«

 Da Guazzano alla cima del Foltrone. Salita per la via della costa dell'elce, discesa per la via della chiesola.

 L'anello , qui percorso in senso antiorario, si compone di due storiche mulattiere  per la salita  alla montagna dal    versante di Guazzano. In realtà un primo tratto affianca il "fosso dell'acquara", mentre il sentiero principale gira più largo rendendo meno faticosa la salita.

  Visualizza in google maps. (clicca)

  Scarica file gpx

B- si svolta a sin lasciando la mulattiera principale, e si segue il fosso dell'acquara, H. stazzo, F-C cresta nord est del Foltrone, G- punto di intercettazione del sentiero che porta alla fonte delle Jaccere, E- imbocco sentiero della "chiesola".
 Profilo altimetrico: 940 m di salita, e 7.9 km di cammino. 
La mulattiera ,come evidenzia il selciato, era una via importante di comunicazione fra Macchia da sole e Guazzano.
 a sinistra il bosco e a destra campi coltivati pianeggianti.
 Sulla destra "La Piana" e sullo sfondo Civitella del Tronto. 
Il sentiero che sale alla montagna, per la via della costa dell'elce, è ben segnato con palline rosse  all'inizio è faticoso.
Si sta per uscire dal bosco e si ritrovano i segni di un vecchio stazzo.
Una caciara crollata.
Intersezione fra la cresta nord_est ed un sentiero che percorso porta in direzione di Macchia. Siamo a 1500 mslm.
Splendida cresta di 221 m di salita molto panoramica, sulla sinistra l'Adriatico e sulla destra le gole del Salinello.
  La croce del Foltrone a 1721 mslm.
I campi ai piedi della montagna di Campli.