Forte Sperone

LAT 44.441 - LON 8.93053 - DATA BASE D.C.I. / DIPLOMA CASTELLI ITALIANI / GE050

Rappresenta il punto chiave delle fortificazioni genovesi ottocentesche ed è situato proprio al vertice delle “Mura Nuove” del 1630, che, ancora oggi, appaiono come potenti baluardi adagiati sulle colline alle spalle del centro cittadino.

L’ingresso principale del forte, sovrastato dallo stemma dei Savoia, è protetto da un fossato e da un robusto portone, un tempo collegato al ponte levatoio, tramite due catene; altri elementi architettonicamente molto significativi sono la polveriera - ben conservata - che si trova nella parte bassa del forte, la caserma centrale con ampie stanze, e la bella cappelletta annessa al complesso.

Il forte Sperone è forse il più importante dei forti genovesi in quanto si trova sulla sommità del monte Peralto, in una posizione dominante sulla città ed è punto di innesto delle Nuove Mura da levante a ponente con i percorsi che portano in direzione nord verso il forte Puin, il Fratello Minore ed infine il forte Diamante.

Data la posizione dominante sulla città notizie riguardanti fortificazioni in questo punto risalgono a tempi molto remoti, fin dal 1300. Le prime vere notizie sono comunque del 1530, anno in cui il senato di Genova stanzia i soldi per la costruzione di una Bastia sul Peralto. In realtà il forte che conosciamo adesso deriva dalle modifiche effettuate tra il 1700 e il 1800.

Nella prima guerra mondiale fu utilizzato come prigione, mentre tra il 1958 e il 1981 venne utilizzato dalla Guardia di Finanza.

Da quel momento il forte é in disuso. D’estate vi si svolgono rappresentazioni teatrali in un contesto davvero scenografico ma la bellezza e la posizione incantevole di quest’opera ne vorrebbero sicuramente un uso più proficuo.

Il forte Sperone é raggiungibile in macchina seguendo la strada per il Righi, dopo averne incontrato la sagoma partendo da levante é possibile, girando a destra subito dopo un tornante, giungere fino all’ingresso con ponte levatoio.

INDEX