Pescare l'Orata

Le Stagioni

La Canna

Il Mulinello

Gli Ami

Il Filo

Le Esche

La Pastura

L'Orata

La Spigola

In Cucina

La pasturazione dell'orata e' molto semplice, non richiede lauree. Basta solo avere pazienza, che al buon pescatore in questo caso non manca mai.Nelle mie uscite di pesca unitamente ad un inseparabile amico di tante avventure, abbiamo provato ad effettuare una pasturazione mirata, con ammassi di cozze gettate a mare su buoni fondali. Spesso, non sempre dopo alcuni giorni le orate rispondevano assai meglio all'invito della cozza intera usata come esca. Altra tecnica usata per la pesca dell'orata, anche se vi sembrerÓ banale Ŕ il bigattino (Cagnotto o mosca di larva) che se trattato.... a dovere risulterÓ un esca assai efficace per la cattura di questo pesce. Prendete 1 Kg di bigattini versateli su un recipiente abbastanza capiente, in quanto i bigattini se allo stretto sfregandosi freneticamente fra di loro, rischiano di morire o di trasformarsi in Caster neri. A questo punto mettete all'interno degli stessi 3 - 4 sardine e lasciatele per un giorno interno, constaterete che gli stessi incominceranno a mangiare le sardine con il risultato che gli stessi bigattini, avranno assorbito il sapore della sardina, avendo cosi sull'orata un irresistibile attrazione. In questo modo potrete pasturare, e allo stesso tempo innescare i bigattini sull'esca. Un consiglio molto utile Ŕ... quanto si pastura di non esagerare nel gettare i bigattini, controllando la direzione della corrente del mare, cosa molto importante altrimenti ci ritroveremo come si dice in gergo "Fuori pesca". Quindi occhi alla corrente e....... il motto Ŕ ....."POCO MA SPESSO". Questo Ŕ quasi tutto che dire.... ai prossimi aggiornamenti in Web.

In bocca alla balena