Harry Turtledove

Invasione - Fase seconda

Hanno spaccato in due gli Stati Uniti. Hanno devastato gran parte dell’Europa. Sono feroci, potenti, inarrestabili. Gli ebrei polacchi li accolgono come liberatori, ma l’illusione finisce nel sangue. Dall’altra parte del mondo, Washington è vaporizzata in qualche secondo. Ma l’umanità non è disposta a cedere, che si tratti di trasportare rifornimenti attraverso le steppe russe o di cercare di capire le armi strappate al nemico, o ancora di combattere strada per strada per difendere le proprie città. La guerra per la sopravvivenza del pianeta è cominciata.

E' il secondo volume di una serie di quattro dal titolo comune "Invasione" ("Worldwar" nell'originale). A cui segue una serie di tre volumi dal nome comune "Colonizzazione".

Sono stati scritti negli anni '90, e fin'ora avevo evitato di leggerli, perche' il tema mi sembrava un po', per cosi' dire, "limitato". Il punto di partenza di questa poderosa "storia alternativa" e' che durante lo svolgersi della Seconda Guerra Mondiale, la Terra e' invasa da una spedizione di alieni il cui obiettivo e' conquistare il pianeta in vista di una sua colonizzazione.

Un tema da un lato "scontato", da un altro "obsoleto"... e quindi poca voglia di impegnarmi in una lettura che avrebbe dovuto durare a lungo. Ora, due avvenimenti hanno contribuito a farmi cambiare idea: la stampa di questa prima serie con TEA, e quindi a un prezzo relativamente modesto (sempre il doppio di un paperback USA), e la pubblicazione del volume conclusivo della seconda serie. Ora almeno so quanto dovro' aspettare per arrivare alla fine, se ne avro' voglia.

Turtledove pero' scrive bene, ed e' molto ben informato sulla storia, anche se forse esagera un po' proponendo "variazioni sul tema" troppo frequentemente. Il mio primo incontro con lui lo ebbi con quello che credo sia ancora il suo capolavoro: la quadrologia della Legione Perduta. Un romanzo di fantasy, piu' che uno di storia alternativa, ma che mi piacque veramente molto, ed e' ora disponibile in una ennesima ristampa.

In questa serie i personaggi di fantasia si intrecciano con personaggi storicamente reali, che, almeno all'inizio, quando un certo legame con la storia che conosciamo deve essere mantenuto, sono ben caratterizzati. Almeno, lo sono come li vede un americano moderno...

E' una storia scorrevole, ben congegnata, con qualche ingenuita' inevitabile... almeno fino a questo punto. Ma credo che la trama dell'intera vicenda fosse molto ben chiara nella mente dell'autore fin dall'inizio. Non credo che mi trovero' ad affrontare i soliti "arricciolamenti" delle serie fantasy che partono bene.... e si perdono non sapendo dove andare a finire.

Torna a: SF, Home page