PARALLELOGRAMMA
Home Su

PARALLELOGRAMMA DELLE FORZE

 


Teoria.gif (7799 byte)TEORIA    Dinamometro.gif (4709 byte)STRUMENTAZIONE    FasiOperative.gif (15791 byte)FASI     Tab&Graf.gif (4932 byte)TABELLA


 

 

 

 

 

TEORIA

Le FORZE sono grandezze vettoriali e la loro somma o RISULTANTE si pu˛ ottenere applicando la regola del parallelogramma, la quale consiste nel costruire un parallelogramma aventi come lati i vettori assegnati e nel tracciare la diagonale maggiore.

Supponendo che tali forze siano applicate ad un punto, alla risultante si pu˛ fare corrispondere l'EQUILIBRANTE. Il punto in questione sarÓ allora in EQUILIBRIO poichÚ Ŕ rispettata la condizione di equilibrio del punto, ossia LA SOMMA VETTORIALE DI TUTTE LE FORZE APPLICATE E' NULLA.

L'esperienza in questione ci permette di osservare tutto questo.

Mongolfiera.gif (10462 byte)VAI SU

 


STRUMENTAZIONE E MATERIALI

L'apparato Ŕ visualizzato nella figura 1, ed Ŕ costituito da:

Ris1.jpg (78992 byte)

  1. Aste, morsetti, carrucole, basi d'appoggio
    fili di cotone
  2. Due corpi campioni da 0,4905 N
  3. Due dinamometri di portata 1.20 N e
    sensibilitÓ 0.01 N
  4. Un goniometro di sensibilitÓ 1 grado

Come si nota i due dinamometri sono collegati da un filo, al quale Ŕ agganciato un secondo filo recante i corpi campioni.

Mongolfiera.gif (10462 byte)VAI SU

 


FASI OPERATIVE

  • Sistemare le due aste ad una certa distanza ed il goniometro al centro.
  • Controllare la taratura dei due dinamometri
  • Avere cura della complanaritÓ del sistema carrucole e dinamometri e della loro perfetta verticalitÓ
  • Regolare la posizione del goniometro in modo che il suo centro coincida con il PUNTO del filo che porta i corpi campioni
  • Leggere le FORZE indicate dai Dinamometri che possiamo chiamare Fdx e Fsx
  • Leggere gli ANGOLI rispetto alla verticale che possiamo chiamare °dx ed °sx
  • Riportare il tutto in una TABELLA nella quale indicare sia il PESO dei corpi campioni appesi che rappresenta l'EQUILIBRANTE, sia la RISULTANTE delle Forze trovata graficamente Ris2.jpg (70237 byte)
  • Ripetere le precedenti operazioni avendo cura di cambiare o l 'angolo o il numero dei corpi campioni come evidenziato nella nuova figura.    

Mongolfiera.gif (10462 byte)VAI SU

 


TABELLE E GRAFICI

Riportare i dati in una tabella come la seguente dove P indica il peso dei corpi appesi, mentre R Ŕ la risultante trovata graficamente.

 

Fdx (N)Fsx (N)°dx (░)°sx (░)P (N)R (N)
▒0,01 N▒0.01N▒1░▒1░▒0.01N▒0.02N
0.320.3036400.490.49
0.350.3443450.490.49
0.650.6237420.980.98
0.690.6644450.980.98

La costruzione in scala riferita alla prima serie di dati:       Diseparallelogramma.jpg (269174 byte)

Mongolfiera.gif (10462 byte)VAI SU