Clifford Simak

Anni senza Fine

ed. Nord 2005 (City - 1956)

Capolavoro indiscusso di Clifford Simak, "Anni Senza Fine" (noto anche col titolo City) è il romanzo che meglio di tutti ha rappresentato le angosce, le speranze e le suggestioni della fantascienza classica. La narrazione si articola su una serie di episodi nei quali si immagina che la popolazione terrestre sia emigrata su Giove per perseguire un’utopistica felicità superiore. Le uniche tracce del suo passaggio sulla Terra sono un robot e le leggende che i cani – gli esseri senzienti che attualmente dominano i mondi paralleli – si tramandano di generazione in generazione. Ed è proprio attraverso queste leggende che si dipana il racconto dell’ascesa e della caduta della razza umana sino all’abbandono della Terra nelle mani di pochi superstiti. Ma adesso, quasi a seguire un imperscrutabile disegno universale, anche il sistema di vita dei cani è in crisi e la loro era sta per concludersi…

Approfitto di questa benemerita ristampa di questo capolavoro di Simak per consigliarne fortemente la lettura.

Sono passati piu' di 30 anni da quando l'ho letto nella sua edizione originale di Urania. Forse ne ho comperata anche una successiva ristampa, ma non ne sono sicuro, e non ho voglia di arrampicarmi sull'ultimo scaffale della libreria dove ho conservato, insieme ad altri classici, i romanzi di Simak.

Dopo tanto tempo faccio ovviamente fatica a ricordarmi i dettagli, e mi ritornano in mente solo alcune scene particolari: i raduni dei cani intorno al fuoco, ascoltando i racconti del vecchio robot, l'inesorabile conquista del mondo da parte delle formiche, sempre piu' intelligenti, ma di una intelligenza aliena, da formicaio, appunto, e sopratutto la felicita' istintiva, coinvolgente, degli umani trasformati che corrono liberi nelle tempeste di Giove.

Sprazzi di un romanzo che mi aveva realmente impressionato. Mi aveva fatto considerare il vero significato del trascorrere del tempo, dell'evoluzione, nel bene e nel male, e del nostro limitato ruolo nell'universo.

Non mi ricordo molto altro, se non che credo meriti ancora di essere letto.

Probabilmente comprero' anche questa edizione...

Torna a: elenco mesi - SF&Fantasy - Home Page