Alessandro Scalzo

Caligo

Ed. Antonio Tombolini 2013

Repubblica di Zena, Italia, 1912. Barbara Ann ha quasi diciassette anni e un seno che se crescerà ancora diventerà davvero imbarazzante. Ma questo non è il suo problema principale: da alcuni mesi soffre di forti emicranie e allucinazioni. Cosa c'è nella testa di Barbara Ann? E come si collega alla morte di suo padre, il defunto colonnello Axelrod, il primo uomo a mettere piede su Marte nel 1894, ossessionato dalla ricerca di qualcosa di ignoto fin da quando ritornò dal Pianeta Rosso? E cosa vuole Michele, quel bel ragazzo biondo col cappotto che puzza di piscio? Barbara Ann si troverà immischiata in un gioco internazionale tra Inghilterra, Austria e il protettorato inglese di Zena... e intanto, chi si preoccuperà dei suoi criceti?
Un'avventura Steampunk con mech, zombie e scafandri potenziati, in una Genova del 1912 che non è mai esistita.

Un altro dei racconti presentati al concorso Steampunk (con conigli) indetto dal blog Baionette Librarie. Questo era fuori concorso non mi ricordo più per quale ragione, ma Marco Carrara, il Duca di Baionette, organizzatore e giudice del concorso ha convinto l'autore ad ampliare il racconto fino alle dimensioni di un medio romanzo. Grazie alla nascita di questa nuova collana di narrativa fantastica, di cui Carrara è l'ideatore e il curatore, Caligo è ora pubblicato ufficialmente.
Devo dire che l'ampliamento a romanzo non mi sembra perfettamente riuscito, e a fianco di parti davvero ottime, ci sono aspetti non del tutto soddisfacenti, oltre ad un finale troppo affrettato.
Splendida l'ambientazione in una Genova protettorato Inglese inserita in una Italia dai contorni politici complessi ma non del tutto identificabili, almeno in questo romanzo che potrebbe essere solo il primo di una serie. Una Genova nello stesso tempo riconoscibile e diversa, sovraffollata e classista, un po' uguale alla Genova che conosco bene (pur non essendo genovese) e un po' New Crobuzon.
Eccellente il personaggio principale, Barbara Ann Axelrod, attraverso i cui occhi e la conseguente interpretazione della realtà vediamo tutta la vicenda. Inglese fino al midollo, ma di quell'inglesità che vedono solo i non inglesi, vittoriana modernizzata, perfetta commistione di repressioni sessuali e totale libertà di comportamento, è la guida ideale per capire questa società.
Buono l'aspetto steampunk, ben presente ma non estremizzato, inserito con intelligenza in molte parti della storia.
Ma allora, cosa non mi è piaciuto?
Bè... "non mi è piaciuto" è un'affermazione forte. Diciamo che mi ha lasciato un po' perplesso proprio la struttura della storia, la sua struttura ucronica non completamente chiara: i viaggi su Marte, la storia marziana, le conseguenze per Barbara Ann e la presenza di entità antiche da risvegliare sono aspetti molto confusi. Potrebbe essere accettabile in un racconto breve, dove necessariamente predomina solo un aspetto e molti altri vengono lasciati senza spiegazioni, ma non in un romanzo, che si ritiene normalmente avere la lunghezza necessaria per spiegare tutti (o almeno quasi tutti) gli aspetti presentati. Ritengo questo difetto (difetto ai miei occhi) una conseguenza dell'allungamento non molto ben riuscito da racconto a romanzo.
Come onestamente non mi sembra ben ruscito il ruolo maggiore dato allo zombie Michele (poi perché proprio il mio nome? che ho fatto di male? :P ). Già non è chiara la natura di questi zombie, il meccanismo della loro creazione, ma la presenza di Michele, anche se svolge una funzione abbastanza importante nella storia, mi sembra stiracchiata oltre quello che sarebbe stato più equilibrato.
Il finale è decisamente affrettato e poco lucido. A buone scene d'azione si accompagnano spiegazioni confuse, descrizioni lacunose che portano ad un finale più pronto per un seguito che ad una conclusione soddisfacente.
Come opinione finale, sono completamente d'accordo col fatto che doveva diventare un romanzo completo, ma mi sembra che completo davvero non lo sia diventato. In ogni caso una lettura con molti spunti estremamente gradevoli.

Torna a: elenco mesi - SF&Fantasy - Home Page