La storia della fotografia ha già varcato 3 secoli, eppure è una forma d'arte recentissima, se calcoliamo che dal dagherrotipo allo smartphone sono passati poco più di 100 anni. Questo sito web vuole raccogliere un minuscolo granello di questa storia, per contribuire alla divulgazione della pura fotografia, quella che non teme paletti e catene, quella che ti lascia un frammento dentro e mette a nudo il pensiero dell'autore, quella (speriamo!?) che non resta abbandonata in una scheda sd o dentro al pc. Il fotografo Stefano Sturaro progettò una propria galleria virtuale nel 2007, una serie di scatti, molti dei quali a pellicola, in seguito vennero pubblicate le prime pagine nel 2012 solo come forma amatoriale di espressione artistica, nel 2014 venne completato il sito e aggiornato a una selezione della produzione del fotografo, nacque così la vetrina dello studio fotografia gFproduzioni di Stefano Sturaro fotografo, fondato a Conselve in provincia di Padova.



Breve biografia del fotografo

"- Prima di diventare fotografo ero un attento osservatore, il passo successivo è stato solo di prendere in mano la macchina fotografica -. Sono classe '78, Padovano di nascita ma in parte sangue Veneziano, mi sono diplomato ragioniere nel '97: fu mia la decisione di iniziare autodidatta a 17 anni grazie a una vecchia reflex di mio padre (mitica Cosina CT1A) con cui realizzai i primi reportage su pellicola 35mm, è così che ho scoperto il bianco e nero. La mia passione per la fotografia nasceva dalla ricerca di imparare qualcosa che mi fosse utile in un futuro, cosa che non aveva fatto la scuola, ma soprattutto era un modo per comunicare le mie impressioni. Prima di intraprendere questo mestiere ho svolto tanti ruoli per ben 20 anni, dal contadino al cameriere, dall'operaio in fabbrica fino all'agente immobiliare: senza queste esperienze oggi non sarei il fotografo che sono diventato, un interesse che non ho mai abbandonato, confluendo studio e pratica in completa autonomia, fissando su una pellicola (e un sensore digitale più tardi...) la scena che mi trovavo davanti, nelle più singolari situazioni... sempre con la fotocamera dietro. Dico sempre che - non ho scelto io questo mestiere, è il mestiere che ha scelto me! -.Alcuni viaggi all'estero durante il periodo scolastico sono fondamentali per sondare le mie attitudini del linguaggio fotografico: fotografavo con la mia primissima fotocamera, una Konica Pop di colore rosso fiammante. Dal '99 prendo atto di dovermi dedicare a qualche genere che rifletta il mio carattere, amo la natura e cominciai a far pratica nel settore naturalistico, poi in quello sportivo cercando a fatica di attrezzarmi in modo adeguato per alcuni tipi di riprese. Nel 2004 sento l'esigenza di approdare al digitale visto il grande sconvolgimento di questo nuovo mezzo espressivo del XXI secolo, ma non mollo la pellicola, anzi, acquisto una Mamiya 645j del 1978, la mando in laboratorio per una messa a punto e ne scopro gli indiscutibili pregi. Ho voglia di dedicarmi a qualcosa di più coinvolgente che la sola tecnica fotografica mi può appagare, dal 2006 decido di sondare la fotografia di reportage nel sociale, un mondo nuovo, ma molto più d'impatto, niente supertele o moltiplicatori, via i monopiedi e poco flash, solo una fotocamera discreta e una ottica fissa, come alle origini del mio percorso. Una scelta dettata anche da alcuni corsi tematici a cui ho partecipato per comprendere meglio la natura e l'ambiente dei soggetti che volevo riprendere in futuro: era necessario però dedicarsi a un settore che potesse mostrare il meglio delle mie capacità, ho deciso di specializzarmi nella fotografia di matrimoni, per dar vita ad immagini poetiche, foto dal sapore di vita reale, pochi trucchi ma un bianco e nero come lo so fare io, lasciando alle coppie un ricordo indelebile, visto solamente dal mio occhio, che volge lo sguardo al coinvolgimento emotivo contenuto nel messaggio visivo. E' così che inizio a proporre il wedding reportage, non solo come stile, ma anche come metodo di lavoro per appianare alcuni tabù delle coppie che si sposano: poche pose e tanta spontaneità! Oltre ai matrimoni, porto il mio stile anche nei set televisivi e nelle sfilate come fotografo di scena, in tutto il Veneto e Nord Italia, fotografando eventi di musica e spettacolo; dal 2008 porto avanti progetti a sfondo sociale per la realizzazione di mostre personali, con lo scopo di far vedere l'oggi col sapore di una volta per gli occhi di domani".

'L'emozione è un momento, una foto è per sempre.' - Stefano Sturaro



I servizi che propone lo studio

Stefano Sturaro fotografo si occupa principalmente di:
  • servizi fotografici di matrimonio
  • battesimi, compleanni, feste private
Altri servizi a disposizione:
  • born photography e ritrattistica di famiglia
  • eventi di musica e spettacolo
  • gare sportive
  • reportage sociale
  • riprese naturalistiche
Servizi a complemento:
  • photo booth - photo pen - photo web
Grazie a solide collaborazioni con professionisti esterni indipendenti, lo studio propone anche:
  • videoriprese e montaggio digitale con dispositivi professionali reflex o camcorder, ad uso aziendale e promozionale, produzione filmini matrimoniali, archiviazione eventi, registrazioni audio di alta qualità



Fotografo associato


Immagine in aggiornamento



Documenti e note informative




Diritto d'autore del fotografo

Tutto il materiale pubblicato in questo sito e nelle pagine social collegate ad esso è coperto dalle norme sul diritto d'autore secondo la normativa italiana e internazionale, come foto, grafica, impaginazione e testi sono 2016 © Stefano Sturaro fotografo. I loghi dello studio gFproduzioni sono stati ideati e creati da Stefano Sturaro, contraddistinguono una serie di servizi che lo studio professionale propone a scopo promozionale ai possibili clienti, e sono di esclusivo utilizzo del suo autore. Ove vi fossero immagini o testi di altri autori, se palesemente visibili da un pubblico indiscriminato, sarà obbligo dello studio chiedere l'autorizzazione alla pubblicazione, salvo diversi accordi tra le parti, e sempre presente la menzione dell'attestazione della fonte.


Come contattare lo studio




Suggerimenti per la navigazione

Tutte le pagine web di questo sito sono ottimizzate per una risoluzione ideale di 1024x768 pixel, l'impaginazione è stata configurata per caricare velocemente i contenuti anche a connessioni lente come il 56k o il GPRS. Per una migliore compatibilità con il vostro dispositivo si consiglia la navigazione con i browser Chrome o Firefox, con sistemi operativi Windows e Android.

Il sito è stato realizzato in gran parte tramite un software open source.     Document made with Nvu




 
| | | |