Il Restauro del Mobile Antico

secrétaire lombardo inizio Ottocento

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |


  


 

Argomenti correlati

Pulizia superficiale

La Disinfestazione

Trattamento Antitarlo

Il Consolidamento

Lo Smontaggio

Gli incastri

Le deformazioni

L'impiallacciatura

La sverniciatura

La stuccatura

La colorazione

Pulire gli accessori

La finitura del mobile

Finitura a cera

Finitura a Gommalacca

 


 

Sommario della Sezione:

Principi di Restauro

Il Laboratorio

Schede  tecniche

Ricettario

Glossario

 


 

 

Questa pagina è curata da

 

Laboratorio di Restauro Mobili Antichi

Rita Chirivì - Alessandra Tommasi Aliotti

Roma - tel. 3497221596

Secrétaire à abattant in noce e lastronato in radica di noce

 

Descrizione del Mobile

Secrétaire à abattant in noce e lastronato in radica di noce
 

Misure: cm 84 x 42 x 150 h.
Classico secrétaire piemontese o lombardo di inizi '800 costruito sulla base di modelli francesi di epoca direttorio con piano e fianchi in massello di noce, piano calatore e quattro cassettoni lastronati in noce.

Lo scarabattolo di cm. 69 x 27 x 45 h. è eseguito anch'esso in noce.
All'interno dello scarabattolo otto cassetti con filettatura in bosso di cui i sei più piccoli incorniciati ai lati da quattro semicolonnine; nel vano giorno interno, una mensolina rientrata e scanalata.
Al di sotto dello scarabattolo vi sono tre cassetti.
Il mobile termina con un cornicione sorretto da 4 piedi a plinto.

Stato di conservazione

Il mobile si presentava in cattivo stato di conservazione, massicciamente attaccato dai tarli, specialmente nei piedi, nel cornicione sovrastante i piedi e nei fianchi, tanto da richiedere un importante lavoro di consolidamento.
Il piano di copertura presentava tre lesioni già trattate in un precedente restauro.
La cornice del piano aveva una grossa mancanza.
Il piano calatore era rotto al punto di sollecitazione della catenella e mancavano parti della placcatura e altre parti erano scollate e rigonfiate.
I cassetti e le loro traverse divisorie mancavano di parti di lastronatura.
I fianchi erano lesionati da profonde fenditure per tutta la lunghezza e l'azione degli insetti xilofagi aveva reso spugnoso e fragile parte del legno.
I piedi posteriori evidenziavano grosse mancanze e fragilità del legno.
La verniciatura originale era scomparsa.
 

Intervento di restauro

Si è provveduto alla sverniciatura utilizando lo sverniciatore ecologico della Phase.
Il trattamento antitarlo è stato effettuato con insetticida a base di permetrina dato a pennello e a siringa.
Si è passato poi al consolidamento con Paraloid B72, diluito con acetone, ove necessario, in diverse concentrazioni utilizzando la siringa.
La lacuna del legno nella cornice del piano superiore è stata reintegrata; il rivestimento esterno dei piedi è stato ricostruito dopo aver messo i piedi in un bagno consolidante con Paraloid per irrobustirle.
Le lesioni del piano superiore sono state ripulite dagli interventi precedenti e chiuse utilizzando tasselli di piallaccio e zeppe a cuneo.
Per gli incollaggi della lastronatura è stata utilizzata colla animale.
Le stuccature necessarie sono state preparate con colla animale, gesso di Bologna e terre colorate e sono state poi portate a colore con aniline diluite con alcool.
Il secrétaire è stato poi lucidato utilizzando una vernice mista preparata con gommalacca, benzoino e gommalacca decerata data a tampone.

 

()

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |

Ultimo Aggiornamento: 29/03/09.