Torna alla home page






La tradizione filosofica e scientifica greca dalla morte di Aristotele al Neoplatonismo
domande per il controllo dell’apprendimento
di Marco Giunti

 

1.      Quali sono alcuni dei caratteri che distinguono la cultura ellenistica da quella delle polis greche?

2.      Che cos’erano il Museo e la Biblioteca di Alessandria, che tipo di studi vi si conducevano e chi furono alcuni dei più importanti studiosi che vi operarono?

3.      Qual è un importante carattere che accomuna le diverse scuole filosofiche post-aristoteliche?

4.      Quali sono le cinque scuole o correnti filosofiche più importanti che, fra la fine del IV sec. e l’inizio del III sec. a.C., hanno sede ad Atene?

5.      Chi sono i più importanti esponenti dello stoicismo greco e romano? Per ciascuno di essi dai alcuni brevissimi cenni che ne delineino la rilevanza storica.

6.      Intorno a quale data, e perché, la filosofia greca cominciò a diffondersi nel mondo romano?

7.      Chi erano e per quale importante avvenimento si ricordano Diogene di Seleucia, Carneade e Critolao?

8.      Chi sono i più importanti esponenti dell’epicureismo greco e romano? Per ciascuno di essi dai alcuni brevissimi cenni che ne delineino la rilevanza storica.

9.      Chi sono i più importanti esponenti dello scetticismo greco e romano? Per ciascuno di essi dai alcuni brevissimi cenni che ne delineino la rilevanza storica.

10.  L’ Accademia, la scuola fondata da Platone, attraversò un periodo scettico e poi due periodi eclettici. Come sono denominati questi periodi, chi sono i più importanti esponenti di ciascun periodo e perché essi sono importanti dal punto di vista della storia della cultura antica?

11.  Dai una brevissima caratterizzazione della posizioni stoiche, epicuree e scettiche.

12.  Quando comincia a formarsi una tendenza eclettica e da che cosa è caratterizzata questa corrente?

13.  Chi sono i più importanti esponenti dell’eclettismo nell’Accademia, a Roma e nella scuola peripatetica?

14.  Quali sono, e che caratteristiche hanno, i nuovi tipi di testi che cominciano a diffondersi nella tradizione filosofica greca a partire dal I sec. d.C.?

15.  Dai una breve caratterizzazione del pensiero neoplatonico come sintesi di diverse correnti preesistenti e spiega perché questo tipo di sintesi è chiaramente distinta da quella dell’eclettismo.

16.  Quali sono le tre principali scuole neoplatoniche e chi sono i loro più importanti esponenti? Per ciascuno di essi dai alcuni brevissimi cenni che ne delineino la rilevanza storica.




Torna alla home page
vai al quadro sintetico
Torna all'inizio