Dan Simmons

Ilium

E' purtroppo un'ennesima truffa editoriale di Mondadori, al di la' del valore del romanzo, che e' altissimo, e di cui parlero' tra un momento.

Questo e' un romanzo, primo di almeno una coppia, di circa 560 pagine nell'edizione rilegata originale che costa circa 25 $ cioe' meno di 20 €.

Mondadori, come per altri romanzi, lo ha diviso in due, dovendo per altro aggiungere una ventina di pagine di "spiegazioni", riassunti e ripetizioni di aspetti generali. Il tutto per 33 € totali.

E' una truffa, e va denunciata come tale. E' ripetitiva, quindi non e' una singola "svista". Fa parte della "politica editoriale". Sara' anche questo un aspetto della politica portata avanti dal proprietario della Mondadori: fai prima di tutto i tuoi interessi, i pecoroni ti seguiranno?.

Fra poco diventera' conveniente l'acquisto su internet, da Amazon, per esempio, se non fosse per l'allucinante tempo di consegna, tra l'altro senza alcuna garanzia, delle Poste Italiane. il Corriere Espresso costa ancora troppo per compensare la differenza di prezzo dei libri.

E questo vale per me e, come me, quelli che sanno, ed apprezzano, leggere in inglese. Per tutti gli altri, e sono purtroppo ancora troppi, Mondadori puo' vampirizzare senza che ci si possa lamentare. Tranne che nell'unico, classico, modo: non leggendo.

Torniamo al romanzo, che se lo merita.

Prima di tutto, due parole sull'autore. Dan Simmons e' ormai un autore famoso. E' anche di difficile definizione. Io l'ho conosciuto con la serie di Hyperion. Sono quattro romanzi: Hyperion, La Caduta di Hyperion, Endymion e Il Risveglio di Endymion. L'inizio e' terrificante... nel senso di molto bello e eccezionalmente interessante... quando riusciro' a finirlo... vi faro' sapere il giudizio finale :-)

Un altro romanzo, completamente differente, e' "Lungo una Strada Pericolosa" (edito da Fanucci), semplicemente da leggere.

Torniamo ora ad Ilium. Questa e' la presentazione del secondo volume mondadoriano, che e' quello che sto leggendo ora:

Thomas Hockenberry era un professore universitario, adesso si trova fuori dal tempo, costretto ad osservare e studiare la guerra di Troia in diretta per conto degli dei. Dei molto diversi da quelli che conosciamo, che utilizzano una tecnologia che sembra provenire dal lontano futuro, che guariscono dalle ferite in vasche di clonazione, e che distruggono chiunque si opponga a loro. Come Hockenberry, una volta loro schiavo, adesso un ribelle vuol fare cessare la guerra e far rivoltare Greci e Troiani contro gli esseri onnipotenti che li trattano da burattini. Per fare questo dovra' cambiare la storia come l'ha imparata sui testi scolastici e convincere Achille, ben noto per il suo cattivo carattere, a combattere dalla sua parte.

Intanto, sulla Terra del lontano futuro, un gruppo di umani tra i pochi sopravissuti in un'era di tecnologia ed ignoranza cerca di raggiungere il luogo dove tutti gli enigmi sul lro tempo saranno spiegati. Lo "spedale", un anello orbitante dove vengono trasportati i corpi dei defunti per essere riportati in vita. A fare loro da guida un uomo che racconta di essere Odisseo, detto anche Ulisse, in qualche modo arrivato dal lontano passato. E una donna che sembra in grado di vivere per sempre e che ricorda come era il mondo prima che tutti fossero collegati alla rete. Una donna che e' l'ultima sulla faccia della terra a sapere ancora leggere e scrivere.

Una presentazione ragionevole del romanzo . Quanto non sia stupida lo sapro' quando avro' finito di leggerlo :-)

Avendo letto il primo volume... pardon, la prima parte... devo dire che e' si' un romanzo adatto a tutti, ma e' specialmente dedicato a chi ha fatto studi classici, e che conosce bene l'Iliade, perche' questa e' una condizione assolutamente necessaria. Poi, quanto bene la si conosce, determinera' la comprensione dei singoli passaggi specialmente nella prima parte del romanzo (il primo volume nella truffa italiana). Scritto bene, anzi benissimo, con ritmo perfetto. I diversi punti di vista, hockenberry, i moravec, e gli "umani", si alternano in un ritmo che non potrebbe essere migliore, mantenendo la tensione narrativa al giusto livello, e dando quella piccola parte di soddisfazione positiva che e' necessaria per non stancare il lettore.

Dal punto di vista fantascientifico, al livello cui sono giunto, il giudizio e' completamente positivo. L'uso, come sempre molto arbitrario, di alcuni concetti estremi della teoria fisica attuale e' effettuato con cautela adeguata, anche se non si lesinano estrapolazioni piuttosto ambiziose. ma che siano estrapolazioni e' chiaro. Sembra a volte di leggere qualche classico dell'eta' dell'oro della SF. E non e' una critica negativa, anzi.

Devo ancora leggere un quarto del primo romanzo (meta' del secondo volume mondadoriano :( ), vedremo come evolvera' il seguito.

Torna a: elenco letture - SF&Fantasy - Home Page