«

Eremo di Santa Maria Interfoci.

Come ci si arriva  :( mappa)  Da Galiè-Vecchioni -Macchia e il suo territorio: “..vicino all’abitato era situato l’eremo benedettino di Santa Maria Interfoci, così chiamato perché posto tra le due Macchie (da Sole e da Borea), in una grotta sul fondovalle. Fu abbandonato perché la vicinanza alle case non permetteva ai monaci di condurre una vita solitaria di penitenza.”

Questa affermazione è interessante, perché nonostante non sia esatta nel definire la collocazione dell’eremo, ha una sua verità quando dice ”fu presto abbandonato”, questo però fu a causa della vicinanza al Castello, che sappiamo subì assedio nel 1273, con le truppe sul fosso del Lago ,dove è l’eremo. A ricordo dell’assedio il fosso è detto anche Rivolta. (l’assedio del Castello del 1273 da Ascoli nel Piceno di S. Balena).

L’abbandono però non determinò l’oblio totale: si trova citato nei documenti fra le pertinenze di  Sant’ Angelo a Volturino, è possibile trovare nella grotta qualche frammento ceramico ed il nome “foci” è rimasto nonostante i secoli passati.

Una convinzione diffusa è che gli eremiti si dislocassero nelle grotte in fuga dal mondo e dagli uomini. Frequentando questi posti si percepisce che essi dovevano avere un peso importante nella vita di questa società agro-pastorale, dando assistenza morale, religiosa e materiale e ricevendo a loro volta. Gli eremi di Santa Maria Interfoci, San Francesco alle scalelle e quello di San Marco sulla m. di Campli, segnano con la loro collocazione, il tracciato antico di attraversamento delle gole, questo ci dice che in fondo gli eremiti si relazionavano con la società più di quanto si pensi. ( S.Balena - Ascoli nel Piceno: gli eremiti)

Approfondimenti:

bullet

I passaggi della scoperta, di Ennio Marinari.

bullet

Il mistero della grotta, di Carla Tarquini. Su L'Araldo abruzzese N34 del 6/nov/2011.

 

Le foto che seguono datano 11/ott/2011

Dal castello di Manfrino, l'eremo è nel quadrante basso a sinistra.

E- antico insediamento di Maccla, C- freccia deviazione, B-eremo santa Maria Interfoci, H-sasso san Francesco.

visualizza in google maps (clicca)

dall'interno verso il "Fosso del Lago".
 
l'eremo dal fosso del lago. La foto è del nov-2012
Frammenti: molto importanti per testimoniare la presenza dell'uomo.
Lo strato di terra per realizzare un pavimento in piano. Con l'abbandono la naturale erosione tende a cancellare le tracce della storia del luogo.
In alto incombono i ruderi del Castello .
A non più di 20 m la grotta quasi scompare.
Nelle vicinanze una graziosa " dépendance".
In alto il Foltrone; sulla sinistra l'eremo coperto dalla vegetazione.