Il Restauro del Mobile Antico

come preparare la Gommalacca

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |


 

Argomenti Correlati:

 

La Gommalacca

Preparare la  Gommalacca

Lucidatura a Gommalacca

Lucidatura a Cera

 

Storia della Gommalacca


Sommario della Sezione:

Principi di Restauro

Il Laboratorio

Schede  tecniche

Ricettario

Glossario

 

da Il Forum

Colorare la gommalacca

Ricetta per la preparazione della Gommalacca

 

La Gommalacca in scaglie la si trova nei negozi di ferramenta che vendono prodotti e articoli di Belle Arti.

In un recipiente introdurre gr. 150-200 di gommalacca in scaglie, ricoprirla con un litro di alcool etilico a 94° (meglio se maggiore gradazione).

Dopo aver ben chiuso il recipiente occorre attendere che la gommalacca si sciolga completamente. Per questo occorre lasciare riposare il recipiente  per una giornata. Al termine delle 24 ore, occorre filtrare il contenuto travasandolo in una bottiglia di vetro per poterla conservare. Per filtrarlo si può usare una vecchia calza di nylon da donna messa sopra ad un imbuto. Quando si è riempita la bottiglia, la si chiude con un turacciolo di sughero. Riposta così in un luogo fresco e buio, dura praticamente sempre. La si può usare anche  subito.  Quando la si va ad usare, conviene filtrarla nuovamente.

Non esistono regole fisse per quello che riguarda la concentrazione della resina perché dipende dalla fase di procedimento  in cui la vernice viene usata. In linea di massima per la verniciatura a tampone si sciolgono 100 gr. di gommalacca in 1 lit. di alcool. La vernice così preparata potrà essere colorata usando aneline all'alcool.

 

 

Concentrazione della Gommalacca:

  • Chiusura dei pori: 1 etto in 2 litri di alcool

  • Lucidatura: 1 etto in 1 litro di alcool

  • Brillantatura: 1 etto in 2 litri di alcool

 

I Consigli di un Professionista:  Milo Soldati:

E' cosa molto diffusa credere che la gommalacca si conservi in eterno...ma non è così, la durata di questa è legata alla percentuale di componenti cerose presenti in essa... maggiore è la percentuale e minore è la durata della gommalacca disciolta in alcool ( meglio se a 99 gradi ). una gommalacca di buona qualità resiste circa un anno disciolta, di più se si ha l' accortezza di filtrarla piu volte scartandone le sedimentazioni ( ricche di cere ). una gommalacca deteriorata ha la tendenza a creare un film che non raggiunge un sufficiente livello di durezza, rimanendo appiccicoso, con tutte le conseguenze del caso....le gommalacche decerate ovviamente hanno una durata maggiore....

()

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |

Ultimo Aggiornamento: 29/03/09.