GIANNIBETO
CARO BENZINA!
Quando un uomo ha cercato di aspirare benzina da un tubo infilato nel serbatoio di un camper parcheggiato in una strada di Seattle, si è ritrovato con molto di più di quello che stava cercando. La polizia è infatti arrivata sul luogo per trovare una persona in preda a conati di vomito e piegata in due vicino alla tanica per i rifiuti della toilette chimica del camper. Un portavoce della polizia ha dichiarato che l'uomo ha ammesso di aver cercato di rubare della benzina dal serbatoio e ha infilato a tal scopo un tubo in quello che credeva fosse il bocchettone della benzina ed era invece lo scarico delle acque nere. Il proprietario del veicolo si è rifiutato di sporgere denuncia, dichiarando di essersi fatta una delle migliori risate della sua vita.
STRANO MA VERO!
Queste notizie sono state riportate da quotidiani nazionali e internazionali.

Le notizie saranno sempre aggiornate

Buona lettura.
IL PARCHEGGIO!
Un uomo aveva spalato neve per un'ora, in modo da far posto quanto bastasse per parcheggiare la propria macchina durante una tempesta di neve a Chicago, poi è andato a prendere la propria auto e, tornato al luogo tanto faticosamente pulito, vi ha trovato una donna che aveva appena elegantemente parcheggiato nello spazio libero. Le ha sparato due fucilate.
NON PRENDERE L'AUTOBUS!
Dopo essersi fermato a bere in un bar clandestino, l'autista di un autobus dello Zimbabwe si è accorto che i 20 malati mentali che avrebbe dovuto trasportare da Harare al manicomio di Bulawayo erano scappati. Non volendo ammettere la sua negligenza, l'autista si è recato ad una vicina fermata di autobus e ha offerto ai passeggeri in attesa una corsa gratuita. Ha poi condotto il bus dentro il manicomio e ha consegnato gli ignari passeggeri, dichiarando al personale del manicomio che si trattava di pazienti molto irritabili e portati a raccontare storie fantasiose. L'inganno è stato scoperto solo tre giorni dopo.
LA NEVE?
Questa è una storia vera che ha fatto ridere tutto lo stato del Michigan per due giorni. Si tratta di una presentatrice del telegiornale molto imbarazzata e che, in avvenire ci penserà due volte prima di parlare.
Questa presentatrice l'indomani di un giorno in cui avrebbe dovuto nevicare (ma che non aveva nevicato), si rivolge in diretta al signore delle previsioni meteo per dirgli: "Allora Bob, dove sono i 20 centimetri che mi avevi promesso ieri sera?".
Non solo Bob ha dovuto lasciare lo studio, ma la stessa cosa ha dovuto fare la maggioranza della troupe televisiva perché stava morendo dalle risate ...
IL RAPINATORE MANGIONE!
Un uomo di 150 chili decide di rapinare una gioielleria a Long Island. Mentre ordina a tutti i presenti di gettarsi a terra il rapinatore perde l'equilibrio e cade lui stesso a terra, non riuscendo più a tirarsi su vista la sua corporatura "robusta". Due gentili ufficiali di polizia lo aiutano volentieri a tirarsi su qualche minuto più tardi.
IL MAGGIORENNE!
Un ragazzo appena divenuto maggiorenne è stato arrestato per aver rapinato un negozio. Quando è entrato nel negozio ha chiesto il denaro puntando una pistola verso l'impiegata della cassa. Questa, dimostrando una freddezza incredibile, non si è agitata.
Con calma ha detto: "Non penso che tu sia abbastanza grande per poterci rapinare. Non dovresti avere almeno sedici anni?".
Il ladro, se così lo si può chiamare, punto nell'orgoglio ha estratto dal suo portafogli la patente di guida. L'impiegata ha memorizzato velocemente le informazioni contenute e poi ha dato i soldi al ragazzo.
I poliziotti lo hanno arrestato sotto casa.
LA NONNA!
Un'anziana donna va a fare spese e al ritorno trova quattro uomini nella sua auto. Lascia cadere le borse ed estrae la pistola urlando a gran voce che la sa usare perfettamente e che l'avrebbe fatto se necessario se non fossero usciti subito dall'auto. I quattro uomini non aspettarono certo un secondo invito e uscirono di fretta e furia dall'auto scappando a gambe levate mentre la "vecchina" procedeva a raccogliere le sue borse della spesa e a riporle in macchina.
Piccolo problema, non entrava la chiavetta di accensione. La sua auto era identica e parcheggiata quattro posti più avanti. Così, tranquillamente, carica le sue borse nella sua vera auto e guida fino alla stazione di polizia.
Il sergente al quale raccontò la sua storia per poco non moriva dalle risata e, una volta terminato di sghignazzare, puntò il dito verso l'altro lato della stanza, dove quattro uomini pallidissimi e sotto shock stavano raccontando che la loro auto era stata rubata da un'anziana donna mezza matta.
UNA RAPINA? NO..UN PETO!
Alberta, Canda - Il guidatore di un furgoncino blindato sembrava che stesse cercando aiuto dal momento che ripetutamente apriva e chiudeva la portiera. Sei volanti della polizia inseguirono e fermarono il furgone, che continuava a procedere a zig-zag. Come ben presto si scoprì, il guidatore - una guardia giurata - stava tentando semplicemente di rinfrescare l'interno dell'abitacolo dopo che l'altra guardia giurata aveva mollato un peto.
MUTO COME UN PESCE!
All'età di novant'anni un signore della ex-Yugoslavia, ricominciò a parlare tutto d'un colpo dopo essere stato muto per oltre 50 anni.
Miracolo? No di certo!
L'agenzia di stampa yugoslava riporta un pezzo di una sua intervista: "Semplicemente non volevo fare il militare, così ho smesso di parlare nel 1920; dopo mi ci sono abituato"
IL RAPINATORE IMBRANATO!
Un rapinatore a Parigi ha tentato di imporre un nuovo standard all'arte del furto quando il 4 novembre 1933 ha tentato di rapinare la casa di un antiquario. Per farlo si era infilato in una armatura del quindicesimo secolo, che però limitava drammaticamente le sue possibilità di successo e di fuga.
Era da poco nella casa quando il proprietario si svegliò di soprassalto all'antipatico rumore di un oggetto di metallo che cade. Il proprietario si alzò e vide l'uomo in armatura che tentava di salire le scale. Senza esitare colpì il malcapitato ladro in modo da sbilanciarlo e dopo averlo fatto cadere corse subito a chiamare la polizia. Durante l'interrogatorio una voce dentro l'armatura confessò di essere un ladro di gioielli e antichità. "Pensavo di spaventarlo" disse. Sfortunamente per il nostro "eroe" la caduta aveva provocato una grossa rientranza nell'armatura così che fu impossibile rimuovere l'armatura prima di 24 ore, periodo durante il quale dovette essere imboccato come un bambino attraverso l'apertura degli occhi.
TRASGRESSIONE!!
La voglia di trasgressione è costata molto cara a un israeliano di 48 anni, in vacanza in un albergo di Eilat sul Mar Rosso. L'uomo è stato colpito da infarto quando ha incontrato la squillo alla quale aveva dato appuntamento e ha scoperto che era sua figlia. Una volta confessato tutto alla moglie, questa l'ha abbandonato.
RAPINATORE DISTRATTO!
Quando il suo revolver calibro 38 ha mancato di far fuoco sulla vittima designata, durante una rapina a Long Beach, California, l'aspirante rapinatore James Elliot ha commesso un piccolo errore di valutazione. Ha girato il revolver, per osservare la canna e ha provato a premere di nuovo il grilletto. Ma questa volta ha funzionato..
IL BIMBO MAGNETICO!
Londra - Harry Fairweather, un bambino inglese di due anni per un motivo assolutamente misterioso fa scattare gli allarmi ogni volta che entra in qualche negozio o supermercato. Tutte le volte il personale addetto alla sorveglianza interviene, ma non trova niente addosso al bimbo. Il piccolo ha subito vari controlli da esperti di sistemi di sicurezza, che non hanno pero' riscontrato niente di strano, se non una forte personalita' "magnetica".
MI FISCHIATE?
Egitto. Una festa di matrimonio al Cairo si è conclusa con sei feriti dopo che Ramadan Qotb, il cantante invitato, ha reagito in maniera scomposta alle critiche degli invitati, che consideravano la sua voce "insopportabile". Ramadan ha estratto la pistola e ha cominciato a sparare, ferendo sei persone.
LA TROTA!
Violenza ittica: John Hunter, 34 anni, di Edimburgo, e' stato condannato ad una multa di 100 sterline per aver ferito la sua convivente Susan Taylor schiaffeggiandola a colpi di trota. Non e' stata la moglie a costituirsi parte civile, ma gli ambientalisti.
IL MAIALE!
Due donne si sono imbarcate a bordo dell'aereo Filadelfia- Seattle conducendo con loro un "delizioso" compagno di volo: un enorme maiale. Ci sono volute 4 persone per issare a bordo la pingue bestiola, che una volta "decollata" e' praticamente impazzita e ha cominciato a correre per tutto l'aereo.
IL CANGURO!
Un'intera famiglia a Jabiru, nel Territorio del Nord australiano, e' rimasta sotto sequestro per tre ore nella propria abitazione, "vittima" di un grosso canguro alto 170 centimetri e non molto ben intenzionato... L'animale era penetrato nell'abitazione durante la notte, sfondando un vetro, forse alla ricerca di cibo. Ferito dai vetri infranti l'animale infuriato ha cominciato a correre come impazzito tra le stanze, spargendo il suo sangue ovunque. Gli agenti e il veterinario accorsi hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie, per immobilizzare l'animale. Nella villetta c'erano anche cinque bambini.
VISITATORE: