img7.gif





"Come mi chiamo? Se proprio voglio, dal Pecatrano sul Cincisma...
 

 


Lapparanco Garmaulico
Qusfendro

La Sbercipulia Tappifezia
La Tantarchia Strifida
Il Sermellario Ancillaudo
Il Tartaonzo Blasmifero
Lapparanco Garmaulico
Qusfendro
La Sbercipulia Tappifezia
La Tantarchia Strifida
Il Sermellario Ancillaudo
Il Tartamonzo Blasmifero

img44.gifimg68.gifcogito.htm










                                      img181.jpg


img68.gifimg68.gif




casse.htm




In vendita




Finalmente qualche novità






                                               
Aggiornato al:
1 Settembre 2012
                               img6.jpg         
     

img5.gif    
  Puff... aggiornare il sito è una noia pretermortale ed è per quello che lo faccio sempre a babbo morto; tuttavia due anni non credo neanche sia il mio record, in passato credo di aver una volta lasciato passare un periodo ancora più lungo.  Vabbé, adesso per un po' potrò far finta di dire che me la sono cavata, approfittando dei primi giorni a temperatura tollerabile dopo la calura della seconda metà di Agosto 2012.

  Le novità sono tutte apparse  nel giro degli scorsi due (anche tre) anni
sulla rivista "Costruire HiFi" e chi la segue dovrebbe conoscerle già.  Riguardano soprattutto le casse, su cui ho fatto vari esperimenti; fino al 2002 non me n'ero occupato del tutto, poi misi a punto un paio di progetti (la Glas't prima, e dopo circa un anno la G-Glas da pavimento) che rimasero praticamente soli per diversi anni ancora, pur con qualche evoluzione, specie sulla prima.  Adesso, un po' stufo francamente -dopo vent'anni- di sole amplificazioni, e solo a valvole, ho cominciato a studiare i sistemi di altoparlanti e l'amplificazione a stato solido, quest'ultima specialmente curiosando negli apparati -soprattutto giapponesi- degli anni Settanta che prima praticamente non conoscevo e che in molti casi mi hanno sorpreso per la loro qualità complessiva, soprattutto -ma non solo!- sonica.  Chi segue la rivista sa che in oltre due anni ho pubblicato parecchi articoli di analisi tecnica su oggetti di quel periodo, l'argomento del primo era un sintoamplificatore Pioneer (un SX-828 del 1974 descritto su CHF 133) a cui ne sono seguiti altri su prodotti di svariate marche: Yamaha, Kenwood, Sansui, Luxman, AR, Marantz, Revox, Accuphase...  alcuni addirittura regalatimi da lettori della rivista stessa.

  Di casse qui ne trovate parecchie nuove, dalla piccola Gnignarlante all'imponente Tartamonzo, e sono tutte concepite sviluppando la ricetta di base delle originarie Glas't basata sull'uso di altoparlanti di diametro generoso, sulla sospensione pneumatica e con la priorità sulla facilità di pilotaggio.  Come al solito qui trovate solo brevi descrizioni mentre gli articoli veri e propri sono sulla rivista.

   Il filone dei nomi bulgari che davo ai miei progetti, e che già conteneva dell'autoironia ma pare che a molti mettesse soggezione, è durato un decennio ma ormai ha fatto il suo tempo... non so se vi è convenuto hahahaperché il nuovo corso li sostituisce con altri inventati e, di proposito, completamente senza senso.  Ringraziate per questo l'amico Marco, è lui che ha innescato tutta questa storia; dar nomi strani alle cose per la verità lo facevo già da bambino ma invecchiando me n'ero dimenticato, mentre lui lo fa di routine... geniale, ha ragione, dovevo rimettermi a farlo.  Naturalmente non sono mancati i soliti perbenisti che hanno per questi improbabili nomi levato rumorose strida di scandalo, ma in confidenza questa è una delle cose che mi hanno divertito di più.  Pochi hanno indovinato che si tratta di una presa per i fondelli del ridicolo e patetico sussiego snob che ha sempre permeato il mondo di questa che io chiamo audiozia; ma c'è di più, è la presa d'atto che l'unica cosa seria è non prendersi mai sul serio. Peggio ancora è pretendere di esser presi sul serio dal prossimo.  Poi, se vogliamo, inventarsi parole inesistenti comporta anche un vantaggio  pratico: risultano più facili da identificare per i motori di ricerca.  Tuttavia, questo è del tutto secondario.

  Tra gli  altri nuovi interessi ho cominciato finalmente -avrei dovuto farlo 15 anni fa- a provare a riparare le testine... anche il mio microscopio ha un nome (il Simpudetro).  Già nel '98 il compianto Kondo-san mi aveva detto che, essendo abituato a metter le mani negli orologi, non ci avrei trovato niente di difficile, ed è vero.  L'unica vera difficoltà è stato scoprire che tutti quelli che se ne occupano "fanno casta" ed è molto difficile procurarsi dei ricambi.  Comunque per ora sono ancora alla fase sperimentale, benché i risultati siano incoraggianti.

  Preferisco decisamente comunicare a voce: nonostante le apparenze, non amo scrivere perché ci metto troppo tempo anche per poche righe, e quindi non fornisco alcun indirizzo e-mail, ma solo il numero di un telefono cellulare al quale sono abbastanza facile da reperire, purché dopo le 14.

Casse/DAC
Integrati
Pre/Finali
Cogito...
  img68.gif
img68.gif
  img68.gif
 
        
















                            Home - Cogito - Pre/Finali - Integrati - Casse/DAC
            






logo img7.gif

                                         Per ulteriori informazioni (elimina "baluba") :
                                                    32bal08181uba710





integrati.htmcogito.htmprefinali.htm