manuale di Pittura

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |


Ritorna ad  "Home Page Pittura""

Introduzione Disegno Olio Tempera Acquerello Decorazione Frammenti Didattici

Il Manuale è curato da:


Indice

Introduzione

Disegno

Olio

Tempera

Acquerello

Decorazione

Frammenti Didattici


Argomenti Correlati

 Antiche Tecniche
 Manuale di Pittura
 Teoria dei Colori
 Generi pittorici
 La Tempera

 Metodi di Pulitura
 La Craquelure

 I Pigmenti
 I Pigmenti antichi

Restauro dei dipinti

Dipinti su tavola

Pittura su tela

Pittura su tavola

Iconografia

 Solventi e pulitura
 I Solvent Gels
 Uso dei Chelanti
 Uso dei Tensioattivi

Restauro Pala

 Montevergine

 Affresco Tecnica

 Restauro di Affresco

 Strappo e Stacco


Link Utili

 

 


Cos'è per me l'arte

Secondo me ci sono due tipi diversi di espressioni artistiche:

  1. le opere decorative, e sono quelle puramente estetiche, che non hanno pretese di dire chissà-che-cosa, ma sono soltanto un puro esercizio di tecnica. E ci piacciono perchè adornano gli spazi del nostro vivere quotidiano... Pensiamo ad esempio ai trompe d'oleil, ai mobili dipinti, agli stencil, al decoupage... e volendo anche alla pasta di pane.
     

  2. le opere d'arte, e sono quelle che abbinano pathos ed estetica: ovvero sono opere che ti coinvolgono molto dal punto di vista sentimentale, per l'originalità o la forza del messaggio che l'artista è riuscito a dare; ed allo stesso tempo sono realizzate con una tecnica rigorosa, senza ingenuità, errori di composizione...

C'è un'enorme differenza tra un quadro eseguito con delle ingenuità e degli errori di prospettiva, di composizione... ed un quadro dove l'autore ha volutamente stravolto le regole della rappresentazione per motivi legati al significato del quadro stesso.
Bisogna prima conoscere e saper usare le regole del disegno della prospettiva e della raffigurazione degli oggetti e delle persone e poi si può percorrere la via dei pittori astratti, impressionisti, espressionisti... originali... e tutti coloro che, per dare più impatto alle loro opere, stravolgono le regole.
Pensiamo a Chagall, a Kandinskj Picasso e tanti altri come loro. Ad una prima superficiale analisi può sembrare che essi ignorino le regole del disegno e della raffigurazione, in verità proprio perchè le conoscevano hanno saputo stravolgerle così bene. Se invece vuoi subito ignorare le regole, rischi di diventare un pittore senza spessore.

E' faticoso essere rigorosi, ma si impara a guardare gli oggetti, la natura, la luce in maniera diversa, e tante volte ci si accorge di cose che prima non si vedevano, e spesso si prende spunto proprio da queste osservazioni per stravolgere ad arte la struttura e dare più rilievo a certi dettagli...

Mi piace pensare all'artista, nel suo significato romantico, come colui che, per doti innate di sensibilità e acutezza, riesce a vedere dentro ed oltre la realtà fisica della natura, e a mostrare anche agli altri cosa c'è dietro il velo della superficialità.
Tutti abbiamo le percezioni del mondo fisico, ed i moti d'animo interiori, per cui siamo in grado di godere di una bella giornata in mezzo alla natura, o siamo in grado di soffrire odiare ed amare, e la nostra vita è un susseguirsi di esperienze fisiche ed interiori diverse che scatenano in noi vari gradi di coinvolgimento.
Il compito dell'artista non è rappresentare fedelmente la realtà, altrimenti tanto varrebbe fotografare. L'artista è colui che riesce a suscitare, rievocare situazioni e sentimenti, che sono nostri, perchè li viviamo, senza farci ripetere l'esperienza singola e a questo scopo è autorizzato a stravolgere, e distorcere le regole se necessario. Diciamo che dal rigore nasce anche l'estro e l'originalità. Mi spiego meglio con alcuni esempi:
ci sono quadri di pittori impressionisti che riescono a rievocare perfettamente le luci, i colori della natura e ci "ricordano" qualcosa di simile che abbiamo vissuto; ancora ci sono quadri che riescono a rievocare stati d'animo particolari: mi viene in mente adesso il quadro di Chagall, non ricordo il titolo, con i due sposi che volano uniti nel blu cobalto dell'amore, mentre una capra suona il violino: assurdo! Incoerente! Come l'Amore. E questi sono solo due esempi, che spero abbiano reso l'idea.

In genere se prendiamo un pittore a caso, mediamente non tutti i suoi lavori sono "Opere d'Arte", alcuni sono semplici studi, schizzi, o decorazioni. Ci vogliono un sacco di disegni mediocri prima di arrivare ad un quadro notevole. Ma ci sono anche quelli, ed alle mostre li guardiamo lo stesso, perchè ci piace vedere l'uomo che c'è dietro l'artista.

Io nel mio piccolo non posso vantarmi di produrre solo opere notevoli, anzi.
Per non parlare del fatto che le opere d'arte richiedono molto tempo ed impegno, per cui talvolta mi piace non fare troppa fatica, e fare un po' di decorazione, che comunque affina la mia tecnica. In genere la decorazione è utile per realizzare regali di Natale un po' originali, e in genere sono apprezzati per quello che sono.

Perciò nel mio sito ed in questo spazio, non mi occuperò soltanto di Arte, perchè avrei poco da dire e molto ancora da imparare: vorrei scambiare idee, condividere con altri le mie esperienze nel lavorare con i colori, a qualunque livello, ed impararne di nuove...
Ci saranno temi che alcuni troveranno particolarmente interessanti ed altri no, ma io penso che condividere idee e tecniche sia il modo migliore per crescere personalmente.

Poi ciascuno di noi le metterà a frutto, secondo la sua sensibilità

 

Nuove frontiere dell'Arte

Problema:

Con la tecniche grafiche si possono fare quadri di ogni tipo (dalla stile rinascimentale all'impressionismo o al contemporaneo più spinto, sia nei colori che nelle forme...) e poi stamparlo. Ci sono ormai molti artisti che usano questa tecnica anche con risultati molto interessanti quasi pittorici...

Il concetto di quadro sta cambiando moltissimo. Le nuove generazione stanno perdendo l'attenzione all'arte nel modo classico, i nuovi artisti sono i fumetti, la grafica, la pubblicità... che tutti frequentano quotidianamente..

La frontiera si sposta, ma i risultati conquistati non vanno perduti

Sinceramente io penso che una stampa non valga un quadro. Se confrontiamo la stampa di un quadro di Leonardo o Botticelli o certi fiamminghi olandesi con il quadro originale non c'è confronto. Con il pennello riesci a fare certi effetti che una stampa non può riuscire a rendere, il colore non è semplicemente il riempitivo di certe aree del quadro, ma è materia e con il pennello o altri strumenti si può plasmare in modo da fargli quasi assumere l'aspetto e la consistenza dell'oggetto che raffigura.

Anche se le tecniche grafiche stanno facendo passi da gigante, e non escludo che si possano ottenere risultati apprezzabili ed anche di pregio, non sono tuttavia sostituibili alla tecnica antica della pittura.

Il concetto di arte stessa effettivamente sta cambiando moltissimo, perchè disponiamo di nuovi strumenti e tecniche che prima non avevamo, e sempre nuove creazioni si potranno aggiungere a quello che chiamiamo Arte.

Ma nessuna delle tecniche può sostituirsi all'altra. Altrimenti con l'avvento della fotografia i pittori sarebbero tutti dei falliti. ;-)

Ci sono tante tecniche, tanti mezzi espressivi con cui toccare il cuore, tutte vengono validate dal giudizio del tempo e degli uomini... Sono tutte nuove forme di espressione artistica: accogliamole, facciamo delle mostre, andiamo a vederle commentarle, pubblichiamo rencensioni, tutto quello che vogliamo. E, come se qualcuno avesse inventato e costruito un nuovo strumento musicale, ascoltiamo il suono che ne esce, e accogliamolo nell'orchestra, ma non gettiamo via i vecchi strumenti, che sapevano suonare le corde del nostro cuore.

 

Link Utili

 

 


Ritorna ad  "Home Page Pittura""

Introduzione Disegno Olio Tempera Acquerello Decorazione Frammenti Didattici

()

| Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |