Il Restauro del Mobile Antico

il Laboratorio

 | Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |


 

           


Gli attrezzi

Schegge storiche

Pialletti e ferri di Pistoia

Materiali d'uso

Chiodi e Viti

Viti

Carte abrasive

Le colle

 

Materiale vario

 

La Sicurezza

Mezzi di protezione

Fattori di Rischio

 


 

Scelta del posto:  

Il laboratorio del restauratore è un ambiente pieno di fascino sia per il profano che per l'artigiano stesso.  In queste pagine mi rivolgo a chi, come me, pratica questa attività per  hobby, sia pure con la migliore serietà di intenti. Pertanto difficilmente avremo a disposizione grandi spazi:  il mio laboratorio l' ho ricavato da un semplice garage. La cosa importante, è che l'ambiente che andiamo a destinare come laboratorio sia il più possibile arieggiato e luminoso. 

In un ambiente limitato come questo riusciremo a lavorare un solo pezzo alla volta, ma può bastare. In un posto di lavoro "ridotto ai minimi termini" vale ancor di più l'antico detto: ogni cosa al suo posto ed ogni posto per ogni cosa. 

Se non faremo così ci accorgeremo ben presto come ogni attrezzo o utensile godrà di una propria energia cinetica che lo porterà a nascondersi proprio quando noi ne abbiamo bisogno.

Cosa serve:  

Occorre che il nostro laboratorio sia fornito di:

  • prese di corrente
  • una o più luci per poter illuminare bene il punto di lavoro: teniamo presente che la luce artificiale soprattutto quella prodotta da lampade al neon, cambia la tonalità al colore del mobile, attenuando la componente rossa del colore e quindi rendendolo meno piacevole, le lampade ad incandescenza al contrario esaltano il colore rendendolo molto più caldo e piacevole.
  • un lavandino con acqua corrente
  • un fornello elettrico o a gas
  • una o più scaffalature dove poter ordinatamente riporre ogni cosa
  • un tavolo da lavoro: io mi sono arrangiato fino ad ora con un piano posto su cavalletti, ottenendo il vantaggio di poterlo spostare comodamente secondo le necessità. La morsa l' ho fissata su una stretta base a muro.
  • la possibilità di riscaldare l'ambiente se intendiamo lavorare anche d'inverno. Infatti occorre ricordare  che la lucidatura di un mobile a gomma lacca non è possibile farla se non alla temperatura ambiente superiore a 16° circa.

    Gli attrezzi: 

    Si potrebbe dire che una buona attrezzatura di alta qualità e completa di ogni accessorio sia indispensabile al lavoro. Se da una parte ciò è vero, io penso che  inizialmente, sia sufficiente avere anche attrezzi non eccelsi per qualità in quanto l'inesperienza all'uso di questi, porterebbe in breve a rovinarli dovendo affrontare poi spese esose per rimpiazzarli. Inoltre la completezza di una attrezzatura verrà portata a termine col tempo: gli attrezzi andranno acquistati quando il loro uso nel lavoro che stiamo facendo diventa necessario. Di seguito riporto un elenco degli attrezzi che prima o poi occorrerà acquistare:

     

     

    Per un maggiore approfondimento, cliccate sull'argomento di interesse per andare a consultare direttamente la sezione delle Schede Tecniche 

 

           
()
 

....... pagina in costruzione ....


 | Home Page | Schede Tecniche | Forum | Consulenze | Invia un Commento |

Ultimo Aggiornamento: 29/03/09.