«

Dalla strada per Macchia da Sole, in corrispondenza di una curva, dove la strada attraversa "fosso dell'acqua" a 898 mslm fino alla cima del Foltrone (1718 mslm).

Percorso di grande bellezza. Ripido,  si sviluppa su un antico tracciato per  accesso ai pascoli. Il primo tratto sale fiancheggiando "fosso dell'acqua", poi intercetta il sentiero n 12 (carta" I monti gemelli " del CAI Ascoli scala 1:25000) che seguito ci porta  alla cima del Foltrone. Per una buona metà si è  dentro il "bosco delle murate", poi si esce su prati misti a bosco e rocce, attorniati da splenditi panorami e  in particolare fioriture di narcisi (periodo consigliato 10/20 maggio). Le foto datano14/5/2009. Il sentiero porta segni gialli.
 
Traccia indicativa del sentiero: foto  Novembre 2010 (autore arch V. Volpa)
Siamo a quota 898, punto d'attacco del sentiero. Da qui si segue "fosso dell'acqua " fino a raggiungere il sentiero   N 12 che porta al Foltrone.
Fosso dell'acqua poco sotto il sentiero n 12. Questa località è detta anche "Le pisciarelle".
Fosso dell'acqua
Fosso...
Sul sentiero,sopra le cascatelle una cannella a quota 1070.
Da dentro il fosso.
Siamo dentro il bosco delle murate: una bella faggeta.
Usciti a circa 1350 mslm dal bosco si è su una splendita radura. La rupe ha alla base una concavità (più che grotta), chiamata  "grotta dei briganti", luogo di ritrovamento di favolosi tesori.
Tappeti di narcisi.
Una fritillaria.
Una veduta sul versante meridionale della Montagna dei Fiori.
Siamo saliti a quota 1500 ci resta l'ultima conca erbosa per la cima.
A quota 1480 dalla selletta degli spinaci selvatici.
Orchidea.
Stiamo riscendendo dalla croce, per la cresta nord-est.
Una panoramica sulle rocce della montagna dei Fiori.
Uno sguardo vertiginoso sulle verdi gole del Salinello.
Narcisi.
Stiamo per riscendere al bosco delle murate.
Le masse rocciose del Foltrone.
Un ultimo sguardo prima di rientrare nella faggeta.