Montagna di Campli: la cima del Foltrone (1718 mslm).

Come ci si arriva: da Battaglia (721 mslm) si costeggia il bosco di conifere che sovrasta il paese, si attraversa fosso bianco e si risale per un sentiero fino ad intersecare una sterrata, che partendo da Guazzano, porta ai prati del Foltrone. L'intersezione avviene in corrispondenza di una sbarra che vieta l'accesso ai veicoli.
Se, invece, si parte da poco oltre l'abitato di Guazzano possibile prendere la sterrata dall'inizio e percorrerla fino alla fonte delle Jaccere a (circa)1500 mslm ; il tracciato che sotto riportato esprime quest'ultimo percorso.
 Per la carrareccia la pendenza ragionevole; arrivati ai prati, la cima evidente; se si sale dritto, cio per la cresta sud-est, la pendenza impegnativa, il panorama splendido.
 

tracciato: H-sbarra e sentiero per Battaglia, I-uscita nel prato dopo aver percorso la sterrata, D-fonte delle Jaccere,da qui alla cima,punto J, il tratto fuori sentiero.
F-innesto di un antico sentiero,parallelo alla carrareccia, E- "la chiesola"  (clicca).

Visualizza in google maps

scarica file gpx
profilo altimetrico
14/2/2008 poco sotto Battaglia: giochi aerei fra un corvo ed un'aquila .
La sterrata attraversa la ripida cresta della montagna verso Fonte delle jaccere (1509 mslm).
Il sentiero quasi pianeggiante che porta alla fonte: siamo alla testa di Fosso Bianco.
La caratteristica forra di Fosso Bianco, che separa il Foltrone da Monticchio.
Dalla cima verso le valli interne. Le aree cerchiate  individuano ( da sin.): Macchia da Sole, Castel Manfrino e il corno calcareo dell'eremo di Sant' Angelo in Volturino.
Siamo alla cima del Foltrone: sullo sfondo la sagoma di pizzo di Sevo.
Verso nord la montagna dei Fiori.
La croce guarda verso il mare, coperto dalla foschia.
Ancora uno sguardo verso la Girella.
Un gruppo di amici "del Foltrone" ha apposto questa croce il 10/6/2007, in ricordo di tutti i ragazzi scomparsi tragicamente.
Il sole cala; bisogna ridiscendere, la luna ci accompagna.
Il buio si insinua nel bosco, mentre Civitella  raccoglie gli ultimi raggi di sole.