Torna alla pagina iniziale di PclandiaTorna all'english corner

....

fafafaf

   Alcuni anni fa (ma è stata pubblicizzata anche recentemente) la de Agostini ha immesso sul mercato la Collana “Magic English”, composta da 36 videocassette, un Dizionario con audiocassetta e diverse schede a tema (cultura, curiosità, giochi ecc.). Ogni videocassetta, della durata di circa 20/25 minuti, suggeriva due “Topics” con cui apprendere e giocare.

Questa collana è stata acquistata dal mio Istituto scolastico, per meno di 700.000 lire. Nella versione non disponibile in edicola ma su ordinazione, ogni singola videocassetta contiene quattro Topics (invece di due), con un totale di 32 argomenti/aree di interesse. Fin dalla prima uscita mi sono chiesto se fosse stato utile utilizzare un sussidio del genere ed ho allora analizzato pregi e limiti di tale materiale (cose che ogni sussidio, in se stesso, presenta, al di là della casa editrice). Dopo aver valutato i seguenti aspetti ho deciso per l'acquisto.  

Durante l'anno 2004, la De Agostini ha lanciato sul mercato la versione in Dvd di Magic English che, rispetto a quella in videocassetta, pur non cambiando nei contenuti, integra con la proposta di attività/giochi interattivi aggiuntivi fruibili a video.

Pregi:

-         personaggi e situazioni molto vicine al mondo immaginario dei bambini

-         corso incentrato sul lessico fondamentale ma anche sull’utilizzo di frasi/strutture complete, che lo rendono adatto per un utilizzo con bambini non necessariamente alla prima esperienza con la lingua Inglese. L’aspetto del “riutilizzo”continuo di certe strutture/frasi le rende però utilizzabili anche con bambini ai primi passi con tale lingua.

-         presentazione orale/scritta delle parole

-         karaoke finale (a seconda dei gusti può piacere o no)

-         attività interattive (ripetere, rispondere a delle domande ecc.)

-         la presenza motivante dei personaggi Disney

 

Limiti:

-         videocassetta esclusivamente in lingua inglese (non esiste parlato italiano:al massimo solo nella presentazione iniziale delle attività)

-         alcuni bambini, durante la visione, si distraevano qualche volta  per dire che avevano visto o possedevano  il cartone da cui era tratto lo spezzone

-         strutture linguistiche a volte discutibili nella loro forma (per uso e correttezza grammaticali: per esempio: “Is this Donald? Yes, he’s Donald”

 

Possibile utilizzo

Nella pratica didattica ho utilizzato tali sussidi secondo due modalità ben precise:

-         come introduzione/presentazione del nuovo lessico

-         come rinforzo del lessico già acquisito

Ho potuto personalmente sperimentare maggiori vantaggi nell’utilizzare le videocassette come rinforzo, perché questa modalità sviluppava nei bambini il riconoscimento del lessico acquisito e, quindi, una maggiore gratificazione nel sentirsi “possessore” di un lessico in lingua inglese, sapendo anticipare anche i nomi proposti dai diversi personaggi dei cartoni animati.

Ecco un’analisi dei contenuti delle prime 8 videocassette (32 Kb )

Copyright by Giacomo Rota 1999 - 2015