«

Eremo di Sant' Angelo di Ripe e la grotta di Salomone.

Come ci si arriva: ( mappa)  da  Ripe di Civitella, si scende verso le  gole del Salinello, percorrendo per circa un Km una comoda strada imbrecciata, fino a raggiungere un'area attrezzata per il pic-nic; da qui si segue il sentiero n 8 ( carta CAI di Ascoli Piceno) ed in breve si è al cospetto delle grotte.

       -LE CULTURE DEL PALEOLITICO SUPERIORE IN  ABRUZZO
       -escursione alla porta di ferro, di Giacinto Pannella
 

 
Veduta d'insieme delle grotte di Sant'Angelo e di Salomone. Quest'ultima si colloca appena sopra il sentiero, sulla destra della grotta di Sant Angelo.
 
Interessante immagine tratta dal sito fb Teramo-fotografie. Si nota una costruzione sulla destra in alto, ora non più esistente come testimonia la foto che segue. Data la tipologia costruttiva è pensabile che sia stata utilizzata come abitazione anche in tempi relativamente recenti ('800).
 
Targa apposta dall'ente Parco sul culto di San Michele Arcangelo.
Quadro raffigurante San Michele, precedentemente vi era una più suggestiva statua, ora conservata nella chiesa di Ripe di Civitella.
L'interno della grotta.
In primo piano, una scarpata stratigrafica a testimonianza dell'interesse di natura preistorica del sito.
Una inquadratura all'interno della grotta: in basso l'ingresso.
Manufatti all'nterno della grotta.
La grotta  detta di "Salomone" è situata sotto quella di Sant'Angelo. Queste due grotte sono collegate da una cavità che però è occlusa da materiale detritico.
Interno della grotta di Salomone: notare in alto la cavità, occlusa da materiale detritico, che comunica con la grotta di Sant'Angelo. Sulla sinistra, verso il basso, si vede una buca frutto degli scavi tenuti negli anni 60 dal prof Radmilli. Sulla destra si intravede il piano della grotta in tempi storici.