Tempo di capire – Repertorio

Home page  vai


 attenzione:  questo Repertorio non è un'enciclopedia.  Leggi la nota 

 

 

S

Si - Sp - St - Su - fine

 

Sacra Corona Unita  –  organizzazione criminale diffusa in Puglia. La sua struttura è analoga a quella della mafia siciliana: non c'è un'organizzazione unitaria ma gruppi autonomi spesso in lotta tra loro. Fenomeno molto più recente di quelli analoghi in Calabria (ndràngheta) e in Campania (camorra) si è sviluppata intorno al 1980 ed ha stabilito rapporti con la criminalità dei Paesi dell'Est europeo, ma è rimasta un fenomeno abbastanza marginale. Nel 1995 lo Stato è intervenuto pesantemente ("Operazione Salento") e molti dei capi della Sacra Corona sono stati arrestati e condannati.

sadismo –  (psic - ingl. sadism) dal nome dello scrittore francese Donatien-Alphonse-François de Sade (1740-1814). Capacità di provare eccitazione sessuale infliggendo ad altri qualche forma di sofferenza fisica o psicologica. Frequente, in forma lieve nei soggetti normali, si considera patologico solo nei casi gravi (cioè quando diventa il modo esclusivo o prevalente di raggiungere l'eccitazione). Si parla di personalità sadica quando il soggetto manifesta le stesse tendenze senza implicazioni sessuali. Freud considera sadismo e masochismo come due facce della stessa perversione che s'incontrano nello stesso individuo.

Saint-Simon, Claude-Henri de Rouvroy (1760-1825) – filosofo francese, considerato uno dei maggiori esponenti del socialismo utopistico. Allievo di D'Alembert e maestro di August Comte, teorizzò un'organizzazione sociale retta da uomini di scienza e da industriali, a vantaggio dell'intera popolazione. In Le nouveau Christianisme (Nuovo Cristianesimo, 1825) teorizzò un sistema etico basato sulla fratellanza umana. Tra le sue opere principali, Del sistema industriale (1822) e il Catechismo degli industriali (1824).

Salò  –  cittadina sul lago di Garda (prov. di Brescia, 10.000 abitanti), fu la sede della Repubblica Sociale Italiana (RSI)

v. scheda "Fascismo"   vai

Salvi, Cesare (1948) – avvocato, docente di diritto, membro della Segreteria nazionale del PCI nel 1990-91, eletto al Senato nel 1992, più volte rieletto con il PDS (Partito Democratico della Sinistra) e con i DS (Democratici di Sinistra), leader delle correnti di sinistra all'interno di questi partiti, ed in questo avversario di Massimo "Opusdei" D'Alema. Ha fondato l'associazione "Socialismo 2000", poi divenuta una corrente della sinistra dei DS ("Sinistra DS per il socialismo").
Ministro del Lavoro durante i governi D'Alema e Amato, vice-presidente del Senato nel 2001, presidente della Commissione Giustizia dal 2006.
Coordinatore del gruppo di DS "Sinistra per il socialismo", contrario alla nascita del Partito Democratico, ha condotto la corrente verso la separazione dai DS, fondando nel 2007, il movimento "Sinistra Democratica".

Sandino, Augusto Cèsar (1895-1934) – eroe nazionale del Nicaragua. Nel 1933 comandò la guerra di liberazione contro gli USA, che nel 1912 avevano occupato il Paese. Fu ucciso nel 1934 da un "gorilla" degli USA, il generale Anastasio Somoza Garcia, che diventò il capo di una delle dittature più feroci e corrotte dell'America latina. Da Sandino prende nome il Frente Sandinista de Liberacion Nacional (FSLN), movimento guerrigliero di ispirazione marxista, che comprende diversi gruppi democratici, compresi i cattolici legati alla Teologia della liberazione.

sànscrito – antica lingua appartenente al ramo più orientale delle lingue indoeuropee, veniva parlato e scritto in India. Nella sua forma più antica è la ligua dei Veda (testi sacri dell'induismo) ma la forma più conosciuta è quella dei poemi epici, della poesia e della prosa d’arte (sanscrito classico). Nel 4° sec. aC fu elaborata da un grammatico (da qui il suo nome, che significa "lingua perfetta") ma non venne mai parlata in questa forma, quindi restò immutata per oltre due millenni e diventò un termine di paragone prezioso per lo studio delle lingue meno antiche. La letteratura in sanscrito è sconfinata: attualmente sono conservate più opere in sanscrito di tutte quelle delle letterature greca e latina insieme.

Sansepolcro  –  comune in prov. di Arezzo e nome di una piazza nel centro di Milano, in cui nel 1919 Mussolini fondò il partito fascita presentando un falso programma politico, che poi fu chiamato programma sansepolcrista. Sansepolcrismo è chiamato il cosiddetto "fascismo delle origini" che alcuni fingono di credere ispirato a principi socialisti (ma pare che alcuni fascisti ci fossero cascati davvero). Va ricordato che Mussolini, prima di esserne espulso, era stato un membro del partito socialista.

santificazione –  atto del politeismo cattolico con il quale il papa elegge "santo" un cattolico che abbia compiuto almeno due "miracoli", autorizzando il popolo ad adorarlo come una divinità minore. Nel linguaggio ecclesiastico è chiamata "canonizzazione" e si distingue dalla "beatificazione", con la quale vengono creati i santi di seconda classe detti "beati".

Sant'Uffizio – nuovo nome preso nel 1908 della "Congregazione della sacra romana e universale Inquisizione", fondata nel 1542, organo della chiesa cattolica. A sua volta, il Sant'Uffizio è stato ribattezzato (1965) "Congregazione per la dottrina della fede".

Save the children (salvare i bambini) –  rete di associazioni non governative (ONG) nazionali che fanno capo a International Save the Children Alliance, con sede a Londra. Fondata nel 1919, è presente in 27 Paesi, tra cui l'Italia, ed ha funzioni consultive presso l'ONU. Il suo scopo è la tutela dei bambini colpiti da disasti, guerre, catastrofi naturali ecc. Si occupa anche di problemi di povertà, AIDS, istruzione, sfruttamento e abuso di bambini, soprattutto nel Terzo mondo. Non risulta che sia intervenuta a favore dei bambini delle "scuole residenziali" canadesi ed australiane (v. scheda "Genocidio canadese")

sbattezzo  –  annullamento del battesimo. Nel caso di apostasìa l'esclusione dalla chiesa è automatica, ma non ha effetti "burocratici". Infatti l'apòstata rimane iscritto nei registri della parrocchia dove è stato battezzato, cioè rimane "ufficialmente" cattolico. Lo sbattezzo consiste nella cancellazione da tali registri. La chiesa però continua a considerarlo un battezzato, benchè apostata, sostenendo che il battesimo non è cancellabile agli effetti "religiosi": l'apostata resta sotto l'autorità della chiesa. Istruzioni per ottenere lo sbattezzo si trovano nel sito

Unione Atei   vai

Scajola, Claudio (1948) – democristiano, sindaco di Imperia nel 1980, costretto a dimettersi perchè indagato (corruzione per l'appalto del Casinò di Sanremo), poi prosciolto. Di nuovo sindaco dal 1990 al 1995, poi deputato di Forza Italia. Rieletto, diventa ministro dell'Interno nel 2001, ma deve dimettersi dopo un anno per aver fatto dichiarazioni offensive contro Marco Biagi (una vittima delle Brigate Rosse). Diventò poi ministro per le attività produttive nel secondo governo Berlusconi.

scala mobile  –  veniva chiamato così l'adeguamento delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti agli aumenti del costo della vita.

v. scheda "Contingenza"   vai

scarica –  (psic.) deflusso verso l'esterno dell'energia accumulata dall'apparato psichico per effetto degli eccitamenti. Svolge la funzione "economica" di mantenere al livello più basso possibile l'energia presente nell'apparato psichico (Principio di costanza). Quando l'energia psichica che viene scaricata è connessa ad un affetto o ad un trauma rimosso, si parla di abreazione. In questi casi la scarica ha un effetto di "liberazione" o di "purificazione" (catarsi) che costituisce lo scopo del metodo catartico di psicoterapia (Freud e Breuer, 1895)

schizofrenìa – (psic., = "divisione della mente") categoria di malattie mentali (psicosi) caratterizzate dalla dissociazione di elementi della struttura psichica del soggetto. Colpisce generalmente i giovani ed ha un decorso lento con peggioramento progressivo. Si manifesta in modo estremamente variabile, ma presenta due caratteristiche essenziali: la dissociazione psichica e la frattura con il mondo esterno (indifferenza, disinteresse, inerzia ecc.). Altri sintomi possono essere:
- allucinazioni percettive (soprattutto uditive)
- alternanza di stati euforici e depressivi
- ambivalenza (impulsi contrastanti) generalizzata verso persone, situazioni, oggetti
- alterazione dell'attenzione e della capacità di concentrazione
- comportamenti antisociali
- anomalie del linguaggio (per es. abuso di metafore, simboli, neologismi)
Le cause sono poco note. Le ricerche attuali sono orientate principalmente in due direzioni: organicistica (fattori genetici e biologici) e psicodinamica (fattori psicoaffettivi e sociologici). Il recupero sociale e professionale dei malati è limitato al 25% dei casi.

schizotimia o schizoidismo – (psic. - ingl. schizothymia) tendenza all'isolamento psichico, può degenerare in schizofrenia. Il temperamento schizotimico si contrappone quello ciclotimico ed è caratterizzato da:
– oscillazione tra sensibilità e freddezza
– profondità delle reazioni intime, che non hanno una risonanza immediata e di breve durata (come nel ciclotimico) ma vengono elaborate, intellettualizzate, ed assumono una risonanza prolungata.
– impaccio e chiusura nei rapporti interpersonali, e/o grande abilità nell'uso dei formalismi sociali in modo da difendere la sfera privata
– capacità di sacrificio per ideali astratti (che richiedono l'adesione dell'intelligenza più che dell'affettività)
– tendenza alla collera fredda, che è determinata dall'accumulo di piccolo frustrazioni e si scarica lentamente (al contrario del ciclotimico, che è soggetto a scoppi collerici brevi per cause facilmente identificabili)
– sul piano del pensiero, alternanza tra astrazione e dissociazione

sciamanesimo –  termine usato a comiciare dall'Ottocento, derivante dalla lingua tungusa (Siberia), indica un complesso di credenze fondate sulle pratiche magiche degli "sciamani", specie di stregoni e guaritori, a volte ritenuti capaci anche di provocare malattie. Non se ne hanno notizie nelle civiltà antiche, dai Sumeri in poi. Diffuso in epoche recenti (forse già nel Settecento) tra i popoli delle regioni artiche (eschimesi) e subartiche (siberiani), è legato ad una concezione animista del mondo. Forme simili, ma con più accentuati caratteri medico-religiosi, erano presenti nell'America Settentrionale (indiani delle praterie); altre forme più prossime alla semplice magia sono presenti nell'America Meridionale, nel Kordofan (Africa sahariana) e fra gli aborigeni australiani (enc. Sapere).
Sembra avere principalmente la funzione di assicurare il successo della caccia entrando in contatto con gli "spiriti" di animali selvatici, pesci e vegetali. A tale scopo, lo sciamano indossa travestimanti da animale (pelli, corna) ed esegue una specie di lotta e di danza in cui salta, dà testate, emette bramiti e si scuote. È quindi improprio parlare di trance, di estasi o di stati di coscienza alterati: lo sciamano non mira a raggiungere un determinato stato psichico, ma compie l'azione che il suo gruppo si attende (enc. Treccani).

scienza –  conoscenza verificabile e da discutere pubblicamente (quindi libera da ogni principio di autorità o di fede), fondata essenzialmente sull'osservazione, l'esperienza, il calcolo e cioè su regole di metodo che non ammettono pre-giudizi e non sono compatibili con l'adesione ad una qualunque ideologia, cioè a qualunque credenza considerata sicuramente valida e indiscutibile. Secondo il materialismo dialettico, ripreso da Popper, il progresso della scienza avviene per progressiva eliminazione di ipotesi erronee. La scienza infatti non può stabilire definitivamente la verità. Non è possibile quindi la "verifica" certa, ma solo la "falsificazione" delle ipotesi. sciopero – astensione dal lavoro, a rigore da parte parte dei lavoratori dipendenti ma viene spesso chiamata "sciopero", impropriamente, anche l'astesione dei lavoratori autonomi (per es. i tassisti). Era un reato fino al 1892 e tornò ad esserlo (1926) durante il fascismo. Va notato che, anche nel periodo in cui non era reato, non si poteva comunque parlare di un "diritto di sciopero" (come fanno alcuni): infatti lo sciopero era un "illecito contrattuale" che poteva essere punito con il licenziamento. Il vero  diritto di sciopero  fu riconosciuto per la prima volta nella storia con la Costituzione Messicana (1917); in Italia solo dopo la caduta del fascismo, a partire dal 1948 (art. 40 della Costituzione).  Sciopero bianco  è l'astensione realizzata rimanendo sul posto di lavoro

scissione –  (psic. - ingl. splitting, ted. Spaltung). Un oggetto può avere aspetti "buoni" e aspetti "cattivi", cioè può apparire intrinsecamente contraddittorio. Per es. ad un bambino la madre può sembrare amorosa in certi momenti ed ostile in certi altri.
1) la scissione dell'oggetto è un
meccanismo di difesa che separa le qualità buone (a cui si risponde con amore) da quelle cattive (a cui si risponde con ostilità), in modo da evitare i conflitti interiori (amore/odio, cioè ambivalenza) che sono fonti di angoscia.
Bettelheim fa notare che la matrigna cattiva delle fiabe non è altro che la rappresentazione degli aspetti "cattivi" della madre. Il bambino può quindi desiderare senza conflitti la sua distruzione.
2) secondo Klein, ad una scissione dell'oggetto corrisponde una scissione del soggetto, cioè una frammentazione dell'Ego, che diventa a sua volta contraddittorio e può essere reso instabile dai conflitti. Questa scissione corrisponde all'idea di Bleuler, che la vede come "condizione preliminare" della maggior parte dei disturbi di tipo schizofrenico. In questi casi, però, si preferisce parlare di dissociazione.

Scuola delle Americhe – campo di adestramento militare in USA, Georgia, Fort Benning. Creato nel 1947, è il più noto fra tutti quelli (circa 150), sparsi nel territorio USA e in altri Paesi, che hanno il compito di addestrare i militari golpisti che hanno agito nell'interesse degli USA, in America Latina e altrove. La "scuola" è stata chiusa nel 2001, per essere riaperta subito dopo con un altro nome. Nei primi anni Settanta, la Scuola delle Americhe organizzò il Piano Condor, una vasta operazione diretta ad eliminare fisicamente gli oppositori dei regimi militari che erano riusciti a fuggire all'estero.

v. scheda "Operazione Condor   vai

scuola residenziale –  collegio, convitto in cui gli allievi sono reclusi per essere "educati". In Italia furono introdotte dalla chiesa cattolica intorno al 1600. Dalla fine dell'Ottocento alla fine del Novecento, le "scuole residenziali" canadesi, gestite dalla chiesa, furono adibite allo sterminio dei bambini indigeni. Scopi analoghi ebbero le scuole residenziali australiane, sempre gestite dalla chiesa.

v. scheda "Genocidio canadese"  vai

sdoppiamento della personalità –  (psic. - ingl. splitting) o personalità doppia (dual, double personality) dissociazione per cui nello stesso individuo coesistono due diverse personalità. Nei casi più gravi, il soggetto soffre di allucinazioni in cui il suo "doppio" sembra materializzarsi come una specie di gemello o di sosia (ted. doppelgänger), sembra prendere il suo posto, gli appare nei momenti meno opportuni, lo condanna al fallimento; oppure, al contrario, realizza i suoi desideri più reconditi, agisce come il soggetto non oserebbe mai. Questo tema, già presente nella mitologia, è stato studiato da Otto Rank (Der Doppelgänger, 1914) ed è stato rappresentato in numerose opere letterarie o cinematografiche: Tra i racconti più celebri, Il Sosia di Dostoevskij (1845) e Lo strano caso del dottor Jekyll e Mister Hyde, di Stevenson (1886). Tra i film, Lo studente di Praga di Rye (1913), Partner di Bertolucci (1968) e Il sosia di Blanc (1994)

(psic.)  – Da evitare. Questo termine è usato spesso, a scopi fumogeni, nel linguaggio mistico ed è variamente usato in filosofia ed in psicologia. Ha origine nella psicologia spiritualistica, che lo considera una prova della diversità di anima e corpo.
In generale, può essere inteso come un' auto-coscienza individuale, nel senso della percezione di una continuità della propria identità,  che si conserva attraverso i mutamenti psichici e somatici.
Nel pensiero di Freud, è una delle funzioni coscienti del
Super-ego; secondo Jung (che, ambiguamente, lo chiama anche Selbst) rappresenta l'intero apparato psichico, di cui l'Ego farebbe parte.
Adler parla di un "Sè creativo", Horney di un "Sè attuale" che si distingue dal "Sè idealizzato", cioè dalla personalità che il nevrotico crede di avere. Per Fromm, il "vero Sè" sarebbe l'insieme delle "potenzialità" individuali; per Sullivan il "sistema del Sè" rappresenta gli aspetti più stabili della personalità.
In realtà, non si vedono le ragioni per cui si dovrebbe usare questa parola invece di Ego, o Super-ego, o Es, o Ideale dell'Io.

segretario di Stato  –  carica di un membro del governo. In alcuni sistemi costituzionali corrisponde alla carica di ministro, o di ministro degli Esteri. Negli USA è la figura più importante nell'ufficio del presidente. Nello Stato del Vaticano (che è una monarchia assoluta, in cui la figura del papa corrisponde a quella di re), la figura del "cardinale segretario di stato" corrisponde a quella di primo ministro, quindi un quasi-papa, che svolge anche la funzione corrispondente al ministro degli Esteri.

sentenza suicida –  sentenza la cui motivazione è redatta in modo manifestamente illogico e incoerente, al fine di permettere al giudice di grado superiore (per es. il giudice d'appello o la Corte di cassazione) di capovolgere la decisione. Può essere il mezzo "tecnico" con cui un giudice, che non può o non vuole sottrarsi a "pressioni" esterne (per es. pressioni politiche o mafiose) "rinvia" la decisione al giudice superiore. In sostanza è una "frode alla legge" (cioè alla legge processuale) perchè elude il principio fondamentale del "doppio grado di giudizio", "azzerando" il primo grado mediante una decisione che in realtà è una "non-decisone".
Nei processi in Corte d'Assise (in cui la colpevolezza dell'imputato viene decisa dai "giudici popolari" (i "giurati") può essere un mezzo per calpestare la loro decisione, per es. quando si sono pronunciati per l'innocenza dell'imputato che invece i giudici "togati" vogliono condannare, o viceversa.
Esempio notissimo di sentenza suicida è quella del "caso Sofri".

sentimento (psic.)  – a differenza dell'emozione (intensa ma breve), è uno stato affettivo relativamente stabile, positivo (amicizia, ammirazione, desiderio) o negativo (ostilità, disprezzo, ripugnanza) verso se stessi e la realtà esterna (oggetti, persone ecc.).

Sharia  –  legge divina islamica. E' fondata sul Corano (una specie di Bibbia) e sulla Sunna (una specie di Vangelo che riferisce gli insegnamenti e le azioni di Maometto). L'interpretazione di queste leggi si fonda in parte sulla tradizione e in parte sul consenso dei sapienti. I giudici possono chiedere ai sapienti un parere; la risposta si chiama Fatwa. La Sharia consente la pena di morte solamente in tre casi: omicidio di un islamico, adulterio di una donna islamica sposata, bestemmia contro Allah (da parte di persone di qualunque fede). Ciò nonostante viene invocata regolarmente per giustificare i casi di condanna a morte per omosessualità in stati come l'Iran, la Nigeria o l'Arabia Saudita.

Shiatsu o Shijatsu –  antica tecnica di massaggio giapponese, risale al 500 e fu introdotta con il buddismo. In Giappone le prime scuole di shiatsu furono fondate intorno al 1940 e lo shiatsu fu ufficialmente riconosciuto nel 1964. Il massaggio ha lo scopo di coinvolgere interamente il paziente, sul piano corporeo e su quello mentale. E' applicato alle patologie della colonna vertebrale (lombalgie e sciatiche), ai dolori muscolari, all'insonnia, all'ansia e in genere ai disturbi derivanti dallo stress. Se ne distinguono due tipi:

Gli effetti sono di rilassamento muscolare, con regolarizzazione del respiro, del battito cardiaco e della temperatura corporea; ciò produce sensazioni di benessere psichico, emotivo e fisico che dopo una seduta possono mantenersi per qualche giorno. Pare che dopo una serie di sedute settimanali (da 4 a 8) gli effetti possano mantenersi per qualche mese.

shintoismo –  è la credenza più diffusa in Giappone, dove è chiamata shinto- (la via degli dei). È un animismo o politeismo naturale, a cui, sotto l’influsso del confucianesimo, si è aggiunto il culto delle grandi figure della storia e degli antenati. Priva di codici morali, non si pone problemi come il destino e la salvezza dell'anima, non teorizza sulla natura della divinità. Suo fondamento è la credenza che tutti i fenomeni naturali siano espressione di forze divine, dette Kami, che rappresentano lo "spirito" di ogni cosa e di ogni essere vivente.

v. concetto di religione e descrizione delle religioni principali  vai

 

 

SIALS  –  Second International Adults Literacy Survey –  v. IALS

Siccardi, Giuseppe (1802–1857) – magistrato di Cassazione, parlamentare piemontese, nel 1849 divenne senatore e ministro della Giustizia e degli Affari ecclesiastici, presentando al Parlamento le leggi che portano il suo nome (Leggi Siccardi, 1850-55) con cui furono aboliti alcuni importanti privilegi del clero cattolico. Con tali leggi il clero fu assoggettato alla giurisdizione dei tribunali dello Stato e perse il diritto di garantire l'immunità ai criminali che andavano a rifugiarsi nelle chiese e nei conventi (diritto d'asilo). Fu abolita, inoltre, la manomorta (immunità fiscale delle proprietà ecclesiatiche).

siclo –  (ebr. shekel, accad. shiql) antica unità di misura del peso, moneta, nome attuale della moneta in Israele.
1) a Babilonia un siclo "pesante" era pari a 16,83 gr; quello "leggero" alla metà (8,41). Un siclo d'oro valeva da 10 a 15 volte quello d'argento (valori molto variabili secondo tempi e luoghi). 60 sicli valevano una mina (1010 o 505 gr) e probabilmente si usava anche il
talento (= 60 mine, cioè 60,6 o 30,3 kg).
2) monete d'oro o argento pesanti un siclo erano battute da Fenici ed Ebrei. Il siclo ebraico (argento, 2° sec. aC) pesava da 10 a 13 grammi. 50 sicli equivalevano a una mina, 3000 sicli a un talento (30-36 kg, Bibbia, Esodo 38, 25-26). Nel libro di Ezechiele 60 sicli equivalgono a una mina, come a Babilonia.
Si suppone che i "30 pezzi d'argento" di Giuda fossero sicli di Tiro. Un siclo d'argento era allora il salario giornaliero di un bracciante.
Nel 3000 aC i lingotti d'oro battuti dai faraoni pesavano 14 grammi.

SID  –  (Servizio Informazioni Difesa) servizio segreto che nel 1966, dopo le prime notizie sulle schedature illegali di De Lorenzo e sul suo progetto di golpe ("Piano Solo"), sostituisce il SIFAR . Il SID è diviso in tre uffici, uno per lo spionaggio all'estero, uno per la gestione degli agenti all'estero e uno, chiamato "ufficio D" per i servizi segreti interni. Dopo la serie di progetti golpisti e stragi, in cui risultarono sempre coinvolti agenti o dirigenti del SIFAR e/o del SID, nel 1977 il SID viene diviso in due servizi indipendenti, il SISDE (Serv. Informazioni e Sicurezza Democratica e il SISMI (Serv. Informazioni Sicurezza Militare). Entrambi sono coordinati dal CIIS (Comitato Interministeriale Informazioni e Sicurezza) e dal CESIS (Comitato esecutivo Servizi Informazione e Sicurezza), che collega i servizi con il capo del governo. Il SISMI dipende direttamente dal ministro della Difesa.

SIFAR  –  Servizio Informazioni Forze Armate. Costituito nel 1949, prese il posto del SIM (servizio Informazioni Militari) e fu gestito integralmente dall'OSS attraverso agenti specialisti di affari italiani (James Angleton, Carmel Offie, Henry Tasca, Earl Brennan). Soppresso nel 1966 e sostituito dal SID. Aveva tre sezioni "distaccate" (i SIOS), una per ogni settore delle forze armate, che continuarono ad esistere fino al 1997.

simbolizzazione –  (psic. - ingl. symbolization) processo mentale inconscio che consiste nel creare un'associazione - sempre inconscia - di significati tra rappresentazioni diverse. Alcune relazioni simboliche sono abbastanza comuni (per es. gli oggetti adatti a penetrare o a contenere rappresentano spesso gli organi genitali) ma ciascun soggetto crea le proprie personali relazioni e nessuna associazione - per quanto sia comune - si può considerare universale.
Freud fu il primo a segnalare le relazioni simboliche fra il contenuto manifesto e il significato latente dei sogni. Da allora, la psicoanalisi ha utilizzato l'intepretazione dei simboli per portare alla luce i contenuti mentali inconsci da cui nascono i disturbi psichici.
Un significato completamente diverso si trova in
Rogers, secondo il quale la simbolizzazione consiste nel rendere consapevole una parte dell'esperienza del soggetto.

simbolo –  1) qualunque cosa che significa qualcos'altro, concetto analogo a quello di "segno" (simboli dell'alfabeto, della musica, della matematica, della chimica ecc.)
2) in psicanalisi i simboli hanno la funzione difensiva di rappresentare in modo "indolore" le "cose" che il soggetto ha dovuto
rimuovere per non soffrire (ma che continuano a "spingere" per riemergere dall'inconscio). La rappresentazione simbolica quindi è un compromesso (inconscio) tra queste spinte e le esigenze di equilibrio dell'Ego.
Infatti il simbolo, contraddittoriamente, dice e non dice, nasconde e rivela. Questo spiega perchè i simboli (per es. nell'arte e nelle fiabe) hanno la capacità di "parlare al cuore" eludendo il controllo della ragione. Sono quindi radicalmente diversi dalle metafore, allegorie, emblemi ecc. (i quali agiscono tutti a livello cosciente). Decifrare i simboli significa privarli di questa loro capacità, renderli banali e insignificanti.

simpatia (psic.) – dal greco sin-pathos, "sofferenza/sentimento insieme". Sentimento che comporta un coinvolgimento emotivo del soggetto nei sentimenti e/o nelle idee e/o nei comportamenti della persona "simpatica", a volte attraverso un meccanismo di identificazione tipico del narcisismo. In questo, si distingue dall'empatia.

sincretismo –  mescolanza, fusione di dottrine diverse in un nuovo sistema religioso o filosofico; fusione di diverse divinità in una nuova, che ne riassume i rispettivi attributi

Sindona, Michele (1920-86) – banchiere e avvocato, soprannominato "il banchiere di Dio" per i suoi coinvolgimenti nello IOR del cardinale Paul Marcinkus. Comprò la Franklyn Bank (nell'elenco delle prime venti banche USA) e fondò tra le altre la FASCO AG (Liechtenstein), centinaia di altre società finanziarie, oltre a diverse aziende di partecipazione tra cui una banca di investimento in Italia, in diretta concorrenza a Mediobanca. Venne arrestato per bancarotta fraudolenta e condannato anche per l'omicidio di Giorgio Ambrosoli, liquidatore delle sue banche. Durante le indagini emersero contatti con la P2, il Vaticano, la Massoneria e ambienti mafiosi. Avvelenato con un caffè al cianuro nel supercarcere di Voghera il 20 marzo 1986, morì due giorni dopo.

sinergia –   (dal greco: "forze insieme") energia risultante dalla collaborazione tra soggetti diversi che consiste in una razionalizzazione delle risorse eliminando gli sprechi per mezzo della collaborazione. Per es. una sinergia uguale a "100" può risultare dalla collaborazione di due soggetti che dispongono di energia "40" per ciascuno.

SIOS  –  (Servizio Operazioni Informative Situazione), controspionaggio interno delle forze armate italiane (Marina, Aviazione ed Esercito). Il personale proveniva dai reparti SIOS Carabinieri. Nel 1997 i SIOS sono stai sostituiti dal RIS (Reparto Informazioni e Sicurezza), poi chiamato CII (Centro Intelligence Interforze), con cui i servizi ex SIOS dono stati unificati.

soggettivo –  (psic) attributo dei fenomeni che si verificano all'interno dell'apparato psichico, per es. sentimenti, pensieri, emozioni, rappresentazioni, percezioni, sensazioni, fantasie, allucinazioni, desideri, ricordi.
Questi fenomeni si distinguono dalle eventuali cause "oggettive", cioè appartenenti al mondo esterno o ad altre parti dello stesso organismo, da cui possono avere origine (per es. un rumore, un dolore fisico) e qualche volta ne possono essere indipendenti (per es. possono essere prodotti dalla fantasia, come l'ippogrifo o ls sirena).
E' possibile quindi che l'apparato psichico produca "idee" di cose di cui non ha mai avuto percezione o sensazione (per es. un fantasma, una divinità, un mostro).
Oggettivo è – per esclusione – tutto ciò che esiste o avviene al di fuori dell'apparato psichico.
E' possibile quindi che un fenomeno soggettivo (per es. un'emozione, un sentimento ecc.) produca un effetti "oggettivo", cioè psico-somatico (per es. il batticuore, la nausea, il rossore, il tremore ecc.), che a sua volta può produrre effetti soggettivi (per es. la paura di star male) innescando una spirale in cui diventa difficile distinguere le cause dagli effetti.

Siri, Giuseppe (1906-89) – uno dei cardinali più importanti nella storia della Chiesa cattolica, arcivescovo di Genova per più di 40 anni. Noto per le sue idee reazionarie, fu nominato cardinale dal papa Pacelli (1953) dopo aver avuto un ruolo di primo piano nell'Organizzazione Odessa.

Skorzeny, Otto  –  ufficiale delle SS, nel 1943 libera Mussolini imprigionato sul Gran Sasso. Nel 1945 diventa il coordinatore di "ODESSA" l'organizzazione degli ex SS. Nel 1951 insieme a E. Dollmann e L. Degrelle fonda la "Organizzazione Esterna", formata da ex SS con sede centrale a Madrid e presente in Egitto, Svezia, Marocco, Italia e Argentina. Nel maggio dello stesso anno partecipa alla creazione della "Internazionale di Malmoe", conosciuta anche come Movimento Sociale Europeo, alla quale aderiscono molti esponenti del neofascismo europeo (Oswald Mosley, Maurice Bardeche, Ernesto Massi). Nello stesso anno l'Internazionale di Malmoe si scinde e l'ala dura guidata da Guy Armandruz fonda "Nuovo Ordine Europeo"

Skull & Bones  –  ("Teschio e Ossa"), società segreta USA che pratica riti di tipo massonico. Fondata nel 1832; ne hanno sempre fatto parte allievi ed ex allievi dell'università di Yale. Fra gli altri, il presidente USA George Bush jr, suo padre e suo nonno Prescott. Prende il nome dal suo emblema (il teschio con le tibie incrociate, caratteristico delle bandiere dei pirati); i membri sono scelti tra le più potenti famiglie USA. Nelle elezioni presidenziali del 2004, i quattro principali candidati (G. Bush jr, John Kerry, Joseph Lieberman e Howard Dean) erano tutti membri attivi del circolo. Intervistati sull'argomento durante la campagna elettorale, Bush e Kerry hanno dichiarato entrambi di non poter rispondere perchè vincolati da un obbligo di segreto assoluto.

v. scheda   vai

sodomìa  –  nel linguaggio corrente: coito anale, soprattutto tra uomini. Il termine ha un significato spregiativo, ma in Italia il biasimo colpisce soprattutto l'uomo che subisce la penetrazione (fortemente disprezzato), mentre la sodomia su altri è considerata immorale, ma non disonorevole, più o meno alla stregua dei rapporti con le prostitute. Il termine deriva dalla leggenda biblica, secondo la quale le città di Sòdoma e Gomorra furono distrutte da Dio per i peccati dei loro abitanti. La Bibbia però non specifica di quali peccati si trattava (forse non erano comportamenti sessuali). Nel linguaggio religioso cristiano, il termine fu variamente elaborato durante i secoli e vi si fece rientrare qualunque tipo attività sessuale inadatto alla procreazione (coito orale, masturbazione, coito con animali, rapporto lesbico ecc.). Per circa 6 secoli (1200-1800) i sodomiti furono condannati al rogo. Fino al 1950 tutti gli USA avevano leggi che punivano la sodomia (variamente definita); fino al 2003, 10 Stati avevano leggi che la punivano con il carcere fino a 15 anni. Queste leggi funoro poi dichiarate incostituzionali con una sentenza della Corte suprema, in quanto contrarie al diritto di privacy

Sofri, Adriano (1942) – nel 1965 (?) collabora a Classe Operaia. Nel 1969 è tra i fondatori di Lotta Continua e suo leader. Poi a Reporter, quotidiano nato con la promessa di finanziamenti PSI. Condannato a 22 anni per l'omicidio Calabresi, in carcere dal 1997. Tra il 2000 e il 2006 uno straordinario movimento di solidarietà con Sofri ha mobilitato personaggi politici e intellettuali per fargli ottenere la grazia e più volte il presidente della Rebubblica, Ciampi, ha manifestato l'intenzione di concederla, giungendo addirittura ad un conflitto di poteri con il ministro della Giustizia, il berlusconiano Castelli, che si è rifiutato di controfirmare il provvedimento. Il conflitto è stato risolto dalla Corte costituzionale, che ha negato al ministro il potere di bloccare i provvedimenti di grazia del Presidente. Intanto Sofri ha ottenuto la semi-libertà (2005), e la sospensione della pena per motivi di salute (2006).

soggettivo –  (psic) attributo dei fenomeni che si verificano all'interno dell'apparato psichico, per es. sentimenti, pensieri, emozioni, rappresentazioni, percezioni, sensazioni, fantasie, allucinazioni, desideri, ricordi.
Questi fenomeni si distinguono dalle eventuali cause "oggettive", cioè appartenenti al mondo esterno, da cui possono avere origine (per es. un rumore ) e qualche volta ne possono essere indipendenti (per es. possono essere prodotti dalla fantasia). E' possibile quindi che l'apparato psichico produca "idee" di cose di cui non ha mai avuto percezione o sensazione (per es. un fantasma, una divinità, un mostro).
Rispetto all'apparato psichico, anche le altre parti dell'organismo (per es. i denti) sono "esterne"; in questo senso, si può dire che certi fenomeni (per es. il mal di denti) sono "oggettivi".

Sogno del Vallino, Edgardo (1915-2000) – loggia P2, capo dell'Organizzazione Franchi (spionaggio inglese e USA) nel 1944, fondatore del movimento "Pace e Libertà (CIA, 1953; finanziato anche dalla FIAT e da Pirelli) che, fra l'altro, diffonde falsi documenti del PCI per screditare la sinistra ed i sindacati. Autore, insieme a Luigi Cavallo (CIA) e con l'appoggio del gen. Maletti, di un piano golpista "di destra con un programma avanzato di sinistra". Autore insieme a Pacciardi di un altro progetto di golpe (il "golpe bianco") nel 1974. Processato e assolto perchè i servizi segreti hanno fatto sparire le prove.

solutreano –  cultura preistorica europea caratterizzata da particolari tipi di strumenti di pietra e in osso. Presente tra 21.000 e 18.000 anni fa.

v. nota breve "Culture preistoriche"  vai

somatizzare – (psic - ingl. somatization) dal greco soma, corpo. Scaricare sul corpo, con effetti fisici (somatizzazioni), gli stati affettivi (per es. l'ansia può essere somatizzata sotto forma di tachicardia, distrurbi dell'apparato digerente ecc.). Si tratta di un processo di conversione dello psichico in organico, oggetto della medicina psicosomatica.     – v. scheda Affettività

sonno  –  (essere in sonno) nel linguaggio massonico indica la condizione dei "fratelli" che hanno dichiarato di non volere più partecipare alle attività dell'associazione. In pratica, "mettersi in sonno" equivale ad un'uscita dall'associazione; ma può essere anche un espediente per non compromettersi (o per non compromettere la Massoneria) in vicende imbarazzanti.

sospensione "a divinis"  –  sospensione dalla "cose divine": provvedimento disciplinare che la chiesa cattolica prende nei confronti dei preti, vescovi ecc. colpevoli di gravi mancanze disciplinari (per es. essere "di sinistra") o che si trovano in condizioni particolari (per es. i preti che si sposano con o senza permesso del papa). Consiste nel divieto di amministrare i sacramenti (per es. la confessione, la comunione ecc.)

sostituti (o rappresentanti) dell'Ego –  (psic) "oggetti" (persone o cose) che il soggetto narcisista in qualche modo "fa propri" e sui quali trasferisce l'amore di se stesso e le manifestazioni di tale amore (per es. gli eccessi di auto-stima o di egocentrismo) che il suo Ego non gli permette.
Su tali oggetti quindi il soggetto può riversare l'adorazione di se stesso. In questo modo, la libido narcisista trova il suo appagamento per via indiretta, diventando apparentemente oggettuale. Il più importante rappresentante dell'Ego, quello che non manca mai, è l'Ego ideale. Altri sostituti possono essere le persone amate, stimate, ammirate, oppure il gruppo di appartenenza.

v. scheda "Narcisismo"  narcisismo

soviet –  tipo di organismo di base nato in Russia durante la rivoluzione del 1905. I soviet erano "consigli" di cui facevano parte operai, soldati e contadini. Ogni soviet eleggeva i suoi delegati, i quali facevano parte di un soviet di livello superiore, e così via, creando una struttura "piramidale" fino al "Soviet supremo".
Un aspetto importante di questo sistema era che i delegati  potevano essere revocati  in qualunque momento dalla stessa base che li aveva eletti: quindi erano sottoposti ad un  controllo costante  da parte della base elettorale. Il sistema "sovietico" (chiamato anche "democrazia piramidale") costituisce la principale alternativa al sistema "parlamentare" delle democrazie di tipo occidentale, in cui i rappresentanti, una volta eletti, non possono essere revocati e, per tutta la durata del loro mandato, sono liberi di agire come meglio credono, magari alleandosi con i partiti avversari.

 

 

spartachista  –  v. Lega Spartachista

speranza di vita  –  probabilità che ha una persona, nata in un certo anno ed in un certo Paese, di vivere fino ad una determinata età.

Speroni, Francesco (1946) – senatore della Lega Lombarda, poi esponente della Lega Nord. Ministro per le Riforme istituzionali nel primo governo Berlusconi, deputato del Parlamento europeo. Nel Parlamento europeo fu tra i protagonisti degli schiamazzi contro l'introduzione dell'euro in Italia.

Spock, Benjamin (1903-98) – pediatra USA, autore del libro Common Sense Book of Baby and Child Care (titolo italiano: Il bambino - come si alleva, come si cura), prima edizione nel 1945. Il libro fu tradotto in tutte le lingue del mondo e ne furono vendute 8 milioni di copie.

spontaneismo –   termine nato dal dibattito interno della Prima Internazionale e poi usato da Lenin, indica la tendenza a valorizzare la capacità delle masse popolari di auto-organizzarsi per ribellarsi autonomamente (cioè senza la guida di un partito) contro i ceti dominanti. Implica il rifiuto di inquadrarsi in associazioni o partiti strutturati in modo rigido, gerarchico, burocratico; così come il rifiuto di riconoscere una funzione direttiva ai gruppi d'avanguardia rivoluzionaria teorizzati da Lenin. Per tali ragioni lo spontaneismo si contrappone al leninismo.

spostamento (psic.) – ingl. displacement meccanismo psichico di difesa mediante il quale una rappresentazione intensa (per es. idea di morte) viene sostituita da altre meno intense, collegate alla prima da catene associative (per es. un cimitero). Fondamentale nel sogno: consente rappresentazioni "mascherate" che altrimenti sarebbero bloccate dal meccanismo di censura.) In questo modo la fonte dell'angoscia viene dominata per mezzo della rappresentazione meno intensa.

SS  –  ted. Schutz-Staffeln "squadre di protezione", nate come organizzazione paramiltare (guardia del corpo di Hitler), si traformarono in truppe speciali della Germania nazista ed ebbero, fra l'altro, il controllo della Gestapo (polizia segreta). Da queste squadre nacquero poi le Waffen-SS (SS combattenti) che giunsero ad avere un milione di uomini. Famose per efficienza, brutalità e crudeltà, ebbero la supervisione dei campi di sterminio e dei Paesi occupati dal nazismo durante la guerra. Nel processo di Norimberga (1946) furono dichiarate "organizzazione criminale". Dopo la sconfitta del nazismo, un gruppo di ex uffiali delle SS si rifugiò in Argentina, dove costituì la "Organizzazione ODESSA" che ebbe diramazioni in Germania, Svizzera, Italia e Vaticano.

SSU  –  Secret Service Unity (USA), sostituì l'OSS e nel 1947 si trasformò in CIA (Central Intelligence Agency)

 

 

Stalin (1879 - 1953) –  Iosif Visarionovic Dzugasvili. Rivoluzionario russo, poi dittatore. Dal 1899 si dedicò all'attività rivoluzionaria. Fece parte del Comitato centrale del partito bolscevico (1912). Più volte arrestato e deportato, riuscì sempre ad evadere ed a riprendere l'attività politica. L'ultima volta fu liberato allo scoppio della rivoluzione d'Ottobre (1917). Ebbe inizialmente un ruolo di secondo piano, come commissario del popolo per le nazionalità (1917-22). Nel 1922 Lenin, malato, lo nominò suo assistente e segretario del Comitato centrale. In questo periodo assunse il controllo dell'apparato del partito e nel 1924, alla morte di Lenin, riuscì a farsene eleggere segretario generale. Prevalse sulla corrente internazionalista del partito (Trotzsky, Zinovev e Kamenev ) sostenendo la strategia del socialismo in un solo paese (cioè in Russia) ed imponendo come compito prioritario del movimento comunista internazionale la difesa dello Stato sovietico. Fece deportare o uccidere i suoi oppositori all'interno del partito. Dopo la seconda guerra mondiale ebbe un enorme prestigio internazionale come vincitore del nazismo; nella conferenza di Jalta concordò con le potenze occidentali la spartizione del mondo in due aree d'influenza (socialisti e capitalisti). A Stalin è dovuta la creazione della potenza industriale e militare dell'URSS. Le "purghe" con cui si sbarazzò dell'opposizione interna fecero centinaia di migliaia, forse milioni di vittime. Si sospetta che, ossessionato dalla lotta per mantenere il potere, nell'ultimo periodo della sua vita sia caduto in uno stato di paranoia.

Stato  –  comunità di individui (popolo), stanziata su un determinato territorio e organizzata secondo un ordinamento indipendente ed effettivo. L'ordinamento dello Stato è:

Stay Behind  –  ("stare dietro le quinte") organizzazione clandestina promossa dai servizi segreti inglesi, inizialmente in Belgio (1948) col nome "gruppo Glaive", destinata a funzionare in caso di occupazione russa. Nei mesi successivi gli inglesi sigleranno dei patti bilaterali con Norvegia, Olanda, Danimarca per costituire analoghe formazioni che verranno poi addestrate a Fort Monkton (Portsmouth, sulla Manica). Si tratta di gruppi di guerriglia, attrezzati con sofisticate attrezzature e ben addestrati, capaci di attuare sabotaggi, attentati, azioni di commando e garantire le comunicazioni. Lo SB si espande a tutti i paesi della NATO, a paesi neutrali come la Svizzera, l'Austria e la Finlandia e organizza una rete clandestina anche in alcuni paesi dell'Est, in particolare in Jugoslavia, dove entreranno in SB le formazioni croate degli "ustascia". Nel 1955 viene stipulato un accordo fra l'Intelligence Service e il servizio segreto greco (KYP) per la costituzione in Grecia di un nucleo di Stay Behind, che si chiamerà "pelle di montone rosso". Nel 1959 l'Italia entra nel Comitato Clandestino di Pianificazione della NATO, organismo che coordina le attività di "Stay Behind ", di cui fa parte l'organizzazione Gladio.

Stepinac, Alojzije Viktor (1898-1960) – arcivescovo cattolico di Zagabria (Croazia) nel 1937. Filo-nazista, razzista, organizzatore di crociate contro i cristiani ortodossi, collaboratore del genocidio compiuto dagli "ustascia" nel 1941-43 (un milione di vittime tra Serbi, ebrei, zingari e comunisti. Eletto santo dal papa Wojtyla nel 1998.

v. scheda   vai

stìgmata o stìmmata  –  marchio di proprietà che si usava imprimere sul bestiame o sugli schiavi. Nella religione cattolica le stigmate sono le piaghe nelle mani, nei piedi e nel costato del Cristo crocefisso. Possono apparire sul corpo di credenti particolarmente dotati, come prova della loro santità. Famose le stigmate di san Pio ("padre Pio"), queste ultime notoriamente create (nel 1918) con la tintura di iodio.

stìmolo –  (psic-biol - ingl. stimulus) evento interno o esterno all'organismo che provoca una reazione psichica e/o somatica. Gli stimoli esterni (per es. luci, suoni, la vista del cibo, il contatto con il corpo di un'altra persona) agiscono sugli organi di senso (vista, udito ecc.) i quali trasmettono i loro segnali al sistema nervoso. Questo li elabora (percezione) ed a sua volta reagisce producendo stimoli interni.
Stimoli interni possono essere per es. ricordi che provocano emozioni, sentimenti che provocano eccitazione sessuale, o, all'inverso, eccitazione sessuale che suscita sentimenti.
Gli stimoli possono anche essere dolorosi o spiacevoli. Mentre di solito è possibile sottrarsi a quelli esterni, per es, con la fuga, non ci si può sottrarre a quelli interni (per es. la fame, oppure un desiderio "proibito"). In alcuni casi l'apparato psichico può reagire soltanto azionando un
meccanismo di difesa (per es. repressione o rimozione).

Stirner, Max (1806–56)  –  pseudonimo di Johann Kaspar Schmidt, filosofo tedesco, considerato come uno dei precursori del nichilismo, dell'esistenzialismo e dell'anarchismo individualista. Teorico dell'egoismo e di un radicale individualismo, qualifica come "superstizioni" il nazionalismo, lo statalismo, il liberalismo, il socialismo, il comunismo e l'umanesimo. Sua opera principale è Der Einzige und sein Eigentum (L'Io e la sua proprietà, o L'Unico e la sua proprietà, 1844). La sua idea politica fondamentale è quella dell'assoluta libertà individuale (la proprietà dell'individuo padrone di se stesso); questa libertà non deve essere limitata da altri, ma può essere auto-limitata per libera scelta e per ragioni egoistiche (per es. per partecipare alla vita di una collettività).

stoicismo  –  scuola filosofica di evidente derivazione buddista, fondata nell'antica Grecia da Zenone di Cizio (308 aC) e seguita anche nell'impero Romano (Marco Aurelio, Seneca, Catone). La dottrina stoica risponde al problema della sofferenza umana predicando il dominio delle passioni e l'auto-controllo come mezzi per raggiungere la saggezza e l'atarassìa (o apatìa) cioè uno stato di non-sofferenza.
Secondo gli stoici, il mondo è governato da un ciclo continuo di creazione/distruzione che obbedisce alla legge dell'Eterno Ritorno (la legge buddista del
Dharma) e che riguarda tutte le cose, viventi o no. Un "principio creatore" (che viene identificato con il Fuoco) è in tutte le cose e corrisponde ad una Ragione universale (Logos).
La saggezza consiste nel sopportare la sofferenza rinunciando ai piaceri, accettando la "legge universale" senza opporre resistenza. // stòico, nel linguaggio corrente, è chi sa sopportare dignitosamente la sofferenza.

Per le religioni "thao-darmiche", v. scheda "Religioni"  vai

Storace, Francesco (1959) – giornalista del quotidiano fascista Il Secolo d'Italia, membro del MSI e poi di Alleanza nazionale, membro della Commissione antimafia, deputato dal 1994, presidente della Regione Lazio (2000-2005), ministro della salute nel terzo governo Berlusconi. Costretto a dimettersi perchè accusato di attività di spionaggio ai danni di Alessandra Mussolini (violazione degli archivi dell'anagrafe di Roma)

storia –  1) narrazione sistematica di fatti realmente avvenuti, documentati in qualche modo e riguardanti una collettività umana. Convenzionalmente, si fa coincidere l'inizio della storia con l'introduzione della scrittura, e quindi lo si colloca in epoche diverse, secondo le diverse culture.
2) è chiamato preistoria il periodo precedente a ciascuna storia.
3) s'intende per protostoria il periodo preistorico conosciuto attraverso fonti indirette (per es. gli scritti provenienti da un'altra cultura).
4) nel linguaggio familiare: qualunque narrazione, anche fantastica (la storia della mia vita, le storie che mi raccontava la nonna) o anche una fandonia, un pretesto, una situazione che si ripete, una faccenda (non raccontarmi storie, obbedisci senza fare storie, è sempre la solita storia, che storia è questa?)

stress (psic.) –  (ingl. sforzo, spinta) è qualunque condizione fisica o psichica, interiore o esterna, che, esercitando uno stimolo dannoso sull'organismo, ne provoca una reazione. Il ciclo è quello di rilassamento, stato d'allarme, tensione e reazione alla situazione di allarme. L'organismo reagisce allo stress aumentando la secrezione di certi ormoni e frenando la pruduzione di altri. Questo può determinare disturbi psichici o fisici e malattie psico-somatiche, anche gravi.

v. scheda "Tensione"  vai

strutturalismo (filos.) –  metodo affermatosi in varie scienze all'inizio del Novecento, fondato sul presupposto che ogni oggetto di studio costituisce cioè  un insieme organico  e globale (cioè una strutturai cui elementi non hanno valore funzionale autonomo ma lo assumono nelle relazioni oppositive e distintive di ciascun elemento rispetto a tutti gli altri dell’insieme. Applicato in critica letteraria, etnologia, linguistica, psicologia, antropologia, economia e sociologia. Tra i più noti esponenti dello strutturalismo: Saussure (linguistica), Lévi-Strauss (antropologia), Cassirer (filosofia), Lacan (psicanalisi), Boas (sociologia), Althusser (marxismo), Chomsky (linguistica), Barthes (critica letteraria), Foucault (storia della scienza). Da non dimenticare il russo Propp, che con la sua analisi della fiaba propone un rivoluzionario metodo d'analisi dei racconti popolari.

stupore –  (psic. - ingl. stupor) offuscamento generale e temporaneo della coscienza; oppure arresto dell'attività motoria, torpore dell'attività intellettiva, mutismo, distacco dalla realtà, torpore cerebrale di qualunque tipo.

 

 

sublimazione (psic.) – ingl. sublimation: meccanismo psichico di difesa mediante il quale le pulsioni "proibite" (per es. quelle sessuali o aggressive) vengono orientate verso attività moralmente e socialmente accettabili (creazioni artistiche, professioni sociali, impegno scientifico, politico ecc.). Il processo di sublimazione è strettamente legato a quello di evoluzione della libido, cioè al passaggio dalla sessualità infantile a quella adulta. In questo passaggio le tendenze edipiche vengono rimosse e sublimate (desessualizzazione delle tendenze).

Sudafrica  –  (Republic of South Africa ) Stato dell'estremo sud del continente. Confina a nord con la Namibia, il Botswana e lo Zimbabwe, a nord-est col Mozambico e lo Swaziland. Superficie 1.221.000 kmq, 48 mil. e mezzo di abitanti, 39,7 ab. per kmq. Capitali: Città del Capo (legislativa); Pretoria (amministrativa); Bloemfontein (giudiziaria).
Il territorio fu probabilmente il luogo d'origine dell'umanità (sono stati trovati fossili di Australopiteco, Homo habilis, Homo erectus e Homo sapiens sapiens).
La zona fu colonizzata dagli Olandesi ("Boeri") a partire dal 1650, poi conquistata dagli Inglesi (fine del Settecento). La costante politica di oppressione e sfruttamento delle popolazioni indigene, fondata sul razzismo, culminò nel regime dell'
apartheid (1948), che fu eliminato nel 1991, soprattutto in seguito alle pressioni internazionali. Con le prime elezioni democratiche (1994) l'ANC (African National Congress), partito dei negri, diventò e rimase il partito di maggioranza (66% dei voti fino al 2006).

suggestione  –  processo psichico che induce ad accettare senza verifiche razionali i contenuti mentali o i comportamenti provenienti da altri soggetti, oppure dal soggetto stesso (auto-suggestione). In passato era usata anche in alcune forme di psico-terapia.

Super-ego o Super-Io –  (psic.) "istanza" (componente, livello) della personalità, che nella sua seconda teoria dell'apparato psichico (1920) Freud distingue dall'Ego e dall'Es. Il Super-ego svolge funzioni di controllo e autocritica, ergendosi a giudice dell'Ego; ma non va confuso con il concetto di "coscienza morale", essendo parzialmente inconscio.
Il Super-Ego è costituito, in sostanza, da un insieme di divieti o precetti sociali, morali, religiosi, che vengono interiorizzati fin dalla più tenera età; è la sede dei più alti ideali, il suo comando è: "devi!" (si dice infatti che è governato dal Principio del dovere.
In tema di narcisismo, Freud distingue il Super-ego anche dall'Ideale dell'io, cioè dal modello con il quale l'Ego si misura non sul piano etico ma sul piano dell'efficienza, della capacità di successo, dell'auto-affermazione.

v. scheda "Apparato psichico"  vai

superstizione  –  credenza e/o comportamento di natura mista tra religione e magia. Nelle moderne società occidentali le superstizioni sono coltivate e incoraggiate dai mass media, fino a diventare mode generalmente tollerate (v. per es. gli oroscopi)

v. nota breve "Magia, religione, superstizione e mito  vai

svastica –  emblema e simbolo del nazismo.

vedi scheda "La svastica e la croce"  vai

sviluppo umano  –  indice di sviluppo umano: vedere HDI (Human Development Index)

svolta di Salerno –  linea politica di alleanza "provvisoria" (1944) tra il Partito Comunista Italiano (PCI) e le forze politiche "antifasciste", scelta da Togliatti (forse per volontà di Stalin), che segnò il primo passo della linea fallimentare del PCI e dei suoi tentativi di alleanza con i cattolici. Culminò nell'approvazione dell'art. 7 della Costituzione (1947), che rendeva definitivo ed irrevocabile il Concordato tra Mussolini ed il papa; poi, di fallimento in fallimento, aprendo le porte del partito alla piccola borghesia cattolica e cacciandone fuori i comunisti, fino al "compromesso storico" (1970) ed alla liquidazione di ogni forma di opposizione reale al sistema clerico-fascista dominato dalla CIA e dai suoi servi, infine alla dissoluzione del partito portata a termine da Occhetto (1991) e D'Alema (1994).

SWG - società fondata a Trieste nel 1981, nel 2006 si trasforma in gruppo con Tomorrow SWG, publica ReS e Link System. Uffici a Trieste, Milano e Bologna. Presidente Roberto Weber. Esegue sondaggi di opinioni e ricerche di mercato. Tra i suoi clienti (2007), alcuni partiti del centro-sinistra.

Szeletiano –   dalla grotta di Szeleta (Ungheria), cultura neandertaliana presente nell'Europa centrale 40-30.000 anni fa.

v. nota breve "Culture preistoriche"  vai

 

 

 


vai