«

Romano

risalirai ancora queste creste

ogni volta che:

i crochi torneranno a fiorire,

la nebbia chiuderą la visuale,

Il sole splenderą,

la bufera infurierą,

la pioggerellina d'aprile bagnerą il prato,

la neve ricoprirą l'ingiallita falasca
Romano Capriotti ,ascolano ,amava andare in montagna e soprattutto la montagna dei fiori, dove si recava a camminare tutte le domeniche invernali . Era particolarmente affezionato ad una cresta  quella che dalla cima della montagna scende  verso la sorgente detta "della girella " sopra le gole del salinello , la foto  č fatta proprio su questo percorso, in direzione dei sibillini,  sotto si intravede il laghetto coperto dalla neve. Purtroppo il 9/3/2003, colto da malore, č morto proprio su questa montagna.