Inquinamento del suolo
L’inquinamento del suolo è un fenomeno meno conosciuto, meno evidente ed anche meno studiato rispetto all’inquinamento delle acque e dell’aria.
Ad esempio: l'impiego di concimi. La concimazione fosfatica provoca un accumulo di composti di fosforo scarsamente solubili nel terreno. I rischi legati a questo accumulo sono invece legati all’eutrofizzazione delle acque superficiali.Un eccessivo apporto di concimazioni azotate può avere effetti negativi sull’ambiente e sulle colture agrarie.In terreni a reazione alcalina o sub alcalina, si può verificare una volatilizzazione di ammoniaca. Inoltre un eccesso di azoto rende più sensibili le colture all’attacco di funghi ed insetti alle condizioni meteorologiche avverse, che sono all’origine, ad esempio, dei fenomeni di allettamento dei cereali.                                                                            
Principali effetti dell’inquinamento del suolo:
  1. Contaminazione globale: dovuta all’immissione nel suolo di sostanze tossiche e persistenti, che possono entrare nelle catene alimentari e dare origine a fenomeni di bioaccumulo.
  2. Trasferimento dell’inquinamento dovuto a sostanze tossiche dal suolo alle falde acquifere, con evidenti rischi per la salute umana.
  3. Alterazione dell’ecosistema suolo: sono fondamentalmente di tre tipi: