HOME
FOTO 1
TEOREMA MERCURI
FOTO 3
PICCOLE SCINTILLE DI LUCE
CONTATTAMI
LA FAMIGLIA MERCURI
CHI SONO
PANORAMICA
ARITMETICA
IL MIO LAVORO
SAPERE
OLIO SU TELA
ELETTRONICA
LE MIE OPERE
GLI AMICI
FOTOGRAFIA MERCURI
INGEGNO
LUOGHI
PAESAGGI
VARIE
LE MIE SCRITTURE POESIE
IMPRONTE DEL NOSTRO PASSAGGIO
VUOTA DI IDEE AZIONI NEGATIVE
SAPERE O NON SAPERE
PARIS FRANCE
IN NOME DI
AUTOBIOGRAFIA
CURRICULUM VITAE
VISIONE
TRIBUNALE POPOLARE
ALBANIA
ORGANIZZAZIONE PER IL CAMBIAMENTO TOTALE
MOTORI
ARRIVEDERCI


Sito di Ferdinando Mercuri

Le mie invenzioni...i miei esperimenti. Attestato scuola radio Elettra. Condensatori variabili. Una serie di vecchie valvole elettroniche. Regolatore di tensione in corrente alternata. Oscilloscopio: visualizzatore, comparatore e misuratore di forme d'onda. Vecchio antico sismografo. Dinamo: generatore di corrente alternata. Seguiranno delle pagine ancora in allestimento, sul moto perpetuo.
Digilab
Digilab

Attestato
Attestato

Sismografo
Vecchio antico sismografo
.Sismografo

Oscilloscopio
Visualizzatore, comparatore e misuratore di forme d'onda.
Oscilloscopio

Circuito elettronico
del moto perpetuo.
Questo circuito è stato costruito praticamente due volte...la prima volta dopo ore di funzionamento stabile, nel momento in cui decido di spegnere il carico che assorbiva l'energia erogata...avviene un eccessivo innalzamento di voltaggio ed infine va a fuoco! La seconda volta con adeguati stabilizzatori il tutto funzionava regolarmente. Poi sentendomi ingannato da chi volevo aiutare...decido alla fine di abbandonare e far morire il progetto! Cosa che feci con orgoglio contro la vittoria degli imbecilli!
Foglio numero due

La verità prima o poi viene sempre a galla e i grulli anche se impuniti spereranno di raccogliere i frutti altrui.
Descrizione

fine proseguimento
Il tempo tutto cancellerà

I primi esperimenti eseguiti sul moto perpetuo li realizzavo trasformando dei motorini ( piccoli motori elettrici ) in modo che funzionassero sia come generatori che come motori ed abbinati in modo che la corrente elettrica dell'uno alimentasse laltro...e in fase con la loro rotazione. Cosi dopo ragionamenti e varie modifiche riuscivo a far funzionare i due motorini con un volt e una minima corrente elettrica.
All'inizio per far partire uno solo dei due motorini non dovevo scendere sotto gli otto volt e una discreta corrente elettrica. Cosa che superai con l'abbinamento sopra descritto.

Ferdinando Mercuri
Da ragazzo pensavo a come poter realizzare un qualcosa che potesse mettersi in moto, anche con l'aiuto di una spinta iniziale e poi autoalimentarsi. Ho cosi iniziato a studiare elettronica, i miei non volevano perchè non avevano i soldi per potermi mantenere allo studio. Nel........ venni in Lombardia perchè si sposava mia sorella maggiore e qui presso la casa dei miei zii Bellocco trovai una rivista che faceva riferimento alla Scuola Radio Elettra di Torino. Tornato in Calabria mostrai la rivista a mia nonna... Mi disse:-non ti preoccupare che se i tuoi non possono ti aiuto io - e fu così che iniziai a studiare radio... nel frattempo ho iniziato a lavorare e ho continuato con il corso tv colore e poi in secondo tempo Tecnica Digitale e Microprocessori.
E così mentre mi dilettavo a eseguire riparazioni di radio e tv che mi hanno dato àlito di soddisfazione dall'altra mi dedicavo agli esperimenti di vario genere compreso il moto perpetuo in tutte le sue forme...
Dall'idraulica alla meccanica, dall'elettronica al solare, dalla gravità al magnetismo.
Infondo il moto perpetuo esiste in natura...Il sistema solare e i pianeti che ruotano intorno a se stessi e intorno al sole...Anche il sole ruota...Vi siete mai chiesti perchè i pianeti ruotano a velocità diversa... e che esiste un collegamento fondamentale tra i pianeti e il sole, che ne determina la velocità di rotazione in rapporto alla vicinanza... Anche le dimensioni hanno la loro importanza... Ma soprattutto la luce tra il giorno e la notte, ossia la differena di calore che si forma tra l'emisfero illuminato e l'emisfero opposto cioè buio... E poi perchè anche il sole ruota a una velocità più bassa...Sono i pianeti che traggono energia dalla stella ( sole ) e per effetto sopra citato ne deriva un moto perpetuo che nell'insieme se lo trascinano... Avete mai pensato alla forza di gravità... forse è il momento di pensarci... e poi la natura crea esseri viventi in continuazione?!... Anche questo è moto perpetuo...

Ferdinando Mercuri
collegare due hard disk
                          con differenti sistemi operativi
Il circuito elettrico qui elencato, mostra come sia possibile collegare due hard disk con differenti sistemi operativi.
( da notare che: è importante decidere quale dei due hard disk far avviare prima di accendere il PC )

Circuito elettronico di un
                          semplice registrare telefonico per mezzo del
                          PC.
Registratore Telefonico.
I due fili o linee che vanno dal trasformatore T1 e C1 a: L1, in realtà per non impedire il movimento della cornetta è meglio collegarli nella Tastiera Telefonica, rispettando la logica dello schema che è indicativo per meglio comprendere.
***
Telefonia, circuito elettronico tra PC e linea audio della cornetta.
Il circuito se viene collegato ad un registratore di suoni o a un programma come Audacity, e configurato andando nella schermata di Audacity, una volta regolati i parametri potrà fare da registratore telefonico, non appena si alza la cornetta registra tutta la conversazione della voce sia del chiamante che del ricevente.
Per configurare Audacity, attività ---> e spuntare registrazione attività da audio.
Poi andare in modifica---> preferenze ---> registrazione ---> livello attivazione audio (db) -40 circa o a piacimento.
Eliminare la spunta a sovraregistra se non si vuole la sovrascrittura.
Regolare il volume del microfono e controllare che sia attivo.
Il tasto tondo registra di Audacity deve essere premuto e se tutto configurato per bene partirà la registrazione non appena si alzi la cornetta.
----
Anche con il registratore audio di Linux, Audio Recorder;
potete impostare i parametri in modo da tenerlo sempre acceso e che:
registra non appena si effettua o si riceve una una telefonata, si ferma in automatico non appena finita la conversazione!
Cliccare sull'icona del registratore, su Timer impostare i parametri come segue: #start at 00:01 am
#stop at 00:00 am
#stop after 1h 30min
stop if silence 4s 15%
#stop if silence | 100MB
#start if voice 0.3
start if voice 25%
I valori possono essere modificati come meglio ci si addice, mettendo il cancelletto #, davanti ad una parola equivale a non eseguire tale comando.
Esempio se vogliamo far partire la registrazione ad una certa ora, dovremmo eliminare il cancelletto da:
#stop at 00:00 am    > stop at 00:00 am
#stop after 1h 30min    > stop after 1h 30min
quindi metteremo il cancelletto a:
stop if silence 4s 15%    > #stop if silence 4s 15%
start if voice 25%    > #start if voice 25%
da fare in modo che la registrazione non appena partita, non si fermi qualora il suo valore scende sotto la soglia del 15% e che: non riparta da solo, al raggiungimento impostato del 25%.

Breve riassunto di risposta a un e-mail di: xxxxxxxx
Buongiorno xxxxxxxx spero che tuo padre abbia un buon ricordo di me e che non abbia nulla a dovermi rimproverare, me ne dispiacerebbe molto.
In quanto al circuito elettrico, all'idea e invenzione, sia la costruzione pratica è stata fatta tutta da me con la mia capacità ed esperienza di elettronica.
Il primo circuito funzionante che realizzai andò a fuoco quando cercai di interrompere il funzionamento, sia la tensione che la corrente si alzarono di colpo. Essendo il tutto costruito su supporto di materiale plastico prese fuoco. Il signor di cui il nome è stato cancellato venendolo a sapere a distanza di tempo si avvicinò a me come fanno i cagnolini e tira e molla mi convinse che lui conosceva una persona ecc. ecc., non ti sto qui a raccontare tutta la storia che è lunga... In fin dei conti tutto andò bene quando a circuito funzionante lui con impeto di sfogo mi disse distruggi tutto perché qui ci vogliono fregare... e mi convinse di andare a brevettare il circuito in fretta e furia, io gli dissi si e aggiunsi ricordati che il brevetto è mio e tu se ti sta bene dovrai essere scritto come aiutante!
Arrivati all'ufficio brevetti... era già tutto pronto, mancavano le firme... Io rimasi male, ma non pensavo che nella stesura il notaio avesse omesso la voce che lui era aiutante!
Per strada lungo il tragitto di ritorno da Reggio verso Giffone lui si rifiuta di consegnarmi la documentazione... adducendo che li avrebbe conservati lui, a mia insistenza riusci a strapparli pochi fogli.
Dopo diversi mesi dal brevetto arriva da me questo innominato con la richiesta di presentarsi lui Roma a dimostrare la validità del brevetto... Avvicinatosi ancora una volta a me mi dice: ( Dobbiamo andare a Roma per ricostruire il circuito )
Figurati la mia rabbia e sdegno... risposi: Vai tu a Roma... a te è arrivata la richiesta!
xxxxxxxx ti ringrazio per avermi scritto, spero di non averti annoiato...
Ferdinando Mercuri.

Attenzione!
La mia decisione presa molti anni fa è la conseguenza irresponsabile e disonesta di alcune persone che con l'inganno avrebbero pensato di ottenere la gloria di idee e progetti altrui, per arricchirsi alle spalle di chi con sacrifici e anni di studio ha messo in prima fase la sperimentazione, sapendo frugare la dove solo poche persone hanno il coraggio e la forza di arrivare mettendo in moto il cervello come se fosse un calcolatore. Con l'amaro in cuor mio presi una decisione irreversibile e irremovibile, pertanto non saranno date risposte riguardante i progetti elettronici a nessuno, chi ne è all'altezza ne può trarre sintesi solo da ciò che qui ne verrà pubblicato.
Moto Perpetuo

Quattro lampadine comandate da due
                                fili
Quattro lampadine comandate da due fili
Quattro lampadine comandate da un
                                filo
Quattro lampadine comandate da un filo

Quattro condensatori variabili
Condensatori variabili

Regolatore
di tensione in corrente alternata (ca)

Regolatore di tensione (c.a.)

Vecchie valvole,
cosa sono? Osservare, riflettere, imparare un mestiere. Basta iniziare e poi tutto viene da se. Viva la gente che ha iniziative e idee e le mette in atto…Viva la fermezza, la ricerca, la perseveranza.
Vecchie valvole

Moto perpetuo,
schema a blocchi.
Foglio numero due

Alla fine prima o poi qualcuno ci arriverà... ma nulla il mondo salverà!
proseguimento

Dinamo

Da ragazzo mi appassionavo ad eseguire esperimenti...,mi piaceva l'elettricità, la matematica e la pittura.
Ricordo un episodio...Quando un mio amico (Michele) mi diede la dinamo della sua bicicletta e mi dice: ( guarda se riesci a fare qualcosa perchè non funziona più ).
Qualche giorno dopo gli riporto la dinamo; avevo rifatto tutto l'avvolgimento...gli dico prova a collegarla e vedi se ti va bene.
Pultroppo non funzionava e me la riprendo indietro...,nei giorni seguenti cercavo di capire perchè non funzionava.
E durante la notte ripassavo a memoria tutte le fasi eseguiti nell'avvolgere il filo e non c'era niente di sbagliato.
Poi come un lampo un dubbio!?
E se quel filo fosse...(isolato).
Ecco gli riporto la dinamo e...
troppa luce, povere lampadine.

Ferdinando Mercuri