corrente elettrica

 

Oggi, possiamo dire con certezza che tutta la nostra civiltà è fondata sull' energia elettrica. Le attività industriali, l'illuminazione, i trasporti e le comunicazioni, gli elettrodomestici, ..., hanno bisogno di energia elettrica per funzionare. Rispetto alle altre forme di energie, l'energia elettrica, è molto vantaggiosa perché può essere trasformata in altre forme di energia, è facilmente trasportabile a basso costo e a qualunque distanza, mediante fili conduttori che la ripartiscono fra un gran numero di utilizzatori.
Nei materiali conduttori, nei quali gli atomi sono più vicini tra di loro, gli elettroni liberi sono sempre molto numerosi; con appositi metodi (generatori) è possibile farli muovere determinando così un flusso di elettroni, cioè un flusso di cariche elettriche, ovvero una corrente elettrica.
La lampadina, il personal computer, il frigorifero, la radio, il televisore, la lavatrice, il ferro da stiro, l'aspirapolvere, ... per funzionare devono essere collegati alla rete elettrica, affinché possano ricevere l'energia necessaria per compiere il proprio lavoro; l'energia elettrica viene trasformata quando gli utilizzatori vengono percorsi da una corrente elettrica.
 

L' elettricità   è un' energia intrinseca della materia, così chiamata fin dal sec. 17º dal vocabolo èlektron (gr. «ambra»), poiché questa sostanza ha la proprietà di attirare, se strofinata, corpi leggeri; con tale termine si indicano oggi svariati fenomeni fisici.


Due sferette cariche di elettricità dello stesso segno  (positivo o negativo) si respingono, mentre se sono cariche di elettricità di segno opposto si attraggono reciprocamente

Gli studi sull' elettricità furono compiuti quando non si conosceva ancora la struttura dell' atomo e fu stabilito arbitrariamente che la corrente fosse diretta dal polo positivo al polo negativo.
Così non è perchè a spostarsi sono gli elettroni.
Quindi, quello che noi indichiamo come polo positivo in realtà è elettronegativo.


La corrente elettrica viene trasportata dai conduttori che possono essere:

Gli isolanti elettrici sono quei materiali che non consentono il passaggio della corrente e sono:
vetro, plastica, ebanite, lana, seta, porcellana, ecc.

La corrente elettrica può essere continua, alternata, pulsante, ... A noi interessano le prima 2

  • La corrente elettrica è continua se le cariche si muovono in un senso unico (unidirezionale), la sua intensità è costante (in teoria) ed è prodotta da pile, dinamo e accumulatori.

  • La corrente elettrica è alternata quando varia di intensità periodicamente, passando da un valore 0 a un valore massimo, quindi cambia senso e ripete ordinatamente gli stessi valori di prima.
    Questa corrente è generata dagli alternatori.

 

l' energia elettrica

struttura dell' atomo

grandezze elettriche

circuiti elettrici

collegamenti in serie e in parallelo

generatori di corrente elettrica

effetti della corrente elettrica induzione e motori centrali elettriche

pagina iniziale

 

trasporto