foto di marina dispoto bruxelles parlamento europeo
> Bari, 26 marzo 2015
>
>
> GENT.MI CLIENTI,
>
>
> In relazione agli adempimenti delle operazioni contabili relative al primo trimestre 2015,
> si renderà neccessario consegnare, la documentazione relativa al primo trimestre 2015, consistente in:
>
>
> -DITTE COMMERCIALI
>
> -FATTURE ACQUISTO
> -FATTURE EMESSE
> -CORRISPETTIVI
> -QUIETANZE F24
>
> -PROFESSIONISTI-SERVIZI
>
> -FATTURE ACQUISTO
> -FATTURE EMESSE
> -QUIETANZE MOD F24
>
>
> ENTI NO-PROFIT SCADENZA IVA 16/05/2014
>
> -FATTURE EMESSE
> -QUIETANZE MODELLO F24
>
>
>
> SCADENZIARIO RILEVANTE
16 MAGGIO 2015
versamento ritenute cod 104O rif 004 2015*
>
> 16/05/2015
>
> versamento iva primo trimestre 2015*
16/05/2015
versamento inps I rata 2015*
è opportuno prelevare dal proprio cassetto previdenziale inps i modelli del 2015
02/07/2015
entro tale termine si presenta il modello 730 2015, *
pertanto chi fosse interessato deve fornire la seguente documentazione allo studio entro il 30 aprile*
il modello "CUD" certificante i redditi di lavoro dipendente non viene piu' inviato ma prelevato nel cassetto previdenziale INPS

"In particolare, sia che si richieda l'assistenza per la compilazione, sia che si consegni il modello già compilato, vanno esibiti i seguenti documenti anche solo in fotocopia:

il Cud (Certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati) rilasciato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico e le altre certificazioni dalle quali risultino le ritenute subite sui redditi di lavoro dipendente, sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, sui redditi di lavoro autonomo occasionale, ecc.
fatture, ricevute, scontrini, quietanze che attestino le spese sostenute nel corso dell'anno per le quali è prevista la deducibilità dal reddito complessivo o il riconoscimento di detrazioni dall'imposta lorda
altra documentazione necessaria per il riconoscimento delle spese deducibili o detraibili, come, ad esempio, per gli interessi passivi, la copia del contratto di mutuo per l'acquisto dell'immobile adibito ad abitazione principale; per l'assicurazione sulla vita, la copia della polizza o altra certificazione rilasciata dalla compagnia assicuratrice, ecc.
ricevuta dei bonifici attraverso i quali sono state pagate le opere di ristrutturazione, quietanze di pagamento degli oneri di urbanizzazione, attestati di versamento delle ritenute operate sui compensi dei professionisti, quietanza rilasciata dal condominio (in caso di lavori di manutenzione ordinaria su parti comuni)
attestati di versamento degli acconti d'imposta effettuati autonomamente dal contribuente") (questa documentazione vale anche per chi presenta unico 2015*)

> *nella prossima circolare verranno forniti dettagli per unico 2015, anticipandovi di provvedere alla ricerca della documentazione occorrente,*
* variazioni intervenute nella composizione degli immobili posseduti nel 2014-ai fini calcolo imu
* contratti di affito stipulati 2014 caratteristiche e tipologia -ai fini calcolo imu
* canone affitti percepiti nel 2014 ai fini calcolo dichiarazione redditi 2014
* variazioni intervenute nelle rendite catastali

-CERTIFICAZIONE RITENUTE ACCONTO SUBITE 2014
-PAGAMENTI MODELLI F24 2014
-DISTINTA FATTURE NON INCASSATE( PROFESSIONISTI)*
-DISTINTA FATTURE NON PAGATE( PROFESSIONISTI)*
* REGIME SEMPLIFICATO
*REGIME MINIMO
ELENCO FATTURE EMESSE
ELENCO FATTURE ACQUISTO
PAGAMENTI MOD F24
>
>
>
> IL CLIENTE-CONTRIBUENTE , DOVRA' RICONOSCERSI NELLA PROPRIA TIPOLOGIA!!
>
> I DOCUMENTI RELATIVE ALLE LIQUIDAZIONE IVA PRIMO TRIMESTRE 2015 DOVRANNO ESSERE CONSEGNATI ENTRO IL 15 APRILE 2015!*
>
> lo studio è a disposizione per qualsiasi chiarimento!
>
> GRAZIE,
> SALUTI,
> E BUON LAVORO!
>
> MARINA DISPOTO
>
> STUDIO AZIENDALE DR.SSA MARINA DISPOTO
-STUDIO AZIENDALE-MARINA DISPOTO-

“ACQUISTARE UN’IMMOBIILE A MIAMI … SI PUO’?!?”

..da un lato la passione per i viaggi, per lo sport, e dall’altro, la nostra professione sempre più impegnativa, che ci impone, sempre più ricerca, competenza, e aggiungerei, sofferenze, per un lavoro, che spesso, ci porta a notevoli compromessi, mi ha spinta, ad esplorare nuovi orizzonti!
Talvolta, vivere, momenti di crisi economica, oserei, dire, mondiale, come, è certamente, al momento, può essere utile, per soffermarsi e valutare nuove iniziative!
L’idea di proporre o di valutare l’acquisto di un immobile, sembra un po’ azzardata, ma.. l’economia gira, e quindi , fermarsi sarebbe riduttivo!
La FLORIDA, appartiene ad uno dei 50 stati Americani, e Miami DADE- con il suo circondario(MIAMI BEACH-CORAL GABLE- MIAMI DOWNTOWN -etc etc),e forse la città più conosciuta è famosa, per cosa? , clima e sole tutto l’anno, spiagge,

vicinanza a molte isole(BAHAMAS, CUBA giusto per citarne alcune),, si raggiunge in meno di 4 ore, Orlando, le favolose KEYS, o ancora verso il golfo del MESSICO, troviamo ,NAPLES,SARASOTA, e forse molti non sanno, ma è sintomo di orgoglio americano, in Florida c’è la città più antica degli “STATES”!
“ St. Augustine è un comune degli Stati Uniti d'America, capoluogo della contea di St. Johns nello Stato della Florida. Si tratta del più antico insediamento europeo negli Stati Uniti continentali, e il secondo più antico del continente americano dopo San Juan di Porto Rico., La città fu fondata il 28 agosto 1565, giorno di sant'Agostino, dall'ammiraglio spagnolo Pedro Menéndez de Avilés.”
Viva 24 ore su 24 , con un animo latino, infatti, è presente una forte componente ispanica, e lo spagnolo, rappresenta la seconda lingua più parlata e compresa!
Gli italiani non mancano( popolo di santi e navigatori)!
E proprio gli italiani( con il resto d’Europa) sono quelli che hanno acquistato in massa all’avvento della “Bolla Immobiliare Americana”,( che ha fatto scendere i prezzi degli immobili,) consentendo , investimenti, che a tutt’oggi hanno fatto raddoppiare se non triplicare il capitale investito nel lontano 2004-2007!
(estratto da):
“ http://www.kayenna.net/economia-e-finanza/2297-la-bolla-immobiliare-americana-e-lorigine-della-crisi-economica.html
Gli USA, con l'intento di rendere reale il sogno americano, quello di sentirsi parte integrante del Paese, hanno deciso di effettuare una forte immissione di liquidità nel mercato.
Grazie a ciò, le banche hanno potuto erogare mutui per l'acquisto di abitazioni, ma l'hanno fatto senza verificare se i redditi e la situazione economica dei riceventi fosse stabile. Gli acquisti del settore aumentarono, ed essendo agevolati, vi fu maggior richiesta e la conseguente impennata dei prezzi e dei valori degli appartamenti.
Questa "bolla" immobiliare è arrivata al suo top nel 2007, quando la domanda di immobili ha iniziato a scendere, e con lei il valore delle case.
In quel momento coloro che avevano ricevuto il mutuo si trovarono nella situazione in cui dovevano rimborsare le banche per un bene che valeva sempre meno. Gli americani così crearono il fenomeno delle "jingle mails": alle banche venivano spedite le chiavi degli immobili ormai scesi di valore, portando al saldo dei mutui con il bene acquistato a prezzi molto superiori, e non rientravano più le somme erogate.
Ma se tutto è successo in America, come ha fatto a colpire l' Europa ed il resto del Mondo?
Ovviamente il sistema bancario era conscio dei rischi che stava correndo concedendo i mutui senza garanzie, cosidetti Mutui Subprime, e quindi , per cercare di tutelarsi , li cartolarizzò.
Questo vuol dire, i mutui venivano titolarizzati e inseriti in pacchetti poi venduti sul mercato mondiale. A causa dell' insolvenza nel mercato ipotecario, si scatenò il crollo delle Banche.”
Ma ora conviene acquistare un immobile a Miami??
La situazione sembra normalizzarsi, e quindi, anche sé il mercato, ricomincia a salire c’è ancora convenienza e forse si può fare ancora qualche” buon affare”!
Il punto, non è , a mio modesto parere, il prezzo degli immobili, (c’è sono per tutti i gusti( mi riferisco al portafoglio), ma alla convenienza di possedere un immobile all’estero, e poterlo utilizzare!
Pertanto, tralasciando, le imposte sulla casa, che ammontano all’1.75% del capitale investito, e che possono essere dedotte in caso di affitto, come tutte le altre spese, il compratore italiano deve fare i “conti”, con “visti” e “uragani,” eh gia!! 
Il permesso c.d. “visto turistico” di risiedere in U.S.A. ha un limite temporale di 3 mesi, e inoltre, da giugno a novembre, c’è l’allerta uragani, e bisogna fare i conti, e fronteggiare dall ’ITALIA, possibili situazioni di pericolo!
Tecnicamente e riassumendo, le figure che intervengono, sono:
-REAL ESTATE AGENT O REALTOR (agenti immobiliari), figura di spicco, che sostiene uno specifico esame di stato,
-l’Avvocato specializzato nel settore immobiliare ( real estate attorney) che sostituisce il notaio per acquisto dell’immobile e può’ essere autorizzato a comprare, trasferendo sul suo conto il denaro necessario per l’acquisto,
-Il property manager figura diffusa nei grandi condomini, che si occupa della gestione dell’immobile anche in nostra assenza,
-l’accountant, (contabile), che si occuperà eventualmente di redigere il conto delle imposte e tasse!
A questo punto, fatte tutte le opportune ricerche, non resta che la scelta dell’immobile! e cosa farne,,?? (considerando che Miami è una città viva, e la richiesta di affitto è presente tutto l’anno!”)
Buon viaggio! 

MARINA DISPOTO

Dott. Commercialista- Revisore Contabile 809/A
Info studio.dispoto@virgilio.it

+39 0805245668
  VISITATORI:
 
ASSOCIAZIONE ITALIANA PROFESSIONISTI SPETTACOLO&CULTURA
C.G.S.I.
GRUPPO GOLFISTICO SU FACEBOOK
CLUB DEI GOLFISTI DEL SUD ITINERANTI
STUDIO AZIENDALE MARINA DISPOTO SU FACEBOOK
MARINA DISPOTO
DOTTORE COMMERCIALISTA
REVISORE CONTABILE
STUDIO AZIENDALE
VIA CALEFATI 158
70121 BARI ITALY
e mail studio.dispoto@virgilio.it
NEWS
ARCHIVIO LA REPUBBLICA
Noi, i figli della lambretta giriamo il mondo in 80 giorni
Repubblica — 06 aprile 2002 pagina 11 sezione: SPETTACOLI CULTURA SPORT

Vespa mon amour. Un amore che conosce, ormai da più di cinquant' anni, ritorni di fiamma continui. Dal dopoguerra, quando le due ruote rappresentavano un mezzo di trasporto nazionalpopolare rispetto alla più elitaria automobile, agli anni del boom economico. Dal ritorno targato anni Settanta e Ottanta, quando la Vespa sbarcò con gran successo anche in Inghilterra ed in tutto il mondo, fino al terzo Millennio. Una passione, che oggi coinvolge sempre più anche i baresi. Sarà che da poco più di tre anni è stata costituita la sezione provinciale del Vespa Club, l' associazione nazionale che raccoglie tutti gli amanti delle due ruote Piaggio. Sarà perché, fra le curve del traffico stressante di una città che s' atteggia sempre più a grande metropoli, si nasconde ancora un desiderio di libertà, che solo la Vespa sa soddisfare. Lenta quanto basta da permettere di godere dei panorami. Facile da parcheggiare. Economica anche nella gestione e manutenzione. Ma soprattutto, bella da amare e curare, quanto o forse più di un' automobile. «Per passione, per comodità, per economicità - dice Maurizio De Pasquale presidente del Vespa Club Bari - il mercato delle Vespe usate si è risvegliato ultimamente anche grazie al fatto che la legge finanziaria del 2000, con la distinzione fra auto e moto storiche ha permesso sgravi notevoli su assicurazioni e tasse varie per le moto storiche». I Vespa Club in Puglia sono nove, attivissimi. A Bari, la Vespa è tornata ormai ad essere una necessità. A Lecce, la Vespa ha una storia lunga quanto la Piaggio. Nel capoluogo sono centoundici i soci del Vespa Club. Ma, in realtà, i possessori di Vespe storiche in tutta la Puglia non si contano. Sono professionisti ed operai. Uomini e donne. Giovani e veterani delle due ruote. Dietro la passione di ognuno di loro si nasconde una storia che, a piccoli pezzi, descrive le passioni e i sogni di almeno tre generazioni che, in parte, anche grazie all' amore per Vespa, coincidono con quelli dei giovanissimi. E fra le storie, delle vere chicche. Come la fuga in Austria, di nascosto dai genitori, nel 1975, di Massimo Posca, consigliere al Comune di Bari per Alleanza nazionale. «Avevo 17 anni - racconta Posca - quando insieme ad altri tre amici, con due Vespe ce ne andammo in Austria. A mio padre, che odiava le motociclette, dissi che sarei partito in treno e mi feci dare i soldi per il biglietto che ovviamente usai per questa bell' avventura. Che si concluse sulla via del ritorno, nei pressi di Roma, quando, rimasti ormai senza una lira, dovemmo farci prestare dei soldi da un mio zio che abitava nella Capitale. Io e il mio compagno tornammo in Vespa. Gli altri due misero la Vespa sul treno e pagarono il trasporto alla consegna, mentre loro si dividevano un biglietto in due, scappando da una carrozza all' altra per paura di essere scoperti dal controllore». E la Vespa è anche passione in rosa. «Quando ho comprato io la mia prima Vespa - racconta Marina Dispoto commercialista - non c' erano molte altre donne in giro in due ruote. A me invece la Vespa è sempre piaciuta ed era per me anche una necessità perché ho preso la patente auto piuttosto tardi. Eppoi, nient' altro ancora oggi, ti dà la stessa sensazione di libertà». Memorabile poi l' avventura di Beppe Binetti e Massimo Lupis, oggi due affermati professionisti, che poco più che ventenni, nel 1975, si lanciarono a bordo della loro Vespa rossa in un viaggio lungo 17mila chilometri per 40 giorni, diretti a Capo Nord. «Ancora oggi la Vespa resta il mio mezzo di locomozione preferito - dice Beppe Binetti Perché è un valore, oltre che un simbolo. È un mezzo diverso dai nuovi scooter, fatti ad uso e consumo dei ragazzini che se ne servono così come fanno con il cellulare. Con la Vespa s' instaura un rapporto. Diventa una parte di te. Ti rappresenta». - ILARIA FICARELLA

Articoli correlati - ARCHIVIO DAL 1984
Noi, i figli della lambretta giriamo il mondo in 80 giorni
ILARIA FICARELLA
— 06 aprile 2002 pagina 11 sezione: SPETTACOLI CULTURA SPORT

Maxi sfilata di Vespa a New York
(17 ottobre 2007)

Michelle Marsh posa su una Vespa d'epoca
(11 febbraio 2008)
Paris Hilton: "La prima volta? A 16 anni, su una Vespa"
(08 novembre 2008)
NOME LINK
AGENZIA ENTRATE
www.agenziaentrategov.it
{TESTO}
{CGI}
HOME | Percorso Lavorativo | CONTATTAMI