro la fine dell'anno."L'amministrazione Arrara sarà ricordata come quella che ha sforato il Patto di Stabilità paralizzando la città - commenta amaro Alberto Gornati,consigliere comunale del Pdl - .Per riuscire a rientrare,entro i prossimi quattro mesi dovrebbe verificarsi un evento a dir poco eccezionale,tipo vincere una grossa somma al Gratta e Vinci...Battute a parte,la situazione è seria: siamo fuori dal Patto,le voci che circolavano in città hanno trovato conferma,la relazione dei revisori parla chiaro.Chiaramente noi dell'opposizione non siamo felici,perchè chi ci rimette è l'intera città.La cifra di sforamento del Patto di due milioni di euro è stata confermata dall'assessore al Bilancio,Squeo,in sede di commissione.Per coprire questa cifra,il Comune si appella all'escussione di una fidejussione,per un totale di 1 milione e 800mila euro,difficilissima da recuperare e con il rischio di aprire un contenzioso.Siamo,insomma,in brache di tela,è materialmente impossibile riuscire a recuperare la cifra entro dicembre.Pur riconoscendo che il Patto di Stabilità è molto rigido e presenta meccanismi assai complicati,chi non è capace di amministrare deve andare a casa,non è possibile continuare a rinviare il problema all'anno successivo.Sono stati spesi due milioni e non potevamo spenderli,non sono stati monitorati i flussi di entrata e di uscita.Anche i debiti fuori bilancio rappresentano una bella cifretta:176mila euro per una indennità di coltivazione,più altri 116mila euro costituiti da una miriade di piccole cifre...La città è già paralizzata e adesso lo sarà ancora di più"."Non si tratta nè di uno sforamento nè di un debito - precisa il sindaco Pierluigi Arrara - .Il bilancio è una cosa,il Patto di Stabilità un'altra.Il bilancio è stato fatto e quadra sia nelle entrate come nelle uscite.Poi c'è il PSI,un'anomalia tutta italiana rispetto agli altri Paesi europei,il quale impone che i movimenti di cassa abbiano una quadratura alla fine dell'anno.Noi,ad oggi,siamo in sofferenza di due milioni.Ma non è la prima volta che accade: quando sono stato eletto sindaco c'era già uno sforamento di un milione e mezzo.Ci mancano i trasferimenti dello Stato.Il nostro bilancio è a posto.Stiamo pagando una serie di mutui accesi da chi ci ha preceduti,per questo la nostra esposizione finanziaria è alta.Abbiamo pensato di coprire i due milioni di sofferenza con una serie di interventi che non sappiamo se andranno a buon fine entro la fine dell'anno.Se ciò non dovesse accadere,dovremo recuperare quella cifra il prossimo anno con una serie di tagli di spese.Ma,ripeto,entro dicembre sono previste entrate che dovrebbero pareggiare la situazione".Il sindaco ne elenca alcune:"Fidejussioni,oneri di urbanizzazione e altre cifre in entrata.Preciso che noi abbiamo scelto di pagare i fornitori;avremmo potuto non farlo e risultare in pareggio.Ci è sembrato giusto saldarli perchè hanno lavorato.La situazione è complicata,qualcosa deve arrivare dalla Regione,ma non sarà una grossa cifra,si parla di 50-60mila euro.Somme in entrata prevediamo di incassarle tramite alcune alienazioni di edifici,tipo la ex scuola di Castelletto,nonostante il mercato non è fiorente,e tipo le strutture che libereremo tramite lo spostamento degli uffici comunali nella ex Pretura.Con quest'ultima operazione non dovremo più rincorrere come abbiamo fatto due anni fa con quel prelievo nelle casse di Amaga.In ogni caso faremo di tutto per salvare la situazione e per evitare le sanzioni.Abbiamo ancora tre mesi e mezzo per cercare di raddrizzarla,penso che ce la faremo.Dopodichè c'è tutta una serie di fattori esterni che potrebbe impedirlo".

Nelle foto: il sindaco Arrara e Alberto Gornati
_____________________________________________________________________
di MARIO SCOTTI
*******************************************
Da giovane ha studiato Lingue,parla correttamente inglese,francese e tedesco.Lo spagnolo lo comprende,lo parlicchia ma non lo scrive."Quand'ero ragazza mi affascinavano le persone straniere che incontravo e delle quali non riuscivo a comprenderne il linguaggio.Questa mia passione per le lingue straniere è nata in Liguria,regione ai tempi frequentata da parecchi tedeschi.Dopodichè per la sottoscritta si sono aperti sbocchi importanti,sono riuscita a trovare più facilmente il lavoro".A raccontare ad Habiate Web Quotidiano le sue esperienze di vita è Daniela Colla,attuale assessore comunale alla Cultura,Turismo e Ambiente.Lavorativamente parlando,Daniela è stata una valorosa dipendente della defunta Siltal nella quale ha prestato servizio per 15 anni.Una volta chiusi i battenti l'azienda di via Pontida "sono sempre rimasta nel settore dell'elettrodomestico,passando da varie aziende con le medesime responsabilità".Una carriera lavorativa,quella di Colla,partita dalla gavetta: da archivista a assistente fino a dirigente.La sua occupazione attuale la vede impegnata nel ruolo di consulente commerciale di marketing per le varie aziende che esportano i loro prodotti.Daniela è coniugata ("sempre con la stessa persona" - precisa) da ben 36 anni ed ha una figlia di 28 anni.L'attuale assessore della giunta Arrara in passato non ha mai ricoperto incarichi istituzionali."Tuttavia mi guardavo attorno,osservavo quel che accadeva in città e cercavo di dare il mio contributo che consisteva nella presidenza di Iniziativa Donna per 16 anni,incarico che ho lasciato una volta nominata assessore.Adesso sono solo una semplice iscritta".A Daniela Colla chiediamo qual'era il suo stato d'animo due anni e qualche mese fa,quando il neo-sindaco Pierluigi Arrara l'ha chiamata per entrare a far parte della nuova giunta comunale."E' stata una bella sorpresa.Arrara mi ha chiamata telefonicamente chiedendomi se avevo qualche minuto da dedicargli.Ho subito intuito che aveva qualcosa da propormi.Era proprio così.Ci siamo dati appuntamento in un bar,abbiamo bevuto un caffè.Gigi mi ha detto che era alla ricerca di una persona che avesse competenze e delle passioni negli ambiti culturali e turistici.Ho accettato volentieri. Nel "pacchetto" c'era anche l'ambiente.Da notare che prima di allora Arrara non lo conoscevo personalmente,lo salutavo quando lo incontravo per strada".E adesso,dopo poco più di due anni al timone dei suoi assessorati "l'impegno è notevole - spiega ancora Colla - .L'esperienza è appassionante,probabilmente se tornassi indietro entrerei in politica.Apre gli orizzonti mentali".All'espletamento dei suoi incarichi,Daniela dedica in media il 50% della giornata."Mattino o pomeriggio sono dedicati alla presenza in Comune,sia in Piazza Marconi,dove non ho un ufficio,sia a Villa Sanchioli sede dell'assessorato all'Ambiente.E poi mi reco spesso al Castello,sede dell'Ufficio Turismo.Diciamo che il tutto mi impegna quattro giorni su cinque.Senza contare le ore del dopocena pregne di riunioni e di tempo dedicato a rispondere alle email.Aggiungiamoci anche le riunioni della maggioranza,le sedute del consiglio comunale,gli incontri politici e quelli pubblici".Due anni,come dicevamo,sono già volati via e Daniela vuole sottolineare che in questo lasso di tempo è più che soddisfatta "di essere riuscita a portare a compimento il centro di formazione e di produzione teatrale.Che adesso c'è ed ha raddoppiato gli iscritti ai suoi corsi.E poi il Tabù Festival,una vera novità sulla scena culturale abbiatense.Non ho mai detto che è l'evento più bello mai realizzato,perchè ritengo che ogni assessore nei propri ambiti e tempi,debba portare avanti le proprie scelte compatibilmente con le risorse economiche a disposizione.Il Tabù è una scelta che ho voluto compiere,una proposta culturale semplicemente diversa perchè si chiede alla gente di partecipare a un momento di dialogo e di confronto"."Per contro - dice ancora Daniela - è difficile portare avanti il discorso del turismo inteso come promozione della città e del territorio.C' ancora molto da fare,partiamo da una base prossima alla zero,o quasi.Due mattoni importanti li abbiamo messi sia con l'Ufficio del Turismo sia con Palazzo Stampa".Ma perchè,allora,è stata chiusa la Fondazione? "Non è stata chiusa,si trova tuttora in stallo.Ci sono comunque gli spazi affinchè possa riprendere il suo percorso,un percorso diverso rispetto al passato.In essa c'è una pluralità di soggetti che hanno idee e potenzialità.Sono in grado di svolgere promozione per il territorio; tutto sta a crederci.Finanziamenti? Nessuno ne ha tanti.Occorre coinvolgere maggiormente le realtà che fanno parte della Fondazione e che hanno avuto poco spazio.Tutti hanno qualcosa da dire.L'importante è che abbiano la volontà di dirlo".Argomento-critiche alle quali Daniela non è esente."Mi dà un enorme fastidio il rifiuto preconcettuale - sottolinea - ,vale a dire il pregiudizio.Il non avere la curiosità,la volontà,l'energia e la capacità di capire persone e situazioni.Complimenti? Se devo essere sincera,ad Abbiategrasso non se ne usano molti...".A proposito di complimenti,a Daniela Colla non ne arrivano sicuramente da parte degli ambientalisti nostrani."In merito all'area umida,tutto è demandato al collega assessore Giovanni Brusati che sta seguendo tutti gli aspetti di quello che sarà il nuovo Pgt.Si dovranno prendere decisioni e seguire determinati percorsi.L'ho già detto in altre occasioni: relativamente al Pagiannunz tutto quello che era possibile fare lo abbiamo fatto,anche investendo e mettendo a disposizione risorse economiche.Beccandoci anche sentenze di risarcimento.Sono francamente un pò stanca di leggere sempre le stesse critiche e di ribadire sempre le stesse cose.La volontà dell'amministrazione,già espressa,è chiara.Il mio sarà anche un silenzio assordante,come sostengono gli ambientalisti,ma parlare troppo come fanno loro non risolve la situazione".Situazione ambientale ad Abbiategrasso:"Abbiamo almeno due criticità rappresentate da Gabana e Quartiere Ertos.Gli sforzi che abbiamo compiuto e che stiamo compiendo per cercare di arginare i fenomeni di inciviltà sono notevoli".In conclusione di intervista,qualche anticipazione di Daniela Colla relativa al "Tabù Festival 2014" che si intitolerà "Diverso da chi? Diverso da cosa?" e che tratterà il tema della diversità: nonostante il budget ridotto rispetto alla scorsa edizione,grandi ospiti approderanno ad Abbiategrasso.Ad inizio ottobre la conferenza stampa di presentazione dell'evento che si svolgerà su due fine settimana consecutivi dal giovedì alla domenica.Un suggerimento giunto da parecchie persone ed accettato dagli organizzatori.Gli spettacoli andranno in scena a Bià,a Magenta (proiezione di due film) e a Cassinetta."Il budget che abbiamo a disposizione è di 35mila euro" - conclude Daniela.
_____________________________________________________________________
dal nostro inviato MARIO SCOTTI
************************************************
COLOGNO MONZESE - La prima impressione è quella di una persona estremamente cordiale,affabile e disponibile,sensazioni che trovano piena conferma nel corso dell'incontro-intervista nel suo studio nella parrocchia dei Santi Marco e Gregorio in quel di Cologno Monzese,a poche centinaia di metri dagli studi televisivi Mediaset.Da 15 anni,don Innocente Binda è,o meglio era,parroco di questo decanato che comprende anche la cittadina di Vimodrone,degradato sobborgo alle porte della metropoli milanese.Decanato che fra poco più di un mese don Innocente si lascerà alle spalle per approdare ad Abbiategrasso nella veste di nuovo parroco della comunità San Carlo Borromeo in sostituzione del suo grande amico sacerdote don Paolo Masperi.L'annuncio ai suoi fedeli,rimasti a dir poco attoniti alla notizia,l'ha comunicato lui stesso nel corso della Santa Messa delle ore 10.30 di domenica 3 agosto alla presenza del vicario di zona Mons.Franco Carnevali,lo stesso che nel pomeriggio di sabato 2 agosto nella restaurata chiesa di San Gaetano e successivamente in Santa Maria Nuova ad Abbiategrasso ha comunicato agli abbiatensi il nominativo del nuovo parroco della comunità San Carlo Borromeo."La notizia del mio trasferimento ad Abbiategrasso l'ho avuta solo quindici giorni fa - racconta don Innocente ad Habiate Web Quotidiano - .Mi ha chiamato il vicario per comunicarmela e ho dato la mia disponibilità.Io non ho mai chiesto di andare via da un posto per andare in un altro: decidete voi,ho detto a Monsignor Carnevali".Don Innocente,nato il 13 luglio 1950 in Valmadrera (Lecco),è entrato in seminario all'età di 11 anni,nel 1961.La sua prima destinazione come assistente di oratorio è stata la città di Desio (Milano),nella cui basilica è rimasto per 10 anni.Altri 10 anni,sempre come assistente di oratorio,don Innocente li ha trascorsi a Bruzzano,periferia di Milano,poi è stato nominato parroco di Cinisello Balsamo (Milano) dal 1995 al 1999,infine ha trascorso gli ultimi 15 anni a Cologno Monzese."Di Abbiategrasso non conosco assolutamente nulla - prosegue il sacerdote - ,mi hanno detto che andrò in una bellissima basilica con quadriportico.Con calma mi recherò nella vostra città per vedere tutto quel che c'è da vedere.Adesso mi assenterò per una decina di giorni:vacanze in montagna.Al ritorno inizierò a prendere i contatti per organizzare il mio trasferimento".Cosa si prova a cambiare destinazione dopo 15 anni trascorsi a Cologno? "Beh,per noi sacerdoti significa vivere profondamente l'obbedienza,la povertà e la castità.Noi non siamo padroni della nostra vita:le relazioni,gli affetti e le amicizie che inevitabilmente si creano le viviamo comunque con quella libertà che ci chiede il Signore.Quando dobbiamo lasciare,siamo pronti a farlo.Sicuramente c'è un aspetto di fatica umana che occorrerà affrontare,ma le fatiche che facciamo noi sacerdoti sono molto relative rispetto a quelle che compiono i genitori e i padri di famiglia,gli operai,le persone che davvero devono preoccuparsi della quotidianità della vita.Io questo sacrificio lo faccio,ma il cuore è già ad Abbiategrasso".Ma chi decide i trasferimenti dei sacerdoti da una parrocchia all'altra,e soprattutto con quale criterio? Don Innocente sorride:"Non me lo chieda...Alcuni trasferimenti sono naturali,come quello di don Paolo Masperi.Nel senso che uno arriva a una certa età e gli si chiede,oppure è lui stesso a chiederlo,di dimettersi.All'età di 75 anni tutti,compresi i vescovi e con la sola eccezione del Papa,sono obbligati a rassegnare le dimissioni.Detto questo,don Paolo va comunque ad assumere un altro incarico.Ovviamente non si danno le dimissioni da prete,ma quelle da parroco".Un pensiero per il suo predecessore don Paolo Masperi:"Lo conosco molto bene.Cosa più unica che rara,don Paolo è stato il mio predecessore qui a Cologno Monzese dove ha lasciato un'impronta molto forte.A quindici anni di distanza,ancora oggi la gente lo ricorda con grande affetto.Quando io sono arrivato a Cologno ho trovato tutti disponibili ad accogliermi senza nessun ostacolo e difficoltà.E questo è merito di don Paolo.Un altro suo merito è quello di essere un sacerdote libero,totalmente impegnato per la chiesa".Cosa si aspetta da questa sua nuova missione ad Abbiategrasso? "Mi aspetto di vivere il mio ministero di pastore,di padre e di fratello con quello spirito nuovo nel quale ci sta invitando a entrare Papa Francesco.Un Papa straordinario che mi ha subito affascinato per il modo in cui si è posto.Anch'io sono un sacerdote a cui piacciono i rapporti schietti,le amicizie vere,anche se forti.Se devo dire le cose,le dico senza rancori,ma sempre con la carità.Quello che conta è che chi mi ascolta capisca che le dico per il suo bene".

Nella foto: don Innocente Binda nel corso dell'intervista nel suo studio a Cologno Monzese
_____________________________________________________________________
-5100 -5100
     
       
    
HOME | HOME HABIATE | HABIATE cronaca di Abbiategrasso 1 | HABIATE cronaca di Abbiategrasso 2 | HABIATE cronaca di Abbiategrasso 3 | HABIATE cronaca di Abbiategrasso 4 | HABIATE primo piano | HABIATE attualita | HABIATE informazione | HABIATE in evidenza | HABIATE personaggi | HABIATE sport | HABIATE reportage | HABIATE il palazzo | HABIATE agenda e storia | HABIATE focus | HABIATE ricordi | HABIATE epoca | HABIATE dossier 1 | HABIATE archivio video | HABIATE poesie Masciadri