«

Grotta-riparo detta chiesola .

Come ci si arriva: (mappa)  il riferimento č il Fosso Bianco che divide la montagna di Campli in due, fra Monticchio ed il Foltrone. Risalendo il bosco,con il fosso a sinistra, sui 1000 m si incontra questa caverna: č interessante il nome di "chiesola", forse scaturito dal fatto che un tempo ci vivesse qualche eremita , o che il luogo fosse comunque legato al culto.
La "chiesola" in realtą č una modesta grotta esposta a sud e nascosta da lecci e roverelle, davanti ha un limitato spazio erboso.
Per la gente di Battaglia č stato un riparo utlizzato fino agli anni della seconda guerra, qualche decennio fa era ancora in piedi un muro fatto con le pietre del posto.

Visualizza su google maps

mappa ottocentesca

Mappa ottocentesca, i due segni in colore evidenziano due localitą: grotta sant'eremo, su fosso grande, e la "chiesola" sopra fosso bianco.
pian cerreto poco soprea guazzano.
Pian cerreto, siamo all'inizio della passeggiata (sent. N14 della carta cai dei Monti Gemelli  Ascoli Piceno)
inizia la salita, percorribile anche con fuoristrada ,che porta ai prati del Foltrone
inizia la salita che porta ai prati del Foltrone.
la caratteristica mole della montagna di Campli
Poco prima di entrare nel bosco.
Nei pressi della "chiesola",una panoramica su "fosso bianco", sul versante opposto Monticchio.
 
In lontananza le colline del teramano.
La grotta della "Chiesola"
 
 
 
 
 
Bacche di agrifoglio.
Siamo alla piramide del Foltrone, il tracciato in diagonale porta alla fonte delle "Jaccere"