Home indice supporto armamenti stampa il file

U-2S/TU-2S

L'U-2 svolge compiti di sorveglianza e ricognizione ad alta quota, continua, di giorno e di notte, con qualsiasi condizione climatica, in diretto supporto delle forze aeree U.S.A. e alleate. L'U-2 fornisce informazioni critiche e fondamentali alle decisioni da adottare nelle varie fasi di un conflitto, o in situazioni di pace e allerta, crisi, conflitti di bassa intensità, e ostilità su larga scala.

L'U-2S è un aereo monoposto, a singola propulsione, per la sorveglianza e la ricognizione aerea ad alta quota. Le ali, lunghe e strette, danno all'U-2 caratteristiche da aliante, gli permettono di portare pesanti sensori, raggiungendo rapidamente quote elevate e di mantenendole per lungo tempo. L'U-2 è in grado di raccogliere immagini da sensori multipli radar, infrarossi, elettro-ottici, ed è capace di captare segnali e dati di intelligence. E' in grado di inviare tutti i dati, escluse le foto, quasi in tempo reale, in qualsiasi parte del mondo, fornendo le più aggiornate informazioni di intelligence.

L'U-2, tra tutti gli aerei U.S.A., detiene il più alto tasso di successo missioni, a dispetto del fatto che l'aereo è il più difficile da comandare a causa delle sue problematiche caratteristiche di decollo e atterraggio. Per via dell'elevata quota a cui sono eseguite le missioni, il pilota deve essere dotato di una tutta pressurizzata. 

L'aereo è dotato di propulsione General Electric F-118-101. Si tratta di un motore leggero, con elevata efficienza che permette un basso consumo di carburante, evitando la necessità di rifornimento in volo nelle missioni di lunga durata. E' in corso l'aggiornamento della flotta di U-2 per ridurre la segnatura radar di tutto il sistema elettronico di prua e per creare una piattaforma nascosta per la nuova generazione di sensori. Anche questi ultimi sono aggiornati in modo costante. Il cockpit è in fase di rielaborazione per la sostituzione delle attrezzature degli anni "60 con nuovi display multifunzione e tecnologia “glass cockpit”. 

Gli attuali modelli sono derivati dalla versione originale che ha effettuato il primo volo nel mese di agosto 1955. Il 1 maggio 1960 un aereo-spia U-2, pilotato da Gary Powers, fu abbattuto durante una missione in prossimità della città siberiana di Sverdlovsk. I dettagli di questo episodio, che influenzò a lungo in modo negativo le relazioni fra Stati Uniti ed Unione Sovietica, risultano ancora oggi poco chiari. Si sa però che il primo ministro sovietico, Nikita Kruscëv, nel periodo immediatamente precedente a questo accadimento, aveva avuto parole molto dure nei confronti della difesa anti-aerea, incapace di abbattere i fastidiosi aerei spia U-2 che regolarmente sorvolavano punti nevralgici del paese. Di conseguenza, nell'occasione del volo di Gary Powers, i militari sovietici furono molto risoluti nella loro azione: mentre due coppie di MiG-21 erano pronte a decollare e un Sukhoi Su-9 tentava inutilmente l'intercettazione, ben 16 missili (del modello che la NATO chiama SA-2) furono lanciati da terra contro il bersaglio. Non si può affermare con certezza che l'U-2 sia stato colpito; qualcuno pensa che sia stato però danneggiato gravemente dallo spostamento d'aria provocato da quella raffica di esplosioni ad alta quota, danneggiato al punto da obbligare il pilota a lanciarsi con il seggiolino eiettabile. La salva di missili colpì anche un caccia MiG-19 che non aveva fatto in tempo ad allontanarsi dall'area, uccidendone il pilota. Nonostante l'incidente, il premier Kruscëv poteva dirsi soddisfatto, avendo ottenuto la vittoria che aspettava da tanto tempo, e avendola per di più ottenuta nel giorno delle celebrazioni del 1 maggio, la festa più importante del calendario sovietico. Gary Powers fu catturato e poi processato come spia, condannato a tre anni di reclusione e sette di lavori forzati. Tuttavia dopo solo ventuno mesi fu scambiato insieme con lo studente americano Frederic Pryor, presso il ponte di Glienicke a Potsdam, Germania, per il colonnello del KGB Vilyam Fisher (Rudolf Abel). Al suo ritorno in patria fu aspramente criticato per non aver attivato l'autodistruzione della macchina fotografica, della pellicola e delle altre parti segrete del velivolo. Altri lo criticarono anche per il mancato utilizzo di una capsula di veleno nascosta in un dollaro d'argento, in dotazione agli agenti CIA per evitare la sofferenza in caso di tortura. Dopo essere stato chiamato a rapporto dalla CIA, dalla Lockheed, dall'USAF, fu infine chiamato a rispondere alla commissione del senato presieduta dal senatore Richard Russell: durante l'audizione fu appurato che Powers seguì gli ordini e che non aveva divulgato notizie sensibili al nemico e perciò aveva avuto una condotta esemplare.

Il 14 ottobre 1962, l'U-2 ha fotografato l'installazione da parte delle forze militari Sovietiche delle postazioni missilistiche offensive a Cuba. Ha fornito dati critici di intelligence durante tutte le fasi delle operazioni Desert Storm e Allied Force. L'U-2, da varie postazioni intorno al mondo, procura informazioni quotidiane in tempi di pace e mette in allarme l'intelligence. Quando richiesto dalla Federal Emergency Management Agency, l'U-2 ha anche provveduto alla ricognizione in tempo di pace a supporto di disastri dovuti ad alluvioni, terremoti, incendi, ed è stato impiegato con compiti di ricerca e soccorso in diverse occasioni.

L'U-2R, ha volato per la prima volta nel 1967, era più grande del 40% e più efficace della versione originale. La versione per la ricognizione tattica, il TR-1A, ha volato per la prima volta ad agosto del 1981 ed è stato consegnato all'Air Force il mese successivo. Progettato per la ricognizione tattica stand-off in Europa, il TR-1 era strutturalmente identico all'U-2R. I TR-1A operativi erano usati, a partire dal mese di febbraio 1983, dal 17° Stormo da Ricognizione, presso la Royal Air Force Station, di Alconbury, in Inghilterra. Le ultime unità di U-2 e TR-1 sono state consegnate all'Air Force nel mese di ottobre 1989. Nel 1992 tutti i TR-1 e U-2 sono stati designati U-2R. Tutti questi modelli di U-2R con motore completamente sostituito sono stati successivamente designati come U-2S/TU-2S. Gli U-2 sono dislocati presso il 9° Stormo da Ricognizione della Base Aerea Beale, in California, e rispondono alle richieste nazionali e dei distaccamenti tattici di diverse parti del mondo. Gli equipaggi di U-2 si addestrano alla base Beale con la versione biposto designata TU-2S.

Un U-2 Dragon Lady dell'Air Force in volo di addestramento.

Il 26 gennaio 2003 un pilota di U-2 Dragon Lady si è lanciato prima che il suo aereo si schiantasse vicino a Hwa Song city a sud di Seul. Il pilota è stato portato all'ospedale della base dove sono state accertate le sue buone condizioni generali. Il pilota è assegnato al 5° Squadrone da ricognizione. Nello schianto quattro civili sono rimasti feriti e alcune proprietà hanno riportato danni. Un comitato di inchiesta si occupa delle indagini sulle cause dell'incidente.

SCHEDA TECNICA
Tipo: velivolo per la ricognizione ad alta quota
Origine: USA  
Fabbricazione: Lockheed Martin Aeronatucis
Equipaggio: 1 (2 nella versione addestramento)
Primo volo: U-2, agosto 1955; U-2R, 1967; U-2S, ottobre 1994
Tipo ali: dritte
Coda: singola con piani dritti
Motori: n° 1 General Electric F-118-101, spinta 7.711 kg
Lunghezza: 19,2 metri
Apertura alare: 32 metri
Altezza: 4,8 metri
Superficie alare: nd
Peso a vuoto: nd
Peso massimo al decollo: 18.000 kg
Carburante interno: nd
Serbatoi supplementari: nd
Rifornimento in volo: nd
Carico tipico: nd
Distanza di trasporto: 7.000 miglia (6.090 + miglia nautiche) - 11.263 km
Velocità max: 475+ miglia/h (Mach 0.58)
Altitudine di volo utile: oltre 21.212 metri
Sistema radar: nd
Armi: nessun armamento
Velivoli similari: nd
Paesi utilizzatori: U.S.A.

Inventario: sono attivi 37 velivoli (4 biposto di addestramento e 2 operativi per la NASA)

Costo unitario velivolo: nd

 

documenti incidente U-2 del 1960

CERCA NEL SITO

Last Update 20/02/2008

**********FINE PAGINA